facebook twitter Feed RSS
Domenica - 17 ottobre 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Roma, Lorenzo (Pellegrini) ora è finalmente Magnifico

Sabato 18 settembre 2021
Cinecittà, esterno giorno, gli studi cinematografici sono a un passo. Anno 1996, è il 19 di giugno: comincia una storia, un film, non subito d'amore, ci vorrà qualche anno. Monica e Tonino danno alla luce Lorenzino, senza sapere che oggi, venticinque anni dopo, sarebbe diventato Lorenzo il Magnifico, capitano della Roma, uomo più rappresentativo dei giallorossi. Lorenzo sorride poco ma oggi è felice: gioca un calcio che innamora, ha una bella famiglia, Veronica è la moglie ed è padre di due figli, Camilla e Thomas, ha un fratello più piccolo, Francesco, che gioca nell'Atletico Lodigiani e una sorella più grande, che è solo sua tifosa. Pellegrini, il capitano della Roma, è nato e cresciuto calcisticamente nella zona di via Tuscolana, proprio sotto casa, nella squadra della Banca d'Italia. Papà Tonino ne era un dipendente e allenava i piccolissimi figli di altri suoi colleghi. Proprio il padre è stato il suo primo allenatore. Lo stesso papà, qualche anno dopo, se lo è portato all'Almas, della quale oggi è dirigente. Il cordone ombelicale con mister papà si è rotto quando Bruno Conti ha voluto vederlo da vicino, portandolo poi alla Roma, quando non aveva ancora dieci anni. Era un piccolo centravanti, fisico non possente, ma tecnica sopraffina. Idee chiare soprattutto, leader fin da bambino. Così lo vedeva Montella, che nei giovanissimi nazionali, gli ha affidato le chiavi della squadra. Nella Roma ha anche trovato chi, come mister Mirko Manfrè, lo ha abbassato a centrocampista e chi, come Tovalieri (nell'under 17), lo ha provato pure da difensore centrale. Lorenzo ha provato di tutto, fino a quando, dopo una partita di Youth League contro il City, quando vestiva la maglia della primavera di Alberto De Rossi, ha ricevuto i dirigenti del Sassuolo, che lo hanno chiesto e preso in pochissimo tempo. Il ds Sabatini, all'epoca, lo ha ceduto per poco più di un milione, Monchi, su richiesta esplicita di Di Francesco (e su pressioni di Frederic Massara), lo ha dovuto riacquistare per una decina di milioni. Un bell'investimento per uno di famiglia. DiFra lo trasforma in trequartista (l'esordio nel ruolo è con gol di tacco nel derby), ma in quel periodo non era un titolare fisso. Lorenzo soffre, resiste e va avanti. Monchi non lo vede, rischia di essere ceduto. Ma resiste ancora. L'esordio in A ormai è acqua passata e non è col Sassuolo ma con la Roma: quasi un lampo nel buio, su un campo inedito, Cesena, un allenatore che poi non ha più visto ma che sente regolarmente anche oggi, Rudi Garcia. Era il 22 marzo 2015, aveva appena 18 anni, quella sera sostituì Salih Uçan, talentino sparito in un niente. Quel posto sarebbe diventato suo negli anni, con pazienza. La stessa che ci vuole per vedergli firmare il rinnovo, quello vero, il più importante della sua carriera. Un contratto che lo lega alla Roma nel suo magic moment, con Mourinho allenatore che lo stima e lo coccola, in una squadra che viene costruita intorno a lui, che è il capitano. Ora sì, davvero, proprio quando molti hanno pensato ripetesse il percorso di Florenzi. Invece l'investitura di Totti ha portato fortuna, invertendo la storia. Ora viene riconosciuto dallo spogliatoio, anche da quei tifosi che spesso lo hanno contestato, pure a brutto muso. L'odio social non risparmia nessuno, nemmeno chi porta con orgoglio i colori della Roma.

CONTRATTO, CI SIAMO
Ecco l'episodio: dicembre scorso, l'annuncio social dopo un triste Roma-Sassuolo (0-0) dell'arrivo del secondogenito. "Pensa a giocare...", la cosa più tenera che gli hanno scritto. Lui, che non si tiene niente, ha definito "falliti" chi lo aveva insultato e minacciato la moglie. Apriti cielo, è intervenuta anche la Roma. Pellegrini sorride poco, anche oggi che è sulla breccia, è carattere. Ma nello spogliatoio sa come ottenere consensi. La fascia da capitano pian piano gli si avvolge bene sul braccio, i rancori sono passati. Serve quello scarabocchio sul contratto, che Mou auspica (e non solo) e la Roma è ormai costretta a proporgli. Settimana prossima e ci siamo. Per continuare così, anni e anni ancora.
di Alessandro Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 08 ott 2021 
Calciomercato Fiorentina, Berardi insieme a Borja Mayoral: le grandi manovre per il dopo Vlahovic
In vista di gennaio, in caso di cessione di Dusan Vlahovic con Manchester City e...
Sui social: "Mou, stasera pippiamo...". Bufera su Zalewski e multa in arrivo (VIDEO)
Il giovane attaccante della Roma ha partecipato a una serata che è però sfuggita di mano. E ora circola un video imbarazzante, con tanto di "dedica" a Mourinho, che in breve è diventato virale...
Juventus-Roma è già cominciata in nazionale: gomitata di Cuadrado a Viña
Fa discutere il mancato intervento del Var sull'episodio
Decidono tutto i Friedkin: così è finita l'era Pallotta
Non è finita finché non è finita. Anche Francesco Calvo, dirigente addetto al marketing,...
La Roma, i Friedkin e la squadra invisibile
Per vincere trofei servono calciatori forti, ma anche una "squadra invisibile" fuori...
Spinazzola accelera: la Roma lo aspetta e il mirino è su Sofia
Il terzino è in anticipo sulla tabella di marcia. A novembre il gruppo, poi si spera di rivederlo in campo ad inzio dicembre in Conference League con il Cska
Mancini: "Mi vedo a Roma per tanti anni. Basta incrociare lo sguardo di Mourinho e si va a mille"
"Primo giorno di allenamento: Mourinho ci riunisce davanti a un maxischermo e ci...
 Gio. 07 ott 2021 
MOURINHO: "Voglio regalare titoli ai tifosi della Roma, anche se il loro amore va oltre i trofei"
"Lavoriamo per vincere con la Roma, se sarà con me sarà perfetto"
Stadi, all'Olimpico almeno 46 mila spettatori. La Roma pronta a lanciare la campagna abbonamenti
Il decreto legge sull'aumento delle capienze nei luoghi di cultura, sport e discoteche...
Vezzali: "CDM ha approvato apertura stadi al pubblico al 75%. Auspico 100% nei prossimi 15 giorni"
Dal palco del Festival del Calcio di Trento, Valentina Vezzali, Sottosegretario...
Serie A, la Lega chiede a Dazn un tavolo sul tema della rilevazione degli ascolti
Agcom: «Si intervenga per evitare malfunzionamenti»
Calciomercato Roma, gli agenti di Mancini e Cristante a Trigoria: colloqui per i rinnovi
Il difensore e il centrocampista trattano per il prolungamento del contratto
TRIGORIA, Mourinho concede tre giorni di riposo. Zaniolo lavora ancora a parte
Il tecnico portoghese ha lasciato il fine settimana libero ai giocatori non impegnati con le nazionali. Il talento giallorosso non ha ancora risolto il problema muscolare
La Roma vuole blindare Veretout. L'agente: "Lavoriamo sul rinnovo"
La Roma vuole blindare Veretout. L’agente: “Lavoriamo sul rinnovo”
Calafiori, quel dolce ricordo dell'esordio allo Stadium: pronto per il bis
Torino è nel suo destino. Quattordici mesi fa (1 agosto 2020) esordì in campionato...
La Roma e Fienga si separano. Arriva Berardi in un club sempre più made in Friedkin
E' stata una strada lunga 8 anni, con alti e bassi ma fatta sempre correndo. La...
Guido Fienga il bagnino
Il bagnino che nell'estate 2020 salvò la Roma in un mare di debiti - onde altissime...
Pinto al lavoro: a gennaio ci sono tre ruoli da coprire
La Roma studia già le mosse per il prossimo mercato e il primo nome sulla lista...
Abraham: "Restare al Chelsea sarebbe stata l'opzione più facile, ma alla fine ho scelto la Roma..."
“Mourinho mi telefonò e disse ‘Vuoi goderti un po’ di sole o stare sotto la pioggia?'”
 Mer. 06 ott 2021 
PELLEGRINI: "Non ho visto una Spagna superiore. Il nostro futuro sarà bello e pieno di vittorie"
NATIONS LEAGUE - ITALIA-SPAGNA 1-2, LE INTERVISTE POST-PARITA PELLEGRINI ALLA RAI...
Nations League, Italia-Spagna 1-2: Ferran Torres gela San Siro
Italia ko dopo 37 partite: la Spagna vola in finale di Nations League
Lady Dzeko torna a Roma: che commozione nella vecchia casa!
Amra, moglie dell'attaccante bosniaco, è nella Capitale e su Instagram si lascia andare alla malinconia: "È così dura..."
Pietro Berardi diventerà il nuovo corporate chief exectutive officer del club
Guido Fienga lascia la carica di Ceo del club. Al suo posto Pietro Berardi: "Onorato di unirmi alla Roma in un momento così emozionante di crescita"
CALCIOMERCATO Roma, UFFICIALE: Vladislavs Razumejevs
Benvenuto nella nostra squadra U17 a Vladislavs Razumejevs, portiere lettone proveniente...
Guido Fienga lascia la Roma
Novità ai vertici del club giallorosso: Guido Fienga lascia la Roma. È atteso il...
CALAFIORI: "Con Mourinho sto crescendo anche nel carattere. Spinazzola un idolo"
Le prossime due partite contro Bosnia e Svezia "sono di livello superiore rispetto...
Special Roma: primi tempi da scudetto
Classifiche a confronto: quella al 45’ dà ai giallorossi il primato. Il nodo su cui il tecnico sa di dover lavorare però è proprio la continuità
Mourinho va all'attacco
Stanno arrivando le grandi salite. Ci racconteranno quanto è davvero tosta la Roma...
Calciomercato Roma, obiettivo Zakaria per gennaio: Pinto ha avviato i contatti con l'entourage
La Roma guarda in avanti. Il club giallorosso comincia a delineare i piani per il...
Roma, 11 gare senza X: mai successo
Pareggio? No, grazie. La Roma è una delle 4 squadre della Serie A che non hanno...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>