facebook twitter Feed RSS
Martedì - 31 gennaio 2023
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

MOURINHO: "Ibanez intoccabile, domani lui più 10. Il nostro mercato non sta giocando"

SASSUOLO-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI JOSE' MOURINHO: "Il nostro mercato non sta giocando: gioco con quelli che ho"
Martedì 08 novembre 2022
Non parlava prima di una partita di campionato dalla partita con il Napoli. Dopo il passo falso, e dietro in classifica, che vede comunque la Roma appigliata alla scia delle compagini in corsa per la Champions, torna a farlo. Alla vigilia di Sassuolo-Roma, José Mourinho è intervenuto in conferenza stampa. Di seguito le dichiarazioni dello Special One.

Quale reazione si attende domani dai giocatori? Visto l'infortunio di Pellegrini, Volpato può essere il sostituto? Sta girando la notizia che ha rinunciato al Mondiale con l'Australia.
"L'unico giocatore che confermo che giocherà domani è Ibanez. La squadra di domani è Ibanez e altri 10. Volpato: è una questione personale, non di società. Io come allenatore mi rifiuterei di infilarmi in una situazione di questo tipo, quello che ho capito è che questo è l'inizio della sua carriera, che sta crescendo con la Roma, giocando i suoi primi minuti consecutivi, non come l'anno scorso in cui ha giocato una partita contro il Verona e poi non più. Ora è a quattro partite di fila, in un processo di crescita nel quale si deve concentrare nella costruzione del suo futuro e non deve pensare a questa decisione, magari qualcuno vuole accelerare un processo che non deve essere accelerato. La reazione che mi aspetto dalla squadra è quella di sempre quando perdiamo una partita, è una squadra di gente buona, che soffre quando perde, sappiamo che siamo una squadra che ogni volta che perdiamo un giocatore, che siamo in difficoltà, che fatichiamo a trovare soluzioni ma che alla fine arriva sempre qualcosa. Mi aspetto una partita molto difficile, contro una squadra molto difficile che l'anno scorso ci ha regalato due partite molto difficili e che ha più talento rispetto all'anno scorso. Mi aspetto tutto lo sforzo possibile per tornare a sorridere, cosa che non facciamo da due giorni".



Torniamo su Ibanez.
"Non c'è niente da tornare. Domani Ibanez più dieci. Al di là della domanda, la risposta è questa. Rispetto per chi, dal giorno del mio arrivo a oggi, dà tutto quello che ha. L'anno scorso c'è stato un periodo in cui l'unico difensore centrale era lui, quest'anno siamo andati a Siviglia e quando l'ho visto la mattina pensavo fosse impossibile che giocasse. Quando vinciamo, vinciamo tutti, quando perdiamo, perdiamo tutti: è intoccabile, non c'è storia. Non bisogna leggere stampa e social media, al di là del mio Instagram dove metto cazzate non leggo niente. Al di là di questo lui è intoccabile".

La Roma è andata meglio in trasferta. Si è dato una spiegazione di questo?
"In casa ci sono state tre partite in cui non abbiamo segnato. Napoli, Atalanta e Lazio. Posso piangere anche io, gli altri allenatori piangono, piangono e piangono: sono tre partite senza il nostro giocatore più creativo, con più gol, con più palle inattive, con più mobilità, che può aprire il blocco compatto e basso degli avversari. L'Atalanta ha giocato così. Della Lazio neanche parliamo, è stato un esempio fantastico di quello che è giocare in un modo che se gioco io così mi uccidono, ma l'importante è vincere e io vinto tante partite nella mia carriera giocando così. Per noi, quando manca quel giocatore lì è difficile. Il Napoli è diverso, ha fatto una partita contro di noi cercando di vincere, difende molto bene, ha difensori bravi e abbiamo comunque avuto le nostre possibilità. Se guardi l'ultima partita nostra, se non sbaglio, abbiamo giocato con la stessa squadra dello scorso anno, in generale, con Mady nella posizione di Mkhitaryan. Questo significa che il bel mercatino che noi abbiamo fatto, con tanto sforzo, dedizione, sacrificio, bel lavoro da parte del direttore, non sta giocando. Il nostro uomo fondamentale, devo piangere anche io, non gioca da quante partite? Non ha giocato nessuna di queste grandi partite. Contro l'Inter ha fatto gol e abbiamo vinto, contro la Juventus ha fatto assist e abbiamo pareggiato. Poi c'è Lorenzo, che è più multifunzionale, ma che ha questa luce che si accende. Gioca troppo, troppi minuti, è in difficoltà, ogni tanto è un giocatore con qualche fragilità muscolare che qualche volta gli arriva lì. Non è che ogni partita sta al 100%, poi facciamo le nostre partite che quando segniamo è molto difficile perdere, perché è una squadra con solidarietà e omogeneità, tolto il disastro di Udine. Coi punti presi stiamo con gli stessi di 15 gare dell'anno scorso, che significa che se facciamo punti col Sassuolo o col Torino, vuol dire che possiamo avere due punti, un punto, quattro, sei punti in più dell'anno scorso. Sto già pensando alla quindicesima partita. Con tutte queste difficoltà facciamo il nostro lavoro e cerchiamo di combattere i nostri problemi, ma. non possiamo nascondere di averne".

È soddisfatto dell'evoluzione dei singoli dopo Tirana? Se analizziamo il loro rendimento sono in tanti sotto il loro livello.
"Non sono totalmente d'accordo. Penso che Mancini stia meglio quest'anno dello scorso anno. Molto più equilibrato, controllato, tre soli cartellini gialli. Penso che Ibanez, al di là di questo episodio di questa partita stia molto equilibrato. C'è una cosa che per me ha un'influenza, noi abbiamo perso tre centrocampisti, tre. Tutti loro si possono definire titolari: Mkhitaryan, Veretout e Sergio Oliveira. Wijnaldum non ha giocato una partita, e così ne abbiamo solo due. Dei due, uno è un ragazzo che è arrivato l'ultimo giorno, che cresce a poco a poco, ma la dinamica di squadra, collettiva, la sta ancora cercando, sebbene stia migliorando. L'altro è Nemanja, che non è venuto per giocare insieme a Cristante ma che si trova a farlo. Purtroppo abbiamo avuto dei problemi inaspettati, anche l'anno scorso. Quando Spinazzola si fa male all'europeo abbiamo dovuto avere una reazione inaspettata, siamo dovuti andare in una direzione che non volevamo nel mercato. Sto piangendo tanto e non mi piace piangere tanto. Mi piace dire che i problemi hanno aperto la porta a Volpato, a Zalewski, progressivamente a Bove, vi dico già che Tahirovic gioca e lo fa da titolare perché sta crescendo tanto da quando si allena con noi. Vediamo le cose in modo positivo. Mancano due partite alla sosta, vediamo i punti che possiamo fare e la classifica che avremo alla sosta, anche se non è metà di campionato. Per non allontanarmi dalla domanda: c'è gente da cui mi aspettavo di più, sì. Non posso nascondermi e dire che sono soddisfatto dall'evoluzione o involuzione di qualche giocatore. Posso nascondermi non dicendo chi sono, come allenatore devo parlare dei calciatori individualmente. Karsdorp è tornato due minuti dopo essere andato negli spogliatoi, non sai se ha preso il ghiaccio, se non è il ginocchio è l'adduttore o ha la febbre, lui ha tanti di questi problemi. Dopo due minuti era in panchina, non l'ho visto come un brutto atteggiamento. Quello che potevo dire è che questo per me non è un problema. Il problema che vedo che si può o che si doveva migliorare è l'accettazione di una sfida diversa da quella dell'anno scorso, la crescita nella mentalità, nella responsabilità, nell'ambizione, non essere soddisfatti di aver raggiunto questo livello qui e di essere contenti di cercare di andare oltre. A questo livello, e non parliamo di Karsdorp, sì. Se sono soddisfatto della mia carriera nel 2010... e magari avevo dei motivi per esserlo per quello che avevo raggiunto. Penso che per i giocatori sia lo stesso, i giocatori devono esigere di più fino all'ultimo giorno".

Sta pensando ad un cambio di modulo? Perché è uscito Camara nel derby, visto che ha detto che Cristante-Matic non sono una coppia?
"Perché non c'era Wijnaldum né Mkhitaryan. Giochi con quelli che hai, non ne abbiamo tanti. Quando abbiamo problemi nella rosa, abbiamo più difficoltà. Non faccio io il modulo, ma i giocatori con le loro caratteristiche".

Al di là dei gol, Abraham sembra più assente e meno nel vivo del gioco, sembra distratto. Cos'ha?
"Il mister ha risposto ripetutamente a queste domande su Abraham (interviene l'ufficio stampa, ndr). Magari è una buona domanda da fare a lui, è la persona ideale per rispondere: ho un problema o no, penso al Mondiale o no, sono distratto o no. Non lo so, devi aspettare che va in conferenza per fargli la domanda".



COMMENTI
Area Utente
Login

Atalanta - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 30 gen 2023 
Designazioni Arbitrali Coppa Italia, Quarti di Finale
COPPA ITALIA FRECCIAROSSA - DESIGNAZIONI QUARTI DI FINALE
 Dom. 29 gen 2023 
MOURINHO: "Siamo la squadra che ha fatto più paura al Napoli. Dal primo minuto abbiamo giocato bene"
NAPOLI-ROMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, JOSE' MOURINHO: "Pellegrini si è sacrificato, non stava molto bene. Zaniolo? La famiglia è per chi vuole stare con noi”
 Sab. 28 gen 2023 
Calciomercato, la Roma cerca un rinforzo in attacco: a Mourinho piace Muriel
Cercando di scrutare l'orizzonte circa il futuro di Nicolò Zaniolo, la Roma si adopera...
 Gio. 26 gen 2023 
Roma super, il 2023 è abbagliante: prima in classifica davanti al Napoli
Se, come succede in molti paesi sudamericani, ci fosse un campionato di apertura...
 Mer. 25 gen 2023 
Designazioni Arbitrali 20ªGiornata di Serie A
Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali,...
 Lun. 23 gen 2023 
Il momento della verità
È questo il momento in cui la Roma deve fare la Roma; questo il momento in cui i...
 Sab. 21 gen 2023 
 Ven. 20 gen 2023 
Coppa Italia, Quarti di Finale: Programmazione Televisiva, Date e Orari
La Lega, ha reso noto l'orario ufficiale per i quarti di finale di Coppa Italia...
 Gio. 19 gen 2023 
Designazioni Arbitrali 19ªGiornata di Serie A
SERIE A TIM - DESIGNAZIONI 19ª GIORNATA
Mourinho annusa un'altra finale
Un lampo, all'improvviso, ha squarciato il cielo sopra la stagione della Roma. In...
 Mar. 17 gen 2023 
Capello sta con Mourinho: "C'è solo un modo per vincere..."
L'ex tecnico si schiera con il portoghese: "Il Mondiale lo insegna: puoi essere un bravo direttore ma nell’orchestra che suona servono i professori"
 Dom. 15 gen 2023 
Abraham ricama, Dybala colpisce. E la Roma sogna: è a -3 dalla Champions
Doppietta dell'argentino su doppio assist dell'inglese. Sconfitta la Fiorentina, in dieci dal 24' per l'espulsione di Dodo
Roma-Fiorentina 2-0, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Dybala-Abraham coppia da sballo, Cristante diga in mediana
 Gio. 12 gen 2023 
CALCIOMERCATO Roma, piace Bayindir per la porta. Occhi anche su Vicario e Carnesecchi
La Roma sta seguendo tre portieri per sostituire Rui Patricio, che il prossimo anno...
 Mer. 11 gen 2023 
Serie A, ecco il fuorigioco semiautomatico: debutterà in Supercoppa il 18 gennaio. Come funziona
Debutterà nella finale della Supercoppa italiana in Arabia Saudita tra Milan e Inter
Repubblica: "La Lega A minaccia DAZN di rescindere l'accordo"
La Lega Serie A avrebbe prospettato a DAZN la risoluzione del contratto per i diritti...
Designazioni Arbitrali 18ªGiornata di Serie A
SERIE A TIM - DESIGNAZIONI 18ª GIORNATA
 Mar. 10 gen 2023 
Il ministro Urso, indennizzi automatici da Dazn per chi subisce disservizi
"Conferma disponibilità anche a una struttura operativa in Italia"
Milan-Roma 2-2, Le Decisioni del Giudice Sportivo
Ibanez salta Roma-Fiorentina. Zaniolo e Celik entrano in diffida
 Dom. 08 gen 2023 
Operazione San Siro
José Mourinho porterà con sé i dubbi fino a qualche ora prima del calcio d'inizio....
 Gio. 05 gen 2023 
Designazioni Arbitrali 17ªGiornata di Serie A
SERIE A TIM - DESIGNAZIONI 17ª GIORNATA
Roma, amuleto Foti: quando Mourinho non è in panchina i giallorossi vincono sempre
È accaduto anche ieri: Mourinho è lontano dalla panchina e la Roma vince. Chissà...
 Mar. 03 gen 2023 
Roma, vigilia in silenzio. E Mourinho lascia istruzioni
Il tecnico sconta la squalifica e non parla alla vigilia: in panchina contro Bologna e Milan c'è l'amuleto Foti. Trigoria blindata per l'ultimo allenamento prima della ripresa, ipotesi 'Fab Four' ma Tahirovic si candida
 Lun. 02 gen 2023 
Dazn: prezzi in aumento nel 2023
Nuovo rincaro dei prezzi per vedere la Serie A su Dazn. La piattaforma streaming,...
Designazioni Arbitrali 16ªGiornata di Serie A
SERIE A TIM - DESIGNAZIONI 16A GIORNATA
 Lun. 26 dic 2022 
Da Hidekguti a Totti, tutte le sfumature del falso 9
Pioli che ha in mente di adattare De Ketelaere al centro dell’attacco sarebbe solo l’ultimo di un illustre elenco di precedenti
 Ven. 23 dic 2022 
Shomurodov vuole solo il Torino, Borini al Verona
Stankovic aspetta Dragovic, il prezzo però è ancora alto. Marsiglia su Boga
 Lun. 19 dic 2022 
Trentalange se ne va: AIA, nuove elezioni
Quasi in pieno recupero Alfredo Trentalange si è dimesso dalla presidenza dell'Associazione...
 Mer. 14 dic 2022 
Asta per Hjulmand: oltre alla Roma in Italia c'è l'Atalanta. Sirene anche da Premier e Bundesliga
L'occasione dell'incontro per Bove sarà un momento opportuno per sondare la pista...
 Mar. 13 dic 2022 
Rui Patricio e Svilar, futuro scoperto
Un 35enne alle prese con piccoli guai fisici e un giovane incerto: Musso o Vicario nella lista di Pinto. Il portoghese non è sempre perfetto, il serbo e quelle papere giapponesi
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>