facebook twitter Feed RSS
Sabato - 31 luglio 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

EURO 2020, Turchia-Italia 0-3

Primo tempo bloccato, poi nella ripresa l'autogol di Demiral e le reti di Immobile e Insigne
Venerdì 11 giugno 2021
Canta l'Olimpico, finalmente. Canta perché l'Italia vince, perché debutta come meglio non si poteva: 3-0 alla Turchia nella gara inaugurale di Euro 2020. Canta perché c'è voglia di vivere, sognare e divertirsi, come il c.t. Mancini ha ricordato più volte, in forma orale e scritta. E di abbracciarsi a centrocampo, come fanno gli azzurri a fine match, vestiti di bianco per l'occasione. Non è una Nazionale perfetta, quella che stende il primo avversario nel girone A e fa tre passi lunghi e ben distesi verso gli ottavi: non è perfetta ma è forte, organizzata, determinata e stramerita il risultato. Altro buon segno: va a bersaglio tutto il tridente, o quasi: Berardi propizia il vantaggio, Immobile e Insigne lo blindano.

FRENESIA — "All'alba vincerò", canta un grande Andrea Bocelli nella cerimonia d'apertura (incantevole nonostante il numero contingentato di protagonisti). E gli azzurri hanno una voglia di vincere enorme, da notti magiche del Novanta, davanti al proprio pubblico parzialmente ritrovato, specie dopo cinque anni di astinenza dai tornei internazionali più importanti. La voglia, nei primi 45 minuti, si trasforma però in frenesia: l'Italia recupera palla facilmente, mette a nudo tutti i limiti dei turchi in uscita dalla difesa, costruisce una serie di situazioni più o meno pulite che non riesce a sfruttare. Ci provano in tutti i modi, i Mancio-boys: percussioni centrali per sfondare il muro rosso di Gunes, arroccatissimo nel 4-1-4-1; conclusioni dalla distanza perfino coi difensori; scorribande fino alla linea di fondo con cross all'indietro, alti e rasoterra; i rientri degli attaccanti esterni invertiti, Insigne e Berardi, che si accentrano per calciare col piede "giusto". Niente.

PROTESTE — La pressione c'è, due grosse chance pure (destro di Insigne al 17' da posizione favorevolissima, testa di Immobile al 32' su salto a vuoto di Soyuncu), ma il pallone non entra fino all'intervallo. E se si spera di sbloccarla su rigore, beh, non è aria. Makkelie non considera giustamente da penalty tutta una serie di tiri rimpallati dai difensori turchi con varie parti del corpo, ma non punisce nemmeno un braccio larghissimo di Celik al 44', che in area ferma il cross di uno Spinazzola arrembante. Il check del Var dura lo spazio di un sospiro: giocare, nessuna "on field review" e primo tempo che va in archivio tra le proteste italiane. Di buono per la Nazionale c'è che l'avversario non si va vedere praticamente mai: Donnarumma s'iscrive alla partita dopo 35 minuti con un'uscita di pugno, tutto lì. Bonucci e Chiellini sembrano ringiovaniti di dieci anni, Calhanoglu sembra un fantasma.

REGALO DEMIRAL — Si riparte con un pericolo pubblico in meno e un volto noto in più: il temuto Yazici - inesistente anche lui - resta negli spogliatoi, dentro Ünder. Mancini toglie Florenzi e mette Di Lorenzo. Otto minuti di tensione ed è finalmente l'ora del "po-po-po" di tedesca memoria: segna un giocatore della nostra Serie A, sì, ma è Demiral... che si coordina male per anticipare Immobile e fa autogol sul cross di Berardi. Liberazione per l'Olimpico e per gli azzurri, che cominciano a tempestare di tentativi la porta di Cakir: Spinazzola, Locatelli, Insigne. Dai e dai, la diga turca si apre definitivamente, e al 21' arriva il raddoppio che metti tutti tranquilli. Lo confezionano due padroni di casa, sull'asse Roma-Lazio: Spinazzola calcia di nuovo verso la porta, Cakir respinge e Immobile anticipa tutti. Festeggia con un urlo a favore di telecamera, Ciro: 14esimo gol in Nazionale, raggiunto Balotelli al top tra gli azzurri in attività. Prima della fine, c'è tempo per il tris che stampa un bel sorriso sul volto di Insigne, su assist di Immobile, per gentile concessione del portiere che ciabatta un grossolano tentativo di costruzione dal basso e innesca Berardi. Rete, anche per il "10" Italiano. Ci voleva. A proposito di cifre: risultato utile consecutivo numero 28, vittoria numero 9 di fila senza subire reti. Si rischia di dimenticarseli, i numeri, in serate così. Ma ci sono e danno certezze, fiducia, in questo cammino azzurro che è appena cominciato, sognando Wembley.
di Stefano Cantalupi
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Mancini - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 30 lug 2021 
Roma, Mancini è l'arma in più per Mourinho e non solo: può diventare...
Quella contro il Porto è stata tutto fuorché una partita amichevole per la Roma...
La Roma di Mou prende forma
La sua Roma ha già preso forma. Se l'obiettivo era quello di cementare il gruppo...
 Gio. 29 lug 2021 
Calciomercato Roma, Shomurodov giallorosso
Tiago Pinto sta per consegnare a Mourinho un altro regalo. In attesa di sviluppi...
 Mer. 28 lug 2021 
MANCINI: "Partita combattuta e allenante, ci siamo divertiti"
AMICHEVOLE - Porto-Roma 1-1, LE INTERVISTE POST PARTITA Sono allenanti partite come...
AMICHEVOLE - Porto-Roma 1-1, Le Pagelle
Rui Patricio 7: nel primo tempo tiene a galla la Roma con alcuni ottimi interventi....
Roma, altro che amichevole: col Porto c'è anche una mega rissa
Mancini sblocca di testa a inizio ripresa su corner, poi un fallo di Pepe innesca 5' di grande nervosismo. I portoghesi pareggiano a due minuti dalla fine
AMICHEVOLE - Porto-Roma 1-1
Lunedì la Roma ha iniziato il ritiro in Portogallo - nella regione della Algarve...
 Lun. 26 lug 2021 
I convocati per il ritiro in Portogallo
Pietro Boer Daniel Fuzato Rui Patricio Riccardo Calafiori Roger Ibanez Rick Karsdorp...
I tifosi, i compagni e Mourinho: il nuovo Zaniolo scalda Roma
Il recupero dall’infortunio, la paternità, le scintille in amichevole, la perla contro il Debrecen: un’estate al massimo per il talento giallorosso
Zaniolo e Dzeko, la Roma va
La Roma ha ritrovato Zaniolo. La strada da fare è ancora lunga, ma il segnale più...
 Dom. 25 lug 2021 
Amichevole - Debrecen-Roma 2-5, Le Pagelle
Le pagelle del primo tempo Rui Patricio 6: un tiro, un gol preso. Sfortunato,...
AMICHEVOLE - Debrecen-Roma 2-5
Quarto impegno del precampionato estivo per la Roma di José Mourinho. Dopo i successi...
AMICHEVOLE - Deprecen-Roma, i convocati
23 giallorossi a disposizione per l'amichevole con il Debreceni
Roma, recuperati i leader servono ancora rinforzi
La gara di questa sera a Frosinone contro gli ungheresi del Debrecen chiuderà la...
 Ven. 23 lug 2021 
Mou in difesa, l'attacco è in rodaggio
Per ricostruire la fase difensiva di una squadra - che nell'ultimo biennio ha subito...
 Gio. 22 lug 2021 
Roma, titolari al minimo e giovani al potere. Mourinho ancora senza rinforzi
Ecco finalmente la Roma. La terza amichevole, contro la Triestina (serie C) di Bucchi,...
Mou ha scelto l'attacco
Il suo lavoro è appena iniziato, ma le idee sono già chiare. Nella terza amichevole...
 Mer. 21 lug 2021 
I giovani che non ti aspetti: con Bove e Zalewski la Roma vince ancora
Contro la Triestina terza vittoria in altrettante partite per la squadra di Mourinho. Decisivi i due Primavera, bene Zaniolo
AMICHEVOLE - Triestina-Roma 0-1
Terza amichevole della nuova Roma di Mourinho, quella più attesa. Perché finalmente...
Amichevole - Triestina-Roma, i convocati
Triestina-Roma, i convocati di Mourinho: assenti Rui Patricio, Veretout e Calafiori
 Mar. 20 lug 2021 
 Lun. 19 lug 2021 
Nuova Roma, (non) c'è solo un capitano: Mou gira la fascia e sceglie i suoi leader
Prima Mancini, poi Zaniolo, ora Dzeko. Mourinho non fa mai nulla per caso. E avendo...
 Dom. 18 lug 2021 
Roma, lo psicologo Mou dà la fascia a Dzeko. Ternana battuta 2-0
Assente Pellegrini, con il Montecatini era stato capitano Zaniolo. Stavolta tocca al bosniaco. Reti di Perez e Kumbulla. Da domani al lavoro Rui Patricio
Amichevole, Roma-Ternana 2-0
Seconda vittoria in amchevole per la squadra di Mourinho. A segno Carles Perez e Kumbulla, nel secondo tempo il bosniaco ritrova la fascia dopo 184 giorni
I pilastri di Mourinho, ecco gli insostituibili
José Mourinho ha impiegato un pugno di allenamenti per conquistare la Roma: dallo...
Un drone (giallorosso) per Mourinho: "Guardiamo gli errori"
La tecnologia è un'alleata preziosa per Mourinho, che, oltre ad avvalersi dell'ormai...
 Sab. 17 lug 2021 
Calciomercato Roma, difesa nel mirino. A Mou serve un centrale?
L’anno scorso il reparto ha subito 1,47 gol a partita. Domani la sfida con la Ternana potrebbe già dare indicazioni utili al tecnico, che nella prima uscita ha schierato le coppie Mancini-Kumbulla prima e Smalling-Ibanez poi
Dzeko-Mayoral: alla Roma di Mourinho serve il salto di qualità
In Francia lo chiamano "axe". È la linea immaginaria che unisce portiere, difensore...
Cristante: "E adesso una festa con la Roma"
Intervista all'azzurro fresco vincitore dell'Europeo con l'Italia di Mancini: «Abbiamo fatto felici gli italiani, però non deve finire qui: questa Nazionale non ha smesso di crescere. Ma anche al club manca un trofeo da troppo tempo. I Friedkin e Josè vogliono vincere»
 Ven. 16 lug 2021 
Roma, intensità e competizione: ecco i segreti di Mourinho in allenamento
Allenamenti ad alta intensità e Josè Mourinho sempre al centro del gioco a dare...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>