RomaForever.it
facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 23 febbraio 2024
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

PINTO:"Zaniolo al Galatasaray non è male per nessuno. Vina e Shomurodov sono una mia responsabilità"

TIAGO PINTO: "Mourinho crede nel progetto, su Zaniolo potevamo incassare di più ma era difficile fare meglio. Se Zaniolo avesse accettato il Bournemouth, avremmo preso un altro giocatore"
Mercoledì 08 febbraio 2023
Come ogni anno, il GM della Roma Tiago Pinto interviene in conferenza stampa per fare il punto della situazione al termine della sessione di calciomercato.

La cessione di Zaniolo la rende contento?
"Tutte le altre considerazioni le vediamo tra di noi, questi sono temi che centrano poco. Zaniolo? Questa trattativa è stata definita così, non mi nascondo dalla mie responsabilità. Pensavo che avremmo potuto prendere più soldi, una settimana fa avevamo un'offerta più grande ma con tutto quello che è successo siamo arrivati a trovare questa soluzione che comunque non è male per nessuno. Ho dei dubbi si potesse far meglio".



Il rapporto con Mourinho? La rosa è adatta per una competizione?
"Si cerca sempre il conflitto tra me e Mourinho, in realtà lavoriamo per il bene della Roma. Questa conferenza stampa non creerà dissapori, lavoriamo per la stessa squadra. La Roma gioca ogni tre giorni e dico questo: non è una coincidenza che il campione d'Italia è quello che è uscito dall'Europa. Parlo da italiano, penso che abbiamo tanto lavoro da fare sul calendario per tutelare chi gioca in Europa. Vediamo cosa succede con Atalanta e Fiorentina quando non giocano in Europa, questo tema va oltre la rosa della Roma. L'Italia è un campionato competitivo, non è facile giocare con 20 squadre. Spesso abbiamo partite europee che ci creano problemi. Nessuno di noi può dire che abbiamo i giocatori che abbiamo, conosciamo tutti i paletti cui siamo costretti. I giocatori presi hanno sempre avuto l'opinione dell'allenatore, però né Tiago Pinto né Mourinho hanno tutti i giocatori che vogliono, non possiamo fare questo tipo di mercato. Non ho paura di voi e mi assumo le responsabilità per chi non ha fatto bene nella Roma. I giocatori che sono stati presi finora e non hanno fatto bene sono al 100% colpa mia. Abbiamo i paletti che conoscete tutti, cerchiamo di fare il miglior lavoro possibile, se le cose vanno male mi prendo la responsabilità. Ho visioni diversi da voi in alcune circostanze, alcuni hanno prospettive di 4-5 anni, ma le valutazioni le fate ogni fine settimana. Parlate di Vina e Shomurodov, sono mia responsabilità".

Soddisfatto del mercato?
"No. Sentivo gli altri anni che la squadra fosse migliorata, non posso dire lo stesso ora perché abbiamo perso tre giocatori e ne abbiamo presi due. Confidiamo nel recupero di Wijnaldum, mi assumo la responsabilità e non dico quello che ho detto in passato. Devo dire che Zaniolo è stata una situazione difficile da gestire, con i paletti che abbiamo la soluzione c'era e poteva far piacere a tutti (Bournemouth, ndr), ma non siamo riusciti a fare le cose come avremmo voluto. Con i paletti che dobbiamo coprire, la sessione di mercato è diventata difficile. Solbakken? Mi dispiace molto perché la storia del FFP non è uno scherzo, non mi voglio nascondere e dico che è importante per la sostenibilità del club ed è difficile fare mercato così. Con quella che era l'offerta del Bournemouth, avremmo potuto fare un mercato importante per rinforzare la squadra ma non ci siamo riusciti. Ci sono cose che non potevo cambiare, ma voglio essere obiettivo e non sono soddisfatto del mercato. Come ho sempre detto, il mercato ha un'importanza del 20-30%, mi fido del tecnico, dello staff tecnico e dei giocatori, abbiamo le condizioni per fare bene".

Se Zaniolo avesse accettato il Bournemouth, avreste preso qualcuno?
"Sì, ma non dirò chi per rispetto. Abbiamo cercato di fare tutto in tempi stretti, poi Nicolò ha deciso di andare via e mancavano 15 giorni. Non voglio parlare di Zaniolo tutta la conferenza stampa, era amato in città ma ha deciso di andare via e le cose sono state sistemate".

Smalling ed El Shaarawy?
"Su El Shaarawy dico che sta facendo bene, sono due situazioni diverse. Smalling ha diritto fino a maggio di decidere cosa fare, con Stephan decidiamo noi. Stanno facendo bene, abbiamo contatti con l'agente di Smalling per continuare insieme, ma penso che tutti capiscono che il mercato sia finito oggi e abbiamo tempo per sistemare le cose, senza dimenticare che la parola è del giocatore. Non è solo responsabilità nostra, sono stati chiari tutti perché l'idea è continuare insieme, vediamo cosa accadrà".

Qual è la strategia della Roma nelle prossime sessioni di calciomercato?
"Avrei bisogno di 10 minuti per rispondere a questa domanda. Per un direttore sportivo è più facile prendere giocatori, per la mia immagine non è facile parlare sempre di paletti o di FFP, però non mi voglio nascondere. Non ho dubbi che in 3-4 anni la Roma sarà più solido e avrà un potere diverso, però dobbiamo fare questo percorso e non c'è altro modo. Quando parlo del FFP non è che voglio giustificare il mio lavoro, quando andrò via dalla Roma voglio avere la certezza di lasciare la Roma nel miglior modo possibile. Siamo terzi in classifica, ma dobbiamo proseguire su questa strada. In Italia non si è fatto nulla a gennaio, è un tema del calcio italiano ed è difficile competere con la Premier League. Sarà sempre difficile fare meglio di altri club, basti pensare che la squadra dal decimo posto in giù ha più potere economico di tutte in Italia. Sono fiducioso del lavoro con la Roma e con la UEFA, avremo una squadra competitiva in Champions League e che sceglierà chi vuole prendere, ma ora è così".

Mourinho è consapevole di tutto questo?
"È il primo a fare queste considerazioni ed è il primo a dire tutto questo quando volete accendere la conflittualità tra di noi. Questi paletti dobbiamo seguirli, non voglio parlare di Zaniolo però il rifiuto al Bournemouth è una situazione che ci ha messo in difficoltà, dobbiamo raggiungere determinati obiettivi e, se avesse accettato, eravamo più vicini ai nostri obiettivi. Penso che stiamo riuscendo a raggiungere questo piano con la UEFA, poi in mezzo al campo stiamo facendo bene. Non è che abbiamo vinto lo scudetto, ma nemmeno non abbiamo vinto nulla. Non voglio cercare scuse, sono qui per il bene della Roma e quando andrò via la Roma sarà in una situazione migliore".

Vi mancano alcuni esterni?
"Su quel ruolo avevamo Celik, Zalewski, Spinazzola, Karsdorp, Vina, El Shaarawy. Giochiamo con un modulo diverso, in quello spazio lì c'è Dybala, Pellegrini, Solbakken, Volpato, non penso che ci manchino esterni. Vina era un giocatore che poteva darci una mano, poi per riprendere il suo valore di mercato e rinforzare la squadra, siamo riusciti a mandarlo in prestito e prendere un difensore che ci possa riequilibrare la squadra".

Karsdorp?
"A breve capiremo meglio questa situazione, lui è rimasto qui e Mourinho ne ha parlato un po' pubblicamente. L'interesse della Roma è più importante, a breve si capirà che sarà a disposizione".

Perché Mourinho ha chiesto un incontro con la proprietà? C'è il timore che possa lasciare senza la Champions?
"Devo sottolineare che la proprietà ha preso il club da due anni e mezzo e hanno fatto tanti investimenti per rendere la Roma più solida e forte. Hanno sempre detto che pensano a lavorare che a parlare, non posso criticarli. Quando parlo, lo faccio perché sono obbligato ma abbiamo anche il dovere di spiegare quello che facciamo. Su Mourinho non ricordo che abbia detto di aver chiesto un incontro, parliamo spesso e non è che Mourinho sia un tecnico qualsiasi che ha bisogno di chiedere un incontro. Ripeto, capisco che questo sia un tema che stiate cercando di estrapolare, ma il rapporto tra di noi si deve discutere in altra sede. Il tema della Champions? Né io né Mourinho abbiamo bisogno di una pressione extra, sappiamo tutti che sia diverso giocarla e non giocarla. Facciamo i conti a fine stagione, non mi va di dire che al 100% succede una cosa se andiamo in Champions o no, ci sono tante cose in mezzo. Ci dispiace per la Coppa Italia, ma penso che stiamo facendo bene, non penso che serva ulteriore pressione per i calciatori. Non è così".

Avreste voluto cedere Zaniolo già la scorsa estate?
"Se qualcuno, dopo tutto quello che è successo a gennaio, e forse anche prima, se qualcuno pensa che sia andato via perché non sia arrivato il rinnovo, non vale nel giudizio che abbiamo. Zaniolo è stato amato moltissimo, quando si arriva al momento di rifiutare la maglia della Roma, per la Roma è un qualcosa che va oltre qualsiasi trattativa. Non mi nascondo da questa domanda, ma se guardi le squadre più importanti in Serie A, quanti giocatori sono andati via a parametro zero? Tanti, per fortuna alla Roma no. Quando si parla di rinnovo, c'è sempre una trattativa dietro, la richiesta del giocatore, quello che vuole l'agente, quello che vuole il club e il rendimento in campo. Abbiamo un buon rapporto con il procuratore, ma non c'è mai stato un accordo su questi punti. Anche io posso pensare che potrei guadagnare X soldi, sono molto bravo e voglio guadagnare X. Ma se vado via dalla Roma e vedo che solo Bournemouth e Galatasaray fanno offerte per me, o Tiago Pinto è scarso o qualcosa non va. Si parla tanto di rinnovi, si parla di contratti, però dopo tutto quello che è successo con Nicolò, pensa che siamo arrivati qui perché non è arrivato il rinnovo proprio non me lo so spiegare".

Che cosa lo ha deluso di più di Zaniolo? Ha pensato a Ziyech?
"La storia del club lo fanno i giocatori e gli allenatori. Tutti i problemi della Roma non li ha creati Nicolò, poi siamo stati un po' delusi dal suo atteggiamento, però poi c'è una pagina che va avanti ed è la Roma che è più grande di tutti. Ormai conosciamo tutte le dinamiche per Zaniolo. Su Ziyech è vero che abbiamo parlato con i suoi procuratori e il Chelsea, non è il giocatore di cui ho parlato prima, ma era una delle ipotesi. Mi dispiace quello che gli è successo, è stato difficile per lui, però hanno avuto ragione quelli che ci hanno beccato con i procuratori di Ziyech".


COMMENTI
Area Utente
Login

Zaniolo - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Lun. 13 feb 2023 
Mamma Zaniolo dopo l'intervista si sfoga su Instagram: ecco le sue parole
Francesca Costa torna sul divorzio tra il figlio e la Roma e dopo aver raccontato la verità della famiglia, ribadisce il concetto sui social, rivolgendosi a chi non crede alla sua versione
La mamma di Zaniolo e l'addio alla Roma: "Nicolò abbandonato, società scorretta. Tutta la verità"
Francesca Costa racconta le verità della famiglia Zaniolo: «Mio figlio non è un traditore, ha giocato anche con una spalla rotta. Il club voleva venderlo a giugno, lui si è sentito fuori dal progetto. Il Bournemouth non gli ha mai offerto 5 milioni»
 Dom. 12 feb 2023 
Zaniolo al Galatasaray, le commoventi parole della mamma Francesca su Instagram
Dopo aver chiuso l'avventura con la Roma, Nicolò è concentrato sulla sua nuova vita. Con la madre accanto
Roma, la formula qualità unica scelta possibile
Mourinho si affida ai giocatori migliori scherando una squadra offensiva
 Sab. 11 feb 2023 
MOURINHO: "Partita difficile, campo orribile. Non dirò nulla di negativo ai miei"
LECCE-ROMA 1-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, JOSE' MOURINHO: "Rispetto agli altri anni c'è un'altra mentalità. L'arbitro ha fatto il suo lavoro, ma manca il secondo giallo a Strefezza"
PINTO: "Zaniolo? Non possiamo lamentarci e trovare scuse. Mourinho leader riconosciuto da tutti"
LECCE-ROMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA, TIAGO PINTO: "Zaniolo? Non possiamo lamentarci e trovare scuse"
Zaniolo valore dimezzato da Karsdorp a Vina quanti sprechi
Nei giorni in cui la Uefa comunica la lista delle società che hanno più debiti con...
Sergio Oliveira: "Zaniolo al Galatasaray, la scelta migliore, potrà lottare per lo scudetto"
Il centrocampista portoghese promuove la scelta dell'ex giallorosso di trasferirsi in Turchia.
 Ven. 10 feb 2023 
Sisma e polemiche: prima di sognare Zaniolo scopre la forza del dolore
Nicolò sceglie la 17 in onore di un tifoso e aiuta subito i terremotati, ma sui social Galatasaray è criticato per il costo dell'affare
Mourinho resta in silenzio e aspetta i Friedkin
Il tecnico giallorosso preferisce evitare le domande sulla conferenza di Pinto
Zaniolo, solo tre compagni gli hanno mandato un messaggio: ecco chi sono
I retroscena dell'addio "privato" alla Roma, dopo l'ufficialità del passaggio al Galatasaray: una prova dell'insofferenza nei suoi confronti dallo spogliatoio giallorosso
 Gio. 09 feb 2023 
Zaniolo in lista Uefa, il retroscena sul suo inserimento last minute
La Roma aveva lasciato fuori Nicolò, poi l'ha messo dentro per un motivo ben preciso
Zaniolo, prime parole da giocatore del Galatasaray. Sceglie il numero 17: il motivo che commuove
Nel post pubblicato sui profili del club turco l'ex Roma mostra il suo speciale nuovo numero di maglia e dedica un pensiero alla Turchia devastata dal terremoto: ecco cosa ha detto
Rosella Sensi a Zaniolo: le parole di fuoco dell'ex presidente
Una lettera social pubblicata su Instagram e indirizzata direttamente all'ex attaccante giallorosso: "Non hai capito il vero valore della Roma"
Meeting con la Uefa, la Roma vola a Nyon
Si tratta di una verifica periodica necessaria ad accertare il rispetto dei paletti sui conti imposti alla fine dell’estate. Presente Tiago Pinto
Roma, via al tour de force con le punte contate. Wijnaldum: "Ogni giorno mi sento più forte"
La partenza di Zaniolo lascia a Mourinho meno scelte davanti
Roma, amichevole estiva col Galatasaray: il ricavato sarà devoluto ai terremotati
Il passaggio di Nicolò Zaniolo al Galatasaray ha un risvolto utile per il sociale....
Calciomercato Roma, ecco l'attaccante che Tiago Pinto aveva in pugno per sostituire Zaniolo
il nome del giocatore che i giallorossi avrebbero preso se Nicolò fosse andato al Bournemouth
 Mer. 08 feb 2023 
Zaniolo saluta la Roma: "Eternamente grato". Ma il club non ricambia...
Nicolò ha postato un messaggio d'addio al club giallorosso: "Mi hai dato una chance che ho provato a cogliere con tutto me stesso, sudando per la maglia ogni volta che l’ho indossata". Solo un freddo comunicato da parte della società
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Zaniolo al Galatasaray
UFFICIALE: NICOLÒ ZANIOLO CEDUTO AL GALATASARAY
Calciomercato Roma, chi sono Akman e Demir: i due talenti opzionati del Galatasaray
Alla scoperta dei due talenti del Galatasaray opzionati dalla Roma: Efe Akman e Yusuf Demir
Zaniolo-Galatasaray, cifre e dettagli dell'accordo. Roma, opzionati Demir e Akman
Cifre e dettagli del trasferimento di Zaniolo al Galatasaray: la Roma opziona anche due giovani talenti turchi
TIAGO PINTO: "Zyech? Ci abbiamo parlato ma avremmo preso un altro..."
A Trigoria torna a parlare, in conferenza stampa, il general manager dell'area sportiva...
Tanta neve, nessuna presentazione: il primo giorno di Zaniolo in Turchia
Nicolò a Istanbul per le visite mediche, per lui nessun evento pubblico in segno di lutto per il terremoto. Ultimi dettagli per l'accordo con la Roma: 20 milioni più bonus, per il giocatore clausola risolutoria da 35 milioni
Mourinho resta senza punte: l'organico della Roma sempre più corto
Via Zaniolo e Shomurodov, Solbakken non è pronto e non può giocare in Europa. Dybala e il ritrovato Abraham sono le certezze
La rabbia dei tifosi in Turchia: "I soldi di Zaniolo devono darli ai terremotati"...
Nicolò è arrivato in Turchia, ma la sua avventura inizia già con qualche polemica. Su Twitter in tanti hanno criticato l'acquisto dopo quanto successo in questi giorni
Tensione Mourinho: attriti tra la società e lo Special One
"Un abbraccio a tutti, me ne vado". Sono state queste le ultime parole da giocatore...
Zaniolo e la Roma, una favola finita male
Arrivato nel 2018 come promessa stella del calcio italiano, se ne va dopo 1.687 giorni con il rammarico di tutto quello che poteva essere e non è stato. Eroe di Conference, poi il supplizio tra rinnovo e malumori
 Mar. 07 feb 2023 
Zaniolo è in Turchia: il benvenuto del Galatasaray e il beffardo messaggio di Nicolò a Mou
L'attaccante è arrivato a Istanbul in serata: si attende l'ufficialità dell'accordo. Intanto l'ormai ex giallorosso posta una foto in cui "fa il verso" al tecnico
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>