RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Domenica - 3 marzo 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

Affari, flop, litigi e un amore finito. Il ritorno di Sabatini nella "sua" Roma

Mercoledì 23 agosto 2017
«Eravamo in ritiro. Un giorno entrai in camera di Di Bartolomei e vidi sul suo comodino "Memorie dal sottosuolo" di Dostoevskij. "Lascia perdere, Walter - mi disse subito - non è roba per te". Io lo guardai e scoppiai a ridere: "Vai a quel paese Agostino, quel libro l'ho già letto da anni». Questo aneddoto che lega Walter Sabatini al capitano di una generazione giallorossa, sembra quasi una sorridente metafora del karma particolare che incombe su quello che ora è divenuto il plenipotenziario del mercato dell'Inter di Suning, dopo essere stato per 5 anni il «dominus» della Trigoria statunitense prima di dimettersi (con ruggini). Come con Di Bartolomei, forse per intuizioni e senso del bello Sabatini è stato spesso davanti a tutti, ma tutto questo non lo ha mai messo al riparo dalle bufere. D'altronde, chissà se lo ha mai voluto perché, per carattere, la sofferenza in qualche modo lo attrae in modo ineluttabile.

I SUOI RAGAZZI - Per questo non ci sorprenderemmo di scoprire che, se l'Inter sabato sbancasse l'Olimpico, lui sarebbe scosso da un brivido. Comprensibile. Quella che avranno davanti i nerazzurri, infatti, è praticamente la «sua» Roma. Del presumibile undici titolare, infatti, solo due giocatori non hanno a che fare col suo mercato: De Rossi (in giallorosso prima del suo arrivo) e Defrel. Certo, ci sarebbe anche Kolarov, ma la sua «estraneità» è solo parziale, se si pensa che il d.s. - alla Lazio - lo acquistò nel 2007 dall'Ofk Belgrado per 800.000 euro per poi cederlo al ManCity nel 2010 per 18 milioni.

LE PLUSVALENZE - Ecco, le plusvalenze sono state sempre il suo biglietto da visita anche alla Roma, dove ha messo a posto i conti alla proprietà Usa anche a costo di rinunciare ai gioielli. Da Marquinhos a Benatia, da Lamela a Pjanic, la lista dei rimpianti è lunga, ma mai quanto quello che resta il suo peccato più grande: non avere vinto niente nella Roma («è il mio cruccio»). Pallotta, comunque, sarà stato soddisfatto per il fatto di aver preso un club patrimonializzato per 34 milioni lasciandolo a circa 200, nonostante il d.s. abbia ammesso: «Più del 50% del centinaio di giocatori che ho preso non erano da Roma, ma in quel momento erano funzionali».

LUI E PALLOTTA - Per questo Sabatini ha confessato: «Ho creduto che la Roma potesse essere la mia». Invece non lo era, e così il rapporto col vertice è entrato in crisi, sopratutto nel momento in cui il d.s. ha avuto la sensazione di essere stato commissariato. L'addio è stato freddo, e quando il presidente gli ha ricordato che, nel gennaio 2016, non voleva Spalletti in giallorosso (ma perché puntava a Conte per giugno), Sabatini ha risposto con durezza. «Auspico che la Roma possa ribadire classifica e introiti con i calciatori acquisiti dalla nuova gestione, permettendo a Pallotta di continuare ad inebriarsi dell'idea di se stesso e della sua presidenza». E poi ha aggiunto: «Nessuno vuole riconoscenza, ma equità sì. Meglio lasciare perdere Pallotta: le sue sono parole inutili, buttate lì, in stato confusionale». Idilliaco non è stato neppure il rapporto con Totti, che avrebbe voluto far smettere un anno prima. «E pensare che mio figlio Santiago va a dormire con la maglia di Francesco addosso», ha ricordato. Come dire, c'è ancora un Sabatini con la Roma sulla pelle. E allora chissà se adesso Walter ricorda una frase che disse poco prima dell'addio: «Quando sarò morto, vorrei essere ricordato come direttore sportivo della Roma». Difficile. A pensarci bene, d'altronde, anche queste assomigliano a memorie dal sottosuolo.
di M. Cecchini
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Di Bartolomei - News

 
 <<    <      1   2   3   4    
 
 Mer. 11 apr 2018 
Molto meglio di Roma-Dundee United
La rimonta con il Barcellona è stata probabilmente la più importante del calcio italiano nella massima competizione europea, di sicuro la più grande impresa europea nella storia giallorossa. Anche se quel pomeriggio di 34 anni fa non va dimenticato e Pruzzo era degno di Dzeko...
Olimpico, si scatena la festa. Dalle tribune allo spogliatoio: la Roma ha fatto impazzire tutti
Ridete, piangete, urlate, cantate, ballate. Fate tutto ciò che volete ma amatela,...
 Mar. 10 apr 2018 
Dundee, Chelsea e armata catalana: quando il 3-0 si può
A 24 ore dalla sfida ai fenomeni catalani il 3-0 della Roma valeva più o meno cinquanta...
 Dom. 08 apr 2018 
La Roma ricorda Di Bartolomei (VIDEO)
L'otto aprile del 1955 nasceva a Roma la leggenda di Agostino Di Bartolomei, storico...
 Dom. 04 mar 2018 
Roma, Dezko macina record: ma ora serve continuità
Il bosniaco è il primo giocatore a segnare almeno 50 reti in tre dei principali tornei europei: Italia, Inghilterra e Germania. Adesso Di Francesco chiede conferme alla squadra, dal Torino al delicato ritorno di Champions contro lo Shakhtar
 Lun. 18 dic 2017 
Conti: "Mi rivedo in Florenzi. L'addio di Totti è stato forzato come il mio"
"Di Francesco ha saputo organizzare gruppo unito anche nei rapporti. Juventus-Roma importante ma non decisiva per lo scudetto"
 Mer. 13 dic 2017 
Baldissoni: "La Roma patrimonio della collettività, è una fede"
«La storia della Roma ha un inizio ma è senza fine. Questa squadra è patrimonio...
 Lun. 18 set 2017 
Dinastia d'oro
C'è una grande tradizione di centrocampisti romani e romanisti, che comincia con...
 Dom. 17 set 2017 
La Roma ai romani dopo 736 giorni: ecco i 3 in campo col Verona
Dopo oltre due anni nella squadra giallorossa scendono in campo tre giocatori nati nella capitale. L’ultima volta a Frosinone con Totti
 Mer. 07 giu 2017 
Tempestilli: "La Roma avrà squadra competitiva. Di Francesco straordinario, andrà lasciato lavorare"
In occasione dei 90 anni della Roma che ricorrono oggi 7 giugno, l'Unione Tifosi...
 Sab. 27 mag 2017 
Con il Genoa per dovere di Champions
«Insieme per i tre punti, per ascoltare di nuovo l'inno della Champions e per Francesco....
 Lun. 15 mag 2017 
Da Maradona a Totti: storie di bandiere ripiegate male
Talvolta la memoria è particolarmente selettiva e può permettersi il lusso della...
 Gio. 06 apr 2017 
E stasera per i baby primo esame in finale di Coppa Italia
La Roma Primavera prova a voltare pagina dopo l'ultima sconfitta in campionato sul...
 Mer. 05 apr 2017 
Derby senza barriere per 45mila
«Per me rientrare in Curva Sud è stata una gioia enorme, a prescindere dal risultato:...
 Mer. 22 mar 2017 
PALLOTTA: "Non sono uno stupido americano venuto in Italia per comprare la Roma"
Luiss: presentazione bilancio d'impatto 2016 Pallotta: "Niente domande dalla stampa, niente domande su Spalletti e niente domande su Totti. Baldissoni: “Barriere? La data non posso confermarvela, ma è questione di giorni”
 Ven. 17 mar 2017 
Roma, Marzia Taccola, 48 anni dopo: "Chiedo verità e giustizia"
Giuliano Taccola morì il 16 marzo '69 a 25 anni per arresto cardiaco durante una trasferta a Cagliari. La vedova: "Finora la società e le istituzioni sportive si sono trincerate nella più assoluta indifferenza"
 Gio. 16 mar 2017 
Sognando un bis del Dundee
Un'impresa quasi disperata per la Roma, che deve recuperare un doppio svantaggio...
 Mer. 15 mar 2017 
Le grandi rimonte nel Dna giallorosso: anche adesso si può
Difficile sì, impossibile no. C'è sempre un ritorno, c'è sempre un'altra stagione,...
Colonia, Partizan: i ribaltoni d'amore
Per i quarantenni e cinquantenni di oggi, partite come quella di domani contro il...
 Lun. 13 mar 2017 
Conti: "Tutti i miei gol sono per i tifosi, gli darei il cuore. Spalletti? Ecco come lo abbiamo..."
L’ex centrocampista giallorosso si racconta nel giorno dei suoi 62 anni: “Con Ago e Pruzzo un rapporto favoloso, vincere lo scudetto è stato indimenticabile. Spalletti? Ecco come lo abbiamo scelto”
 Sab. 04 mar 2017 
ROMA-NAPOLI, 1000 tifosi a Trigoria: la Roma apre i cancelli. La Squadra scende in Campo (VIDEO)
Nonostante il ko nel derby, il cuore della tifoseria giallorossa, ovvero la Curva...
 Ven. 03 mar 2017 
Frongia: "Roma, uno stadio vicino all'Europa"
L'assessore allo sport intervistato a Londra, la città che ha ospitato tre edizioni dei Giochi: "Sull'Olimpiade 2024 niente rimpianti. Puntiamo a strutture per lo sport di base"
Rimontona in Coppa Italia? Totti ci riuscì
Dal Dundee al Genoa, la storia dimostra che qualche speranza c'è: in due casi la...
 Sab. 25 feb 2017 
Roma, il gol più atteso. Così #famolostadio vince
Non è passata neanche mezz'ora dall'annuncio «storico» della sindaca Raggi e del...
 Mer. 22 feb 2017 
Roma, gli assist di Falcao
C'è stata una Roma pre e una Roma post Paulo Roberto Falcao. Per questo rivedere...
 
 <<    <      1   2   3   4