RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 12 aprile 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
   
   

E' solo l'inizio di un'altra rivoluzione

Mercoledì 15 maggio 2019
L'operazione è chiara e ha un nome solo: rivoluzione. La società giallorossa al termine di una stagione drammatica, decide di non giocare al ribasso ma di puntare forte, anzi fortissimo sul futuro. E lo fa senza mezze misure, perché quella del prossimo anno dovrà essere davvero una Roma nuova, quella della svolta con o senza lo stadio. Perché l'operazione De Rossi, che significa rinunciare a un giocatore, ma soprattutto a un uomo della sua stazza, è rischiosissima: ai tifosi puoi anche far mandar giù le cessioni di Strootman e Nainggolan (lunga la lista degli addii dolorosi, tre dei quali disputeranno la prossima finale di Champions League), ma quando metti mano sulle pedine pesanti, quando tocchi il cuore, è tutta un'altra Cosa.

Con De Rossi la Roma perde un altro pezzo di casa, una stanza intera verrebbe da dire, un altro passo verso la «deromanizzazione» voluta fortemente dalla nuova società e iniziata con Totti: giusto o sbagliato che sia, non spetta a noi dirlo. Un principio, una voglia di strutturarsi come un grande club internazionale, che sarebbe anche condivisibile se arrivassero i risultati. Il problema alla fine è tutto lì: se vinci puoi fare (quasi) tutto quello che vuoi, puoi permetterti il lusso di cacciare a calci nel sedere Del Piero, cambiare un allenatore che ha vinto tre scudetti consecutivi e anche metterne in discussione un altro che ha infilato in bacheca i cinque successivi. Ma se non vinci è dura da mandare giù.

Resta così solo un addio doloroso, di un ragazzo per bene, con un'altra testa rispetto alla media e che presto vedremo allenare su qualche panchina pesante. Ma soprattutto di un romanista vero che mancherà infinitamente alla sua gente che lo ringrazia per questo diciotto anni di passione: nel bene e nel male.

Da parte nostra un «in bocca al lupo» vero per il suo futuro. E chissà un domani...
di T. Carmellini
Fonte: Il Tempo
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 11 apr 2024 
Deputato irlandese contro la Juventus: lo sfogo in Parlamento fa impazzire i tifosi
Mick Wallace torna al Parlamento Europeo con la maglia del Torino e sfoga l'adrenalina pre-derby
Capello ricorda la Roma, spunta un retroscena dal passato: che rivelazione!
Fabio Capello non dimentica la Roma: il retroscena prima della sfida con il Milan.
De Rossi come Totti: anche lui ha il suo murales
Daniele De Rossi sempre più nel cuore dei tifosi. Anche lui ha il suo murales dedicato.
Milan-Roma, Orlando: "De Rossi non è Mourinho, non farà barricate"
Secondo l'ex calciatore la Roma andrà a San Siro a giocarsi la partita: "Il Milan concede sempre qualcosa"
Milan-Roma, Paulo Sousa sceglie i rossoneri: "Hanno più risorse"
L'ex tecnico di Fiorentina e Salernitana vede favoriti i rossoneri ma esalta Dybala: "E' un giocatore importante"
Milan-Roma, certezze su Smalling: spazio all'inglese in difesa
De Rossi ha fatto le sue scelte per il reparto arretrato.
Capello-De Rossi, la gag a Sky fa impazzire i tifosi
Simpatico siparietto fra De Rossi e l'ex allenatore giallorosso ora a Sky.
Milan-Roma, c'è anche l'Ambasciatore USA: il retroscena
Presenze illustri a San Siro per il match di Europa League.
Europa League, il guadagno della Roma se batte il Milan e approda in semifinale
Un cospicuo bottino per chi si imporrà nella doppia sfida
Milan-Roma si vedrà in chiaro: ecco chi sarà il telecronista
La telecronaca del derby italiano in Europa sarà affidata a Bizzotto
EL, Roma: due pericolosi tabù da sfatare
In meno di tre mesi sulla panchina della Roma, De Rossi è riuscito a rilanciare le ambizioni giallorosse, impantanate nei limiti di una prima parte di stagione ben al di sotto delle aspettative.
Champions League 2024-2025: la Roma può entrare come testa di serie
Con il ranking attuale Roma e Inter sarebbero teste di serie nella prossima Champions League
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>