RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 4 marzo 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

MANCINI: "Senza Vialli sentiremo un vuoto. A Zaniolo ho detto di andare in Turchia. Pellegrini..."

"Pellegrini patisce degli infortuni che condizionano il suo rendimento"
Mercoledì 08 marzo 2023
Riecco l'Italia, dopo il Mondiale visto alla tv. C'è l'Inghilterra, si gioca al Maradona di Napoli, il 23 marzo, in ballo la qualificazione a Euro 2024 in Germania: è anche la "prima" dopo la scomparsa di Gianluca Vialli. Napoli ha significato tanto per Mancio e per Gianluca, sempre con l'azzurro addosso.

Mancini, che Inghilterra si aspetta?
«È tra le più forti in giro. Al Mondiale è stata eliminata dalla Francia anche immeritatamente. È importante cominciare bene, ci vuole uno stadio pieno di amore per l'Italia. Come ogni domenica in cui gioca il Napoli».

L'Italia dovrà fare a meno anche di Immobile. In attacco c'è qualche problema?
«Qualche?! I problemi sono seri. Immobile è ko, Raspadori in forse. Ci sono grossi interrogativi. I nostri attaccanti centrali, quasi tutti, hanno giocato pochissimo negli ultimi mesi. Non ne abbiamo uno che sia un titolare, fatta eccezione per Gnonto, impiegato un po' di più nel Leeds e può agire da punta centrale. Ma per il resto, siamo messi male: pure Scamacca è reduce da un infortunio, Belotti gioca poco. In difesa e a centrocampo le soluzioni ci sono. E lì in attacco che abbiamo problemi ma non perché non ci siano talenti. Ma devono giocare. E non giocano».

Ed ecco che è spuntato il nome di Andrea Compagno, che sta in Romania.
«Lo seguo da due anni, peraltro gioca sempre e fa pure gol».

Si aggrappa al recupero di Raspadori?
«Spero che riesca a fare in tempo. Raspa ha doti uniche».

Kean resta uno degli osservati speciali, nonostante l'ultima follia contro la Roma e le due giornate di squalifica?
«Gioca in un ruolo dove siamo carenti. È giovane, la speranza è che migliori».

Zaniolo ha fatto la scelta giusta?
«Gli ho detto anche io, quando ha chiesto il mio parere, di andare al Galatasaray, spero che giochi perché per noi è importante. Andare in Turchia era l'unica possibilità».

Insigne e Bernardeschi hanno speranza di poter tornare a essere convocati, vista anche l'emergenza?
«Perché no? Lorenzo ancora è uno di quelli che può tornarci utile. Vedremo».

Pellegrini farò il salto definitivo anche in Nazionale?
«Con noi ha sempre fatto bene, sia come esterno d'attacco sia interno in mediana. Poi nel corso della stagione patisce degli infortuni che condizionano il suo rendimento».

Donnarumma resta il titolare nonostante le sue difficoltà?
«Gigio è il nostro numero uno, la gerarchia è questa. Meret lo abbiamo sempre chiamato e apprezzato ma il titolare è Donnarumma».

Resta valido l'invito di andare all'estero pur di giocare?
«I nostri giovani hanno qualità per stare anche in serie A. Serve chi gli dia fiducia».

Zaniolo, gol all'esordio con il Galatasaray: l'ex Roma entra e segna dopo soli 14 minuti Avete dimenticato il Qatar?
«Sì, basta pensarci. È stata una delusione. Ma dobbiamo mettere tutto alle spalle, delusioni e le cose belle».

E veniamo a Napoli. Nel 1982 che cosa accadde?
«L'emozione dello stadio gigantesco, avevo 16 anni e mezzo ed ero titolare nel Bologna. Ricordo pure il primo gol al San Paolo: era il 1984, il Napoli si salvò a fatica ma poco dopo arrivò Diego Maradona. Una volta Mantovani, forse scherzando, mi disse che Ferlaino lo aveva chiamato per portarmi a Napoli. E lui rispose: "Certo, a patto che facciamo uno scambio con Diego"».

Che pensava di Maradona?
«Un dono del dio del calcio».

Un ricordo della Nazionale a Napoli: Italia-Svezia 2-1, 14 novembre del 1987.
«Match decisivo per andare in Germania Ovest, Euro 88. Ero in panchina, e la gara la decise il mio amico Vialli con una doppietta».

Sarà la prima volta dell'Italia senza Gianluca.
«Saranno giorni difficili, il vuoto grande che sento ogni giorno lo sentiremo più forte. Tutto quello che ci ha lasciato deve esserci utile per il nostro presente e il nostro futuro».

Che differenza nota tra i calciatori ventenni di oggi e il Mancini di quell'età?
«C'era più passione. Il mondo è cambiato e il calcio era più bello: c'erano le bandiere, si restava per anni nella stessa squadra, non c'erano gli stadi vuoti. Oggi tutto si è raffreddato».

Napoli cosa è per lei?
«Mia mamma è di Roccadaspide, vicino a Salerno, la sento un po' la mia terra quella regione. È un ambiente speciale, specie ora che lo vivo da ct della Nazionale».

Il supergol con la Sampdoria nel 1990 al San Paolo è uno dei più belli della sua carriera?
«Tra i più speciali».

Lei ha vinto scudetti con Lazio e Sampdoria. Due eccezioni visto il trend in Italia.
«La storia dice questo. È sempre tutto in salita vincere al Sud. Sarebbe bello se questo avvenisse più spesso».

Invidia i ct che si affidavano ai "blocchi"?
«Avevano la vita più semplice».

Quali squadre la divertono di più?
«Napoli e Atalanta, City e Real e, nonostante i problemi, il Psg».

Oliver Glasner, il tecnico dell'Eintracht, ha detto che il Napoli non gioca all'italiana.
«Una roba vecchia di cento anni. Sono frasi fatte: non siamo così da tempo. Basti guardare come l'Italia gioca da qualche anno. Abbiamo un dna ben preciso».

C'è già nella sua mente l'erede di Bonucci?
«Intanto viene con noi. Ed è pure riposato. Prima di pensare al suo successore c'è ancora un po' di tempo».

Che Italia promette da qui in avanti?
«Vogliamo giocare bene, non possiamo complicarci la vita...».

Perché i calciatori vogliono tutti andare in Premier?
«Perché è bello, interessante, duro. La mia speranza è che l'Italia diventi come la Premier, come lo era tanti anni fa. E il primo passo sono gli stadi».
di Alessandro Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Zaniolo - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 24 mar 2023 
Roma su Hjulmand e Frattesi, ma attenzione alla Juve
Mercato, le strategie giallorosse: già prese informazioni per il futuro, ma deve anche vendere
La Roma è agitata: ma c'è un dato che non torna
La squadra ha preso tre rossi in due partite: i nervi saltano soprattutto in panchina
 Gio. 23 mar 2023 
I retroscena del caso Zaniolo, parla l'intermediario Gardi: "Così ho risolto il problema alla Roma"
Icardi, Mertens, Torreira, Gervinho, Hamsik, Nasri, Menez, Bruno Peres, Eto'o. Ma...
 Mar. 21 mar 2023 
Cataldi perde la testa al gol di Zaccagni: "Dov'è quel pagliaccio?", con chi ce l'ha
Il centrocampista della Lazio scatenato sotto la curva Nord dopo il gol dell'attaccante che ha deciso il derby vinto contro la Roma: cosa è successo
Roma, risse e cartellini: ecco come sono saltati i nervi
Non solo le espulsioni dei calciatori: 11 rossi e 7 ammonizioni totali per Mourinho e il suo staff dall'inizio della stagione
Mourinho non molla la Champions: ecco cosa ha detto alla squadra dopo il derby
I Friedkin puntano ai 40 milioni garantiti dalla coppa principale: lo scenario tra campionato ed Europa League
 Lun. 20 mar 2023 
MANCINI: "Zaniolo non è ancora al top, speriamo cresca Kean. Però occhio, il tempo passa"
Kean e Zaniolo, il talento si sta disperdendo? Questa una delle domande poste in...
Roma, non solo Mou: Foti, Cerra, Rapetti e... i 10 rossi di una panchina caldissima
Dallo Special One al connazionale Nuno Santos fino ai più stretti e "focosi" collaboratori:...
 Ven. 17 mar 2023 
Feyenoord, tutto sulla squadra che la Roma ritrova dopo la finale di Conference
Gli olandesi hanno cambiato molto dopo la coppa persa a Tirana. Tuffo nel passato per Gini Wijnaldum
 Mar. 14 mar 2023 
Wijnaldum: un jolly a centrocampo diventato indispensabile. Adesso Tiago Pinto pensa al riscatto
Gini Wijnaldum è il jolly a centrocampo che José Mourinho aspettava. Ne ha fatto...
Quando Totti andò giù duro su Fabbri: "Arbitro vergognoso..."
Nel 2018, l'arbitro emiliano non concesse un rigore alla Roma. L'ex capitano giallorosso commentò: "Così non si può andare avanti"
 Dom. 12 mar 2023 
PAPA' DI ZANIOLO: "Ultimamente hai riso poco, felice di rivederti così"
Nella giornata di ieri Nicolò Zaniolo ha trovato la sua prima rete all'esordio in...
 Sab. 11 mar 2023 
El Shaarawy ora è fondamentale per Mou: la Roma pensa al rinnovo entro maggio
Il giocatore è considerato strategico da tecnico e dirigenza. Anche per il suo atteggiamento impeccabile
Zaniolo subito decisivo in Turchia: entra, segna e il Galatasaray vince
Entrato a inizio ripresa, l’ex romanista - al debutto in Super Lig - ha deciso la sfida con il Kasimpasa dopo 11’. Un gol che vale anche in chiave azzurra
 Ven. 10 mar 2023 
Zaniolo, il Galatasaray gli dedica una canzone con riferimenti clamorosi a "Roma bruciata"
Dalla Turchia fanno sapere che il nuovo club di Nicolò ha scelto una musica speciale in caso di gol
 Dom. 05 mar 2023 
Meno falli e cartellini: è una Roma più calma
Lo Special One e lo staff tecnico a protezione della squadra: le ammonizioni sono diminuite, nel 2022-23 zero espulsioni
Boniek: "Dybala risolve, non trascina. Mou o Max? Scelta al fotofinish"
Zibì: "Le palle inattive specialità di entrambe: possono essere la chiave della sfida. Dybala? Risolve, non trascina"
 Sab. 04 mar 2023 
Zaniolo non è più triste: show col Galatasaray, tifosi in delirio (VIDEO)
L'ex Roma, che sta risorgendo in Turchia, segna ancora in amichevole e regala anche un assist
 Gio. 02 mar 2023 
Sabatini e il retroscena su Spalletti: "Ecco perché la Roma avrebbe potuto richiamarlo"
Parla il dirigente sportivo reduce dall'esperienza alla Salernitana: elogio al tecnico del Napoli e anche una curiosità. Poi parla di Zaniolo
Mistero Zaniolo in Turchia: alla Roma un milione e mezzo non previsto? C'è un motivo
I media turchi oggi tornano sul contratto di Nicolò: ecco come stanno esattamente le cose
 Mar. 28 feb 2023 
Mou, un regalo ai Friedkin
Il presidente è in Texas, l'allenatore a Cremona. E' immaginabile che ieri Mourinho...
 Lun. 27 feb 2023 
Nuovo tatuaggio per Zaniolo: ecco cosa si è scritto per l'addio alla Roma
Ecco la nuova frase sul collo dell'ex numero 22 giallorosso, apparsa dopo il suo arrivo al Galatasaray
 Dom. 26 feb 2023 
Zaniolo entra e segna: debutto con gol nel Galatasaray (VIDEO)
Buona la prima per l'ex Roma: dentro nel finale nell'amichevole contro Alanyaspor, ha firmato nel recupero il definitivo 4-2 per i giallorossi di Istanbul
 Gio. 23 feb 2023 
Pellegrini, Abraham e El Shaarawy nella top 16 europea
Ci sono ben 3 giocatori della rosa attuale nella top 16 all time dei cannonieri...
 Mar. 21 feb 2023 
Zaniolo e Icardi al mare insieme: ecco cosa sta succedendo
Si avvicina sempre di più il debutto dell'ex Roma con il Galatasaray. Intanto si trova insieme all'ex Inter: il motivo
Sciamano Mourinho: il cerchio magico della Roma rafforza il gruppo
Il discorso dopo la vittoria contro il Verona è servito al tecnico per cementare il legame con la squadra, che lo ha sorpreso in positivo anche con le alternative. E ora c'è il Salisburgo
Mourinho alza il muro: la squadra è con lui ma l'addio non è tabù
Le parole dello Special scuotono i tifosi e il club
 Sab. 18 feb 2023 
Roma, la desolazione della panchina: Mourinho senza riserve
Le seconde linee non spostano gli equilibri della partita quando vengono impiegate. Da Svilar a Camara fino a Solbakken: gli acquisti non rinforzano la rosa
 Mar. 14 feb 2023 
Se a Trigoria il colpevole è sempre Pinto
Circondato. Da una parte mister Dan e mister Ryan che staccano assegni mensili tra...
Roma, l'Europa League vale 30 milioni: ecco perché l'impegno con il Salisburgo va onorato
Arrivare fino in fondo regalerebbe infatti una somma oscillante tra i 25 e i 30 milioni, soltanto di introiti Uefa, ai quali aggiungere gli inevitabili sold out dell'Olimpico che ogni volta portano in dote altri milioni
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>