RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 26 febbraio 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

TRPISOVSKY: "Per noi è bellissimo giocare in questo stadio contro la Roma di Mourinho"

EUROPA LEAGUE 2023/2024 - FASE A GIRONI: 3ªGIORNATA, ROMA-SLAVIA PRAGA
Mercoledì 25 ottobre 2023
Queste le parole di Jindřich Trpišovský, tecnico dello Slavia Praga, in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Roma.

Qual è lo stato di salute della squadra prima della partita con la Roma?
"La Roma si sta riprendendo, la nostra rosa è completa ad eccezione di Petr Ševčík, che è rimasto a Praga e si sta riprendendo da un infortunio a Ginevra. Martedì tutti si sono allenati, hanno recuperato e sono disponibili. Certo, può ancora succedere qualcosa nell'allenamento prepartita o nel riscaldamento mattutino, ma per il momento le cose sembrano buone".

Ti ricordi la sfida della stagione 1995/1996?
"Le testimonianze dicono che all'epoca fu una stagione eccezionale per lo Slavia, un enorme successo. Ho guardato quella partita in salotto in TV. Ricordo l'unica azione dei tempi supplementari, Jirka Štajner ha colpito di testa per Jirka Vávra e ha segnato un gol come un fulmine a ciel sereno per la Roma. Fu una partita che la storia ricorda come una sconfitta sfortunata per loro. Si è rivelato un enorme successo, culminato in una doppia partita con il Bordeaux".

Lo stadio Olimpico?
"Mi sono trovato benissimo qui, adoro questi stadi storici, visitare questi stadi è l'esperienza più bella a parte la partita in sé. Puoi immergerti nella storia che si respira su queste mura, puoi sentire le grandi partite che si sono giocate qui. Lo senti dal momento in cui arrivi all'ingresso dello stadio. Sono entusiasta di poter visitare un simile tempio del calcio e della città".

Questa è la partita più importante degli ultimi anni?
"Decisamente. Prima ci ha colpito il COVID-19, che ha svuotato gli stadi, e poi è arrivata la Conference League, alla quale mancano gran parte delle potenze egemoni europee, anche se la sua qualità è altissima. Non vedo davvero l'ora, paragonerei la partita al livello della Champions League. Giochiamo in un tempio del calcio contro la squadra di José Mourinho. Con una squadra che nelle ultime due stagioni è arrivata due volte alle finali europee e che ha in rosa diverse stelle. Sarà una grandissima esperienza per tutto lo Slavia, non vediamo l'ora".

Hai detto che eri affascinato dall'ingresso allo stadio, in che senso? Dei cimeli che hai visto appesi al muro, cosa scegli?
"Non puoi scegliere, è terribilmente difficile descrivere quel momento. Tante maglie, trofei, cimeli. Splendore unico. Già l'illuminazione e l'intero design sono fantastici. È un momento speciale entrare in questi posti. Noi amiamo questi stadi storici, il nostro obiettivo è che anche lo Slavia possa averlo. Ecco perché siamo qui. Ma se dovessi scegliere una cosa, vorrei un modello in scala enorme dello stadio e dei suoi dintorni, non l'ho visto da nessuna parte. L'intero ambiente dello stadio è molto ben fatto. Ti senti come se fossi in un museo, vuoi andare sempre più piano per godertelo, per assaporarlo".

José Mourinho ti ha elogiato molto ultimamente. Ha detto che lo Slavia è una squadra della Champions League. Lo vedi come parte della battaglia mentale prima della partita o come un grande complimento?
"Prima di tutto probabilmente ha visto la nostra partita a Teplice, forse non ha sbagliato, perché non ci sottovaluterà. Come allenatori, vediamo molte partite degli avversari e possiamo stimarne la forza. Una cosa è la qualità dei giocatori e un'altra sono gli avversari. Sono state belle parole e dobbiamo cercare di concretizzarle e confermarle sul campo qui e tra due settimane a Praga. Per noi sarebbe l'onore più grande".

Cosa diresti a Mourinho?
"È la più grande leggenda tra gli allenatori, un'icona della mia infanzia, ha governato il mondo del calcio. Ho guardato le partite del Chelsea con Drogba, Cech, Kante, la loro epoca gloriosa. Come ho detto, per me è la più grande icona del coaching. Anche se siamo in Europa con lo Slavia da sette anni, abbiamo alle spalle grandi partite, per noi è assolutamente eccezionale. Come Slavia, apprezziamo davvero di poterlo incontrare".

Mourinho ha detto in conferenza stampa che ha visto giocare lo Slavia in due modi: nel derby con lo Sparta in maniera più difensiva e più offensiva in tutte le altre partite. Come vorresti che fosse giovedì?
"Il derby è stata una partita particolare, forse non si ripeterà mai più. Sono stati giocati 38 minuti puliti, non era calcio, ma qualcos'altro. Per me l'augurio più grande, per come voglio che lo Slavia si presenti giovedì, è il coraggio. In passato lo abbiamo fatto anche nei big match. La maggior parte dei giocatori lo sperimenterà per la prima volta, credo che reggerà. Sappiamo che arriverà un folto gruppo di tifosi. Voglio che vivano uno Slavia coraggioso e attivo. Cercheremo di eguagliare i nostri avversari in tutti i parametri, forse anche di superarli in alcuni.''

Condividi uno stile di calcio diverso con José Mourinho, ma nonostante ciò, ti ha ispirato in qualche modo?
"Al cento per cento. Conosco tanti allenatori che hanno provato a imitarlo. Ho due libri a casa che raccontano la sua vita. Li ho sfogliati molte volte. Menzionatelo ovunque sul pianeta e tutti sapranno chi è. Questo dice tutto. Ricordo principalmente il cammino con l'Inter in Champions League e il suo legame con i giocatori. Quella volta ha lasciato giocare Materazzi negli ultimi minuti della finale, quindi ha un legame magico con la panchina e allo stesso tempo trasuda da lui un rispetto incrollabile".

Vista la situazione del girone giocate per il primo posto. Come ti sembra? Conviene giocare la prima partita in trasferta?
"Avremmo preferito giocare la prima partita in casa, perché di solito riusciamo a mostrare qualità nella prima partita e l'avversario è più preparato per la seconda. Siamo contenti di avere sei punti dopo due partite. Ora dobbiamo lottare per il primo posto. Abbiamo un gruppo completo e giovedì dobbiamo lavorare per mantenere questa posizione. Le restanti due squadre hanno zero punti e si affrontano, quindi almeno una o entrambe segneranno. Siamo entrati bene nel girone, ora ci aspetta un grande doppio match, dove potremo raggiungere l'attuale tetto slavo della squadra emergente".

Può rivelare un altro nome della formazione secondo la sua tradizione europea? Tranne Tomas Vlcek.
"Mi fa piacere che me lo chiediate, non c'è bisogno di tirarlo fuori (ride). Tomas non era chiaro, ma giocherà. Questa è la prima cosa che abbiamo deciso. Non so cos'altro posso rivelare che possa interessarvi. Ma Lukas Masopust giocherà, ancora una volta in una posizione non convenzionale per lui, che speriamo possa gestire bene come ha fatto con le precedenti".
COMMENTI
Area Utente
Login

Conference League - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 25 feb 2024 
Abraham vede la fine: ecco quando potrebbe tornare
L’attaccante inglese dopo il grave infortunio al ginocchio attende l’ok del chirurgo che lo ha operato. De Rossi lo aspetta
 Sab. 24 feb 2024 
Svilar: "Notte in bianco dopo i rigori parati. Possiamo fare qualcosa di speciale. Ricorderò..."
“Ricorderò per sempre la corsa sotto la Sud. Sento il supporto della società”
 Ven. 23 feb 2024 
 Gio. 22 feb 2024 
Roma, palla ai campioni: riecco Dybala e Lukaku per battere il Feyenoord
Stavolta tocca davvero a loro, Romelu Lukaku e Paulo Dybala, quasi come fossero...
 Mer. 21 feb 2024 
Roma-Feyenoord, De Rossi si affida al trio delle meraviglie
Il tecnico punta su Dybala, El Shaarawy e Pellegrini che un anno fa, sempre in Europa League, furono protagonisti della rimonta sugli olandesi
 Mar. 20 feb 2024 
 Dom. 11 feb 2024 
Dalla Germania, Mourinho pronto a ripartire dopo l'esonero dalla Roma: ci pensa il Bayern Monaco
LA BILD: DALLA GERMANIA: MOURINHO STUDIA IL TEDESCO PER IL BAYERN
 Ven. 09 feb 2024 
Lo aveva "sostituito" a Roma, ora è la variabile impazzita: Inter, Mkhitaryan sfida De Rossi
Nel 2019 l'armeno arrivò in giallorosso come uomo d'esperienza dopo l'addio del capitano, adesso può metterlo in difficoltà nel suo primo big match di Serie A da allenatore
 Gio. 08 feb 2024 
Roma, report Uefa dell'Europa League: quanto ha incassato il club giallorosso
Svelata la cifre definitiva per la società finalista contro il Siviglia nella scorsa stagione: tutte le voci nel dettaglio
 Lun. 05 feb 2024 
Mourinho ha lasciato nell'armedietto di Pellegrini l'anello regalatogli dalla squadra, il retroscena
Il centrocampista, capitano della squadra, ha trovato l'accessorio nel pensile del suo posto nello spogliatoio
 Dom. 04 feb 2024 
Roma in lutto, è morto Giacomo Losi. Il messaggio del club: "Sempre nel nostro cuore"
Si è spento ad 88 anni l'ex capitano che ha indossato per 15 anni la maglia giallorossa
 Ven. 02 feb 2024 
CALCIOMERCATO, dall'Inghilterra, Zaniolo tornerà al Galatasaray: l'Aston Villa non lo riscatterà
Arrivano novità sul futuro di Nicolò Zaniolo. L'Aston Villa non è intenzionato a...
Mourinho, auguri speciali al figlio con la Conference League
L'ex allenatore della Roma è tornato sui social per un giorno particolare, tutto dedicato al figlio José Mario con una nota di giallorosso
 Gio. 01 feb 2024 
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Kumbulla al Sassuolo
MARASH KUMBULLA CEDUTO A TITOLO TEMPORANEO AL SASSUOLO
 Ven. 26 gen 2024 
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Matias Vina al Flamengo
Roma, ufficiale la cessione di Vina al Flamengo: i giallorossi incassano 8 milion
 Mar. 23 gen 2024 
Petrachi: "Alla Roma non ha funzionato la mia distanza con Pallotta. Feci un mercato straordinario"
L'ex direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi (giallorosso nella stagione...
 Sab. 20 gen 2024 
Roma-Verona, l'Olimpico saluta Mourinho: "Hai difeso la nostra storia. Grazie José"
News as roma: tutte le notizie Tanti striscioni per lo Special One: "È stato un piacere averti dalla nostra parte"
 Ven. 19 gen 2024 
De Rossi, ora i tifosi aspettano il ritorno di Totti. L'ex capitano in attesa della chiamata
Il tecnico giallorosso ha parlato in conferenza stampa dell'ex numero 10: «Ci siamo sentiti, presto staremo insieme»
Bove studia da nuovo capitan futuro insieme a De Rossi
Mourinho lo ha lanciato e il suo esonero lo ha colpito fino alle lacrime. Ma con Daniele il rapporto e la stima vengono da lontano
Roma, i tifosi salutano Mourinho. Manifesti in città: "Grazie mister"
L'allenatore portoghese resta nel cuori di tutti i romanisti per quello che ha fatto in questi due anni e mezzo
 Gio. 18 gen 2024 
Un manifesto per Mourinho: la commovente dedica dei tifosi della Roma
La tifoseria giallorossa non ha ancora metabolizzato l'esonero dello Special One: i dettagli
 Mer. 17 gen 2024 
E ora dove va Mourinho? Premier, Brasile o l'opzione Arabia
In Inghilterra si parla di lui per il Newcastle, ma ci sono altre porte aperte dopo Roma per lo Special One
Mourinho Solitario y Special. Se ne va in lacrime
Due anni e mezzo, un trofeo, un’altra finale e i sold out: l’eredità di José è nell’amore dei tifosi che non lo hanno mai lasciato solo
Mourinho rompe il silenzio: il messaggio sui social dopo l'esonero
Il tecnico portoghese ha pubblicato un video e una serie di parole per sintetizzare le emozioni provate nella sua avventura in giallorosso
 Mar. 16 gen 2024 
Zaniolo e il post social su Mourinho: il messaggio diventa virale
"Special One" esonerato: il messaggio emozionante dell'ex attaccante della Roma ricorda la finale di Tirana
UFFICIALE: JOSÉ MOURINHO NON È PIÙ IL RESPONSABILE TECNICO DELL'AS ROMA
Mourinho è stato esonerato. I Friedkin: "Conserveremo grandi ricordi ma è necessario cambiare"
 Lun. 15 gen 2024 
Crescono gli anti-Mou: "Esonero subito". Le cessioni (che non si sbloccano) e la società...
La società (che non parla): cosa succede ora. Il direttore sportivo, Tiago Pinto, è stato messo alla porta e nonostante questo è l’unico dirigente ad apparire davanti alle telecamere nel pre-partita di ieri. Dopo la sconfitta, invece, si è presentato solo Andrea Belotti. Non pervenuta la Ceo Lina Souloukou. Il risultato, dunque, è un tutti contro tutti sui social dove il principale colpevole rischia di diventare lo Special One
 Ven. 05 gen 2024 
Rebus Roma: americani, pensateci bene
La situazione in casa giallorossa dopo l'imminente addio di Tiago Pinto e il corteggiamento della Nazionale brasiliana a Mourinho
 Gio. 04 gen 2024 
Da Mou e Dybala a Vina e Renato Sanches: i top e i flop di Tiago Pinto alla Roma
Grandi colpi come il tecnico portoghese e la Joya ma anche fallimenti come l'ex Genoa e il centrocampista: il meglio e il peggio del mercato del ds in uscita dei giallorossi
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>