facebook twitter Feed RSS
Martedì - 18 gennaio 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Italia-Austria 2-1: Chiesa e Pessina portano Mancini ai quarti

Gli azzurri vincono ai supplementari dopo una gara di enorme sofferenza. Decidono i giocatori entrati dalla panchina. Inutile la rete finale di Kalajdzic. Annullato dal Var un gol ad Arnautovic. Battuto il record di imbattibilità di Zoff. Ora venerdì 2 luglio ai quarti a Monaco di Baviera ci aspettano Belgio o Portogallo
Sabato 26 giugno 2021
Un urlo di gioia incontenibile arrivato al termine di una partita di sofferenza totale. L'Italia di Mancini piega 2-1 l'Austria tra mille patemi ai tempi supplementari rischiando più volte di uscire ma dimostrando un carattere e un cuore enorme. Per la prima volta la squadra bellissima e dominante ammirata nel girone a Roma e più in generale negli ultimi tre anni ha visto in faccia la paura e l'ha affrontata nel modo migliore, tremando e soffrendo senza però mai perdere la lucidità. Un prezzo da pagare per un ottavo psicologicamente complicatissimo: l'Italia favorita doveva vincere e questo è stato un peso enorme nella testa dei giocatori. Ha rischiato tantissimo su un gol non convalidato ad Arnautovic nella ripresa, ha avuto la forza di resistere ad un avversario sorprendentemente aggressivo e concreto grazie ad una difesa determinata e solida. E alla fine ai supplementari si è andata a conquistare la qualificazione grazie a Chiesa e Pessina, entrati nel finale e risultati decisivi per il trionfo azzurro. E' stato anche il capolavoro di Mancini, un fuoriclasse nelle scelte fatte dalla panchina nonostante un'Italia apparsa molto più in sofferenza rispetto a quella splendida e pimpante ammirata contro Turchia, Svizzera e Galles. Merito (enorme) dell'Austria di Foda, una squadra quadrata e organizzata che ha approcciato la partita in modo completamente differente, giocandosela a viso aperto, senza restare sulla difensiva. Un atteggiamento che l'Italia ha sofferto in modo particolare nella ripresa, vissuta tra mille sofferenze. Alla fine però la prova d'inglese a Wembley è stata superata e la gioia è stata ancora più bella con un quarto conquistato con le unghie e con i denti e un nuovo record collezionato, quello di imbattibilità strappato a Zoff, nonostante la rete di Kalajdzic subito al 114'. Ora si vola a Monaco di Baviera per i quarti di venerdì prossimo in attesa di Belgio o Portogallo.

Le scelte di Mancini
L'Italia non presenta sorprese dell'ultimo minuto. Acerbi è preferito a Bastoni per prendere il posto di Chiellini al centro della difesa accanto a capitan Bonucci. A centrocampo c'è Verratti con Jorginho e Barella. Locatelli parte dalla panchina. Confermatissimo lì davanti il tridente Berardi-Immobile-Insigne. L'Austria gioca a 4 dietro con Alaba largo a sinistra. Arnautovic unica punta.

Tanto equilibrio nel primo tempo
L'inizio del match spaventa gli azzurri. L'Austria è una furia e la sua aggressività porta subito ad una chance per Sabitzer e ad un giallo per Arnautovic, entrato in modo troppo veemente su Barella. L'Italia soffre, tiene, resiste e lascia sfogare gli austriaci nel primo quarto d'ora affacciandosi solo una volta con pericolosità dalle parti di Bachmann. La squadra di Foda ringhia ma non morde. Donnarumma resta inoperoso e trema solo su una conclusione alta di Arnautovic da fuori area. Al 17' è invece il portiere austriaco a salvare di piede su una conclusione ravvicinata di Barella. Piano piano l'Italia cresce nel pressing e nell'intensità, guidata dai sapienti piedi i Jorginho e Verratti, bravi nell'aggirare il pressing austriaco con i loro dribbling. Si gioca in un fazzoletto a ritmi sempre molto elevati. L'Austria non pensa solo a coprirsi ma prova a giocarsela alla pari, cercando di sfruttare la propria fisicità. L'Italia però, nonostante il perenne fiato sul collo degli avversari riesce in alcune circostanze a far valere il miglior tasso tecnico. Un esempio lampante arriva al 32' quando una improvvisa (e spaventosa) fiammata di Immobile tramortisce Bachmann: la sua sassata dai trenta metri, però, si stampa sul palo. Sugli esterni Spinazzola si fa preferire a Berardi, troppo timido e spesso incapace di fare la scelta giusta. Il primo tempo si chiude così, con un pareggio senza gol figlio di una partita molto equilibrata.

Italia, quanta sofferenza nella ripresa!
L'inizio della ripresa è tutto di marca austriaca. L'Italia è in confusione e non riesce ad arginare la furia avversaria che al 50' sfiora il vantaggio con una punizione centrale dal limite calciata da Alaba e alta di un niente sopra la traversa. Al 55' arriva la prima fiammata azzurra con una verticalizzazione da urlo di Verratti a pescare Insigne, impreciso nel passaggio decisivo a Berardi, solo davanti al portiere austriaco. L'Austria continua a creare pericoli e tra il 60' e il 62' sfiora il gol prima con una conclusione di Sabitzer sporcata in angolo da Acerbi e poi con un tiro di Arnautovic bloccato a terra da Donnarumma. E' il momento migliore per gli austriaci per al 66' passano in vantaggio con un colpo di testa vincente di Arnautovic su assist di Alaba. Sembra una condanna definitiva e invece il Var ci regala un enorme sospiro di sollievo annullando la rete per un fuorigioco millimetrico dell'attaccante ex Inter. Mancini toglie Verratti e Barella per inserire Locatelli e Pessina nel tentativo di regalare maggiori muscoli a centrocampo. La partita è ora una battaglia senza esclusione di colpi. L'arbitro Taylor fischia poco e questo atteggiamento favorisce l'Austria, più aggressiva e decisa nei contrasti. Insigne spreca una buona chance al 73', Hinteregger chiede un rigore dopo un contrasto con Di Lorenzo. E' una partita non adatta al fioretto ma una sfida sporca, nervosa, tesissima. L'Austria continua ad essere organizzata e per nulla intimorita dal blasone italico. I giocatori di Mancini sono in affanno, sembrano spaventati, si ritrovano per la prima volta in difficoltà e con l'evidenza di dover subire un avversario più in palla e tonico. Manca un pizzico di esperienza e di malizia in alcuni elementi decisivi. L'attacco sbaglia praticamente tutte le giocate e a tenere a galla la squadra ci pensa una difesa capace di gestire al meglio il momento di estrema difficoltà. Berardi spreca una buona occasione all'84', poi Mancini lo toglie insieme ad Immobile per inserire Belotti e Chiesa. Il finale è tutto azzurro grazie alla spinta dei nuovi entrati ma il gol non arriva. L'Italia va ai supplementari per la sesta volta nelle ultime nove gare ad eliminazione diretta disputate agli Europei.

Supplementari, decidono Chiesa e Pessina
L'inizio dell'extra time azzurro è da urlo grazie ad un super Chiesa che prima sfiora il vantaggio con un diagonale parato a terra da Bachmann e poi fa urlare di gioia l'Italia con una rete su un tiro fotocopia al 95' dopo un'imbeccata di Spinazzola: l'attaccante è bravissimo a superare Laimer con un perfetto stop e poi ad insaccare con un sinistro potente e preciso. L'1-0 arriva nel momento più opportuno per gli azzurri che controllano con maggior tranquillità la gara. Ora l'Austria si può aspettare, provando a ripartire con le forze fresche lì in avanti. Foda leva Arnautovic per inserire il gigante Kalajdzic ma è l'Italia adesso a controllare il match. Il finale del primo tempo è spettacolo puro: prima Insigne su punizione sfiora il bis, poi è Pessina a regalare il raddoppio azzurro. Siamo al 105' quando Spinazzola lancia per Belotti, bravo a difendere una palla per Acerbi che vede l'inserimento dell'atalantino: tiro secco e Bachmann di nuovo al tappeto. E' il 2-0 che ci manda in estasi e avvicina Mancini ai quarti. In apertura di secondo tempo è Donnarumma a salire in cattedra con una super parata su una conclusione angolata dalla distanza di Schaub. Belotti e Di Lorenzo sfiorano il tris, Sabitzer spreca calciando alle stelle da ottima posizione ma il match è ormai indirizzato. Sembra tutto sotto controllo e invece al 114' è Kalajdzic a riaprire il discorso con un colpo di testa meraviglioso sugli sviluppi di un angolo. E' il gol che fa cadere l'imbattibilità azzurra (da record) di 1168 minuti appena conquistata. Gli ultimi minuti si vivono in apnea con l'Austria tutta in avanti e l'Italia a sprecare un paio di ghiotte ripartenze con Chiesa. Al triplice fischio la festa azzurra è ancora più bella dopo la grande paura per una partita vinta fra mille difficoltà. L'Italia vola a Monaco di Baviera per i quarti dove venerdì alle 21 troverà una tra Belgio e Portogallo. Sarà un'altra battaglia ma questa squadra è capace di qualunque impresa. Il cuore azzurro batte più forte che mai.
di Simone Zizzari
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Insigne - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 30 dic 2021 
Calciomercato Roma, da Mancini a Zaniolo: quanti rinnovi sul tavolo. E Mkhitaryan...
L’armeno ha il contratto in scadenza a giugno: per sua scelta, perché la Roma gli aveva proposto un biennale, ma i rapporti con Raiola sono ottimi e c’è ottimismo
 Dom. 26 dic 2021 
Calciomercato, Roma, Inter e Lazio pensano ad Insigne
Lorenzo Insigne vuole rimanere al Napoli e la squadra vuole trattenerlo, ma a cifre...
 Dom. 28 nov 2021 
Napoli travolgente: 4-0 alla Lazio e primo posto solitario
Gara decisa nel primo tempo: apre Zielinski, poi una doppietta da incorniciare del belga stendono la squadra di Sarri che fa davvero poco in tutta la serata. Nel finale, poker con un gran gol da fuori area di Fabian Ruiz
 Lun. 15 nov 2021 
Irlanda del Nord-Italia 0-0. Azzurri niente Mondiale: per qualificarsi serviranno i playoff
Mancini non va oltre il pareggio: gli azzurri dominano sia il primo che il secondo tempo, ma mancano di lucidità e finalizzazione. Si chiude la porta d'ingresso principale per il Qatar, resta la via dei playoff
 Ven. 12 nov 2021 
Italia-Svizzera 1-1: Jorginho sbaglia il rigore della vittoria, ultimo turno decisivo
Nel primo tempo Di Lorenzo risponde al vantaggio iniziale firmato da Widmer, nella ripresa Insigne sfiora il 2-1 e poi il centrocampista del Chelsea spara alto dal dischetto al 90': la qualificazione diretta ai Mondiali è ancora incerta
 Sab. 06 nov 2021 
Italia, i convocati di Mancini: una novità e un ritorno
Il ct dirama la lista dei 28 calciatori che sfideranno Svizzera e Irlanda del Nord per centrare la qualificazione ai prossimi Mondiali
 Mer. 27 ott 2021 
 Lun. 25 ott 2021 
La Roma fa pace con i suoi tifosi e impone al Napoli la prima frenata
I più felici sono quelli che non c'erano: Stefano Pioli, che con il Milan aggancia...
 Dom. 24 ott 2021 
Mourinho e Insigne, siparietto durante Roma-Napoli: svelato cosa si sono detti
Il tecnico giallorosso ha raccontato il colloquio avuto con l'attaccante durante la partita. E alla fine ha portato a casa la sua maglia
Roma-Napoli, mille partite in una ma finisce senza reti
Bella partita coi portieri imbattuti: per Abraham e Osimhen le migliori occasioni
MOURINHO: "Per me è stata una grande partita. Ho visto una stanchezza che mi piace"
ROMA-NAPOLI 0-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA, JOSE' MOURINHO: "L'espulsione? Non ero contento per una decisione, ma l’arbitro ha diretto bene. I calciatori in tribuna? Messaggio importante, per me è difficile perdonarli ma proverò a recuperarli"
Roma-Napoli 0-0, Le pagelle
Le pagelle della Roma - Cristante è l'MVP, l'errore di Abraham pesa. Mancini tiene su Osimhen
MOURINHO: "Il Napoli non è una sorpresa, è una squadra forte"
ROMA-NAPOLI, LE INTERVISTE PRE-PARTITA, JOSE' MOURINHO: "In campo aggressivi, ma rispettiamo l'avversario"
 Sab. 23 ott 2021 
SPALLETTI: "Roma-Napoli è partita della mia vita ma non sarà mai contro un nemico"
ROMA-NAPOLI, LA CONFERENZA STAMPA DI LUCIANO SPALLETTI: "Non merito i fischi, mi consolerà coi meravigliosi ricordi che ho a Roma"
 Mer. 06 ott 2021 
Nations League, Italia-Spagna 1-2: Ferran Torres gela San Siro
Italia ko dopo 37 partite: la Spagna vola in finale di Nations League
 Sab. 11 set 2021 
Napoli-Juve 2-1: Spalletti a punteggio pieno, Allegri sprofonda a -8
Morata illude i bianconeri dopo un errore di Manolas, Politano e Koulibaly ribaltano la partita e fanno impazzire il Maradona
Spinazzola: "Io ragazzo fortunato che ha imparato dalle batoste"
Leonardo Spinazzola, terzino della Roma e della Nazionale, ha rilasciato un'intervista...
 Mer. 08 set 2021 
Italia-Lituania 5-0, Raspadori, Kean e Di Lorenzo travolgono la Lituania. Mancini torna a +6
Una doppietta dello juventino e la rete (con autogol provocato) dell'attaccante del Sassuolo portano la Nazionale sempre più vicina al Mondiale. In gol anche Di Lorenzo
 Mar. 07 set 2021 
Immobile e Insigne lasciano il ritiro della Nazionale. Zaniolo non si allena ma resta Nazionale
Ciro Immobile e Lorenzo Insigne lasciano la Nazionale. L'attaccante della Lazio...
 Dom. 05 set 2021 
Svizzera-Italia 0-0: Mancini, record amaro
A Basilea fiera degli errori azzurra, occasioni fallite in serie culminate dal rigore sbagliato di Jorginho. Trentasei partite senza sconfitte, Nazionale nella storia ma il cammino verso il Qatar si complica
Immobile non è intoccabile. Kean, Raspadori e Zaniolo: ecco il Piano B per fare gol
Un gruppo di attaccanti bracca la titolarità di Ciro Immobile in Nazionale. Il centravanti...
 Gio. 02 set 2021 
L'Italia riparte con un pareggio: non basta Chiesa con la Bulgaria
Qualificazioni Mondiali: finisce in parità una gara a senso unico: i campioni d'Europa non sono riusciti a scardinare il muro eretto dagli avversari nella ripresa dopo la rete di Iliev
 Mer. 01 set 2021 
Moratti: "La Roma è da scudetto. Ronaldo o CR7? Mi tengo il Fenomeno"
L'ex presidente dei nerazzurri punta sui giallorossi: "Merito di Mourinho, uno come lui non parte mai per arrivare terzo"
 Ven. 27 ago 2021 
Nazionale: i convocati dal Ct Mancini per le partite di qualificazione a Qatar 2022
Trentaquattro convocati per le sfide con Bulgaria, Svizzera e Lituania: torna Zaniolo, prima chiamata per Scamacca
 Mer. 25 ago 2021 
Serie A, come stanno le sette sorelle
Impressioni d'agosto, strappate al primo vagito del campionato. Ha fatto un gran...
 Lun. 12 lug 2021 
Spinazzola, la sua finale speciale
Leonardo Spinazzola è stato il miglior terzino dell'Europeo e non poteva mancare...
 Dom. 11 lug 2021 
ITALIA CAMPIONE D'EUROPA!!!
Dopo soli due minuti segna Shaw, ma gli azzurri pareggiano con Bonucci al 67' e trionfano dopo i tiri dal dischetto. Mancini in lacrime, a Wembley la festa è tutta azzurra
 Sab. 10 lug 2021 
Spinazzola: "Sarò a Wembley con l'Italia. Voglio esultare con le stampelle"
Il terzino della Roma e della Nazionale, grande assente della finale dell'Europeo, sarà presente a Wembley per incitare i suoi compagni di squadra
 Mar. 06 lug 2021 
Italia-Spagna, Insigne esulta con la maglia di Spinazzola e parte il coro: "Olè Spina!"
L'Italia vola in finale di Euro 2020, ma il primo pensiero degli Azzurri dopo i...
EURO 2020 - L'ITALIA E' IN FINALE: Spagna eliminata ai rigori
Nel secondo tempo la sblocca Chiesa, poi Morata entra e firma il pari. Dal dischetto gli azzurri conquistano la vittoria: domenica affronteranno la vincente tra Inghilterra e Danimarca
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>