facebook twitter Feed RSS
Domenica - 15 settembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

FONSECA: "Roma cresciuta e pronta. Sempre creduto nella permanenza di Dzeko, ci serve un difensore"

ROMA-GENOA LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Il rinnovo di Dzeko mi soddisfa, era un mio desiderio. ci serve un difensore centrale. In Riccardi tutti depositano grandi speranze. Ho bisogno di conoscerlo meglio, ma ha talento."
Sabato 24 agosto 2019
Paulo Fonseca, mister della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Genoa. Queste le sue parole:

Ci racconta le sue emozioni per la prima partita ufficiale all'Olimpico?
"Buongiorno a tutti. Ho già vissuto nella prima partita contro il Real Madrid, questa sarà la prima ufficiale. Sono molto motivato per la prima in casa. Giocheremo davanti ai nostri tifosi e direi che è lo scenario migliore per iniziare la stagione."

Dal primo giorno di allenamento a quello della vigilia dell'esordio. Quanto è migliorata la squadra?
"Sono sicuro che la squadra sia cresciuta e che abbia avuto una evoluzione positiva nel pre-campionato. Poi è ovvio che in quella fase abbiamo affrontato squadre di livello diverso ma sento che la squadra stia crescendo e che arrivi pronta alla prima partita. Evidentemente siamo all'inizio di questo processo quindi dobbiamo ancora lavorare ma la squadra è pronta."

Dzeko, lei ha avuto un ruolo chiave per farlo sentire importante questa estate. Qual è il significato di poter contare su Dzeko per il presente e il futuro?
"Sono stato molto felice della sua permanenza. Dal primo giorno in cui sono arrivato ero fiducioso, il suo rinnovo mi soddisfa perché era un mio desiderio. Ho sempre creduto che sarebbe rimasto, è molto importante per noi ed è un piacere per tutti sapere che rimarrà."

L'arrivo di un difensore centrale rimane sempre la sua priorità?
"Non è un segreto che la Roma lo stia cercando, ma deve avere esperienza e migliori la qualità. Non è facile, io e Petrachi non vogliamo prenderne uno tanto per, ma che possa migliorare. E' una scelta ponderata e con criterio, siamo pronti a tramutare la nostra idea in realtà."

Domani sarà Mancini il titolare contro il Genoa?
"E' giovane, è appena arrivato e sta crescendo bene. Era abituato a giocare con un sistema di gioco diverso e sono soddisfatto del suo processo. Domani, però, la coppia centrale sarà Fazio-Jesus."

Lei se la sente di essere il "Conte" (Antonio, ndr) della Roma? Farebbe questa scommessa su se stesso?
"Non so se è una scommessa con me stesso, ma credo nel mio modo di lavorare. Sono qui con grande ambizione, siamo una squadra forte e lotteremo con tutti, rendendo orgogliosi i tifosi. Non sento il bisogno di fare una scommessa con me stesso perché siamo qui per lavorare e per fare qualcosa di speciale."

Lei sarebbe disposto a sacrificare un giovane come Riccardi? Si è parlato di un possibile inserimento nella trattativa con la Juventus per Rugani...
"Per il momento nessuno mi ha parlato di questo, se fosse stata concreta me ne avrebbero parlato. Riccardi è un calciatore nel quale tutti depositano grandi speranze, non si è allenato molto con noi, ho bisogno di conoscerlo meglio. E' ingiusto mettere pressione su un giovane come lui con paragoni, ha talento, deve crescere e migliorare. Io invece devo conoscerlo meglio."

E' soddisfatto della squadra che le è stata messa a disposizione?
"Sono pienamente soddisfatto della rosa. I calciatori hanno risposto bene alle mie idee."

Perché Schick non è riuscito a mostrare il suo talento?
"Schick ha una concorrenza molto grande di Dzeko. Non è stato utilizzato molto, è con noi ora, si allena e domani sarà convocato. Ci sono calciatori che chiedono più tempo per adattarsi alle mie richieste, Schick è tra questi, ma domani sarà convocato e pronto se dovesse servire."

Tra i suoi centrocampisti, secondo lei chi può fare il regista nel miglior modo?
"E' una zona del campo che mi darà mal di testa in senso positivo. Sono tutti con grande qualità. Veretout è leggermente indietro fisicamente, ma avrò sempre difficoltà a scegliere due giocatori in questo ruolo. Cristante ha fatto un grande campionato, ha assimilato le mie idee e domani giocherà titolare. Anche Diawara e Pellegrini sono molto intelligenti. E' un ruolo fondamentale per noi e sono sicuro che avrò sempre difficoltà a sceglierli."

In rosa ci sono solamente tre esterni puri. Interverrete in quel ruolo o pensate di spostare Florenzi in attacco?
"E' una possibilità, lo abbiamo già provato e la risposta è stata positiva. E' una possibilità che potrà verificarsi."

Veretout come sta? Può essere convocato per domani?
"Non è nelle migliori condizioni fisiche, ma sarà convocato e se domani lo riterrò opportuno potrei schierarlo."

Come valuta Cetin? Può già far parte della rosa del prossimo anno?
"E' un'opportunità che si è creata. Ha caratteristiche fisiche che cerchiamo, è per il futuro. Vediamo quello che succederà, ora si sta allenando con noi e cerca di capire le richieste. Per il futuro vediamo..."

Rugani è un tipo di calciatore che le piace o ne vuole uno più esperto?
"Non parlo di giocatori che non fanno parte della nostra rosa. E' un buon giocatore, ma non è qui e non parlerò di lui."

Pensava di averlo prima il difensore d'esperienza che cercava?
"Ribadisco quello già detto. Vogliamo uno che migliori la qualità della rosa, non uno qualsiasi. Avrei preferito averlo ad inizio stagione? Certo, risponderebbe così qualsiasi allenatore, ma ho piena fiducia nei difensori centrali che ho a disposizione."

Che pensa di Zaniolo? Mancini ha detto che è il miglior giovane italiano in circolazione...
"Ha fatto un ottimo precampionato. E' un calciatore forte e di qualità ed è giovane. E' ovviamente un giocatore di grande qualità e diventerà tra i migliori in Italia. Ha bisogno di crescere tatticamente, può essere importante per la nostra squadra come già si è visto nel pre-campionato. Abbiamo grande fiducia in lui."

I tifosi sono preoccupati del suo modulo offensivo. Come può limitare questo sbilanciamento?
"Vincere non basta, voglio dominare ed avere il possesso palla nella metà campo offensiva. Da questo punto non arretro. La nostra squadra praticherà questo tipo di calcio nella maggior parte delle partite e dovremo difenderci dalle ripartenze. Voglio una squadra dominante, lo faremo spesso, tranne quando la squadra avversaria ci farà arretrare. Il modo migliore per difenderci è attaccare."

Come procede il processo di crescita di Kluivert?
"E' un calciatore giovane, nel quale depositiamo grandi speranze, ma ha bisogno di capire meglio il tipo di gioco. Sta crescendo sempre di più."

E' preoccupato dall'attacco veloce di Andreazzoli?
"Il Genoa è una squadra forte, abile nelle ripartenze veloci. Abbiamo studiato l'avversario e sono convinto che la squadra darà una risposta positiva soprattutto nelle loro ripartenze. Conosciamo l'avversario ed abbiamo lavorato sulla parte tattica. Sono sicuro che la squadra sia pronta per una risposta positiva contro un avversario forte."

Il suo cammino nella Roma sarà legato all'accesso tra le prime quattro quest'anno o avrà più tempo?
"Gli allenatori vivono di risultati, anche io devo raggiungerli per soddisfare club e tifosi. Le aspettative sono alte ma sono fiducioso. Ho due anni più uno di contratto e spero di rimanere nella Roma molto altro tempo."





COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 14 set 2019 
Ilary Blasi su Totti: "L'addio alla Roma una scelta condivisa. Non allenerà"
La moglie dell'ex capitano giallorosso: "Il futuro di mio marito non sarà in tv"
De Zerbi: "Con la Roma c'è stato qualcosa. Come Fonseca, amo palleggiare"
Roberto De Zerbi poteva essere sulla panchina di Fonseca, dopo che erano sfumate...
Roma-Sassuolo, sono 23 i convocati neroverdi
In vista del match di domani contro la Roma, terza giornata di Serie A TIM in programma...
Roma-Sassuolo, i convocati
Ecco i convocati giallorossi per il match contro il Sassuolo: Pau Lopez, Fuzato,...
FONSECA: "Non rischieremo Smalling. Lavoriamo attentamente per evitare gli infortuni"
ROMA-SASSUOLO, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Siamo migliorati, sono fiducioso per questa partita. C'è stato un passato difficile sugli infortuni, fin dal primo giorno è stato una nostra preoccupazione. Lavoriamo attentamente per evitarli"
KARSDORP: "Qui sono più rilassato. A Roma mi sono infortunato per uno sprint in allenamento"
Rick Karsdorp, ex terzino della Roma tornato in estate al Feyenoord, ha rilasciato...
La Roma l'ha sempre sfiorata e mai battuta: Berardi sfida il tabù giallorosso
Di Francesco voleva portarlo nella Capitale, ma non piaceva a Monchi. Domani ritroverà l’Olimpico, che poteva essere il suo stadio negli ultimi due anni ma anche prima, perché a Sabatini e Garcia non dispiaceva
De Zerbi col tridente. E c'è il ritorno di Defrel
Il tridente contro il tabù. Ci pensa, De Zerbi, ad aggredire la non impeccabile...
Scatta l'ora delle donne. C'è il Milan
Dopo un'estate dominata dal grande successo del Mondiale di Francia è pronto a ripartire...
Il nuovo stadio, il Comune riapre la porta: "Riprenderemo gli incontri"
(...) L'aria che tira intorno al Campidoglio sembra diversa per la Roma sul fronte...
Gasperini: "Roma? La mia priorità era rimanere qui e affrontare la sfida Champions con l'Atalanta"
Sono stati tanti i nomi monitorati per la panchina della Roma prima di scegliere...
Roma, con Dzeko-Mkhitaryan nasce il nuovo patto del gol
Nella Roma il tandem Petrachi-Baldini sembra aver trovato per Edin Dzeko quel partner...
Smalling e i suoi fratelli (rotti)
La piaga degli infortuni colpisce ancora la Roma: l'ultimo in ordine cronologico...
Roma, difesa da rifare con il dubbio Smalling
Ormai basta uno spiffero di vento per scatenare una tempesta. La Roma che combatte...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>