facebook twitter Feed RSS
Sabato - 15 maggio 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Roma, Sarri o Gasperini: pronto il rilancio di Pallotta

Mercoledì 08 maggio 2019
Oggi le condizioni non ci sono, ma penso un giorno, prima o poi, io andrò ad allenare la Roma». È il colpo di grazia, senza se e senza ma, per la proprietà Usa e per il presidente giallorosso James Pallotta. Perfido scherzo del destino: lo certifica proprio Antonio Conte. Che, nell'intervista a Walter Veltroni pubblicata ieri dalla Gazzetta dell Sport, firma la bocciatura definitiva al progetto sventolato a vuoto da Boston. E all'attuale rosa che, non c'è da stupirsi, non ritiene adeguata per sfidare le big della serie A.

IMMAGINE CALPESTATA - Il vincente, insomma, non può dire sì al perdente, la sintesi dell'ex allenatore del Chelsea. Conte, però, è andato oltre, scoperchiando anche l'ultimo bluff, cioè la comoda tesi, portata avanti negli ultimi 7 anni dai dirigenti del club giallorosso, di quanto l'ambiente romano (media e tifoseria, in primis) possa aver influito sulla mancanza di successi. «Mi sono innamorato di Roma frequentandola nei due anni in cui sono stato ct della Nazionale. All'Olimpico senti la passione da parte di questo popolo che vive il calcio con un'intensità particolare, che per la Roma va fuori di testa. Che vive per la Roma. Un ambiente molto passionale, che ti avvolge». L'allenatore sposa la piazza e scarta, dunque, il progetto. «Vale per qualsiasi squadra. Io devo avere la percezione di poter battere chiunque. Devo sentire che vincere è possibile. Altrimenti, senza problemi, posso continuare a restare fermo». Passo e chiudo. Antonio, senza aver usato la Roma per mettere pressione ad altri club (preparatevi: presto sentiremo anche questo), si è disimpegnato privatamente e pubblicamente, mantenendo la parola data a Fienga nell'ultimo colloquio («entro 2 settimane, saprete la mia risposta»). Perché «oggi le condizioni non ci sono». Non aggiunge quando ci saranno. Non lo sa lui e nemmeno chi sta qui.

PERCORSO COMPLESSO - La curiosità è da accantonare alla svelta: adesso non interessa a nessuno dove allenerà Conte che aspetta la Juve ed è d'accordo con l'Inter. Meglio bianconero che nerazzurro, sussurrano a Trigoria per non subire l'affronto peggiore: Zhang più credibile e soprattutto più potente economicamente di Pallotta. Che, messo ko dall'ex ct azzurro, deve rialzarsi e anche in fretta dal tappeto, scegliendo la migliore exit strategy per riabilitarsi (solo parzialmente) agli occhi dei tifosi. Ripartendo proprio dal podio che ha accolto, fin dall'esonero di Di Francesco, sul secondo gradino Sarri e sul terzo Gasperini. Il piano C, nel caso fallisse il B, esiste: non Ranieri, ma Giampaolo. Che non convince Petrachi. Baldini, però, sì. Il suggeritore del presidente, per la verità, ha sempre votato per Sarri: avrebbe preferito lui anche a Conte. Ora tornerà alla carica con l'allenatore del Chelsea, suo grande amico. La stima è reciproca, ma Baldini non sa se può bastare. Sarri, già sicuro di giocare la prossima Champions, domani può conquistare anche l'accesso alla finale di Europa League. Recentemente ha ammesso in tv di trovarsi bene in Inghilterra. Testuale: «Voglio restare qui, la Premier mi intriga». In più guadagna 9 milioni. Se decidesse di dimettersi, li dovrebbe versare, come penale per liberarsi in corsa, alla società londinese. La Roma, dunque, non ha alcuna certezza sul buon esito della nuova (vecchia) negoziazione. L'alleato giallorosso è il pubblico di Stamford Bridge che ha scaricato il tecnico. E la spinta decisiva può venire indirettamente dalla Fifa che ha decretato lo stop al mercato del Chelsea (sessioni estiva e invernale). Penalizzato Abramovi: cessioni sì, acquisti no. Così Sarri teme di perdere i suoi campioni, a cominciare da Hazard, senza averne altri in cambio.

GRADUATORIA INVARIATA - Sull'allenatore dei Blues c'è l'ok di Petrachi che è favorevole pure all'eventuale ingaggio di Gasperini. La Roma, essendo l'Atalanta ancora la principale rivale nella corsa al 4° posto, non intende muoversi subito. Aspetterà almeno il prossimo turno di campionato e la finale di Coppa Italia. Il Milan si è già fatto avanti, ma è possibile che Di Francesco effettui nei prossimi giorni il sorpasso sul collega: l'ex tecnico giallorosso è stato a Milano anche ieri. A Trigoria, dove sono contrari ad accogliere qualsiasi straniero (ad esempio, Bielsa) venga in mente nelle prossime ore a Baldini, piace e molto Gasperini: è quello che più somiglia a Conte, soprattutto nel metodo di lavoro. L'allenatore nerazzurro, pur con l'obiettivo sempre più vicino di giocare la Champions con l'Atalanta, è ambizioso e vorrebbe dimostrare di essere competitivo anche sulla panchina di una big, pure per cancellare la (breve) esperienza negativa all'Inter.
di U. Trani
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 14 mag 2021 
I club di A chiederanno il taglio di due mesi di stipendio ai giocatori
L'assemblea di Lega ha votato all'unanimità la proposta avanzata dall'Inter e che verrà presentata al Consiglio Federale di lunedì
Roma-Lazio, terminati i ticket. All'Olimpico sarà sold out virtuale
"Tutto esaurito" allo stadio Olimpico grazie all'iniziativa "Inside the Derby". La società giallorossa ringrazia i propri sostenitori
Olimpiadi: Ibanez e Luiz Felipe convocati dal Brasile
I difensori di Roma e Lazio, domani impegnati nel derby della capitale, saranno a Tokyo con la nazionale verdeoro
Roma, febbre da Mourinho: nasce anche una via per lo "Special One!"
Pino, grande tifoso giallorosso, ha voluto dedicare una via al portoghese: ecco la nuova strada per José
SNEIJDER: "Mourinho è unico, un valore aggiunto per la Roma"
Tra i protagonisti del triplete dell'Inter nel 2010 spicca sicuramente Wesley Sneijder....
Roma-Lazio, è derby anche tra Dzeko e Immobile
Le quote, 1,95 contro 2,40, vedono avanti il biancoceleste ad un solo gol di distanza dal record di Piola nelle stracittadine
PRIMAVERA 1 - Torino-Roma 2-3
Nella 23ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
Roma-Lazio, Le Probabili Formazioni
37ªGiornata di Serie A
TEMPESTILLI: "Tornerei alla Roma senza Fienga e altri personaggi squallidi"
Antonio Tempestilli, ex giocatore, della Roma, ha parlato ai microfoni di Non è...
FONSECA: "Nel derby serve equilibrio, lascio con orgoglio"
ROMA-LAZIO, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: “Difesa contro Inter? Non abbiamo reagito bene quando abbiamo perso la palla”
INZAGHI: "Domani sfida particolare e sentita. I ragazzi devono mettere umiltà e determinazione"
ROMA-LAZIO, LA CONFERENZA STAMPA DI SIMONE INZAGHI: "Il derby che ricordo con più piacere da giocatore è quello vinto 2-1, anno dello scudetto. Mourinho valore aggiunto per la Roma”
COMISSO: "Devo imparare dai Friedkin? Ma che hanno fatto alla Roma? Peggio dell'anno prima"
Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, è intervenuto in conferenza stampa...
Designazioni arbitrali 37ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 18ª Giornata di ritorno
Roma, campo intitolato ad Amadei. E il nipote scoppia a piangere vicino a Dzeko
Presenti all'inaugurazione il general manager Tiago Pinto, Edin Dzeko e la famiglia dello storico giocatore giallorosso
Zaniolo torna con Mourinho. Niente Europeo, resta con la Primavera
Club e giocatore hanno deciso di non correre rischi: recupero più lungo e ritorno in campo con lo Special One. Per ora continua a lavorare con i ragazzi di De Rossi, aspettando il consulto con il prof. Fink
Mancini-Acerbi: i leader delle retrovie anche in chiave azzurra
Francesco Acerbi e Gianluca Mancini sono stati a lungo in contrapposizione durante...
La Primavera oggi con il Torino non può sbagliare
La Roma apre la ventitreesima giornata del campionato Primavera 1 (ore 15, diretta...
Roma, il derby degli addii: Fonseca a secco di vittorie
Poco ma sicuro, quello di domani sera sarà l'ultimo derby per Paulo Fonseca. Fin...
Derby, Karsdorp-Lazzari: si gioca tutto sugli sprint
Manca ormai poco al derby tra Roma e Lazio, che andrà in scena domani alle 20.45...
Derby, bonifica intorno all'Olimpico: possibili cortei verso lo stadio
"Basta baci e abbracci - recita la scritta -, sabato piamoli a carci". È questo...
Borja o Dzeko? Il duello che non finisce
Sorprese in vista, possibilità nuove. Paulo Fonseca ha incassato con il consueto...
Blitz dei Friedkin da Mourinho: la Roma riflette su Mkhitaryan e Dzeko
I Friedkin volano a Londra dal proprio allenatore per cercare di accelerare i tempi...
Aldair: "Mourinho viene a Roma per vincere"
I tifosi della Roma sono tornati a sognare dopo l'annuncio di Mourinho, sperano...
 Gio. 13 mag 2021 
Derby con vista sull'Europa: Inzaghi ne ha vinti 7 su 24, Fonseca nessuno. Ma come pesa questo...
L'ultimo per Strakosha, Lulic e Parolo? Sarà il primo per Fuzato, Kumbulla e Darboe... Quanti della Roma resteranno con Mou? La Lazio per l'ultima speranza Champions, la Roma per non farsi sfuggire il settimo posto
Pedro: "Felice alla Roma, ora spero di vincere il derby"
o spagnolo: "Voglio battere la Lazio, ma senza i tifosi non è la stessa cosa"
LAZIO-TORINO, respinto il ricorso dei biancocelesti: si gioca il 18 maggio
Il Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI chiude la querelle legata a Lazio-Torino,...
Coronavirus, finale Champions con 12mila tifosi. Coppa Italia al Mapei col pubblico
Champions, la UEFA cambia la sede della finale: Man City-Chelsea a Porto. Con 12mila...
Mourinho da Londra studia la Roma, il primo visionato è a sorpresa (VIDEO)
Lo Special One ha pubblicato un post mentre studia la rosa giallorossa e visiona filmati dei giocatori
TRIGORIA 13/05 - Individuale per Spinazzola, Veretout, Smalling, Diawara e Calafiori
ALLENAMENTO ROMA - Scarico in palestra per chi ha giocato contro l'Inter.
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>