RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 12 aprile 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
   
   

L'Inter paralizza la Roma: Thuram-gol e Inzaghi torna primo. Lukaku fantasma

I nerazzurri schiacciano i giallorossi che pensano solo a difendersi, il francese decide a 10' dalla fine. Mou paga la tattica rinunciataria
Domenica 29 ottobre 2023
L'Inter batte anche la Roma, centra la terza vittoria in una settimana dopo la sosta per le nazionali e si riprende il primo posto solitario in classifica che la Juventus le aveva portato via ieri sera. Nel pomeriggio della grande contestazione all'ex Lukaku, fischiato dal primo all'ultimo minuto, il popolo nerazzurro esulta grazie al suo erede, Marcus Thuram che timbra il gol decisivo (il quinto nel 2023-24) sull'assist del solito Dimarco. San Siro ribolle di gioia per un'affermazione meritata: la Roma tira in porta una sola volta con Cristante nella ripresa e per il resto pensa solo a difendersi, con il belga annullato da Acerbi. Gli uomini di Inzaghi invece centrano anche due legni con Calhanoglu e Carlos Augusto e legittimano un inizio di stagione super con 10 affermazioni nelle prime 13 gare ufficiali (8 su 10 in A). Un passo da scudetto anche se la concorrenza non molla.

L'INTER NON SFONDA — Inzaghi va con i titolarissimi e, rispetto alla gara contro il Salisburgo di martedì, rimette nella formazione iniziale Acerbi, Barella, Dimarco e Thuram (in tribuna c'è il padre Lilian). Mourinho, che si vede la sfida dalla tribuna stampa, ha fuori sette elementi tra i quali Dybala, Pellegrini e Smalling, ma in attacco c'è Lukaku, ex fischiatissimo, accanto ad El Shaarawy. L'Inter parte forte, prova a schiacciare la Roma e dopo 6' una sassata di Calhanoglu dal limite si stampa sulla traversa, a Rui Patricio battuto. I padroni di casa tengono più la palla, la fanno girare e poi cercano lo scatto in profondità di Thuram che con un paio di sgasate crea pericoli. Anche Dumfries a destra incide: prima del quarto d'ora salta Zalewski e pennella per l'attaccante francese che si vede negare il gol da un riflesso di Rui Patricio con il piede. La Roma è in difficoltà soprattutto sul lato dove affonda l'olandese, ha Lukaku poco incisivo perché francobollato da Acerbi e si salva anche sul sinistro di Dimarco, di poco a lato. Inzaghi ordina spesso i cambi di gioco per allargare le maglie della difesa giallorossa, mentre in fase di non possesso non pressa sempre: a volte preferisce che gli avversari si alzino e lascino un po' di metri alle loro spalle per "colpirli" con una ripartenza. In attacco, però, la formazione di Mou è poca cosa: al 45' i giallorossi hanno zero tiri tentati (non accadeva dal 2004-05), i nerazzurri sono a quota 12 ma solo uno è nello specchio difeso dal numero uno portoghese.

IL TIMBRO DI MARCUS — La ripresa inizia con Darmian al posto dell'ammonito Pavard e con un colpo di testa di Thuram di poco sul fondo. L'atteggiamento tattico delle due formazioni è sempre lo stesso: l'Inter continua a tenere il pallone (65% all'intervallo), la Roma copre i varchi e, anche se Lukaku è poco servito, accenna il contrattacco. Mourinho vede ammoniti nei primi cinque minuti della seconda frazione sia Ndicka sia Paredes (era diffidato), ma non si scompone. Perché la sua squadra concede qualcosa senza però sbandare. La Roma si fa vedere per la prima volta dalle parti di Sommer con una punizione di Paredes ribattuta dalla barriera, ma il vero pericolo lo svizzero lo corre con un colpo di testa di Cristante che costringe l'ex Bayern a un bell'intervento. L'Inter risponde con un tiro da fuori di Mkhitaryan, deviato in angolo. I nerazzurri non hanno più il ritmo del primo round e la Roma si difende senza soffrire come nel quarto d'ora iniziale. Inzaghi capisce che deve cambiare qualcosa e lo fa ancora una volta con un'intuizione giusta: inserisce Asllani e Frattesi per Calhanoglu e Mkhitaryan. Mourinho risponde con Celik al posto di Zalewski. L'Inter, che aveva cercato a lungo di sfondare a destra con Dumfries, va più spesso a sinistra da Dimarco e l'esterno mancino sforna prima un cross pericoloso (non concretizzato da Dumfries) e poi, su apertura panoramica di Asllani, serve a Thuram l'assist dell'1-0. San Siro esplode e il figlio di Lilian si abbraccia con Lautaro sotto la Curva Nord. Lukaku invece è impietrito a centrocampo. Mourinho getta nella mischia Aouar per El Shaarawy e Belotti per Bove; Inzaghi "spende" Carlos Augusto per Dimarco e De Vrij per Dumfries. Ora l'Inter si ritrae per gli ultimi 5 minuti più recupero di forcing romanista, con Azmoun al posto di Paredes. Carlos Augusto con un grande numero centra in pieno la traversa, ma senza il raddoppio San Siro deve trattenere il fiato fino alla fine, quando Cristante ci prova da fuori senza trovare lo specchio (93'). Poi inizia la festa dell'Inter, di nuovo capolista.
di Andrea Ramazzotti
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 11 apr 2024 
Deputato irlandese contro la Juventus: lo sfogo in Parlamento fa impazzire i tifosi
Mick Wallace torna al Parlamento Europeo con la maglia del Torino e sfoga l'adrenalina pre-derby
Capello ricorda la Roma, spunta un retroscena dal passato: che rivelazione!
Fabio Capello non dimentica la Roma: il retroscena prima della sfida con il Milan.
De Rossi come Totti: anche lui ha il suo murales
Daniele De Rossi sempre più nel cuore dei tifosi. Anche lui ha il suo murales dedicato.
Milan-Roma, Orlando: "De Rossi non è Mourinho, non farà barricate"
Secondo l'ex calciatore la Roma andrà a San Siro a giocarsi la partita: "Il Milan concede sempre qualcosa"
Milan-Roma, Paulo Sousa sceglie i rossoneri: "Hanno più risorse"
L'ex tecnico di Fiorentina e Salernitana vede favoriti i rossoneri ma esalta Dybala: "E' un giocatore importante"
Milan-Roma, certezze su Smalling: spazio all'inglese in difesa
De Rossi ha fatto le sue scelte per il reparto arretrato.
Capello-De Rossi, la gag a Sky fa impazzire i tifosi
Simpatico siparietto fra De Rossi e l'ex allenatore giallorosso ora a Sky.
Milan-Roma, c'è anche l'Ambasciatore USA: il retroscena
Presenze illustri a San Siro per il match di Europa League.
Europa League, il guadagno della Roma se batte il Milan e approda in semifinale
Un cospicuo bottino per chi si imporrà nella doppia sfida
Milan-Roma si vedrà in chiaro: ecco chi sarà il telecronista
La telecronaca del derby italiano in Europa sarà affidata a Bizzotto
EL, Roma: due pericolosi tabù da sfatare
In meno di tre mesi sulla panchina della Roma, De Rossi è riuscito a rilanciare le ambizioni giallorosse, impantanate nei limiti di una prima parte di stagione ben al di sotto delle aspettative.
Champions League 2024-2025: la Roma può entrare come testa di serie
Con il ranking attuale Roma e Inter sarebbero teste di serie nella prossima Champions League
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>