RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Martedì - 21 maggio 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
   
   

DI FRANCESCO: "Non si può prendere un gol da rimessa laterale. Sono avvelenato. Dzeko ha chiesto..."

UDINESE-ROMA 1-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "E' mancata la determinazione nell'andare a vincere la partita. Non possiamo permetterci di avere la partita in mano e perderla. Dzeko mi ha chiesto di riposare"
Sabato 24 novembre 2018
DI FRANCESCO A SKY

Globalmente è mancata la fame...
"Secondo me la prestazione con l'80% palla nel primo tempo c'è stata, è mancata la determinazione nell'andare a vincere la partita. Non possiamo permetterci di avere la partita in mano e perderla con un tiro dopo 60 minuti. Abbiamo creato tante occasioni di pericolo, ma siamo sempre qui a leccarci le ferite. Dal punto di vista del gioco la squadra stava esprimendo giocate importanti tranne negli ultimi 15-20 metri dove non andavamo a concretizzare."

Perché manca questa finalizzazione?
"Queste partite si determinano da episodi che fanno parte del calcio e non riusciamo mai a portarla dalla nostra parte ma non è sfortuna. Non posso dire che la squadra non abbia fatto la partita, sono mancate alcune altre cose. E' inutile cercare alibi, dopo il gol abbiamo dato fiducia agli avversari, rischiando in qualche ripartenza. Quei 55 minuti prima del gol loro la squadra deve far gol, una squadra che vuole diventare grande deve far gol. Dirti perché sono avvelenato? Mi aspettavo tre punti e che la squadra dominasse, ma è la dimostrazione che nel calcio non sempre dominando la partita riesci a vincere."

Alla Roma manca il salto di qualità...
"Condivido pienamente. Per diventare grandi, non abbiamo raggiunto ancora una crescita adeguata. Ci stiamo lavorando, ho visto cose interessanti. Il particolare fa la differenza abbiamo fatto 3-4 errori difensivi, sono cose che i miei difensori devono saper fare con maggiore determinazione e cattiveria. Mi fa rabbia perché la squadra ha dimostrato di esserci e ha mostrato identità, ma in partite così poi porti a casa 0 punti."

Prima della Champions non riuscite a concentrarvi...
"Per me no, la partita più importante era questa e sono veramente arrabbiato. Dovevamo avere quella cattiveria e determinazione che doveva fare la differenza. Ho visto la partita del Real Madrid, la nostra prestazione può essere giudicata in maniera diversa ma abbiamo di nuovo perso. Questo fa pensare che dobbiamo lavorare in maniera differente, abbiamo provato ad alzare l'asticella ma non ci siamo riusciti."

*** *** ***


DI FRANCESCO A ROMA TV

Lo svolgimento della partita se l'aspettava così?
"Dovevamo far gol, questo non ha funzionato. Si doveva avere maggiore cattiveria e determinazione in tutti i presupposti creati, quella che hanno avuto loro nell'unica occasione concessa in maniera assurda. Questo fa parte del calcio, e gli episodi noi non li abbiamo portati dalla nostra parte. Ci sono state trame interessanti, poi negli ultimi 15-20 metri fa rabbia che con tutte le situazioni create non hai fatto gol. La colpa è solo nostra che non abbiamo vinto una partita che stavamo dominando."

Le condizioni di Pellegrini?
"Ha avuto un problema muscolare, ha sentito un fastidio dietro e faranno delle valutazioni."

Ci sono state poche iniziative dei giocatori...
"Abbiamo creato tanto anche perché loro volevano venirti a prendere, dovevi essere bravo tu a creare la situazione di superiorità numerica. Questo lo abbiamo fatto, a livello di giocata finale siamo mancati. Non ricordo grandi occasioni loro per 50 minuti, sono stati in difficoltà senza tirare in porta. Non condivido che abbiamo lavorato male a livello difensivo, il fatto che non siamo stati cattivi in zona gol o nel creare presupposti finali, quello sì. Abbiamo tirato a rallentatore, occasioni ce ne sono state. Dire che l'Udinese ha voluto fare questa partita...è determinata da una squadra che vuole fare la partita."

Come mai non è stato schierato Dzeko?
"Lui mi ha chiesto di poter recuperare, veniva da due partite in nazionale. Io coi ragazzi parlo, ma fino all'altro ieri si doveva sfruttare il momento particolare di Schick, Edin veniva da impegni. Questo è un altro calcio, non è il calcio nostro (parla con Candela). I giocatori hanno bisogno di recuperare, poi sono d'accordo con te. I giocatori dovevano prendersi più responsabilità, devono farlo e questo fa la differenza. Poi alla prima occasioni prendi gol. Non sono capace a mettere una squadra in campo senza dare indicazioni, con due attaccanti come Dzeko e Schick insieme non abbiamo mai giocato quest'anno. Andare a cambiare tantissimo un'identità è osare un po' troppo, gli allenatori devono ragionare, altrimenti facciamo fantacalcio, ho visto troppi fenomeni."

Perché ogni volta che si riprende a giocare non arrivano risultati? Preoccupato per il futuro?
"Il fatto che io abbia alzato l'attenzione su questa gara l'ho fatto per questo motivo. Era già successo, e ci sono riuscito in maniera relativa. Dobbiamo osare, se no che mettiamo a fare gli attaccanti? Metto tutti dietro se no. Non fa parte del mio calcio, le partite le facciamo per vincerle. Questo va oltre tutti i discorsi, io sono preoccupato ma ho voglia di spostare questi equilibri."

*** *** ***


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

La sua squadra ha bisogno degli allenamenti quotidiani perché dopo le soste si perde?
"Questo può accadere anche se oggi sembrava una partita dominata prima del gol preso su una rimessa laterale. Potevamo fare gol da un momento all'altro e l'Udinese non aveva mai tirato in porta se non per un colpo di testa nel primo tempo. Si vedeva che la squadra stava facendo la partita che doveva fare ma siamo mancati nell'uno contro uno e in determinate giocate. Menomale che non ci sono più soste, mettiamola così."

Cosa non ha funzionato oggi?
"Anche gli errori individuali. Il calcio è fatto di individui. Ci sono 11 elementi che se si commettono degli errori nella parte alta o bassa della squadra, se prendi gol da un fallo laterale a 40 metri dalla porta vuol dire che ci sono delle disattenzioni da parte dei difensori anche nelle coperture. Anche davanti nell'andare a chiudere determinate giocate. Se abbiamo avuto l'80% del possesso palla significa che puoi creare pericoli. Noi l'abbiamo creati ma la determinazione sotto porta ci è mancata. Faccio sempre gli stessi discorsi. L'Udinese è stata brava nell'interpretare la partita in fase difensiva e basta, perché loro volevano solo difendersi, e alla fine hanno avuto ragione loro nonostante io vedo un calcio differente. Cerco sempre di avere una squadra propositiva e questo non ha pagato."

L'atteggiamento dell'Udinese era combattivo quello della Roma no. Ogni volta le squadre piccole si chiudono e fanno punti, che cosa si può fare?
"Io non la preparerei cosi ma alla fine ha ragione sempre chi fa risultato. Dico solo che allora ci mettiamo a palleggiare nella nostra metà campo e loro ci aspettano. Sapevo che avrebbero potuto fare questa partita ma fino al gol non mi sembra che l'Udinese abbia creato tanti pericoli. Ha ricreato in contropiede alcune situazioni dove noi abbiamo sbagliato qualche palla di troppo. Se una squadra non ha l'atteggiamento giusto magari non ce l'ha dall'inizio ma noi siamo arrivati ai 20 metri con facilità per tutto il primo tempo. Siamo mancati nell'andare a creare le situazioni reali. Sono cose troppo importanti. Loro erano determinati, hanno avuto un'occasione e ti hanno fatto gol. Al primo tempo però ne potevano prendere 2 e diventava un'altra partita perché loro si dovevano alzare. Il calcio è tutto il contrario di tutto. Bravi loro ma bisogna fare un discorso un po' razionale perché ci si basa solo sul risultato e non su un insieme di cose. La colpa però è solo nostra. Dobbiamo fare gol perché noi siamo la Roma e dobbiamo essere bravi ad andare a vincere queste partite, anche faticando."

La lentezza del palleggio della Roma è più un demerito vostro o un merito dell'Udinese?
"Noi riuscivamo sempre ad uscire velocemente da alcune pressioni che facevano e andare da un'altra parte con i terzini e gli esterni. Il palleggio non può diventare veloce se una squadra ti aspetta. Il palleggio deve diventare veloce quando riesci a creare una situazione di gioco, magari esterna, ed avere una superiorità numerica. Creare i 2 contro 1 o i 3 contro 1 fa la differenza. Il palleggio non potrà mai essere velocissimo quando giochi contro una squadra così. Ogni tanto dobbiamo osare un pochino di più e magari abbiamo fatto troppo poco rispetto a quello che potevamo fare."

Si parlerà a lungo del possibile rigore di Pellegrini?
"Non mi interessa, perché mi interessa la prestazione e il fatto che noi siamo mancati in altre cose. Non mi voglio attaccare al rigore, è l'ultimo dei miei pensieri. Non lo so e non lo voglio manco vedere, non mi interessa. Dobbiamo dimostrare sul campo che siamo più forti e se non abbiamo vinto è solo colpa nostra. Il discorso del rigore diventa solo un alibi e non ne voglio proprio parlare."

C'è una specie di pressione Champions?
"Certo, c'è. Quando ieri in conferenza ho parlato di partita più importante c'era un motivo. C'è la sensazione che quando tornano dalle nazionali li vedi mezza giornata per preparare la partita. Chi suggerisce fai giocare quello o quell'altro, qua facciamo la formazione con il fantacalcio. Io sono l'allenatore e gli altri fanno il fantacalcio. Io vedo in campo quello che succede. Io vedo che Dzeko mi dice che è stato. So che ha fatto due partite da 90 minuti, ha 33 anni e deve recuperare. Vedo che Schick è in un momento buono e vanno sfruttate certe cose. Oggi si dice che Dzeko non ha giocato ma questi sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Io conosco bene i miei giocatori, cerco di tutelarli ma se siamo la Roma dobbiamo essere competitivi con tutti. Devono crescere tutti e magari più velocemente perché dobbiamo fare risultati."

Il discorso Champions è sempre più difficile?
"Ci sono sempre meno partite. Non possiamo essere contenti dei punti che abbiamo ma possiamo sempre riprendere qualcosa per strada. Dobbiamo ricominciare a lavorare in un certo modo ma non attraverso questa poca cattiveria e determinazione in certe prestazioni. Hai la sensazione di dominare la partita ma di rimanere fregato prima o poi. Non siamo ancora una grande squadra e dobbiamo crescere tanto in questo senso. Oggi sono molto rammaricato e arrabbiamo, abbiamo raggiunto un'identità ma poi vengono a mancare quelle caratteristiche fondamentali per giocare a calcio che l'Udinese oggi ha avuto molto più di noi."
COMMENTI
Area Utente
Login

Udinese-Roma - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Mer. 30 ott 2019 
Zaniolo illumina ancora la Roma, De Paul ha staccato la spina
L'azzurro segna il suo decimo gol in giallorosso e trascina la squadra. Nell'Udinese l'argentino sbaglia praticamente tutto
SMALLING: "Oggi lo spirito della squadra è stato fantastico"
UDINESE-ROMA 0-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA SMALLING A ROMA TV Hai segnato il tuo...
Questa Roma è la Roma di Fonseca
Roma non si è costruita in un giorno, la Roma si sta rifacendo minuto dopo minuto,...
FONSECA: "Abbiamo fatto una grande partita e meritato di vincere. Non voglio parlare del rosso..."
UDINESE-ROMA 0-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "Florenzi sta bene, è il nostro capitano e giocherà presto. Mancini mi sta sorprendendo da centrocampista. La squadra ha reagito bene all'espulsione"
Udinese-Roma 0-4, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Zaniolo è ovunque. Fazio anche sfortunato
KLUIVERT: "Ho la fiducia del mister. Il gol ha aiutato la squadra a vincere in dieci uomini"
UDINESE-ROMA 0-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA KLUIVERT A ROMA TV Secondo gol, ma...
La Roma in dieci cala il poker all'Udinese e vola al quarto posto
Il discusso rosso a Fazio non ferma gli uomini di Fonseca: in gol Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov. Bianconeri contestati
OKAKA: "Belle sensazioni quando si affronta la Roma. E' la squadra che ha aiutato me e mia famiglia"
UDINESE-ROMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA OKAKA A ROMA TV È sempre un'emozione affrontare...
FAZIO: "Giocando ogni tre giorni dobbiamo vincere e dare continuità alla vittoria contro il Milan"
UDINESE-ROMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA FAZIO A ROMA TV Serve continuità......
Udinese-Roma, Le Formazioni UFFICIALI
10ªGiornata di Serie A
Udinese-Roma, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
Di seguito riportiamo le probabili formazioni di Udinese-Roma secondo le principali...
Seicento tifosi giallorossi alla Dacia Arena
Dacia Arena praticamente al completo per la sfida tra Udinese e Roma: questa sera...
Nicolò e l'esordio in azzurro a Udine: uno stadio 'amico'
Per ogni calciatore ci sono stadi che rievocano momenti molto particolari. Per Nicolò...
Roma giù la maschera
La classifica di fine ottobre non conta. Ma ritrovarsi al quarto posto avrebbe un...
Con Dzeko e Smalling avanti e dietro a testa alta
Una bella consuetudine. La ROMA si conferma letale nei gol su calcio da fermo. Già...
Roma, la notte da Champions
La notte della Dacia Arena e, dopo meno di 4 giorni, il pomeriggio all'Olimpico:...
 Mar. 29 ott 2019 
Abel Balbo: "Udinese e Roma, ricordi indelebili"
"Udinese e Roma daranno un grande spettacolo, sarà una gara combattuta"
JUAN JESUS: fastidio muscolare alla coscia sinistra
Altro problema muscolare in casa Roma, questa volta a fermarsi è Juan Jesus. Il...
Udinese-Roma, i convocati
Ecco i convocati giallorossi per il match contro l'Udinese: Pau Lopez, Fuzato,...
FONSECA: "Ünder è pronto ma non dall'inizio. Florenzi sta bene, Kolarov non può riposare"
UDINESE-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Mancini a centrocampo era la miglior soluzione in questo momento. Con la Samp non avevo visto ambizione"
TUDOR: "7-1? I ragazzi sapranno riscattarsi contro la Roma. Per i giallorossi non sarà..."
UDINESE-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI IGOR TUDOR: "Per i giallorossi non sarà una partita facile. L’uomo più importante è Dzeko”
 Lun. 28 ott 2019 
UDINESE-ROMA, domani la conferenza stampa di Paulo Fonseca
Domani alle 13:30 si terrà la conferenza stampa di Paulo Fonseca in vista del prossimo...
PEROTTI: "Se non vinciamo contro l'Udinese la vittoria di ieri verrà vanificata"
Diego Perotti ha parlato ai microfoni di Roma Radio per commentare la vittoria...
Designazioni arbitrali 10ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 10ª Giornata di Andata
 Dom. 27 ott 2019 
TRIGORIA, domani mattina la ripresa degli allenamenti in vista l'infrasettimanale contro l'Udinese
Dopo la vittoria odierna contro il Milan per 2-1 grazie alle reti di Dzeko e Zaniolo,...
 Sab. 25 mag 2019 
PRIMAVERA 1 TIM - Udinese-Roma 1-3
Nella 30ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
 Ven. 12 apr 2019 
Mirante elogia Ranieri: "Ci ha fatto drizzare le antenne"
Il tecnico lo ha promosso titolare dopo le prove negative di Olsen: “È un gran portiere e una persona perbene. Battendo la Samp ci siamo rilanciati in zona Champions, domani con l’Udinese ci attende una gara difficile, dovremo essere davvero bravi per batterla”
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>