facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 20 gennaio 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

MOURINHO: "Non ci aspettavamo tanti problemi. Covid, infortuni, squalifiche tutto insieme: è troppo"

JOSE MOURINHO: "Siamo in difficoltà. Rui Patricio, Smalling e Mkhitaryan riposeranno"
Mercoledì 08 dicembre 2021
Alla vigilia di CSKA Sofia-Roma, ultima giornata della fase a giorni di Conference League, il tecnico giallorosso José Mourinho ha parlato ai microfoni dell'emittente televisiva. Le sue dichiarazioni:

"Oggi ho parlato con i giocatori e ho fatto un esempio: ero al Manchester United in Champions League, noi e la Juve erano qualificati per gli ottavi di finale e per finire primi la Juve non doveva vincere con lo Young Boys e noi dovevamo farlo con il Valencia. Non ci abbiamo creduto: abbiamo perso noi e ha perso la Juve. La sensazione è che ti senti un idiota. Domani dobbiamo andare lì e vincere, poi se il Bodø/Glimt vince siamo secondi, andiamo ai playoff a febbraio. Quello che non può succedere è che il Bodo non vinca e anche noi non vinciamo. Dobbiamo andare seri. Conosciamo le difficoltà che abbiamo con tanti infortuni e sappiamo che ogni giocatore che perdiamo in questo momento è un disastro. Ci sarà un metro di neve, sarà difficile. Dobbiamo per forza far risposare qualcuno: Rui Patricio, Mkhitaryan, Smalling non viaggiano con noi. Andiamo con il miglior gruppo possibile per cercare di vincere questa partita".

C'è un feeling incredibile col pubblico, continua ad esserci il tutto esaurito all'Olimpico per le prossime partite. Cosa si sente di dire ai tifosi?
"Quello che vogliamo dare ai tifosi è diverso dai risultati che abbiamo. Ma una cosa è ovvia: i tifosi sono veri romanisti, a loro non interessa vincere o non. È più facile tifare una squadra se vince sempre, è più difficile dimostrare che è la squadra del tuo cuore quando i risultati non sono i migliori. Dall'inizio sapevamo ciò che ci aspettava, ovviamente non ci aspettavamo tanti problemi insieme. Al di là di una rosa che si inizia a costruire, ci aspettavamo le difficoltà ma Covid, infortuni e squalifiche tutte insieme è troppo e lo è soprattutto quando affronti l'Inter. I nerazzurri sono più forti di noi e in quella situazione erano molto più forti di noi. Per questo siamo sempre uniti e tranquilli, vogliamo vincere questa partita ma dobbiamo anche avere un po' di paura di tutte queste cose negative che succedono. Quindi devono per forza rimanere a casa Rui Patricio che gioca sempre, Smalling che viene da un infortunio importante e ha giocato tre partite di fila e Mkhitaryan che non è giovanissimo e ha giocato in un ruolo che esige tanto".

Ad oggi è più difficile provare a vincere la Conference League o arrivare quarti in campionato?
"Se prendiamo le cose in modo separato e diciamo adesso inizia la Conference e per i prossimi tre mesi si gioca, dico che abbiamo la squadra per competere anche con le squadre più forti come Tottenham e Rennes, ma anche con le squadre che arrivano dall'Europa League che sono ovviamente più forti. Il problema è che dobbiamo giocare da gennaio a fine maggio tre competizioni ed è difficile dire come arriveremo ad una determinata partita. È la differenza tra squadra e rosa. Guardando Inter, Milan, Juventus, Atalanta e Napoli sono squadre di grande potere e guardando in Conference non ci sono più squadre piccole di paesi piccoli. Non esiste più nel mondo del calcio, tutte hanno potenziale. Ci saranno squadre importanti che arrivano anche dall'Europa League: ad esempio domani una tra Napoli e Leicester, e mi auguro per il bene del calcio italiano che sia il club inglese, scenderà in Conference. Con la rosa che abbiamo dobbiamo pensare di partita in partita e rendere la prossima partita sempre la più importante".

*** *** ***


MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA


Il risultato di domani può influire fino alla fine della stagione? Quale sono le vostre ambizioni in Conference League?
"Il risultato di domani no perché siamo già qualificati. Ovviamente decide il primo posto, noi vogliamo continuare a giocare questa competizione, ma domani possiamo definire solo primo o secondo posto. Ora la Conference avrà 8 squadre che scenderanno dall'Europa League, bisogna aspettare però non possiamo nascondere che vogliamo andare il più avanti possibile".

Dopo l'Inter ha detto che la Roma era limitata dagli infortuni, domani che squadra vedremo?
"Lasciamo fuori i giocatori infortunati, non abbiamo recuperato nessuno. Anche altri resteranno fuori dato che abbiamo tante gara e non possiamo rischiare. Sarà una squadra forte, con un blocco di 4/5 giocatori importante e tanti giovani. Dobbiamo rispettare il CSKA e vogliamo vincere".

Quanto è cambiato dalla prima coppa vinta?
"Non penso tanto, stessa passione e ambizione. Ho solo più tranquillità ed esperienza nei momenti complicati della stagione. Nel 2004 avevo il sogno di vincere la Champions, adesso sogno di vincere la Conference League. Vediamo se è possibile".

Cosa le ha dato l'essere in contatto con calciatori bulgari?
"La generazione degli anni '80 e '90 ' l'età d'oro del calcio bulgaro. Il portogallo venne invaso dai calciatori di qualità bulgari che erano anche grandi persone. Ogni volta che vengo in Bulgari mi sembra di essere tornato a casa di amici. Domani, però non ci saranno amici, dobbiamo vincere".


COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 19 gen 2022 
Calciomercato Tottenham, Conte libera Ndombele: Napoli e Roma in pole
E' Tanguy Ndombele, centrocampista francese più volte vicino all'approdo in...
CALCIOMERCATO, Roma e Milan a caccia di un terzino: piace il brasiliano del Gremio Lucas Kawan
Lucas Kawan entra nelle idee di Roma e Milan, entrambe a caccia di rinforzi futuribili...
TRIGORIA 19/01 - Mourinho ritrova El Shaarawy: ok per Lecce ed Empoli
L'attaccante ha superato l'affaticamento muscolare che lo aveva costretto a saltare le sfide contro Juventus e Cagliari
Roma-Lecce, Le Probabili Formazioni
COPPA ITALIA, OTTAVI DI FINALE
L'Everton corteggia Mourinho, la BBC lo critica: "Deludente alla Roma"
L'analisi critica dell'emittente britannica sull'avventura dello Special One in giallorosso
BARONI: "Se giochiamo intimoriti, ci asfaltano. Gioca Calabresi"
COPPA ITALIA - OTTAVI DI FINALE, ROMA-LECCE, LA CONFERENZA STAMPA DI MARCO BARONI: “La Roma tiene a questa competizione. Non dobbiamo giocare con timore, altrimenti ci asfaltano”
Ultimi Match Roma-Lecce
31 anni fa la scomparsa di Dino Viola: il ricordo del club e dei tifosi
Il 19 gennaio 1991 se ne andava lo storico patron del club giallorosso
I 19 anni di Felix: 12 mesi fa era in Africa, ora si è preso Roma e Mou lo ama
José gli chiede cose basiche ma ormai lo considera la seconda opzione in attacco. Presto porterà la madre in Italia, intanto il pubblico giallorosso impazzisce per lui: domenica ha donato la maglia a una piccola abbonata di 9 anni
Calciomercato. La Roma forte su Kamara: ora è più vicino
Rispunta anche Ndombele. Tiago Pinto al lavoro per rinforzare il centrocampo ma ogni mossa dipende dalla cessione di Diawara
Caccia alla decima, la voglia matta dei Friedkin: "Roma, adesso si può vincere"
Probabilmente i Friedkin muoiono dalla voglia di associare un trofeo ai tanti soldi...
Keramitsis, ecco il giovane greco abituato a bruciare le tappe
Dimitros Keramitsis è l'ultimo diamante del settore giovanile della Roma che calcato...
Mourinho dice no all'Everton e ora pensa a Moutinho
La Premier League resta nel cuore di Mou, che continua a cercare giocatori che vengono...
La maledetta Coppa Italia
Vuoi vedere che la maledizione è cominciata proprio da José Mourinho? Perché da...
Mou vuole sfatare un tabù
Una maledizione lunga quattordici anni, ma per sfatarla la Roma ha l'uomo giusto...
Shomurodov, ultima chiamata. Chance anche per Perez
Conta vincere, è chiaro. Anche perché è una partita da dentro o fuori e domani sera...
 Mar. 18 gen 2022 
Calciomercato, De Frutos saluta il Levante. Contatti con Roma ed Hellas
Jorge De Frutos è stato una delle grandi rivelazioni della scorsa Liga: scuola Real...
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Olsen all'Aston Villa
COMUNICATO AS ROMA
Calciomercato Roma, dalla Francia: chieste informazioni per Ndombele. L'ostacolo è l'ingaggio
Tanguy Ndombele è in uscita dal Tottenham, messo ai margini da Antonio Conte tanto...
Calciomercato Roma, spunta l'idea Joao Moutinho: può essere l'affare last minute di Pinto
Il mercato in entrata della Roma è tutt’altro che chiuso: Tiago Pinto vuole regalare un altro colpo al tecnico Josè Mourinho, e si fa improvvisamente strada il nome di Joao Moutinho
Calciomercato Roma, Sabatini vuole Fazio alla Salernitana: lui fa il turista in Toscana
Prima Volterra, poi Firenze: il difensore ha trascorso il fine settimana scoprendo le bellezze toscane. Al mercato non pensa
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Jacopo Surricchio
La Roma ha ufficializzato l'ingaggio del classe 2006 Jacopo Surricchio. Operazione...
Milan, Gavillucci su Serra: "Polverone inutile, errori anche in Juve-Roma"
L'ex direttore di gara: "Un arbitro non va giudicato per il singolo errore ma sull’intera stagione"
Diawara valuta le offerte. Tiago Pinto, prima le cessioni poi Kamara. Santon tratta la rescissione
Il guineano ha ricevuto un'offerta anche dalla Turchia. Reynolds verso il Belgio
Calciomercato Roma, la rivoluzione di Mourinho è solo all'inizio
Sergio Oliveira e Rui Patricio sono stati decisivi contro il Cagliari, il manager Mendes sul mercato. E Tiago Pinto liquida gli spagnoli
CALCIOMERCATO Roma, dalla Turchia: anche il Galatasaray su Diawara
Resta in uscita dalla Roma Amadou Diawara, sempre più ai margini della rosa di Mourinho...
Stadi deserti e mezzi pieni, il mini-tetto non funziona: a febbraio si torna al 50%?
Quota cinque mila spettatori non è uguale per tutti. Per qualcuno significa il deserto,...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>