RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 4 marzo 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

MOURINHO: "Ho rifiutato più grande e pazza offerta fatta ad un allenatore, oggi sono diventato..."

ROMA-FROSINONE, LA CONFERENZA STAMPA DI JOSE' MOURINHO: "Siamo peggiorati quando abbiamo messo Cristante in difesa. Oggi sono diventato io il problema... Non lo accetto perché non è vero. Solo la proprietà può mandarmi via"
Sabato 30 settembre 2023
Domani ci sarà la delicata sfida casalinga tra Roma e Frosinone, in programma alle 20:45. Come di consueto si è tenuta la conferenza stampa della vigilia di Mourinho, reduce dal deludente 4-1 di Marassi. Ecco le sue parole:

Come deve ripartire la Roma?
"Non dobbiamo cercare alcun alibi, abbiamo avuto tre partite prima di finire il mercato, quell'unico punto conquistato ci ha lasciato in una situazione dove tanti giocatori avevano un peso. Ho pensato che dopo l'incredibile risultato contro l'Empoli e la vittoria in Europa League che quel peso usciva dalle spalle della gente, sia in campo che fuori campo. Non è successo così con il pareggio a Torino in condizioni normali, visto quello che succede in questa stagione dove squadre potenzialmente che giocano per posizioni inferiori possono fare risultato con squadre superiori. Dopo una buona partita, è diventato un punto negativo con il Torino perché avevi pochi punti, se ne avessimo avuti 7-8 era diverso. Con il Genoa mi aspettavo continuità e miglioramento, ma non è successo. Se vogliamo dire cosa sia accaduto, sono successe tante cose, svantaggio, pareggio, di nuovo in svantaggio. Anziché migliorare, abbiamo peggiorato subito. Con Cristante in difesa la squadra ha peggiorato, quando siamo passati a 4 siamo peggiorati ancora, Cristante e Ndicka non hanno mai giocato a 4. Sembrava che potessimo pareggiare, arriva invece il terzo gol su palla inattiva, poi il quarto arriva fuori contesto. Quello che dobbiamo fare è avere il coraggio di entrare in campo e accettare una reazione di grande romanismo che può essere appoggio fantastico oppure una manifestazione negativa, dobbiamo avere il rispetto di queste possibili manifestazioni e avere il coraggio di giocare contro una buona squadra che sta psicologicamente bene. Sarà difficile perché abbiamo una pressione extra, serve avere coraggio anche se abbiamo lavorato solo due giorni. Non c'è molto più da fare se non avere coraggio e personalità, peccato non si giochi oggi".






CONTRO ACNE BRUFOLI ANTI-AGE


Serve una scossa, accetterebbe il rinnovo?
"Parliamo di una situazione ipotetica e non mi piace parlare di questo. Se non è successo, non ti posso dare una risposta. Quello che posso dire, anche se non è la risposta che ti aspetti, non vado proprio diretto, è che tre mesi fa più o meno, parliamo del periodo di Budapest, tre mesi fa c'era quasi un dramma a pensare che io potessi andare via. A Budapest, in campo, ho detto ai giocatori e allo staff che sarei rimasto, due-tre giorni dopo abbiamo giocato contro lo Spezia ed ero squalificato, torno in campo dopo la partita e ho detto ai tifosi che sarei rimasto. Due-tre giorni dopo, ho trovato il presidente Dan Friedkin e gli ho dato la mia parola che sarei rimasto. Durante le vacanze, ho avuto la più importante e più pazza offerta di lavoro nella storia del calcio e l'ho rifiutata per la parola ai miei giocatori, ai miei tifosi e la parola al mio proprietario. Tre mesi dopo sembra che io sia un problema e non lo accetto, non leggo e non sento le tv, però ho amici, giocatori, collaboratori, gente che mi fa arrivare certe cose e non lo accetto. Non lo accetto perché non è vero, io non sono un problema. Il calcio e la vita, le cose sono multifattoriali, non si può dire neanche nel momento della vittoria, non l'ho mai fatto, non si può mai dire che il responsabile sia quello lì, lo siamo tutti. Sono tutte piccole cose che succedono all'interno di un club, di un'azienda, di una struttura educativa, è tutto multifattoriale. Quello che tre mesi fa era il più grande problema del romanismo, di Trigoria, dei giocatori, quando tre mesi fa questa persona si compromette con la sua parola, la porto avanti fino al 30 giugno 2024, sarò qui a lottare ogni giorno per i giocatori, per la società, per i tifosi. Solo una persona mi può dire che sia finito tutto prima del 30 giugno ed è Dan Friedkin, solo lui può dirmi di andare via, se non me lo dici io resto fino al 30 giugno, ho dato la parola a tutta Trigoria, ai tifosi, al mondo perché quando parlo io purtroppo parlo al mondo perché la mia carriera è stata fatta così. Sono la stessa persona e fino al 30 giugno io sono qua con i miei giocatori a lavorare per la mia proprietà, solo Dan può mandarmi via oppure Ryan. Non ho paura della pressione esterna, non ho paura dei possibili fischi, se vogliono trovarmi mi trovano a Trigoria, quando decido di andare a cena fuori sto un po' fuori e vado in albergo per uno-due giorni altrimenti sono sempre qua. Non c'è né paura né mancanza di fiducia, domani sono allo stadio con i miei giocatori, insieme come sempre e come sempre dal primo giorno, ci prenderemo le responsabilità di quello che potrà succedere prima, durante e dopo la partita, l'unica cosa che pensiamo tutti insieme è di vincere la partita domani perché la squadra ne ha bisogno".

Dove schiererà Cristante domani e nelle prossime partite fino alla sosta di ottobre? Giocherà davanti alla difesa come mezzala, oppure dietro per sopperire al problema del mercato, cioè che sono rimasti più o meno gli stessi difensori più Ndicka?
"Penso che Pinto sia stato qua nei primi giorni di agosto e penso abbia fatto una buona spiegazione, ah sì era settembre giusto. Pinto ha spiegato bene, ha spiegato come la Roma debba ovviare al suo Financial Fair Play, si devono prendere certe decisioni e sai che sono rischiose. Hai dimenticato di dire che Ibanez non c'è più, non abbiamo Kumbulla che è infortunato e l'anno scorso ci dava una mano. Con Smalling out siamo rimasti in tre in un periodo dove si gioca ogni tre giorni, fai tipo otto partite in un corto spazio di tempo. L'infortunio di Llorente fa parte di Diego, è la sua storia clinica e ci ha messo in difficoltà. Come dicevo prima ad Angelo o a Juric, non è il momento di trovare alibi o incolpare qualcuno, questa è una conseguenza di una situazione del Fair Play Finanziario, è una situazione che già conoscevo e poteva succedere. Con il Genoa, il miglior momento è stato il gol e nel momento che facciamo il gol, sembrava stessimo sviluppando qualcosa ma siamo stati forzati a fare un cambio. Non mi piace parlare individualmente dei giocatori, ma ora Cristante ci dà di più, ha avuto un'evoluzione fantastica, nella velocità di esecuzione, non era propriamente un genio con la palla, ma è diventato più sveglio obiettivamente, è importante per noi. La squadra ha peggiorato quando è passato dietro, poi dopo arriverà la domanda di Lo Monaco se giochiamo a 3 o a 4 che è una domanda normale. Per giocare a 4 possiamo giocarci solo con El Shaarawy e Costa, che sarà convocato. Se parlate di Dybala, voi dite che sembrava molto stanco in queste due partite, ho un amico che mi rompe sempre a riguardo. Non dovrei parlare di queste cose con voi, abbiamo una partita domani difficile, importante, una pressione extra, dobbiamo giocarla al massimo della nostra potenzialità. Se mi aspetto di più dai giocatori? Sì, mi aspetto di più da me stesso perché sono sempre molto esigente, però mi aspetto anche di più dai giocatori, quando prendo due gol da palla inattiva, io alleno le palle inattive difensive ma non alleno pure la costruzione bassa per aprirsi sulla linea, non ho detto di lasciare Lukaku da solo lì davanti. Mi aspetto di più da me e da loro. Ho una cosa con i giocatori che senti, senti più meno più meno, ma questi ragazzi sono miei amici, io sono amico loro. Non esiste solo empatia di lavoro, c'è empatia fra di noi e questa è una base che non ha prezzo in questi momenti qua. L'allenatore è un uomo solo nei momenti difficili, ma con loro no. Sono un po' più solo perché a me piace stare solo, mi piace nascondermi, isolarmi qualche volta, ma con i miei giocatori non mi sono mai sentito da solo. Mi aspetto di più in campo, mi aspetto una mentalità, una fame, una responsabilità diversa e anche gente nuova che è arrivata penso che crescerà alla velocità che gli facciamo vedere come siamo noi. Per darti un esempio, Ndicka come difensore puro e Ibanez mai nella vita, c'è una differenza enorme. Ndicka è più bravo con la palla, ma Ibanez faceva errori con possesso palla e ha fatto errori in partite che non si dimenticano. Con il Genoa abbiamo avuto 7 angoli a favori, su 7 angoli nemmeno una volta abbiamo attaccano prima la palla e come fai a fare gol? Mi aspetto di più dai giocatori e da me stesso, però è più facile dire questo quando c'è amicizia, ho bisogno di più".

Spalletti disse che il terzo anno è difficile farsi capire dai giocatori. È verè che è può complicato incidere?
"Non la penso così, penso che se una persona sta bene non cambia. Non c'è terzo, quinto, decimo anno che tenga. Anche nel primo anno ci sono dei problemi, se parli anche di rapporti umani possiamo essere amici anche dopo 50 anni. Penso che sia tutta una maratona, in questo caso la maratona di 4-5 anni che sei in una squadra, quando tu non senti questo amore tu senti che devi dire basta. Qualche volta sei stanco di un rapporto anche senza problemi, ci sono allenatori che hanno tanti soldi da spendere, che cambiano giocatori con facilità tremenda, per dire il Manchester City ha Guardiola e può pagare 100 milioni. Penso che il punto di partenza non siano gli anni, ma un rapporto che esiste o non esiste, in questo caso il rapporto esiste. Non voglio tornare alla domanda di Juric sul rinnovo perché è ipotetico, perché da questa porta qua lavoro ogni giorno, mi piace tantissimo e non posso dire che ho avuto dei club dove mi è piaciuto lo stesso o dove mi è piaciuto di più in un altro posto".

C'è una mossa alla Mourinho per risolvere i problemi della Roma?
"Cosa vuoi che ti dica... la risposta che ti voglio dare è quando ho fatto lo scemo con te e ti ho dato una risposta di m***a e poi mi sono scusato. C'è qualcosa che non è andato bene ed è in questo tipo di momenti che uno si deve isolare, una cosa è isolare perché gli altri ti vogliono isolato, non ti vogliono bene e non stanno con te lasciandoti solo. È la cosa più comune, quando si perde l'allenatore è un uomo solo. Un'altra cosa è quando tu sei solo per una tua opzione, è il mio caso. Negli ultimi 2 giorni sono andato a letto alle sei del mattino dopo le partita, poi alle 12:15 alle 19:00/19:30 decidere da solo. Quando hai questo momento, tanta gente parla fuori ma anche dentro. Chi mi dice una cosa, chi mi dice un'altra, se vado da loro sento tante cose perché tutti hanno un'opinione. Ho fatto una riunione ieri con i giocatori e ho iniziato a dire che avrei fatto delle domande e avrei risposto alle domande. Mi sono messo dalla parte dei giocatori e ho risposto come fossero loro, se io dovessi sbagliare tu calciatore devi interrompermi. Ho fatto dieci domande, nessuno mi ha mai detto che avevo sbagliato, ho risposto come avrebbero voluto loro. Conosco loro molto bene e perché non volevo sentire altre campane, volevo dirti questo l'altra volta e invece ti ho detto quella ca***ta lì, ti chiedo di nuovo scusa".


COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 03 mar 2024 
SERIE A, Napoli-Juventus 2-1, gli azzurri salgono al 7° posto
Il posticipo domenicale di Serie A regala una vittoria di prestigio al Napoli che...
Vicepresidente Commissione Europea a Gualtieri: "Chiedo uno stadio per la Roma"
Frans Timmermans si è rivolto direttamente al Sindaco della Capitale per la costruzione del nuovo impianto concludendo l'argomento con una battuta: "Bravo De Rossi no?"
Brighton in crisi e con mezza squadra fuori. De Zerbi: "A Roma non devo dimostrare nulla"
Momento difficile per la squadra inglese (4 sconfitte nelle ultime 7 partite). Il tecnico italiano: "La buona notizia? Non ci sono nuovi infortunati. L’importante è trovare la giusta energia prima di giovedì, quando giocheremo una partita storica che ci siamo meritati di giocare"
SERIE A, Atalanta-Bologna 1-2. Nerazzurri a -1 dalla Roma
Al Gewiss Stadium vince il Bologna: nella 27esima giornata di campionato la squadra...
Quando De Rossi andava a lezione da De Zerbi: i retroscena
I due si sono incrociati a fine giugno quando il tecnico del Brighton tenne una lezione a Coverciano: l'allenatore della Roma era tra i presenti
SERIE A, Lazio-Milan, Rocchi si scusa con la Lazio per l'arbitraggio di Di Bello
"La direzione di Lazio-Milan da parte di Di Bello mette in imbarazzo l'Aia, e soprattutto...
SERIE A, Verona-Sassuolo 1-0: Lesione del tendine d'Achille per Berardi, stagione finita
È terminato con la vittoria del Verona il match salvezza delle 12:30 contro il Sassuolo....
Roma-Brighton - Le Probabili Formazioni
EUROPA LEAGUE 2023/2024, ANDATA OTTAVI DI FINALE
TRIGORIA 03/03 - La ripresa degli allenamenti: out Kristensen e Karsdorp. Domani giorno di riposo
ALLENAMENTO ROMA - Il danese svolgerà gli esami strumentali nelle prossime ore, mentre Rick punta a tornare tra i convocati giovedì
Roma-Brighton, dove vederla in diretta TV in chiaro: orario, canale e diretta streaming
EUROPA LEAGUE 2023-2024, ANDATA OTTAVI DI FINALE
Il dato della Roma di De Rossi che esalta i tifosi: anche l'Inter è dietro
La squadra è diventata la fabbrica del gol: Lukaku e Dybala in doppia cifra e in campionato…
Roma formato Champions con i Fantastici 4
I giallorossi vincono a Monza. Per De Rossi 6 vittorie in 7 partite
Roma, accelerata per l'erede di Tiago Pinto: incontro con Modesto
Prima del match contro il Monza appuntamento tra la Souloukou e il dirigente: ecco la situazione
Roma, i meriti di Daniele De Rossi
La nuova preghiera laica del romanista euforico comincia così: Eupalla, proteggi...
Monza-Roma 1-4, Le Pagelle dei Quotidiani
27ªGiornata di Serie A
 Sab. 02 mar 2024 
SERIE A, Monza-Roma 1-4 nella storia: è la vittoria numero 1300 del club giallorosso
La vittoria per 1-4 contro il Monza entra nella storia della Roma. La squadra di...
BEAUTYLEI | Crema Antiacne BIO 🌿 Combatte Brufoli e Punti Neri, Macchie
✅ 🌿 📃 💬 📃 🧾 ⬜ 🇮🇹...
SERIE A, Torino-Fiorentina 0-0
Cala il sipario allo Stadio Olimpico di Torino! Marchetti manda i titoli di coda...
Palladino: "Risultato bugiardo, condizionato da errori arbitrali"
Le parole del tecnico del Monza dopo il poker subito dalla Roma: "De Rossi ha liberato la squadra. Risultato bugiardo, ci sono stati errori arbitrali"
Huijsen fa dieci presenze: per la Roma c'è lo sconto della Juventus
I giallorossi hanno ottenuto una riduzione sul prestito oneroso del difensore olandese classe 2005
PAREDES: "Il rigorista rimane Dybala. De Rossi parla tantissimo con noi, mi ha sempre dato consigli"
MONZA-ROMA 1-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA PAREDES A DAZN La miglior Roma della...
DE ROSSI: "Se i ragazzi fanno una partita così, vuol dire che possono farlo sempre"
MONZA-ROMA 1-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA, DANIELE DE ROSSI: "Questo gruppo era già coeso, io non ho fatto niente. Ho continuato a gestire gli essere umani, prima dei calciatori, cercando di essere onesto e diretto"
PELLEGRINI: "De Rossi mi sta stupendo molto, per come ci fa lavorare e per come cura ogni dettaglio"
MONZA-ROMA 1-4, LE INTERVISTE POST-PARTITA PELLEGRINI A DAZN Una bella Roma, vi...
Monza-Roma 1-4, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Dybala, una Joya per gli occhi. Pellegrini rivitalizzato da De Rossi
Quanto è bella la Roma di De Rossi: poker al Monza. E torna al gol pure Lukaku
Segnano Pellegrini e il belga nel primo tempo, poi Dybala, rigore di Paredes e rete per i brianzoli di Carboni nella ripresa
Lukaku e Dybala come Dzeko e Salah: il dato
La coppia del reparto offensivo di Daniele De Rossi ha raggiunto la doppia cifra, proprio come l'egiziano e il bosniaco nel 2016/17
MANCINI: "Primo tempo di grande intensità e qualità, ma dobbiamo stare attenti"
FINE PRIMO TEMPO: MONZA-ROMA 0-2 MANCINI A DAZN Come si replica questo primo tempo...
SERIE A, Monza-Roma, Kristensen esce per un infortunio muscolare, al suo posto Celik
All'U-Power Stadium va in scena Monza-Roma, sfida valida per la 27esima giornata...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>