facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 21 giugno 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Separata pure in Lega. Ora la Roma di Pallotta teme di essere doppiata

Sabato 22 dicembre 2018
«Quando guardi alla Serie A da fuori, pensi alla Juventus»: per anni il presidente della Roma James Pallotta lo ha ripetuto spesso. In fondo tra la sua squadra e lo scudetto c'era sempre questo colosso con uno stadio proprio, conti in ordine, ricavi da sponsor lanciatissimi e che continuava a mietere successi: la Roma ha vissuto quel modello come un obiettivo da rincorrere, ma la sua è una rincorsa zoppa. Non potrebbero essere più distanti oggi Roma e Juve. E non solo per i 22 punti che le separano e che consentirebbero ad Allegri, vincendo, di doppiare Di Francesco a due partite dalla fine del girone di andata. Il primo saldissimo in vetta, l'altro a tanto così dall'esonero al punto di confessare: «Dopo il 29 ci saranno decisioni importanti», alludendo alla riunione in programma tra i dirigenti prima della sosta per deciderne la sorte.

Le ultime 48 ore hanno certificato anche la frattura in Lega: la Juve che fu alleata è stata il kingmaker del nuovo a.d. De Siervo, osteggiato dalla Roma. L'amicizia diventata gelo assoluto, con la separazione quasi geografica tra nord e centro-sud: la Roma raggiunta sulle proprie posizioni da Napoli e Fiorentina, la Juventus "alleata" nelle proprie a Inter e Milan. Anche su scala europea, dove Agnelli è il capofila della riforma della Champions, sempre più orientata verso un formato a inviti in cui difficilmente le squadre del centro sud saranno chiamate a far parte. Oggi l'unico che a Trigoria pare avere amici in bianconero è De Rossi, che stasera non ci sarà: «Ho imparato tanto dai miei avversari juventini e per certi versi mi sento simile a loro», ha detto un paio di giorni fa incamerando pure qualche critica. Sembra quasi impossibile pensare che due anni fa fossero così "vicine": fianco a fianco nelle battaglie politiche, ma pure in classifica. Le divi- devano 4 punti prima dello scontro diretto di Torino che aprì una forbice diventata da quel momento incolmabile. E se davvero l'Europa "scegliesse" in futuro chi accogliere nel proprio torneo, sarebbe impossibile avvicinarsi.

Che la Juventus sia un modello a cui tendere, anche se a Trigoria nessuno lo confessa più apertamente, è inevitabile: ma quella della Roma è una rincorsa zoppa. Per tenere il passo la Roma ha rischiato: venduto tanto e speso altrettanto, un trading di calciatori che ha funzionato al punto da portare la squadra in semifinale di Champions, ma se - come quest'anno - sbagli, paghi caro. Anche se ci fu un istante in cui probabilmente Pallotta arrivò ad assaporare addirittura l'idea del sorpasso, sempre allo Stadium. Era il 5 ottobre del 2014 e dopo 44 minuti di una partita passata alla storia per le polemiche arbitrali, la Roma era convinta di avercela fatta: la Juventus sotto allo Stadium grazie a un gol di Iturbe, che Sabatini le aveva strappato solo tre mesi prima innescando (anche) le dimissioni di Conte. E invece finì in un'altra delusione. Eppure quando la prese Pallotta, la Roma aveva appena chiuso il campionato (sesta) davanti alla Juventus. Non lo sapeva: sarebbe stata l'ultima volta.
di M. Pinci
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Allegri - News

 
 <<    <      3   4   5   6   7    
 
 Dom. 12 mag 2019 
La Roma non vuole mollare l'Europa
Novanta minuti per non dire addio alla Champions League. E per restare quantomeno...
Roma-Juve, un ballo triste per 50mila
(...) Questa sera, davanti a oltre 50mila spettatori che rappresentano il record...
Roma, ultima chance davanti ai campioni d'Italia
Almeno, come è spesso successo anche nel recente passato, la Juve non festeggia...
 Sab. 11 mag 2019 
Roma-Juve, i convocati di Allegri
Dopo l'allenamento sostenuto questo pomeriggio al JTC, Massimiliano Allegri ha diramato...
ALLEGRI: "Ho scelto di rimanere. Con il Presidente ci incontreremo in settimana"
ROMA-JUVENTUS, LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI: "Contro la Roma una bella partita. Abbiamo recuperato diversi giocatori"
Roma, contro la Juve per la Champions. Ma cosa dicono i numeri?
È sfida tra il miglior attacco interno contro la miglior difesa esterna. Ma sono tanti i gol subiti in casa dai giallorossi...
Arrivare in Champions e dirsi addio? Finale di stagione per Spalletti&Co
L'inno della Champions. Lo vogliono sentire tutti, l'anno prossimo. Rischia di non...
Roma-Juventus va in panchina: il futuro di Ranieri e Allegri prende il posto delle vecchie rivalità
Bella o brutta che sia, la notizia (ufficiale) è arrivata: «Una volta firmato il...
 Ven. 10 mag 2019 
Dal mercato alla corsa Champions: le 10 sfide che aspettano la Roma
La volata in campionato avrà ripercussioni sulla società già impegnata in una serie di programmi per il futuro. Cercando di recuperare i tifosi
Roma, l'effetto domino in Europa amplia la scelta di Pallotta
Sarri e Gasperini, i candidati eccellenti di Pallotta e Fienga, sono al momento...
 Gio. 09 mag 2019 
ROMA-JUVE, De Sciglio: "Sarà una sfida di grande prestigio. Faremo la nostra gara dal primo minuto"
Sarà un match fondamentale per il prossimo futuro giallorosso, quello che andrà...
Sarri lontano, è caccia a mister X
Chiuso il capitolo Conte, riparte la caccia della Roma ad un nuovo allenatore. La...
Arriva la sfida con la Juventus: in palio ci sono punti pesanti ma nessuno (o quasi) ci pensa
Prima il no di Conte, ieri la frenata di Sarri, non tralasciando la battuta di Zaniolo...
 Mer. 08 mag 2019 
La Juve cambia panchina: Allegri andrà via
Il club bianconero e l’allenatore livornese verso l’addio a fine stagione dopo cinque scudetti e nonostante un anno di contratto. E ora Conte spera di tornare
La Roma va oltre Conte. Anche per Sarri è dura
La verità è che la Roma non è pronta per prenderlo, ma mai come stavolta ci èandata...
 Mar. 07 mag 2019 
Roma, il Conte dei danni
Senza Champions, e a quanto pare, senza Conte. L'attualità sembra infierire sulla...
Conte: "Non ci sono le condizioni per allenare la Roma, ma prima o poi lo farò: sono innamorato..."
"Sono innamorato della città ed i tifosi, sono passionali»
 Lun. 06 mag 2019 
Intrigo Psg tra Allegri e la Juve. Conte aspetta
Vertice con Agnelli per gli ultimi accordi. Conte aspetta, la Roma alza il pressing. L’Inter osserva ma il contratto di Spalletti pesa: deciderà Zhang
Con la Juve torna De Rossi. Florenzi ko: guai alla coscia
Ennesima tegola in casa Roma: Alessandro Florenzi è stato costretto a lasciare terreno...
Una settimana per far pace col futuro
«Conta solo il futuro della Roma». La frase non è a effetto. Sta bene lì, in diretta...
 
 <<    <      3   4   5   6   7