facebook twitter Feed RSS
Martedì - 31 gennaio 2023
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

Mourinho e Inter-Roma, basta amarezze: José cerca il primo successo da ex (ne ha perse 3 su 3)

Solo Simone Inzaghi è riuscito a battere lo Special One più di due volte di fila
Mercoledì 28 settembre 2022
José Mourinho e l'Inter, si sa, hanno un rapporto eterno, fatto di ricordi, successi, passione, orgoglio. Un feeling speciale, come ama definirlo il tecnico della Roma. Poi capita che ad oggi, José non abbia mai sconfitto i nerazzurri e contro Inzaghi è a tre tonfi di fila. Proprio dalla sua Inter giungono le più grosse amarezze, insomma. Lui è diventato leggenda dell'Inter, rendendo mitica una squadra che in quegli anni aveva bisogno di rimettere il naso fuori dall'Italia, e con José c'è riuscita. Un amore vero, appunto. A distanza di dodici anni resta quel triplete come segno distintivo di questo forte sentimento, che si consuma a distanza, oggi pure da avversari. Lui non sarà mai un nemico per l'Inter e viceversa. Oppure, nemici sì, ma con un certo gradimento reciproco.

L'APPUNTAMENTO
Inter-Roma sarà ancora una partita particolare: Mou da una parte, Inzaghi dall'altra. Fissata la data del quarto atto, sabato, ore 18, stadio Meazza in San Siro. Mou ci riprova e questa volta a distanza, visto che è squalificato (terza volta in nove mesi) e guiderà i suoi ragazzi nascosto in qualche corridoio del suo vecchio tempio (lo scorso anno, la Roma senza di lui in panchina ha sempre vinto, due su due, contro Spezia e Atalanta), che ha sempre considerato come una casa. Per adesso, lo score da ex non è certo da Special: contro la sua squadra, tre volte su tre ha perso. E pure male. Tre volte su tre contro Simone Inzaghi, appunto. La quarta sarebbe dura da digerire, visto che José non è abituato a una serie così lunga di sconfitte contro un collega: prima di incontrare Simone si era fermato a due di fila con Nagelsman, con Pioli, Heycknhes e Del Bosque. Lo scorso anno solo cadute rovinose, senza mai esser stati in partita. E il forte sentimento che José prova per i colori nerazzurri non ha certo calmato la rabbia: un vincente come lui non sa perdere, nemmeno se davanti ha la sua squadra del cuore. Alle due sconfitte di campionato, va aggiunta quella di Coppa Italia, con eliminazione diretta proprio a San Siro. Tre partite strane, sempre con la squadra in difficoltà, fin dall'inizio.

La prima all'Olimpico è rimasta nella testa di Mou: dopo appena trentanove minuti, i nerazzurri erano già sul tre a zero all'Olimpico. Quella, la sua prima volta contro il suo vecchio amore. Tre reti subite contro una Roma in difficoltà, che aveva perso per squalifica Karsdorp e Abraham (il primo espulso e il secondo ammonito da diffidato nella gara precedente a Bologna, diretta da Pairetto). José aveva schierato una squadra molto difensiva, sperando di salvare il salvabile, ma il piano è saltato subito. Ibanez terzino destro, Viña a sinistra, più i tre centrali Mancini, Kumbulla e Smalling. Il peso dell'attacco sulle spalle di Shomurodov e Zaniolo, che non era quello che vediamo oggi. Segnano Calhanoglu, Dzeko e Dumfries e tutti a casa. L'Olimpico pieno, ammutolito e gelato, anche per il freddo, non solo per il risultato.

LO SFOGO NELLO SPOGLIATOIO
Non bene nemmeno il secondo tentativo, nei quarti di Coppa Italia, stavolta a San Siro, per Mou il primo ritorno a casa dopo l'esilio dal 2010. Quella è stata la notte del tremendo sfogo dello Special nello spogliatoio, quando accusò la squadra di mancanza di carattere. Sì, perché anche quella partita la Roma, in pratica, non l'ha giocata. «Voglio sapere perché nei primi 10 minuti vi siete cag... sotto! Da due anni vi mostrate piccoli contro le grandi. Se siamo piccoli gli arbitri ci trattano da piccoli, avete paura di partite del genere? E allora andate a giocare in serie C dove non troverete mai squadre con i campioni, stadi top, le pressioni del grande calcio. Siete gente senza palle», la sintesi, più o meno, del suo discorso, che creò qualche inevitabile attrito.

Il primo gol, ancora dell'ex Dzeko, dopo appena due minuti, ha tagliato le gambe alla Roma, che ha alzato subito le mani in segno di resa. Sanchez, a dieci dalla fine, chiuderà il conto di una sfida che, di fatto, non c'è mai stata. In questo caso zero alibi per le assenze, la squadra scesa in campo era quella che poi avrebbe chiuso la stagione con il successo in Conference: quella sconfitta, per certi versi, è stata la svolta per la Roma, perché peggio di così non si poteva fare. La squadra pian piano dà cenni di ripresa ma non evita la caduta nel terzo appuntamento, in aprile: Inter-Roma, ritorno di campionato. Ancora un tris, come nell'andata: Dumfries, Brozovic e Lautaro, le firme sulla netta vittoria di Simoncino. A nulla è servita la rete nel finale di Mkhitaryan. Totale allarmante, insomma: tre sconfitte, con 8 gol subiti e 1 appena segnato. Stavolta la Roma si presenta a San Siro con una formazione più dotata tecnicamente e più esperta, più adeguata da un punto di vista caratteriale. Mourinho cerca la vittoria per riproporre la Roma ai vertici dopo la sconfitta con l'Atalanta, Inzaghi ha bisogno di uscire dalla crisi. Mou deve/vuole svestire i panni dell'ospite gradito, nella sua storia il meglio lo ha dato da nemico. Nemici mai? Sì, ma provando a evitare l'ennesima amarezza milanese.
di Alessandro Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Milan - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 16 gen 2023 
Zaniolo è triste e cerca serenità: il futuro è incerto
Nessun giallo: l’influenza intestinale lo ha debilitato. Non arrivano gol e rinnovo, ma fischi. Futuro incerto
 Dom. 15 gen 2023 
Mourinho e l'incredibile retroscena sul rientro di Dybala dall'Argentina
Il tecnico alla fine del match contro la Fiorentina ha raccontato la sua telefonata alla Joya che aveva appena vinto il Mondiale
MOURINHO: "Vorrei più qualità col pallone. Non aspetto nessuno sul mercato, una bugia dire che..."
ROMA-FIORENTINA 2-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA JOSE' MOURINHO: "Una bugia dire che il rapporto con Pinto sia cattivo. Dybala è speciale, Pellegrini ha fatto di tutto per giocare"
Roma-Fiorentina 2-0, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Dybala-Abraham coppia da sballo, Cristante diga in mediana
ABRAHAM: "Importante per me segnare a Milano, voglio continuare ad aiutare la squadra"
ROMA-FIORENTINA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA ABRAHAM A DAZN Spesso nel calcio si dice...
Zaniolo è agitato: Mourinho riflette
Il dubbio di formazione del tecnico giallorosso: Nicolò rischia il posto. Torna Smalling, Cristante fa 200
 Sab. 14 gen 2023 
Smalling c'è, il rinnovo con la Roma ancora no
Per la sfida contro la Fiorentina rientrano i titolari
Mourinho, martello sulla Roma
José Mourinho non parla mai a caso. Non gli sfuggono le parole. Si intuisce però...
 Ven. 13 gen 2023 
MOURINHO, niente conferenza pre Roma-Fiorentina
Dopo la squalifica scontata con Bologna e Milan, ieri sera José Mourinho è tornato...
Mourinho attacca, Candela risponde: "Nessuna polemica, solo amore per la Roma"
L’allenatore giallorosso ieri aveva puntato il dito contro l’ex che collabora ancora con la società: “Dispiace per i fischi a Zaniolo, certo se le critiche arrivano da uno stipendiato...”
 Gio. 12 gen 2023 
MOURINHO: "Mi dispiace per qualche fischio a Zaniolo perché i miei giocatori danno sempre tutto"
COPPA ITALIA - ROMA-GENOA 1-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA, JOSE MOURINHO: "Pinto dice che siamo da Champions? Non commento"
Vai Kumbulla, tocca a te. Il Genoa e poi la Viola
Il difensore italoalbanese torna titolare: fin qui ha giocato soltanto 49 minuti in tutta la stagione e ora punta a convincere Mourinho. Domenica può essere confermato per la squalifica rimediata da Ibañez
 Mer. 11 gen 2023 
Serie A, ecco il fuorigioco semiautomatico: debutterà in Supercoppa il 18 gennaio. Come funziona
Debutterà nella finale della Supercoppa italiana in Arabia Saudita tra Milan e Inter
El Shaarawy: "Mourinho va seguito, può farci fare il salto di qualità". Con il Genoa pronta una ceri
C'è un profondo legame tra El Shaarawy e il Genoa, la prossima avversaria della...
Repubblica: "La Lega A minaccia DAZN di rescindere l'accordo"
La Lega Serie A avrebbe prospettato a DAZN la risoluzione del contratto per i diritti...
Designazioni Arbitrali 18ªGiornata di Serie A
SERIE A TIM - DESIGNAZIONI 18ª GIORNATA
La Roma di Mourinho non molla mai
C'era una volta una Roma fragile, magari bella da vedere, ma incapace di rispondere...
Il (non) gioco di Josè Mourinho
Carlos Alberto ha sparato un po' di cazzate su Mourinho e il Brasile. L'avrà fatto...
 Mar. 10 gen 2023 
Il ministro Urso, indennizzi automatici da Dazn per chi subisce disservizi
"Conferma disponibilità anche a una struttura operativa in Italia"
Milan-Roma 2-2, Le Decisioni del Giudice Sportivo
Ibanez salta Roma-Fiorentina. Zaniolo e Celik entrano in diffida
Roma, numeri spaventosi di Mourinho sui calci piazzati
Il 2-2 di San Siro alimenta il trend: angoli e punizioni sono una risorsa decisiva
Calciomercato Roma, Shomurodov e Karsdorp via: ecco chi può arrivare
A gennaio si muove qualcosa: l’uzbeko verso il Toro, anche l’olandese in uscita
 Lun. 09 gen 2023 
Totti e un 2023 in salita tra "guerra dei Rolex" e "affaire casinò". Intanto Ilary...
Dopo le vacanze con Noemi tra Miami e Messico, Francesco è tornato nella Capitale. E poi c'è la pratica divorzio con la moglie, che ha passato le feste a Bangkok col nuovo compagno
Il record della Roma: mai ko in casa di Juve, Inter e Milan, non accadeva da 30 anni
I giallorossi non conquistavano tre risultati utili in queste partite dalla stagione '92/93. Mai così tanti punti dall'ultimo anno di Spalletti
Designazioni Arbitrali Coppa Italia - Ottavi di Finale Arbitrali
COPPA ITALIA FRECCIAROSSA - DESIGNAZIONI OTTAVI DI FINALE
In chat l'allarme per l'imboscata: "Ci aspettano alla stazione Sandri"
Sarebbe potuta finire molto peggio. Peggio di un ferito e dell'arteria principale...
Abraham e il feeling con San Siro: quando vede rossonero, è gol
Doveva essere la sua partita. E così è stato. Il gol in pieno recupero che regala...
Milan-Roma 2-2, Le Pagelle dei Quotidiani
17ªGiornata di Serie A
 Dom. 08 gen 2023 
Roma, una rimonta strepitosa: può segnare la svolta della stagione
Il 2-2 di San Siro contro un ottimo Milan sino a un quarto d'ora dalla fine, esalta l'orgoglio giallorosso. Ma, soprattutto, rafforza la consapevolezza di essere una squadra capace di battersi fino alla fine per arrivare fra le prime quattro. E il gol di Abraham permette all'inglese di iniziare l'anno dando un calcio alle delusioni patite sino allo stop imposto dal Mondiale
ZALEWSKI: "La mentalità è quella di lottare su ogni pallone, siamo stati bravi rimanere in partita"
MILAN-ROMA 2-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA ZALEWSKI A SKY SPORT State sempre dentro...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>