facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 20 settembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Lui, la guerra e il bel gioco: Fonseca, via la maschera

Stima Guardiola, ama vincere giocando bene e ha conquistato 7 titoli in 3 anni con lo Shakhtar. Dal Mozambico alla guerra in Ucraina, la storia del candidato numero uno alla panchina della Roma
Mercoledì 05 giugno 2019
Uno dei suoi segreti è Max Nagorski, che non è un calciatore e neanche il suo match analyst. Max Nagorski è il traduttore di Fonseca da tre anni, la seconda ‘voce del coro' nata a Portimao, in Portogallo, a 5000km da una guerra che costringe lo Shakhtar ad allenarsi a Kiev. Max traduce tutto, dalle sessioni tattiche alle conferenze, ma non è facile: "Deve trasmettere le mie emozioni. Se sono contento dei miei deve dirlo in un certo modo, idem se sono arrabbiato".

Max lo accompagna ovunque e lo farà anche a Roma, forse la prossima tappa di un allenatore ambizioso e travolgente, anche nelle dichiarazioni: "Vincere non mi basta, amo farlo giocando bene". Il suo Shakhtar l'ha fatto per tre anni, ha vinto 3 campionati, altrettante Coppe d'Ucraina e una Supercoppa, isolando i rivali della Dinamo Kiev. Quelli che non allenerebbe mai: "Altrimenti mia moglie si arrabbia".

I due si sono sposati un anno fa sul lago di Como, forse l'Italia era destino, come la Roma: nel 2017 ha rischiato di farla fuori dalla Champions andando a vincere in casa per 2-1. Ma al ritorno Di Francesco strappa l'1-0 e passa ai quarti: "La Roma è stata cinica".

Paulo parlò così, tradotto da Max, accanto a lui anche dopo la vittoria contro il City per 2-1, in sala stampa, quando Fonseca si presentò con la maschera di Zorro per tenere fede a una promessa fatta a un giornalista ucraino: "Se andiamo agli ottavi di Champions vengo vestito così". Oggi è la prima ‘scusa' per ricordarsi di lui.

DIETRO ZORRO C'È DI PIÙ
Max era presente anche in settimana, in campo o in sala video, quando Paulo ha provato 20 volte lo stesso schema convinto di poter battere Guardiola: "Dovete crederci, dovete fidarvi". Così è stato, Shakhtar agli ottavi e Fonseca sotto i riflettori, tant'è che una tv portoghese ha deciso di documentare quei giorni insieme a lui con un bel reportage. Il suo credo, il suo calcio, i suoi dogmi e la sua filosofia: giocare bene.

Fonseca ammira Guardiola, stima Sarri e qualcuno l'ha paragonato anche a Mourinho, ma lui ha sempre dribblato il confronto: "E' un allenatore dell'altro mondo, magari un giorno mi piacerebbe essere come lui. Ma Mou è Mou". Paulo è un tipo pacato, elegante, tranquillo.

Lo era da calciatore ed è rimasto così da allenatore, anche se all'inizio non immaginava un futuro in panchina: "Non era nella sua testa". Meglio giocare. Lo raccontano i suoi ex compagni di Barreiro, la città in cui è cresciuto e dove gli U2, nel 2004, registrarono il video di un loro album diventato storia: "How to Dismantle an Atomic Bomb?".

DAL MOZAMBICO ALL'UCRAINA
Paulo Fonseca si è formato in Portogallo ma è nato in Mozambico, a Nampula, città di anacardi e poco calcio, colonia lusitana fino al '75.

A 14 anni si trasferisce a Barreiro e da casa sua vede Lisbona, sogna il grande salto ma resta fedele al club della sua città: "Un vicino mi portava a vedere le partite dello Sporting, ma il mio cuore era al 100% Barreirense". È rimasto tale ancora oggi, a 46 anni.

Nel 2005 smette di giocare, fa un po' di gavetta e sei anni dopo è già in seconda divisione con l'Aves, paesino di 8mila abitanti. Arriva terzo e sfiora la promozione, ma l'impresa è solo rimandata: nel 2013, con il Pacos de Ferreira, finisce ancora terzo e arriva in Champions League. Il miglior risultato del club in 60 anni di storia, e i cronisti iniziano a chiedergli quali sono i suoi segreti.

Il primo è la leadership: "Il modo in cui un allenatore risolve le cose fa la differenza. Dirigere influisce positivamente sui comportamenti, chi lavora con me sa che de essere parte attiva in questo processo". L'altro è il bel gioco. Offensivo, ordinato, un 4-2-3-1 con trequartisti tecnici e bravi a inserirsi, terzini alti e centrali di impostazione: "Studio e mi preparo". Analisi video e lezioni in aula ai giocatori, come se fossero a scuola.

VIDEO ANALYSIS E DISTANZE
L'uomo di fiducia è Tiago Leal, ‘gli occhi di Paulo', un ragazzo cresciuto con il Porto di Mourinho e Football Manager, scoperto da Fonseca mentre commentava Stati Uniti-Portogallo nel 2014: "Guardò un mio video per caso e pensò che avevamo le stesse idee. Aveva appena firmato per il Pacos de Ferreira, mi convocò nel suo studio e parlammo due ore".

Da quel giorno è sempre stato accanto a lui. Prima al Porto, dove viene esonerato dopo 21 gare: "Il mio gioco non era adatto ai giocatori che c'erano". Poi al Braga, dove vince la Coppa di Portogallo nel 2016 e arriva ai quarti di Europa League, impressionando tutti per il gioco ragionato.

Infine lo Shakhtar, il cerchio che si chiude, tre anni fantastici con 7 trofei. 8 sconfitte in 94 partite di campionato. E una guerra destinata a graffiare ulteriormente i volti stanchi degli ucraini, come Kovalenko, Pyatov o Stepanenko, suoi fedelissimi: "Sarà difficile tornare a Donetsk, alleno lo Shakhtar e non ci sono mai stato, è triste. Lo stadio ha subito lievi danni e viene utilizzato dal nostro presidente come luogo di ristoro in città, alimenta un sacco di gente".

Lo Shakhtar si allena a Kiev e gioca a Kharkiv, a 300km da Donetsk: "Facciamo migliaia di voli, spostamenti, viaggi, per i giocatori è peggio".

Ma lui ha saputo tirar fuori orgoglio e qualità, valorizzando talenti come Marlos, Taison, Dentinho, Fred (oggi allo United), Facundo Ferreyra (Benfica) e soprattutto Ismaily, terzino-fantasista, il giustiziere del City a casa-Shakhtar nel 2017.

Quella maschera sfoggiata dopo la vittoria contro il City è un elogio a chi ci crede, oltre la promessa: "Da bambino ero povero, e per chi è così il costume di Zorro è il più semplice da creare a Carnevale". Dietro la maschera c'è di più e l'abbiamo capito, davanti si intravede la Roma, e accanto a lui non ci sarà sempre Max Nagorski.
Fonte: Gianluca Di Marzio
COMMENTI
Area Utente
Login

Champions League - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 19 set 2019 
Roma-Istanbul Basaksehir: Diretta TV in chiaro, Streaming, Orario e Probabili Formazioni
La Roma ospita all'Olimpico la seconda squadra dell'ultimo campionato turco, nel primo turno di Europa League: le informazioni e i link per seguirla in chiaro dalle 21
Ogni vittoria conta: vale 570.000 euro
Anche l'Europa League può essere un buon affare. La UEFA ha destinato 510 milioni...
 Mer. 18 set 2019 
Tekdemir: "La Roma è forte e motivata, ma vogliamo ottenere un buon risultato giocando al meglio"
ROMA-ISTANBUL, LA CONFERENZA STAMPA DI MAHMUT TEKDEMIR
Da Elia a Inler fino a Robinho. Quanto volti noti nell'Istanbul contro la Roma
Ci sono molti ricordi "italiani" nel Basaksehir, il club turco guidato dall'ex Inter Buruk che domani all'Olimpico affronta i giallorossi
Febbre a 90, Dzeko va a caccia del grande Voeller. Sperando di fare meglio a Danzica...
Con i gol contro Genoa e Sassuolo Edin Dzeko è arrivato a quota 89 gol con la maglia...
 Mar. 17 set 2019 
Boniek: "Questa Roma mi diverte. Zaniolo? È bravo, ma al 70' è sempre stanco..."
L’ex centrocampista della Roma aggiunge: “Fonseca mi sembra una persona corretta, molto presente con i giocatori”
 Sab. 14 set 2019 
Scatta l'ora delle donne. C'è il Milan
Dopo un'estate dominata dal grande successo del Mondiale di Francia è pronto a ripartire...
Gasperini: "Roma? La mia priorità era rimanere qui e affrontare la sfida Champions con l'Atalanta"
Sono stati tanti i nomi monitorati per la panchina della Roma prima di scegliere...
 Gio. 12 set 2019 
Soldi e follower: perchè giocare nelle coppe vale tanto oro
[...] Entrare in Champions significa svoltare, ma anche l'Europa League aumenta...
Olimpico, Foro Italico, Flaminio: pressing M5S sul neoministro
Da Giuseppe Conte per ottenere il riconoscimento a Roma Capitale e nuovi fondi per...
 Mer. 11 set 2019 
Roma, Zaniolo ritrova il Sassuolo: contro gli emiliani il primo gol in A
Dolci ricordi per Nicolò Zaniolo che domenica alle 18 troverà davanti a sé il Sassuolo....
 Mar. 10 set 2019 
PETRACHI: "Mkhitaryan ha rinunciato a dei soldi per venire a Roma. Dzeko? Il vento sta cambiando"
LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI HENRIKH MKHITARYAN, GIANLUCA PETRACHI: “Orgogliosi di aver portato un giocatore di spessore internazionale. Ho fatto capire a Dzeko che il vento a Roma stava cambiando. Le altre squadre hanno capito che non possono fare le prepotenti"
Le tessere sono 21.500. Calo minimo
C'e voglia di Roma nelle strade della Capitale. Al termine di una stagione più che...
 Dom. 08 set 2019 
Zaniolo è pronto: missione Roma
È maturato psicologicamente e la nuova collocazione lo proietta verso un ruolo da protagonista
 Sab. 07 set 2019 
Leghe Europee, ecco i principi contro la Super Champions
Non più di sette club per nazione. Niente retrocessioni. Posto confermato l'anno...
 Gio. 05 set 2019 
KALINIC: "Roma squadra forte. Non voglio più infortunarmi: punto a giocare di più"
LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI NIKOLA KALINIC
 Mer. 04 set 2019 
Schick: "A Roma non ero felice. Ecco perché sono andato via"
L'attaccante del Lipsia dal ritiro della Repubblica Ceca ha commentato la sua avventura con la maglia giallorossa
LOVREN: "La Roma mi ha cercato con insistenza. Klopp mi ha detto che ha bisogno di me"
Dejan Lovren è stato uno dei nomi possibili per il ruolo di difensore centrale della...
 Mar. 03 set 2019 
Kalinic-Mkhitaryan rivoluzione d'attacco
Il maltempo che da qualche giorno colpisce la Capitale non ha tolto il sorriso a...
I giocatori arrivati dalla Premier sono degli affari o solo dei saldi?
Il ragionamento in fondo è abbastanza semplice: le squadre inglesi dominano in Europa...
La Roma rimedia agli errori con la rivoluzione dei prestiti
La Roma ha fatto la rivoluzione. Petrachi - tra acquisti, prestiti, cessioni e giocatori...
 Lun. 02 set 2019 
KALINIC: "Sono orgoglioso di far parte di questa squadra. Con Dzeko segneremo tante reti insieme"
Nikola Kalinic è un nuovo attaccante della Roma. Ieri sera è sbarcato a Fiumicino...
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Schick al Lipsia
COMUNICATO AS ROMA
 Dom. 01 set 2019 
Calma apparente, strategia piatta
Fair play, pretattica e una giusta dose di scaramanzia. La vigilia del derby numero...
 Ven. 30 ago 2019 
SMALLING: "Ho le caratteristiche adatte per gioco di Fonseca. Cercheremo di vincere l'Europa League"
“La conversazione con Fonseca mi ha esaltato. Mi sento in ottima forma”
FONSECA: "L'Europa League si sta trasformando in una mini Champions League"
Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di Roma TV per commentare i sorteggi...
BALDISSONI: "Abbiamo la responsabilità di superare il girone. Fonseca? Diamogli tempo di lavorare"
"Tare scambierebbe i gironi? Tipico per loro occuparsi degli affari della Roma, io fatico a ricordare il girone della Lazio"
 Gio. 29 ago 2019 
CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020 - Risultati Sorteggio Fase a Gironi
In vista del sorteggio della la fase a gironi di UEFA Champions League, che verrà...
ALISSON, premiato come miglior portiere della Champions League 2018-2019
Alisson Becker ha vinto il premio come Miglior Portiere della scorsa edizione della...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>