facebook twitter Feed RSS
Martedì - 25 febbraio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Scontro totale su Politano. C'è Bernardeschi

Martedì 21 gennaio 2020
Altre 24 ore, poi si cambia obiettivo. Il primo nome sulla lista di Petrachi per rinforzare il reparto offensivo è sempre quello di Politano, giocatore chiesto dalla Roma all'Inter in prestito con diritto di riscatto. Da parte dei nerazzurri c'è però parecchia freddezza, se non una chiusura totale. E per bocca di Ausilio è continuato il botta e risposta a distanza: "Petrachi parla di cortocircuito perché è una situazione che ha vissuto spesso a Roma, soprattutto quando si parla di interviste e conferenze. All'Inter siamo tutti allineati, tra colleghi ci deve essere rispetto, educazione e professionalità. Se Ausilio parla è perché Marotta ne è a conoscenza. Matteo è un giocatore importante per l'Inter, se ci sarà l'occasione di favorire, se si presentasse qualche altra situazione, la sua volontà cercheremo di accontentarlo. E' un attaccante e i numeri sono chi-ri, se dovesse uscire vedremo come rimpiazzarlo».

Anche l'ad Marotta non ha affatto gradito le parole del ds giallorosso e per privarsi dell'esterno classe 1993 vuole un'operazione - manca l'accordo anche sulla valutazione complessiva - con un obbligo di riscatto abbastanza facile che scatterebbe dopo poche presenze. La Roma ha registrato le reazioni della controparte e che gli spiragli al momento sono ridotti al lumicino: a Trigoria sono pronti a virare su altri nomi. Il ds ha pensato in alternativa alla soluzione Bernardeschi oltre a Shaqiri e Januzaj, mentre quello di Suso è un profilo che non scalda gli animi del dirigente salentino. L'esterno della Juventus piace a Petrachi dalla scorsa estate ed è probabile che in occasione della trasferta di Torino verrà fatto un nuovo sondaggio, contando sulla delusione del giocatore, rimasto in panchina contro il Parma. L'ex viola non vuole perdere l'Europeo (appena 1 presenza nell'ultimo mese) e la destinazione giallorossa è gradita. Intanto ieri a Trigoria erano presenti gli agenti di Ibanez dell'Atalanta: vanno sistemati soltanto pochi dettagli prima dell'ok per le visite mediche. Tesserato il classe 2003 Jurgens, che arriva in prestito con diritto di riscatto dal Verona.
di F. Biafora
Fonte: Il Tempo
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 24 feb 2020 
Ufficiale, Serie A a porte chiuse, arriva l'ok del ministro Spadafora
Così il ministro per le politiche giovanili e lo sport: "In Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Liguria vige un divieto di manifestazioni sportive. Per alcuni eventi abbiamo dato la disponibilità a svolgerli senza pubblico"
La Roma incontra l'agente, Smalling: "Potrei restare a lungo"
Il club giallorosso vuole trovare un accordo per trattenere il giocatore, in prestito fino a giugno dal Manchester United
PRIMAVERA 1 TIM - Genoa-Roma rinviata all'11 aprile
Ecco quanto comunicato dalla Lega Serie A. Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti...
Coronavirus: Castellacci, alla lunga rischio stop campionato
Prof.: "In questo momento la priorità non è certo il calcio"
Gravina: "Serie A a porte chiuse già da domenica, aspettiamo l'ok"
Il presidente della Figc preannuncia la concreta possibilità che anche Inter-Ludogorets si giochi senza pubblico
PRIMAVERA 1 TIM - Roma-Napoli 3-3
Nella 20ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
"I tifosi della Roma saranno accolti meglio dei nostri all'andata. Coronavirus? Niente allarmismi"
La diffusione del Coronavirus in Italia crea preoccupazioni anche per gli spostamenti...
Coronavirus, la federcalcio chiede al Governo l'autorizzazione a giocare a porte chiuse
Si è tenuta in mattinata, nella sede della Figc a Roma, la riunione di una task-force...
Quello stop allo sport che ha reso diversa la domenica
L'avversario con cui inmodo sempre più crescente siamo tenuti a confrontarci è subdolo...
Mattatore, ma contestato: la domenica di Kolarov. A giugno l'addio?
Il gol e l'assist contro il Lecce non sono bastati a placare i fischi e gli insulti di parte della tifoseria. Si fa strada l'idea di un divorzio a fine stagione
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>