RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 24 aprile 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
   
   

Nainggolan: "Conosco Lukaku, la Roma è perfetta per lui. Tornerei subito alla Roma"

Ex compagno in nazionale, ma anche amico e romanista dentro. Il Ninja è da ascoltare: "Tornerei di corsa alla Roma. Lukaku? Può dare tanto se amato"
Giovedì 31 agosto 2023
Romelu mi ha chiamato poco fa, ma non ho risposto perché stavo pranzando. Lo sentirò più tardi, tanto lui sa che se vuole chiedermi qualche consiglio su Roma con me può stare più che tranquillo". Radja Nainggolan scherza sul suo passato nella Capitale, bello ma anche turbolento, soprattutto nel finale. È amico fraterno di Lukaku, si conoscono da sempre. Per questo è doppiamente contento del suo sbarco a Roma, una città e una squadra che ancora frequenta. Lo abbiamo cercato per ottenere qualcosa di più e di diverso su Big Rom, episodi, aneddoti, confidenze. Ma il Ninja si è preso subito la scena: "Io sarei ancora importantissimo per la Roma".

Ha visto lo spettacolo dei settemila tifosi a Ciampino?
"Sì, l'ho seguito ed è stato emozionante. Però ti posso dire una cosa? Se domani tornassi ci sarebbero ancora più tifosi di quanti ne ho visti a Ciampino martedì".

Il suo rapporto con i romanisti è ancora speciale.
"Sì, ma io parlo di campo. Sono ancora forte, solo che purtroppo i club guardano troppo l'età che per me invece è soltanto un numero. Io sto benissimo. Il giorno che non riuscirò più a correre come prima mi metterò da parte da solo. Mi sento ancora forte, e non è ancora l'ora di chiudere la carriera".

Il centrocampo della Roma avrebbe bisogno di un giocatore alla Nainggolan. Renato Sanches, per certi versi, la ricorda.
"Sì, è vero, anche se adesso si gioca un altro calcio. Ed è un'altra Roma, ha un modo di giocare diverso rispetto alla mia. Se prendi i centrocampisti individualmente sono anche bravi, il problema è trovare il giusto mix. Quindi assemblare il reparto e farli amalgamare rispettando le caratteristiche di ognuno".

Questo manca alla Roma?
"Aouar è un buon giocatore, ma può giocare con gli altri compagni? Il mio centrocampo, all'epoca, era interscambiabile. Pjanic, Nainggolan, Strootman, Keita, De Rossi: chiunque giocasse si adattava a chi era in campo. Dobbiamo capire se questi riusciranno a legare tecnicamente e tatticamente" .

Quindi lei vorrebbe tornare in Italia?
"Sì, ma io costo troppo per queste squadre (ride). Di certo posso ancora dare tanto a una big. Non solo in campo".

Anche fuori?
"Sì, ma lascia stare quello che facevo in passato, all'extra calcio, quelle sono cazzate. Io parlo di spogliatoio, per l'uomo che sono e i miei valori sono sicuro che potrei essere importante per il gruppo. Anche per i giovani. Ma non sono il tipo che si offre, sono le squadre che mi devono scegliere. Però quando vedo la Roma...".

Che succede?
"Mi sale la cattiveria. Mi spiego. Da quando ho lasciato la Roma vedo sempre la squadra ballare tra il quinto e il settimo posto, e questo mi fa stare male. Anzi, mi dà quel veleno che avevo dentro quando scendevo in campo con quella maglia. Per me rimane una piazza che deve sempre stare tra le prime quattro. Lo dico oggi, lo dirò domani e pure tra dieci anni. Speriamo che con un bomber da venti gol sicuri possa finalmente tornare a giocare la Champions".

Quindi ora parliamo di Lukaku?
"Ora sì, e ti dico che sono davvero felice che sia alla Roma. Quindi che abbiamo condiviso - in tempi diversi - anche la maglia giallorossa. È stato un colpo importante per il club".

Anche costoso per un prestito secco di un anno, viste le difficoltà della società.
"Ma le difficoltà le ha sempre avute. Però prima vendeva bene e comprava bene, per questo ogni anno in passato la Roma riusciva a fare comunque risultati positivi. Adesso è più difficile trovare giocatori forti quando la squadra non è in Champions, ma quando arrivano giocatori alla Dybala, alla Lukaku, i tifosi devono festeggiare".

Romelu cosa può aggiungere?
"Ha la mentalità vincente, del grandissimo giocatore. Del professionista. Io lo conosco benissimo, è un ragazzo perbene che dà tutto per la squadra. Non crea problemi, è concentrato sul gruppo e sull'obiettivo ventiquattro ore al giorno. E lui è felicissimo di questa sfida".

Sentendolo nell'ultimo periodo, tra le varie trattative che lo coinvolgevano, cosa si sente di dire alla piazza giallorossa?
"Ricordatevi che se Romelu si sente amato dà sempre qualcosa in più. Ha bisogno di avvertire l'intensità del legame con l'ambiente, con la piazza, con i tifosi. Se percepisce il feeling, in campo arriverà a dare oltre il massimo. Per questo penso che Roma sia la piazza perfetta, è uno degli attaccanti più forti degli ultimi anni".

Rilanciarsi, ha detto.
"Sì, perché alcuni problemi ci sono stati la scorsa stagione. Romelu vorrà anche mettersi in mostra perché ha avuto un po' di difficoltà all'Inter e si è lasciato male".

Serve il vero Lukaku perché alla squadra di Mou mancano i gol.
"Ma non solo. Serviva una punta che pesasse sulla difesa avversaria. La Roma non crea sempre venti occasioni a partita, aveva bisogno di un giocatore che sfruttasse un'unica palla gol e adesso l'ha trovato... Mi ha detto che durante l'estate ha lavorato sodo. È chiaro che lui si inventa i gol, sfrutta le palle che gli arrivano, ma ha bisogno anche un po' di tempo per adattarsi. L'importante è non criticarlo come alcuni tifosi fecero con Dzeko".

Tra Lukaku e l'Inter non è finita bene.
"Facile giudicare senza sapere bene i fatti. Io non so la verità, quindi preferisco non parlarne. Invece qui in Italia è sempre la stessa storia: chiacchierano, sentono, parlano... Poi la verità nessuno la sa. Non mi piace quello che fin qui si è detto sulla vicenda e neanche quello che dicono sulla Roma".

Cioè?
"Che è andato alla Roma perché non aveva altre offerte, perché non c'era nessuno che lo voleva. A parte che nessuno lo sa, ma se anche fosse? Il calcio è così e non ci sarebbe niente di male. Anzi, ti dirò di più: si divertirà di più in una piazza come Roma che in altre piazze un po' noiose... Roma gli darà tanto e lui darà tantissimo ai tifosi".

Beh, di certo lei sarà contento che non sia andato alla Juventus visto il suo rapporto con i bianconeri.
"Certo. La Juve è una grande società, ha vinto nove scudetti di fila, ma la cosa più bella è sempre battere quelli più forti. È stata una sfida personale quella di lottare contro di loro, non sempre ho vinto ma li ho messi in difficoltà. Andare alla Juventus sapendo che avrebbe vinto lo scudetto equivaleva a essere solamente un numero della squadra. Io invece preferisco essere un protagonista. Sono contento che Romelu non sia andato alla Juventus e che abbia scelto la Roma. Di meglio Mou non poteva trovare. Così come Romelu: vivere questa stagione alla Roma, da protagonista, gli farà vivere una seconda giovinezza. Anzi, adesso lo chiamo e glielo dico".
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 23 apr 2024 
Roma, senti l'ex: Balzaretti carica l'Udinese in vista del recupero
Udinese-Roma si avvicina e Federico Balzaretti carica la squadra. L'attuale Direttore Tecnico dei friulani crede nell'impresa.
Udinese-Roma, rebus Cannavaro: quanto può incidere il cambio tecnico in una sfida lampo
Udinese-Roma ricomincia con un'incognita. Quella legata al tecnico. Cannavaro sederà sulla panchina dei friulani. Un taglio netto con il passato. Cosa significa per la Roma.
Napoli-Roma, out Llorente e Paredes: i verdetti del Giudice Sportivo
De Rossi dovrà fare a meno di Llorente e Paredes per via delle sanzioni del Giudice Sportivo: scatta la squalifica.
Ndicka potrà tornare a giocare: escluse patologie cardiache
Evan Ndicka potrà tornare presto in campo. Gli accertamenti hanno escluso qualsiasi ripercussione e patologia cardiaca: il difensore potrà riprendere l'attività sportiva.
L'importanza di Lukaku: senza di lui 3 sconfitte su 3 per la Roma
L'attaccante giallorosso ha siglato meno gol del previsto quest'anno, ma rappresenta un elemento chiave dell'attacco giallorosso per varie ragioni
Le probabili formazioni di Udinese-Roma: De Rossi all'attacco dei 3 punti
Giovedì 25 aprile alle ore 20 si disputeranno gli ultimi 19 minuti più recupero del match fra Udinese e Roma. Analizziamo le probabili formazioni
Udinese-Roma, dove vederla in diretta TV e in streaming
Il mini recupero di Udinese-Roma si giocherà giovedì 25 aprile alle ore 20: ecco dove vedere la gara
Corsa alla Champions League: l'analisi del calendario giallorosso
La sconfitta con il Bologna complica i piani della Roma, ma la corsa è ancora lunga e, soprattutto, il destino è ancora nelle mani dei ragazzi di De Rossi
SERIE A, gli squalificati della 34a giornata: 2 assenze per la Roma
La 33a giornata di Serie A si è conclusa ieri con il derby della Madonnina che ha...
Thiago Motta: "Complimenti al pubblico della Roma, vero esempio di sport"
Il tecnico del Bologna ha speso parole di stima e rispetto verso i giallorossi e i tanti tifosi presenti all'Olimpico
Ci sarà Lukaku contro il Napoli? Le ultime sulle condizioni del belga
L'attaccante giallorosso salterà gli ultimi 19 minuti contro l'Udinese, ma potrebbe rientrare nella lista dei convocati per la trasferta sotto il Vesuvio
Udinese-Roma, De Rossi pensa a qualche cambio. L'arbitro sarà ancora Pairetto
E' già tempo di pensare a Udine: come si sta preparando la Roma in vista del recupero del Bluenergy Stadium
Roma-Bologna, Azmoun: "A volte le gare vanno così, continuiamo sulla nostra strada"
Sardar Azmoun, autore dell'unica rete dei giallorossi, ha parlato a DAZN del match perso contro il Bologna
Udinese-Roma, Casini: "Giallorossi non tutelati? Sono sorpreso, fatto il possibile"
Il presidente della Lega di Serie A, Lorenzo Casini, ha risposto alla Roma in merito al recupero di Udine fissato per il 25 aprile
Super Bologna, la Roma si arrende: all'Olimpico finisce 1-3
La Roma crolla in casa contro il Bologna (1-3): la corsa Champions si complica per i giallorossi
 Lun. 22 apr 2024 
Roma, diffida senza rischi: perchè la lista degli ammoniti non è un problema
Roma-Bologna, i diffidati sono parecchi ma De Rossi non si preoccupa più di tanto. Il motivo è nel calendario. Lo schema aggiornato dei "cattivi" giallorossi.
Sebino Nela non si fida del Bologna: "È la squadra dell'anno"
L'ex difensore campione d'Italia con i giallorossi nel 1983 invita la squadra di De Rossi a non abbassare la guardia in vista della sfida dell'Olimpico contro gli emiliani
Mourinho, stoccata alla Roma: "In quel club ero il parafulmine"
Josè Mourinho torna a parlare della sua esperienza alla Roma, il contesto è quello del The Telegraph. Lo Special One si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
Lotito risponde a De Rossi: "Nessuna polemica contro la Roma, ma la gara poteva continuare"
Claudio Lotito torna a parlare della sospensione di Udinese-Roma, il Presidente della Lazio risponde a De Rossi, secondo il Patron biancoceleste, la partita non doveva essere sospesa.
Abraham è pronto, ma per riprendersi la Roma serve un finale da sogno
Abraham torna a guidare il fronte d'attacco romanista. 323 giorni dopo l'infortunio che lo ha visto fermarsi per quasi un anno. Ora l'inglese vuole dimostrare il proprio valore.
Roma, Chiesa idea per l'attacco: la trattativa è possibile
Roma, si comincia a parlare di mercato. Federico Chiesa è tra gli obiettivi.
La bordata di De Rossi a Lotito sul caso N'Dicka: "Con lui ho un buon rapporto, ma ha sbagliato"
Le parole del tecnico giallorosso in risposta alle dichiarazioni del patron della Lazio
Roma, idea Burdisso: De Rossi lo vuole come ds
Nicolas Burdisso lascerà la Fiorentina a fine stagione: la Roma vuole provarci
De Rossi, senti Gullit: "Bravo perchè non ride mai"
Daniele De Rossi sta facendo bene in questi primi mesi da allenatore della Roma, il plauso arriva anche da una vecchia gloria del Milan come Gullit. Cosa ha detto il campione olandese.
Roma-Bologna, la sfida fra El Shaarawy e Orsolini vale anche una chiamata agli Europei
Mancano pochi match al termine della stagione. Nella partita di stasera i due esterni cercheranno di dare un apporto prezioso alle rispettive squadre, ma non solo. La sfida fra i due esterni varrà molto anche a livello personale. C'è un Europeo da conquistare.
Recupero di Udinese-Roma: i giallorossi si troveranno di fronte Cannavaro e non più Cioffi
Cambio in panchina per la squadra friulana. Gli ultimi 19 minuti del match avranno questa sorpresa
L'incontro che non ti aspetti: Mourinho e Montella seguono insieme il Liverpool sugli spalti
L'allenatore portoghese e l'ex "aeroplanino" giallorosso hanno seguito insieme in tribuna il match tra il Fulham e il Liverpool
Roma-Bologna, Abraham partirà titolare dopo quasi 11 mesi: una liberazione per l'inglese
L'attaccante inglese guiderà l'attacco dei giallorossi nella sfida dell'Olimpico contro il Bologna
Roma-Bologna, i convocati di Thiago Motta: assente anche Odgaard
Thiago Motta ha diramato la lista dei convocati per il match di oggi all'Olimpico contro la Roma: forfait per il vice-Zirkzee
Roma, Taylor ne ha combinata un'altra: tre rigori negati, Nottingham Forest infuriato
L'arbitro inglese Anthony Taylor è finito di nuovo al centro delle polemiche dopo i tre rigori negati al Nottingham Forest in Premier League
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>