facebook twitter Feed RSS
Domenica - 17 ottobre 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Il gesto di Mourinho che ha fatto impazzire i tifosi della Roma

Il tecnico portoghese è un genio fuochista: per lui ci sono 12, 13, massimo 14 titolari. Gli altri sono fuori ma non esclusi, sempre che dimostrino di avere carattere. E' questo il pensiero vincente che ha conquistato una tifoseria intera
Sabato 28 agosto 2021
Giovedì sera, stadio Olimpico. Trebisonda, ma poco importa. Scamiciato. Sudato. Esagitato. In una parola, felice. La sensazione? Più di una sensazione. José Mourinho ha ritrovato casa, senza bisogno di tornare a casa. Il ragazzo ha messo i capelli bianchi, ne ha viste di cotte e di crude, ha avuto pagine e stravinto titoli che nemmeno una star del cinema o un monarca. Ha esplorato e conquistato mondi super chic, ma sempre con l'occhio daltonico del ragazzo che è partito un giorno da Setubal, il porto di centomila anime che ha l'odore del fiume e la luce del mare, per scrivere la sua bella e un po' maniaca storia e tornare un giorno a Setubal. Non ne ha avuto bisogno.

È arrivato a Roma. Nella città giusta, al momento giusto, l'odore del fiume e la luce del mare, ma molto di più. Una passione sotto la cenere da attizzare. Come dire, il massimo per il suo genio fuochista. L'altra sensazione? Molto più che una sensazione. José e i tifosi della Roma sono strafatti l'uno per gli altri. Una specie di mezza mela per niente platonica, per quanto è fisica. L'abbraccio che non ha bisogno di abbracciare. Il miracolo. La moltiplicazione dei tifosi. In attesa che siano pani, pesci e trofei.

Erano trentamila, ma sembravano novantamila. Dopo aver invaso le loro teste al solo apparire, ancora prima al solo annuncio del nome, sta entrando nella carne e nel sangue della tribù romanista, essendo lui stesso carne e sangue da violare.

Josè ha bisogno di farsi amare e rispettare, ma a una sola condizione: essere lui il primo a farlo. Che siano i suoi giocatori o i suoi tifosi. Il Mourinho che arriva a Roma non è lo stesso che arrivò a Milano tredici anni prima. Quello era un uomo avido di nemici, di scalpi e di trofei. Un capitano di ventura. Il suo era un pragmatismo guerriero. Era un uomo dall'occhio truce, in bilico tra il nero e il blu. Il condottiero di una banda ai suoi piedi.

Quello di Roma sta tra il bianco e il rosso della fiamma. Il profeta illuminato di una comunità smarrita che aspettava solo di tornare a bruciare viva. Il suo è diventato un pragmatismo lirico. Sentimentale. Saranno gli anni, sarà la vita che scorre, sarà il bisogno di tornare a casa.

Nel 2010 venne all'Olimpico da nemico, finale di coppa Italia, minacciando e sbraitando che non voleva giocarla la partita per via dell'inno di Venditti sparato a palla prima dell'inizio. Giovedì sera ha preteso che lo stesso inno fosse sparato a palla e cantato dalla gente alla presenza dei giocatori. Pragmatico e lirico. Feroce e sentimentale. Nessun allenatore prima di lui, romano, italiano, straniero, aveva toccato questa corda semplice e irresistibile che sta alla base della storia arcaica del calcio.

La fusione tra quanto sta sopra adorante e quanto sta sotto adorata. Nel momento in cui il feroce e lirico José pretende questo, l'inno cantato che pervade timpani e sensi, è anche un gigantesco vaffanculo al calcio degli agenti parassitari e dei calciatori mercenari, senza un'anima che non sia un pezzo di stoffa cangiante. Lui, José, mercenario con un'anima forte, che diventa tutto là dove sta.

Mai stato così tutto, dopo nemmeno due mesi, come oggi a Roma, forse nemmeno ai tempi del Porto. L'ha pensata e l'ha tradotta subito in un fatto questa cosa dell'inno cantato. Siamo o poco ci manca all'energia tribale della danza Maori che fa vibrare i tuoi e fa tremare terre, stadi e nemici. Due mesi nemmeno e l'impronta di José è più riconoscibile di quella di un Gigantosauro.

Di nuovo, il pragmatismo insieme lirico e feroce. Mourinho è tra i pochissimi che se lo possono permettere (Guardiola, Bielsa, Klopp, forse Conte, Gasperini in Italia, ma solo nell'Atalanta): dichiarare senza perifrasi i suoi favoriti a corte.

Lui non conosce la logica dei contentini. Dice questi sono i miei 12, 13, forse 14 titolari. Gli altri sono fuori, ma non sono esclusi. Possono rientrare in qualunque momento purché dimostrino di non soffrire l'esclusione, di non avere un ego fragile disposto a lasciarsi ferire. Viste così, le scelte di Mourinho sono un test più per gli esclusi che per gli inclusi. La legge di Josè è quella dell'amore tiranno, ma non reggerebbe una settimana se non ci fosse dietro sapere e carisma. Zaniolo che torna alla vita e dice: «Basta girarsi, guardare la panchina, vedere lui e ci sentiamo tutti più forti». Mourinho che dice: «Loro crescono e io cresco insieme a loro». Si chiama doping di parola. E Josè in questo è infallibile. Non ne sbaglia una.
di Giancarlo Dotto
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Atalanta - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 14 ott 2021 
Ibanez convocato con l'Italia, Mancini ci pensa
Il difensore della Roma è in regola per chiedere la naturalizzazione. Ora il ct dovrà capire se può essere utile agli azzurri
 Mer. 13 ott 2021 
Mourinho contro l'arbitro Orsato: "È una lunga storia..."
Sarà Daniele Orsato della sezione di Schio ad arbitrare Juventus-Roma nella 8ª giornata di Serie A, in programma domenica alle 20:45
SERIE A - Designazioni Arbitrali 8ª Giornata di Andata
Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali,...
Sky chiede all'Antitrust la sublicenza delle gare
Indiscrezione confermata: Sky chiede all'Antitrust un intervento sui diritti della...
 Dom. 10 ott 2021 
Roma, cinque mosse per scoprire il futuro
Giù la maschera. In poco più di due settimane (14-31 ottobre) la Roma affronterà...
 Ven. 08 ott 2021 
Mancini: "Mi vedo a Roma per tanti anni. Basta incrociare lo sguardo di Mourinho e si va a mille"
"Primo giorno di allenamento: Mourinho ci riunisce davanti a un maxischermo e ci...
 Gio. 07 ott 2021 
Vezzali: "CDM ha approvato apertura stadi al pubblico al 75%. Auspico 100% nei prossimi 15 giorni"
Dal palco del Festival del Calcio di Trento, Valentina Vezzali, Sottosegretario...
Serie A, la Lega chiede a Dazn un tavolo sul tema della rilevazione degli ascolti
Agcom: «Si intervenga per evitare malfunzionamenti»
 Mar. 05 ott 2021 
La Roma torna ad allenarsi senza i nazionali. Ecco le condizioni di Zaniolo
Mourinho questa mattina ha diretto il suo primo allenamento della settimana
Rocchi: "Se un arbitro non va alla Var, non lo chiamo più"
"La centrale unica della Var è un sogno che diventa realtà, un progetto che ad aprile...
 Dom. 03 ott 2021 
Bologna-Lazio 3-0: Sarri crolla e finisce in 10, tris di Mihajlovic
Barrow, Theate e Hickey firmano la vittoria casalinga sui biancocelesti a tratti impalpabili. Acerbi al 75' inveisce contro l'arbitro e viene espulso per somma di ammonizioni
 Mer. 29 set 2021 
SERIE A - Designazioni Arbitrali 7ª Giornata di Andata
Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali,...
 Lun. 27 set 2021 
Cts: "Stadi al 75% e impianti al chiuso al 50% in zona bianca"
Questo il parere del Comitato Tecnico Scientifico redatto per il Governo. Riapertura, con green pass, anche per teatri, sale da concerti e cinema
 Ven. 24 set 2021 
SERIE A - Designazioni Arbitrali 6ª Giornata di Andata
Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali,...
 Lun. 20 set 2021 
SERIE A - Designazioni arbitrali 5ª Giornata di andata
SERIE A TIM - Designazioni 5ª Giornata di andata
 Dom. 19 set 2021 
Roma ad alta fedeltà
La Roma non vuole fermarsi, sogna di restare in testa. A Verona serve vincere e...
 Mer. 15 set 2021 
SERIE A - Designazioni arbitrali 4ª Giornata di andata
SERIE A TIM - Designazioni 4ª Giornata di andata15/09/2021, 12:00Si rendono noti...
 Lun. 13 set 2021 
Mazzone consacra la corsa di Mourinho: "È da vero romanista!"
L'ex tecnico giallorosso si congratula per l'esultanza del portoghese
 Sab. 11 set 2021 
Atalanta-Fiorentina 1-2: una doppietta di Vlahovic piega l'Atalanta
Sfida decisa da tre penalty: il bomber serbo ne segna due, Zapata uno. Gasperini resta a quota 4 e si trova ora a -5 dalla vetta occupata dal Napoli
L'importanza di Cristante, il pilastro di chi lo allena
Due indizi fanno una prova, tre una certezza, quattro una sentenza. E sono proprio...
 Ven. 10 set 2021 
Abraham, obiettivo Olimpico
Tammy Abraham cerca il suo primo gol all'Olimpico. Ha segnato a Salerno, ma in casa...
 Mer. 08 set 2021 
SERIE A - Designazioni arbitrali 3ª Giornata di andata
Designazioni 3ª Giornata di andata
 Dom. 05 set 2021 
A Nyon si discuterà del nuovo Fair Play Finanziario: si potrà spendere il 65-70% dei ricavi
Tra il 9 e il 10 settembre, a Nyon, si discuterà del nuovo Fair Play Finanziario....
 Sab. 04 set 2021 
Mourinho pronto al tour de force: per la Roma 22 gare in 102 giorni
Dal Sassuolo alla ripresa, fino alla Sampdoria all'ultima del 2021: lo Special One quasi sempre "Bello di notte"
I Mondiali ogni due anni: la Fifa allo scontro con l'Uefa
Il calcio si prepara a gestire il terzo tentativo di rivoluzione del suo complesso...
 Ven. 03 set 2021 
Roma, è tempo di Calafiori: chance con il Sassuolo
L'attuale titolare della fascia sinistra, Vina, è impegnato con l'Uruguay: uscito malconcio dall'ultimo match disputato, rientrerebbe comunque a ridosso del match di campionato
 Mer. 01 set 2021 
Serie A - Anticipi e Posticipi e Programmazione Televisiva 3ª Giornata - 19ª Giornata
Derby alle 18, unica gara alle 15 contro l’Atalanta
 Dom. 29 ago 2021 
Roma, successo da grande a Salerno: paziente, matura e spietata. In stile Mou
La Roma fa la grande all'Arechi. Cioè si comporta da big. E sulla sofferenza di...
 Ven. 27 ago 2021 
Nazionale: i convocati dal Ct Mancini per le partite di qualificazione a Qatar 2022
Trentaquattro convocati per le sfide con Bulgaria, Svizzera e Lituania: torna Zaniolo, prima chiamata per Scamacca
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>