facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 24 settembre 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Roma, il ventennale Capello: "Lo scudetto più difficile della mia carriera"

Giovedì 17 giugno 2021
La Roma del terzo scudetto festeggia il ventennale. Fabio Capello, oggi apprezzato opinionista di Sky, ne era il tecnico. Toccò a lui rinverdire i fasti di Liedholm. Se il Barone aveva riportato il tricolore dopo 41 anni, lui ha impiegato meno. Un apporto decisivo: l'uomo giusto al momento giusto. Inutile girarci intorno: probabilmente senza il tecnico di Pieris, anche una squadra straordinaria come quella costruita da Franco Sensi, avrebbe faticato a vincere. Un friulano a Roma, sembra il titolo di una fiction. In realtà è la storia di un allenatore in una città che ha amato e ama tuttora ma che a volte ha faticato a comprendere. Quando andò via, disse che cinque anni nella Capitale lo avevano «stremato, ero esausto». Oggi il ricordo si è fatto più dolce.

Capello, sono trascorsi già 20 anni.
«Stiamo diventando vecchi...».

All'epoca si fece un bel regalo di compleanno.
«Certamente, compio gli anni domani (18 giugno, ndc). Fu molto gratificante».

Il primo ricordo che le viene in mente di quella stagione?
«L'invasione di campo a 15 minuti dal termine di Roma-Parma».

Non il gol di Montella a Torino o la doppietta di Batistuta al Tardini?
«Probabilmente quelli furono i momenti chiave, ai quali aggiungo la sconfitta a San Siro contro l'Inter, dove capii che avremmo vinto. Ma quando vidi all'improvviso tutta quella gente a bordo campo, le confesso che ho avuto paura. Stavamo perdendo uno scudetto senza motivo. Mancava un quarto d'ora, sarebbe bastata una semplice spinta, un calcio o un pugno ad un calciatore avversario e avremmo buttato via tutto. Ero lì che mi agitavo, urlavo. Se rivede le immagini di quel giorno ero molto arrabbiato».

In effetti la ricordiamo abbastanza inquieto.
«No, ero proprio incazzato. Ma lei si immagina? A 55 anni che correvo dietro a un tifoso che chiedeva una maglia, ad un altro che si voleva prendere la zolla d'erba...».

Tra gli scudetti vinti da tecnico, quello a Roma è stato il più difficile?
«Sì, senza dubbio. Perché c'era tanta competitività tra le squadre, non c'era nessuno che si staccava. Se pensa che l'ultima giornata inizia con tre squadre raccolte in 3 punti. E la conferma è che abbiamo vinto all'ultima partita. Ma Juventus e Lazio sono state lì sino all'ultimo».

Qualche rimpianto per aver vinto soltanto uno scudetto a Roma lo nutre?
«Guardi, se è stato difficile vincere un campionato, e la dimostrazione è che nella storia di questa società ne sono stati vinti appena tre, ancor più difficile è stato mettere la parola fine ai festeggiamenti. Sono durati 7 mesi e le assicuro che non esagero. L'anno dopo potevamo ripeterci ma abbiamo perso tanti punti con le piccole squadre. Senza contare quello che abbiamo combinato a Venezia, non vincendo contro una squadra già retrocessa. Anzi, recuperando da uno 0-2... Un vero peccato».

Aveva comunque a disposizione una squadra eccezionale.
«Eh sì. Cafu è stato uno dei terzini più forti della storia. Candela giocava terzino ma aveva una tecnica e una visione di gioco di un centrocampista. Dietro Samuel, in mezzo Tommasi e poi davanti avevo l'imbarazzo della scelta. Batistuta, Totti, Montella, Delvecchio...Mi faccia aggiungere una cosa».

Prego.
«Sono stato anche fortunato ad avere delle riserve rispettose. Se chi non gioca è scontento, per l'allenatore diventa un problema. E invece Mangone, Rinaldi, Lupatelli, Nakata, si sono sempre comportati bene».

Anche Montella?
«Siete ancora convinti che avessi qualcosa contro di lui? Ma non è vero. Perché entrava spesso in corsa o lo sostituivo? Francesco non lo toglievo mai perché non volevo privarmi di un'opportunità. Lui si poteva inventare qualcosa in qualsiasi momento, sempre. Un giocatore eccezionale. Batistuta le devo spiegare perché giocava? Gabriel era quello che ci mancava per vincere. Dei tanti gol che ha fatto, me ne ricordo uno al Verona su punizione, più o meno dai 25 metri. Un missile. La palla non si è mai abbassata. Ma anche in allenamento, spesso si fermava a calciare alla fine delle sedute e urlava "gol" ancora prima di toccare la palla. Delvecchio, invece, era l'unico che mi faceva le due fasi. E allora toccava a Vincenzo che rimane un grandissimo attaccante d'area di rigore. Senza il suo 2-2 a Torino...».

Un ricordo di Franco Sensi?
«Le confesso una cosa. Mi scelse dopo una chiacchierata. Bastò quello. Il giorno dopo aveva già preparato i documenti per farmi firmare».

Quanto manca alla Roma attuale per tornare a vincere?
«Il primo passo lo ha fatto prendendo Mourinho. Ha personalità da vendere, conosce l'Italia, sa come si vince, legge bene le partite. Ma da solo non basta. Servono i grandi calciatori».
di Stefano Carina
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Fabio Capello - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 10 set 2021 
Rosella Sensi: "La Roma di Mourinho mi piace. Totti? Lo avrei voluto con me"
L'ex presidente promuove gli eredi di Pallotta: "Apprezzo molto i Friedkin per la loro presenza e penso che arriveranno a dama anche sulla questione stadio, sogno di Viola prima e di mio padre poi"
 Gio. 02 set 2021 
Tancredi: "Mourinho come Capello. Ha già cambiato tutto. Rui Patricio affidabile"
Il portiere del 2° scudetto: "È un manager a tutto tondo e di personalità. Prima i calciatori erano insicuri e titubanti..."
 Lun. 30 ago 2021 
Abraham come Batistuta, l'analogia che piace ai tifosi della Roma...
Il centravanti a Salerno ha messo a segno la sua prima rete con la maglia giallorossa; anche l'argentino si era sbloccato alla seconda giornata.
 Mar. 24 ago 2021 
Roma, Tommasi: "In mezzo già tanti calciatori duttili Mou ha più bisogno di un leader"
Damani Tommasi, da Fabio Capello a José Mourinho. Due stili simili per una Roma...
 Mer. 28 lug 2021 
Come Liedholm e Capello: Mourinho nel cuore della città
Mourinho ha già cambiato molte cose, a cominciare dalla mentalità. Ha valutato,...
 Gio. 17 giu 2021 
Roma, da Capello a Mourinho: deve tornare il mercato da scudetto
Le parole di Capello al Il Messaggero («Tornare a vincere? Il primo passo è stato...
Mourinho e lo scudetto Roma del 2001: "Da Sensi a Capello, complimenti a tutti"
Lo Special One si è unito agli elogi per il ventennale del campionato giallorosso
 Mar. 15 giu 2021 
Capello e quel tricolore: "La Roma 2001 sarebbe da scudetto anche 20 anni dopo. Ora punto su Mou"
Fabio Capello, allenatore della Roma nell'anno dell'ultimo scudetto vinto dai giallorossi,...
 Gio. 27 mag 2021 
Roma, ecco dove può andare a vivere Mourinho
Il tecnico portoghese vuole abitare tra i Parioli, il Centro e l’Appia Antica
 Dom. 23 mag 2021 
Capello: "Mourinho è andato a finire in una bottega molto difficile che conosco bene. E chiudo qui"
Fabio Capello ha rilasciato un'intervista. Ecco uno stralcio delle sue parole: Quale...
 Mer. 05 mag 2021 
Tutto pronto per la rivoluzione "culturale" del portoghese
Il vento sta cambiando. Soltanto cinque partite separano la Roma dall'imminente...
 Mar. 04 mag 2021 
Capello: "Roma piazza difficile, spero faccia bene. Ma servono anche i giocatori"
L’ex tecnico sull’arrivo di Mou sulla panchina dei giallorossi: “Conosce bene l’Italia ed è un vantaggio e si esalta nelle situazioni difficili”. Il benvenuto di Venditti e della sindaca Raggi. Moggi: “Non è più quello di prima”
 Ven. 16 apr 2021 
Lazio-Roma, derby social su Paolo Negro
Su Twitter il post di auguri del club biancoceleste al suo difensore e bandiera, arriva il like della società giallorossa e gli sfottò dei tifosi
 Ven. 19 mar 2021 
Ajax-Roma, è già scontro. Ecco la provocazione social degli olandesi
Sui propri social la squadra di ten Hag ha ricordato l'unico precedente ufficiale con i giallorossi
Roma, ecco l'Ajax che domina l'Eredivisie: l'ultimo scontro nel 2002-03 in Champions
L'urna di Nyon sorteggia l'Ajax per la Roma, una delle tre squadre più pericolose...
 Sab. 27 feb 2021 
Tancredi: "La maglia della Roma è una seconda pelle. È evidente il problema portiere, serve..."
"È evidente il problema portiere, serve personalità. Cragno mi somiglia. Fonseca mi piace molto, credo che la Roma possa arrivare in Champions. Pelizzoli è il portiere che è migliorato di più con me"
 Mar. 09 feb 2021 
Cassano, per France Football è il re dei talenti sprecati
Tante vecchie conoscenze della Serie A nella speciale classifica stilata dalla prestigiosa rivista francese: scopri la top 10
 Lun. 25 gen 2021 
Reynolds-Roma, rinvio di pochi giorni. Retroscena Kokorin
Il terzino destro è ancora positivo al Covid e aspetta il prossimo tampone negativo per atterrare nella Capitale
 Lun. 11 gen 2021 
La Roma piange la scomparsa di Fabio Enzo, attaccante negli anni '60
Il 23 ottobre 1966 l'attaccante segnò al derby con un colpo di testa vincente
Capello: "Derby, Roma più pronta. La Juve sta tornando ma l'Inter è favorita"
L'ex tecnico del Jiangsu Suning ha certificato il ritorno dei bianconeri nella corsa allo scudetto: "Stanno trovando una identità e ci sono meno problemi di gioco"
 Mer. 11 nov 2020 
L'etichetta di "spione", la moglie famosa, gli infortuni: l'ex Roma Gago dice addio al calcio
Arrivò al Real con Higuain e Marcelo e sulla carta tra i tre era lui la vera stella. Ma non brillò. In giallorosso invece, fece bene. Anche se solo per una stagione. Oggi, dopo una lunga serie di incidenti fisici, l'ex nazionale argentino ora al Velez si ritira
 Gio. 08 ott 2020 
Capello, frecciata a Totti: "Devi essere capitano non solo quando scambi il gagliardetto"
Dallo scudetto con la Roma a “Ronaldo troppo grasso”, l’ex tecnico parla di tutto: “Francesco? Ho sempre chiesto e dato rispetto ai giocatori, bisogna essere dei leader in ogni momento”
 Sab. 26 set 2020 
Capello: "E' vero che avevo detto 'Mai alla Juve', però..."
L'ex allenatore della Roma: "Avevo capito che il mio ciclo giallorosso era finito. E a volte nel lavoro si possono rimangiare le dichiarazioni"
 Mer. 19 ago 2020 
Capello punge Friedkin: "Roma in ritardo sul mercato. Ecco cosa serve"
L'ex allenatore giallorosso analizza il momento del club, appena passato nelle mani del magnate texano di origini californiane
 Sab. 15 ago 2020 
Capello: "Tornare alla Roma? Non ci penso proprio! I ritorni sono sempre disastrosi"
Fabio Capello, storico allenatore del terzo scudetto della Roma e attualmente opinionista...
 Lun. 10 ago 2020 
Friedkin, il piano per una Roma al top nel giro di due anni
Tra una settimana la chiusura, poi via al progetto di crescita: Capello potrebbe avere un ruolo all'interno della società
 Ven. 03 lug 2020 
Roma, è bufera! Fonseca e Pallotta nel mirino dei tifosi
Dopo la sconfitta contro l'Udinese, sui social e via radio pioggia di critiche per il tecnico e il presidente giallorossi: dubbi e numeri di quello che sembra essere un incubo senza fine
CAPELLO a FONSECA: "Le consiglio di non ascoltare le radio romane, non c'è equilibrio"
ROMA-UDINESE 0-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA. Fabio Capello a SKY sport: "Roma difficile...
 Mer. 17 giu 2020 
Capello ricorda lo scudetto: "Batistuta la ciliegina di una squadra costruita per vincere"
Fabio Capello, allenatore della Roma che il 17 giugno del 2001 vinse lo scudetto:...
 Ven. 22 mag 2020 
Il ritorno di Baldini, sarà consulente di mercato della Roma
Con la pista Friedkin che ancora non si è concretizzata, Pallotta ha chiesto all’amico Franco Baldini di tornare ad essere operativo
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>