RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Sabato - 20 aprile 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
   
   

DE ROSSI: "Sui gol presi dai cross è colpa mia, devo svegliarmi e lavorarci meglio"

EUROPA LEAGUE 20236-2024, FEYENOORD-ROMA 1-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, DANIELE DE ROSSI: "Gara difficile. Contento dell'atteggiamento di Lukaku"
Giovedì 15 febbraio 2024
DE ROSSI A SKY

Che tipo di risposte hai ricevuto dalla partita di stasera?
"I tifosi non entrano in campo e le squadre forti vincono ovunque o fanno le loro partite ovunque. Era una partita difficile, avevamo visto sarebbe potuta andare così. Loro sono una squadra forte palla al piede. Io chiedo sempre grande aggressività, ma serve tanta tanta gamba contro una squadra che gioca così il pallone. Quindi prima della partita ho cercato di motivare i giocatori. Penso che anche oggi abbiamo fatto la nostra partita, sapendo che poi ci sono dei momenti in cui si soffre".

Cinque cambi rispetto all'Inter. Ci si aspettava la reazione di Lukaku:
"È uno dei giocatori più forti al mondo in quel ruolo. Accontentarci è sbagliato, ma le prestazioni le ha sempre fatto. Il gol prima o poi lo avrebbe fatto. È un giocatore nato facendo gol. A 19 anni aveva già 100 gol in Premier League. Vogliamo riempire l'area perché così magari qualcuno rimane da solo. Lui deve riuscire a fare gol anche quando ha l'uomo addosso, come oggi. Sono contento delle sue prestazioni e di tutti gli altri".

Il Feyenoord all'inizio non vi prendeva mai, si sono dovuti aggiustare. Però sul gol preso però come si sono mossi i giocatori della Roma?
"Non è questione di errore da sottolineare. L'errore di base è mio, conoscendo anche i tempi limitati. Siamo arrivati in corsa e non c'è tempo di fare tutto quello che vorremmo. Se prendi gol alla stessa maniera vuol dire che dobbiamo lavorare più su certi fondamentali. Se vogliamo riempire l'area con tanti uomini dobbiamo prendere meglio lo spazio della porta prima che parta il cross. Così possiamo dividerci gli uomini che stanno dentro, di solito 4-5. Bisogna lavorarci di più, ora arriverà anche Ndicka. Anche contro l'Inter abbiamo subito gol su questi cross, vuol dire che devo svegliarmi e lavorarci meglio".

Sull'impostazione a tre con Paredes spesso non centrale.
"Quando costruisci a tre non è necessario che il centrale stia in mezzo. L'importante è che ci sia un uomo lì che sappia impostare, poi non è importante chi sia. Per comodità di solito sono i centrali o il terzino. La differenza è il tempismo del passaggio, che ha portato all'uno contro uno Spinazzola. Noi gli diamo qualche idea e nozione, ma la differenza la fanno i calciatori".

Su Sinner: che qualità useresti come modello per i giocatori della Roma?
"Ce n'è più di una Io di tennis non capisco niente, ma è un ragazzo molto educato. Sembra una scemenza, ma sta vivendo il suo successo incredibile con moderazione, vuol dire che lavora forte. I campioni che ho conosciuto sono sempre stati umili e serie, poi lui ha la freddezza del campione. In vari episodi ha avuto la partita sul filo del rasoio ed è rimasto in partita, come un calciatore sui 16 metri ha una occasione e la butta dentro. Quando lo guardi sembra di vedere un fenomeno".



*** *** ***



DE ROSSI IN CONFERENZA STAMPA

Risultato importante, buona prestazione. Che partita hai visto?
"Una buona partita e una buona prestazione, siamo entrati bene in campo. Lo stadio era davvero molto caldo e bello. Poi ovviamente abbiamo anche sofferto, loro sono bravi a far girare palla e non giocano molto diversamente da noi, quindi a volte quando due cose si somigliano è difficile prendere le contromisure. Dobbiamo essere bravi, avere tanta energia, gambe e polmoni per sopperire al loro giro palla. Ma siamo stati bravi in alcune circostanze, sapevamo che la partita sarebbe stata divisa: un po' giocano loro e un po' noi. Penso sia un punto giusto, un pareggio".

Come hai gestito le sostituzioni nel finale? Cosa chiede sui cross laterali, di guardare la palla o l'uomo?
"Guardare solo il pallone no. Qualcuno lo fa, come Sarri che gioca di reparto e con lui devi solo guardare la palla, ma è talmente bravo ad insegnarlo, quasi maniacale, che riesce a sopperire al fatto che non guardando l'uomo è difficile mantenere il contatto. Io chiedo di occupare lo spazio in una carta maniera, forse non lo faccio bene dato che abbiamo preso gol alla stessa maniera di sabato, anche questa settimana abbiamo lavorato. A volte facciamo didattica, altre partitine con cross ripetuti. Chiedo di riempire l'area e quello forse ha funzionato, in fase difensiva forse no. Llorente è andato a prendere un uomo che forse poteva prendere Mancini, di modo tale da dividere meglio l'area ed evitare il gol. Non l'ho rivisto benissimo, va analizzato ma la certezza è una: devo lavorare di più e spiegarlo meglio. Se si prendono 4-5 gol alla stessa maniera vuol dire che devo lavorarci. Un mio amico carissimo, Fabio, mi dice sempre una cosa: gestisci la fase difensiva e sarai padrone del mondo. La fase difensiva negli ultimi 16 metri è troppo importante e devo lavorare meglio. Le sostituzioni? A fine primo tempo volevo pensare ad una serie di cambi, ma poi la squadra ha iniziato bene il secondo tempo e ho aspettato. All'ultimo non ho fatto il cambio perché avevo visto Svilar con i crampi, meglio tenere in campo uno a corto di fiato che un portiere stirato. Forse il cambio potevo farlo prima, qualcuno era un po' stanco effettivamente".

Come stanno Lukaku e Svilar?
"Non solo Lukaku e Svilar hanno fatto una partita di grande sacrificio, il campo era bello ma tanto pesante. Svilar non dovrebbe avere niente, Romelu non mi ha detto niente, Mancini all'inizio sentiva un po' di fastidio all'anca, Karsdorp ha sentito i crampi quindi ho dovuto togliere anche lui. C'era gente un po' a corto di ossigeno, ci sta quando gli avversari ti fanno girare così bene. Ed è per quello che io voglio cercare di far girare tanto velocemente la palla e tanto spesso, perché a volte anche solo non facendola mai toccare la palla sfianchi l'avversario. Però penso che non ci sia niente di grave, insomma nessun infortunio serio".

L'idea di Zalewski, al di là del turnover, nasce dalla volontà di difendere quasi col il 4-4-2 per presidiare meglio le fasce?
"Avrei potuto farlo anche con El Shaarawy, anche in altre circostanze abbiamo difeso con il 4-4-2. L'altro giorno leggevo un articolo sui social, non ricordo dove, che ci sono tante squadre offensive in giro per il mondo che difendono con il 4-4-2, come succedeva 20 anni, e poi magari quando costruiscono si aprono e girano. Ho messo Nicola perché ho grandissima fiducia in lui, penso che abbia fatto buoni spezzoni di gara sia con l'Inter sia con il Cagliari. Nelle prime due partite era entrato in momento più difficili e caotici della gara. Quando c'è stato il momento di dargli spazio in una fase più pulita della partita ha dimostrato di essere un ottimo giocatore".

A che punto vedi Dybala?
"Lo vedo in crescita fisicamente e come partecipazione all'interno della partita. Nel secondo tempo noi prendiamo il pallino del gioco perché lui viene a palleggiare un po' più basso e centrale, è una cosa che gli avevo chiesto anche nel primo tempo. E ha portato un uomo in più, trovando quella superiorità che non riusciamo più a trovare quando palleggiavano loro. L'atteggiamento è fantastico, la condizione fisica è buona. Ovviamente stiamo parlando di un campione, quindi voglio di più e chiedo di più a lui e Lukaku, a tutti. Davanti a tutti dico sempre che sono bravi, ma poi faccia a faccia dico che voglio di più: più sono forti e più voglio di più da loro, come è normale che sia".

Non mi è sembrata una prestazione così buona, è davvero convinto che, considerando la differenza dei valori tecnici, non si potesse prendere di più in mano la partita e arrivare più spesso in zona gol? Avete preso 2-3 volte una palla filtrante tra centrocampo e difesa, come con l'Inter: è un problema di posizione, di lettura o dovete lavorarci più spesso?
"Dobbiamo lavorare su questa cosa qui, ma con l'Inter è un po' diverso: era un fallo a centrocampo, hanno battuto velocemente la punizione e secondo me non è simile a quello di oggi. Oggi non riuscivamo a tenere il portatore di palla sotto pressione con gli attaccanti, loro girando riuscivano sempre a trovare il centrocampista che si alzava e andava tra la linea di difesa e il nostro centrocampo. A volte se vuoi essere molto aggressivo devi uscire con il centrale, a volte loro andavano dalla parte opposta dove il nostro centrale aveva già l'attaccante e non riusciva a coprire, o comunque troppo rischioso. Dobbiamo lavorare su questo, perché sono stati bravi e questo ci ha messo in difficoltà. Non ho detto che sia stata una partita positivissima, non faccio i fuochi d'artificio ma era difficile. Questa differenza che lei dice mi fa piacere che la nota, ma penso che ci siano anche valori generali: queste due squadre si sono incontrate spesso negli ultimi anni e c'è sempre stata una partita molto equilibrata, quindi significa che le squadre più o meno si equivalgono. Negli ultimi anni abbiamo sempre vinto noi e speriamo che sarà così anche al ritorno. Ma non ho parlato di partita molto positiva, chiudendo il discorso già all'andata saremmo stati tutti contenti ma è il livello è molto alto. Il Feyenoord è stato costruito per giocare la Champions, è sceso giù nel nostro torneo, ho grande rispetto per loro e per l'allenatore, che li fa giocare bene. La mia positività viene anche dal fatto che sia una squadra buona e che dovremo fare ancora di più al ritorno e lo faremo. Il pareggio qui non mi lascia andare via triste".
COMMENTI
Area Utente
Login

De Rossi - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 14 apr 2024 
Udinese-Roma, asso Dybala: perchè può essere l'arma in più contro i friulani
Paulo Dybala valore aggiunto di questa Roma, non da oggi, ma contro l'Udinese potrebbe gasarsi ulteriormente. I numeri della Joya.
Roma, rebus diffidati: tutti i nomi a rischio
Roma, attenzione ai diffidati. La squadra di De Rossi fa i conti con le scelte di formazione. Chi rischia di più: l'elenco dei nomi attenzionati.
Turnover in vista del Milan: tutti i cambi di mister De Rossi
La Roma cambia in vista del ritorno di Europa League contro il Milan. A Udine sarà una squadra completamente diversa: certezze e novità di De Rossi.
Giannini su De Rossi: "Merita il rinnovo, idee importanti e tante certezze"
L'ex capitano giallorosso: "Daniele ha portato quella romanità che fa sempre piacere avere all’interno del nostro club”
Udinese-Roma, Cioffi: "Sarà dura, con De Rossi la Roma ha ritrovato gioco e fiducia"
Le parole del tecnico dei friulani a poche ore dal match
Udinese-Roma, De Rossi: "Non ripetiamo gli stessi errori di Lecce"
Il tecnico giallorosso si è soffermato su alcuni aspetti in vista della partita a Udine in programma oggi alle 18
 Sab. 13 apr 2024 
Udinese-Roma, idea Abraham dal primo minuto
L'attaccante inglese potrebbe tornare titolare dopo il lunghissimo stop
Tutta la carica di De Rossi in vista di Udine: ecco cosa ha detto alla squadra
Il tecnico giallorosso ha caricato i suoi con questa frase
Udinese-Roma, sono 6 i calciatori giallorossi in diffida: occhio ai gialli in vista del Bologna
De Rossi cercherà di trovare il giusto equilibrio nei cambi della formazione iniziale
Udinese-Roma, le ultime sulla formazione: Dybala out dal 1° minuto
Oggi a Monza è prevista la rifinitura alle ore 14 con seguente partenza verso il Friuli
 Ven. 12 apr 2024 
"Saracinesca" Svilar, con lui in porta non passa nessuno: i numeri
Svilar è una delle "nuove" certezze della Roma targata De Rossi. Il portiere belga è inviolabile tra i pali: le statistiche.
Allegri loda la Roma: il tecnico della Juve promuove De Rossi
La Roma avrebbe potuto allenarla. Oggi la guarda e si stupisce, Massimiliano Allegri fa i complimenti a De Rossi e ai giallorossi per la vittoria sul Milan.
Milan-Roma, De Rossi premia la squadra: l'iniziativa del tecnico
Giornata speciale per la squadra giallorossa dopo la vittoria sul Milan. La decisione di De Rossi.
I tifosi del Milan se la prendono con l'arbitro Turpin: su Wikipedia diventa "ultras romanista"
Il direttore di gara dell'andata del quarto di finale di EL fra Milan e Roma è stato definito scarso da qualche tifoso milanista
Udinese-Roma, De Rossi farà un po' di turnover: le possibili mosse
L'allenatore giallorosso potrebbe lasciare in panchina inizialmente Dybala ed El Shaarawy, ma non solo
Udinese-Roma, dove vedere il match del Bluenergy Stadium in diretta TV e in streaming
Domenica 14 aprile alle ore 18 la Roma di Daniele De Rossi scenderà in campo a Udine per la 32esima giornata di Serie A: ecco dove vedere il match
ROMA, 4 clean sheet consecutivi: erano oltre 6 anni che non accadeva
Era dall'ottobre 2017, dalla Roma di Di Francesco che i giallorossi non mantenevano...
Mancini: "Si è parlato tanto di me dopo il derby. Siamo una squadra vera"
Le parole a caldo del difensore giallorosso, decisivo anche contro il Milan dopo il gol nel derby
Gazzelle ai fan durante il concerto: "Quanto sta la Roma?
Nel corso del concerto di ieri il cantautore romano ha chiesto informazioni sul match dei giallorossi
Cristante ammonito e squalificato per il ritorno di EL contro il Milan
Un'assenza che preoccupa un po' De Rossi in vista del ritorno di giovedì prossimo
Milan-Roma 0-1: le pagelle dei giallorossi
Nessun voto basso fra i giocatori della Roma
De Rossi ha sorpreso il Milan così: le mosse decisive
Il tecnico giallorosso e il suo staff hanno preparato la sfida di EL contro il Milan in questo modo
Milan-Roma, Smalling: "Una serata speciale, ho vissuto una stagione difficile"
Chris Smalling ha giocato un'ottima gara a San Siro: le sue parole dopo il match vinto dalla Roma
 Gio. 11 apr 2024 
Capello ricorda la Roma, spunta un retroscena dal passato: che rivelazione!
Fabio Capello non dimentica la Roma: il retroscena prima della sfida con il Milan.
De Rossi come Totti: anche lui ha il suo murales
Daniele De Rossi sempre più nel cuore dei tifosi. Anche lui ha il suo murales dedicato.
Milan-Roma, Orlando: "De Rossi non è Mourinho, non farà barricate"
Secondo l'ex calciatore la Roma andrà a San Siro a giocarsi la partita: "Il Milan concede sempre qualcosa"
Milan-Roma, Paulo Sousa sceglie i rossoneri: "Hanno più risorse"
L'ex tecnico di Fiorentina e Salernitana vede favoriti i rossoneri ma esalta Dybala: "E' un giocatore importante"
Milan-Roma, certezze su Smalling: spazio all'inglese in difesa
De Rossi ha fatto le sue scelte per il reparto arretrato.
Capello-De Rossi, la gag a Sky fa impazzire i tifosi
Simpatico siparietto fra De Rossi e l'ex allenatore giallorosso ora a Sky.
Milan-Roma si vedrà in chiaro: ecco chi sarà il telecronista
La telecronaca del derby italiano in Europa sarà affidata a Bizzotto
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>