facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 19 agosto 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Il Milan non si ferma più: Ibra e Kessie piegano anche la Roma

Una punizione dello svedese nel primo tempo e un rigore dell'ivoriano nella ripresa confermano le ambizioni scudetto dei rossoneri. Di El Shaarawy la rete giallorossa nel finale. Espulso Hernandez al 21' del secondo tempo: salterà il derby
Domenica 31 ottobre 2021
Non sappiamo quando - e forse nemmeno se - Pioli pronuncerà mai la parola magica, ma tanto ci pensano i suoi giocatori e ci aggreghiamo senza problemi anche noi: gli ultimi punti di domanda possono tranquillamente evaporare sotto i riflettori dell'Olimpico, questo è a tutti gli effetti un Milan da scudetto e l'ennesima certificazione arriva proprio nello stadio dove il Diavolo ha vinto l'ultimo, dieci anni fa.

Chi attendeva uno scivolone nel primo atto di un trittico terribile, è costretto a ricredersi: dieci vittorie in undici uscite non possono più essere frutto di congiunture favorevoli o di una parentesi particolarmente propizia. Trovare il modo e la forza di prendersi i tre punti sul campo della Roma, diretta concorrente per la Champions (perché questo resta comunque l'obiettivo primario del Diavolo), giocando per oltre mezzo tempo con un uomo in meno, è un diploma di laurea dopo una serie di esami da lode. Mercoledì arriva il Porto per l'ultima chiamata Champions, domenica ci sarà il derby, ma ormai per il Milan gli avversari non fanno più differenza: questa è una squadra consapevole di poter vincere con chiunque. All'Olimpico hanno deciso una punizione di Ibra - prestazione maiuscola - nel primo tempo e un rigore di Kessie nel secondo. La Roma, che prosegue con un desolante mal di big (un punto in quattro incroci), ha accorciato nel finale con El Shaarawy ma non ha avuto la forza e la capacità di riacciuffare il match dopo l'espulsione di Hernandez, arrivata al 22' della ripresa. La classifica dice ancora quarto posto, ma per sigillarlo a maggio ci sarà da faticare parecchio.

LE SCELTE — Mourinho ha confermato in blocco l'undici che ha vinto a Cagliari. Quindi con Mancini e Ibanez al centro della difesa, l'ex Cristante e Veretout in mediana e il tridente Zaniolo-Pellegrini-Mkhitaryan (vittorioso nel ballottaggio con l'altro ex El Shaarawy, che in vigilia pareva favorito) dietro Abraham. Nel riscaldamento apprensione per Pellegrini, visibilmente infastidito dal ginocchio sinistro: allarme poi rientrato. Pioli invece, un po' per scelta e un po' per necessità (sette gli indisponibili), rispetto al Torino ne ha cambiati quattro: Kjaer per Romagnoli, Hernandez per Kalulu, Bennacer per Tonali e Ibra - alla seconda da titolare - per Giroud. Dietro il francese il tecnico rossonero ha confermato Krunic, preferendo lasciare inizialmente in panchina Diaz, al rientro dopo l'assenza per Covid. Cambiano gli uomini, cambia il valore degli avversari, ma non cambia il Milan nel suo insieme. Una squadra che ha raggiunto una consapevolezza totale della propria forza, cosa che le garantisce una gestione matura in qualsiasi contesto. Anche in casa di una diretta concorrente europea che, soprattutto nei primi minuti, si è buttata in avanti e ha spaventato il Diavolo più di una volta. Solo che a spavento è seguita reazione.

CHE SFIDA SULLA FASCIA — E così ne è venuto fuori un primo tempo decisamente bello. Poche speculazioni tattiche, pochi calcoli e fase offensiva marcatamente aggressiva. Occasioni da una parte e dall'altra, Pellegrini ha fatto venire i brividi due volte a Tatarusanu nel primo quarto d'ora - fuori di poco in entrambe le occasioni - e i primi scorci di gara hanno offerto una Roma più convinta e un Milan più impacciato. Rapporti di forza che sono durati poco perché dopo una decina di minuti i rossoneri si sono sistemati e la Roma ha iniziato a trovare con maggiore difficoltà i corridoi giusti. Bennacer e Kessie si sono occupati a turno di Pellegrini, costringendolo ad arretrare il raggio d'azione, Kjaer ha cancellato Abraham e i giallorossi hanno dimostrato di patire in particolare i movimenti di Saelemaekers e Calabria sul centrosinistra, dove la cerniera Veretout-Mkhitaryan ha faticato a seguire gli avversari. Bellissima la sfida lungo la corsia sinistra del Milan, con Zaniolo e Leao a mettere a dura prova i nervi di Hernandez e Karsdorp. Ibrahimovic, come d'abitudine, è arretrato spesso a gestire palla sulla trequarti, aprendo spazi per un Leao sempre più ispirato. Il Milan è cresciuto con lo scorrere delle lancette e hanno iniziato a piovere occasioni: prima Kessie, poi Leao ha ciabattato da ottima posizione, Ibra ha alzato la mira davanti a Rui Patricio e poi ha colpito. Leao si è preso una punizione dal limite e Zlatan ha infilato la porta giallorossa con un destro basso e angolato.

LA LEGGEREZZA DI THEO — Era il 26' e la Roma ha accusato il colpo, perdendo aggressività e lucidità, e agevolando la gestione del Milan. Maresca ha annullato un gol a Leao per fuorigioco di Ibra e anche la ripresa è iniziata con una rete cancellata ai rossoneri - stavolta di Zlatan -, sempre per fuorigioco. Mourinho ha ridisegnato la Roma con la difesa a tre, ma il Milan ha colpito ancora: lungo lancio per Ibra, entrata scomposta di Ibanez e rigore, assegnato subito e poi confermato dopo controllo al monitor. Zlatan ha ceduto cavallerescamente a Kessie: 2-0 e Roma mentalmente a pezzi. Pioli ha tolto lo svedese e inserito Giroud, Mou ha buttato dentro El Shaarawy e Carles Perez, ma la partita ha cambiato faccia al 22' quando il Milan è rimasto in dieci: fallo volontario di Hernandez su Pellegrini, secondo giallo e Diavolo in dieci. Un'espulsione molto pesante anche in ottica derby. Pioli ha inserito Ballo-Touré per Saelemaekers e poi Tonali, Romagnoli e Bakayoko per Leao, Bennacer e Krunic. Una doverosa prudenza, che ovviamente equivale a una sofferenza sempre più opprimente. Nell'ultimo quarto d'ora è un assalto totale. Prima Kjaer suggella una prova fantastica salvando su Zaniolo con Tatarusanu battuto, poi il portiere rossonero disinnesca Mancini. Al 93' El Shaarawy accorcia le distanze e trasforma gli ultimi tre minuti di recupero in un assedio senza respiro dove il protagonista è ancora Tatarusanu, che vola per disinnescare il sinistro di Carles Perez.
di Marco Pasotto
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Roma-Milan - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 18 mag 2022 
Mancini: "Molta confusione sul Var, gli arbitri devono spiegarci"
Il difensore centrale della Roma: "La stanchezza non deve essere un alibi per le sfide contro Torino e Feyenoord"
 Mer. 23 feb 2022 
Totti sempre più vicino al ritorno nella Roma: contatti più frequenti e "caldi"
Il simbolo giallorosso fisso all’Olimpico. Il rapporto con il club adesso è ottimo
 Sab. 19 feb 2022 
PRIMAVERA 1 - Roma-Milan 2-1
Nella 20ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
 Gio. 06 gen 2022 
La Roma si sveglia troppo tardi
La Roma femminile si arrende al Milan e deve dire addio al sogno di conquistare...
 Gio. 16 dic 2021 
Roma, l'Atalanta per svoltare: fin qui solo un punto in cinque big match
Fin qui la squadra ha ripetuto gli errori dell'era Fonseca, neanche una vittoria negli scontri diretti
 Dom. 05 dic 2021 
Riecco Totti, tra nostalgie e speranze
Galeotto lo sponsor della Roma, che li ha fatti riavvicinare. Questo intanto è certo:...
 Sab. 04 dic 2021 
Roma-Inter, Totti torna allo stadio Olimpico dopo due anni (l'ultima volta c'era il Milan)
L'ultima volta (il 27 ottobre 2019) aveva visto la partita dei giallorossi contro il Milan
 Lun. 22 nov 2021 
Il cilindro di Mou e il 18enne insospettabile
Felix Afena-Gyan è il protagonista assoluto della notte della Roma. Il giovane attaccante...
 Gio. 18 nov 2021 
Maresca retrocesso in B per Spal-Alessandria
Gianluca Rocchi, designatore degli arbitri, lo aveva anticipato, ma ieri è arrivata...
 Lun. 15 nov 2021 
Rocchi: "Maresca non mi è piaciuto in Roma-Milan, ma lo rivedrete presto"
Gianluca Rocchi ha parlato nel corso di Radio Anch'io Sport, trasmissione...
 Lun. 08 nov 2021 
La moviola: Aureliano senza scuse
Una staticità che può andare bene per certe gare, magari di medio cabotaggio. Stavolta...
 Mer. 03 nov 2021 
Mourinho scatenato: nuova bufera sul rigore con la Juve
Lo Special One torna sul penalty assegnato alla Roma allo Stadium: "Doveva essere ripetuto". E fa l'esempio di Juventus-Zenit
Curva Sud chiusa, la Roma: "Tolleranza zero verso ogni forma di razzismo"
La nota di giallorossi: "Il Club è già in contatto con le autorità e le istituzioni competenti per verificare quanto accaduto in Roma-Milan"
 Mar. 02 nov 2021 
Roma-Milan, Le Decisioni del Giudice Sportivo: curva della Roma chiusa per un turno con pena sospesa
Il giudice sportivo ha punito l'intero settore per gli insulti discriminatori nei confronti dello svedese e Kessie: se episodi simili dovessero ripetersi nel prossimo anno la sanzione diventerà effettiva e di due turni. Multato Mourinho per "parole irrispettose" verso l'arbitro
Roma-Milan, Mourinho infuocato anche il pre-gara: scintille con la polizia per le norme anti-Covid
Il tecnico non ha seguito le procedure di sicurezza ed è scappato dal pullman prima dei controlli. "Inseguito" vanamente da una poliziotta
Arbitri, Pinto attacca: "Roma chiaramente danneggiata, ora basta"
Il g.m. giallorosso: "Qui in Italia nessuno capisce i criteri arbitrali, la società e i suoi tifosi meritano rispetto". Ed elenca tutti gli episodi contestati
Roma-Milan, disastro Maresca: Rocchi imbufalito! Ecco quando tornerà ad arbitrare
Si va verso un lungo stop per il direttore di gara di Napoli. Potrebbe tornare ad arbitrare in A fra il 5 e il 12 dicembre, troppo grossi gli errori commessi. Il corto circuito col VAR non è scusabile
 Lun. 01 nov 2021 
Rigore da non dare, caos cartellini, scelte sbagliate. L'Aia boccia Maresca: fermato
Lo stop stabilito dal designatore Gianluca Rocchi dopo la prestazione, ritenuta deludente, del direttore di gara napoletano all’Olimpico
Dall'Udinese al Milan: ecco tutti gli errori arbitrali contestati dalla Roma
Si parte dall'espulsione di Pellegrini che lo ha costretto a saltare il derby. Poi gli errori contestati dal club contro la Lazio, la Juventus e i rossoneri di Pioli
Cori razzisti a Ibra, la Procura Federale indaga: audio al giudice sportivo
L'attaccante svedese, dopo il gol segnato contro la Roma, è stato vittima di insulti discriminatori da parte di alcuni tifosi
Ancora a secco, ora Abraham diventa un caso
Ha visto le streghe per 62 minuti e la notte di Halloween c'entra poco. Ancora una...
La Roma si arrende
Mourinho perde il suo primo match casalingo in Serie A. Imbattibilità finita dopo...
Mancini: "È una presa in giro"
La rabbia in casa giallorossa è tanta, soprattutto per la direzione di Maresca....
Maresca, notte horror: dà il rigore sbagliato, e Theo...
Solito, modestissimo, Maresca. Prestazione assolutamente scarsa, sbaglia tutte le...
Non si capisce più una mazza
Dall'ammonizione a Ibra in poi Maresca ha compiuto una lunga serie di scelte sbagliate....
Roma-Milan 1-2, Le Pagelle dei Quotidiani
11ªGiornata di Serie A
 Dom. 31 ott 2021 
MANCINI: "Condividiamo rabbia del mister, rigore di Ibanez non c'è, ce n'è uno enorme su Pellegrini"
ROMA-MILAN 1-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA MANCINI A DAZN La squadra condivide lo...
Roma-Milan 1-2, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Abraham viene anticipato sempre da Tomori. Un po' poco Mou
IBRAHIMOVIC: "Spero di essere fischiato dall'Olimpico, mi caricano di più"
ROMA-MILAN, LE INTERVISTE PRE-PARTITA IBRAHIMOVIC A DAZN Come stai? "Bene, grazie....
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>