facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 24 settembre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

La notte dei miracoli di Mirante, il ragioniere non va in pensione

Sabato 07 dicembre 2019
Ora il primo posto dovrà difenderlo seduto davanti alla tv sul divano di casa. Quasi il contrappasso per un irrequieto come Antonio Conte, che le ultime energie della sua partita le ha spese per manifestare una frustrazione rabbiosa. Probabile che il destinatario del suo nervosismo che a fine partita quasi gli faceva dimenticare il consueto saluto al tecnico rivale, fosse un portiere di 36 anni che Conte ha conosciuto ragazzino nella Juve e che a San Siro non avrebbe nemmeno dovuto giocare. Oggi Antonio Mirante è l'uomo che ha interrotto la serie dell'Inter, sempre a segno in questa stagione, 19 partite di fila trovando almeno un gol, e che ha offerto alla squadra che aveva accompagnato anche in B - giocò 7 incontri con la Juve del dopo Calciopoli - l'occasione di tornare davanti.

Eppure nelle immagini che i calciatori interisti studiavano da giorni il suo volto non compariva mai. Il posto ad Antonio Mirante lo ha liberato solo giovedì mattina un infortunio muscolare capitato a Pau Lopez, il portiere da 23 milioni di euro che Fonseca aveva preteso in estate per la capacità di costruire il gioco segnando il nuovo record di spesa della società per quel ruolo. La differenza l'ha fatta la mano distesa da Mirante tra Vecino e il gol, dopo 180 secondi della ripresa. Un tuffo mica male per una "riserva" che a Bologna avevano pensionato già 18 mesi fa, spedendolo a Trigoria insieme a un assegno per assicurarsi il polacco Skorupski. E invece a Roma continuano a scoprire quanto Antonio sia ancora utilissimo, lì tra i pali, pur senza piedi da regista come vorrebbe Fonseca. E già un anno fa convinse Ranieri a preferirlo a Olsen.

In fondo non è mai troppo tardi per Mirante, che il diploma da ragioniere lo ha preso nel 2013, a 30 anni suonati, e per assaggiare la Champions League ha dovuto aspettare addirittura i 35, quando molti suoi coetanei sono già da tempo a fare i conti con la "pensione". Eppure da ragazzino era un enfant prodige: la Juve lo prese nel 2000 dal Club Napoli Castellammare, lo stesso club da cui 13 anni dopo il Milan prelevò Donnarumma. Conte è stato il suo capitano fino al 2004, da terzo di una squadra che aveva già Buffon. E a cui oggi offre l'occasione insperata di un nuovo sorpasso in classifica. L'ultimo regalo alla squadra in cui è cresciuto. Mirante s'è preso la soddisfazione di fermare Lukaku e Lautaro, due che, prima della serata di ieri, in campo insieme marciavano al ritmo di un gol ogni 54 minuti. Poteva finire male e invece è stato un piccolo trionfo personale. Ma in fondo, per Antonio, non è mai troppo tardi.
di M. Pinci
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mer. 23 set 2020 
Calciomercato Roma, tentativo per Valenti del Lanus
Dopo l'arrivo di Kumbulla e l'obiettivo Smalling, la Roma continua a guardarsi intorno...
Calciomercato, incontro tra il Tottenham e l'entourage di Milik. Esito positivo
Riunione positiva oggi tra gli emissari del Tottenham e gli intermediari di Arkadiusz Milik: le parti si riaggiorneranno da domani
Roma, Dzeko capitano sì o no contro la Juventus? Tifosi spaccati
Domenica sera contro la Juventus a indossare la fascia di capitano sarà Edin Dzeko,...
Roma-Juventus, Le Probabili Formazioni
2ªGiornata di Serie A
Spadafora: "Nuovo protocollo per graduale riapertura degli stadi"
«Domani dovrebbe essere approvato all'unanimità dalla Conferenza delle Regioni un...
Caso Diawara, fonte vicino al gruppo Friedkin: "In arrivo cambiamenti strutturali"
A confermare l'aria di cambiamenti in casa Roma, con la nuova proprietà di Dan e...
Roma-Juve, Pirlo lavora sulla tattica: ci sono Morata e Dybala
Subito in campo il nuovo acquisto, che ha svolto una seduta individuale nel rispetto dei protocolli vigenti. La Joya ha svolto tutto l'allenamento con il gruppo
MASCHERA DI PROTEZIONE BRANDIZZATA ROMAFOREVER
Mascherina filtrante tessuto 100% Cotone brandizzata RomaForever, lavabile a mano quante volte vuoi. (Made in Italy)
Le quote dei bookmakers: esonero di Fonseca entro Natale, Allegri e Mandzukic alla Roma
La prima giornata di campionato ha messo Fonseca tra i principali candidati...
CALCIOMERCATO Roma, UFFICIALE: Corentin Yanis Louakima
La Roma piazza il colpo in prospettiva, il club giallorosso ha messo sotto contratto...
Coronavirus: Gb, verso stadi chiusi per tutto l'inverno
Riapertura prevista da ottobre rinviata a data da destinarsi
TOTTI, comparsata a sorpresa su Roma TV
Durante la mattina di Roma TV è andato in onda un simpatico siparietto, di...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>