facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 30 settembre 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

TEMPESTILLI: "Tornerei alla Roma senza Fienga e altri personaggi squallidi"

Venerdì 14 maggio 2021
Antonio Tempestilli, ex giocatore, della Roma, ha parlato ai microfoni di Non è la Radio e Tele Lazio Nord, del suo addio al club giallorosso:

Hai la sensazione che a questi giocatori giallorossi manchi un po' di grinta e di cattiveria?
"È stato il leitmotiv della stagione. Evidentemente manca qualcosa. Non è facile da fuori giudicare. È fondamentale, nel momento in cui avvengono determinate cose, avere una dirigenza forte che si faccia sentire e che metta i giocatori di fronte alla realtà. Non è che se si vince il derby si salva una stagione, l'annata è stata negativa ed è davanti agli occhi di tutti. Il derby a Roma è sentitissimo e nel momento in cui la Lazio si sta giocando ancora la possibilità di andare in Champions, togliergliela vincendo il derby darebbe una soddisfazione ai tifosi. Però credo che sarebbe molto riduttivo dover pensare solo a questo. Io credo che bisogna pensare in grande. Il derby è una partita importantissima ma poi alla fine sono importanti tutte le gare. Se vinci il derby e poi perdi contro le squadre più piccole, lascia tutto il tempo che trova. Secondo me quest'anno la dirigenza purtroppo è mancata, adesso sembra che i Friedkin stiano facendo le cose nella maniera giusta e quindi ci sono tutte le aspettative per il futuro positive".

Hai avuto modo di risentire qualcuno della dirigenza della Roma?
"Io non ho sentito più nessuno perché non sono rimasto in buoni rapporti con l'ultima dirigenza, non tanto con Pallotta perché con lui ho un buon rapporto. Purtroppo Pallotta ha sbagliato, io gliel'ho detto e se n'é reso conto, a mettere delle persone a gestire la società. Di calcio non sapevano nulla, ne facevano di necessità virtù ma di calcio proprio niente e quindi si sono trovati in una situazione difficile. Io non ero d'accordo su tante cose, sono un bastian contrario e quindi si è rotto il rapporto. Io sono andato via dalla Roma, ci tengo a sottolinearlo, perché sono un rompicoglioni. Sono uno scomodo che non le manda a dire, queste sono state le situazioni. Sono orgoglioso di quello che ho fatto. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questa società. Non sputo nel piatto dove mangio ma questi personaggi sicuramente non sono gente che ama la Roma. Pensano solo a loro stessi e questo è quello che mi fa più male. Nella vita c'è sempre un inizio e una fine per tutto. Avrei preferito terminare in un'altra maniera però è andata così. Mi dispiace. Sono legato alla Roma e le auguro tutto il meglio possibile e immaginabile per il futuro. Sono convinto che con questa proprietà, a quanto pare, le cose si stanno facendo nel modo giusto. C'è da auspicarsi un futuro roseo per la Roma, sicuramente non sarà nell'immediato ma a medio termine le cose saranno fatte nel migliore dei modi per raggiungere dei risultati".

Con Mourinho potremo rivederti alla Roma?
"Io tornerei, no di corsa, farei le capriole, ma non ci dovrebbero esserci certi personaggi questo è poco ma sicuro. Il mio amore per la Roma è incondizionato. Non potrà avvenire finché ci saranno queste persone. Ci sono ancora dei dirigenti purtroppo, c'è un amministratore delegato che si chiama Fienga e altri personaggi squallidi che non voglio nominare. Questo è. Io alla Roma auguro tutto il bene".

Fienga ha più responsabilità di Monchi?
"Sono due situazioni diverse. Non è che il mercato lo facesse Fienga però nell'individuare i personaggi sicuramente è venuto meno".

Tu hai vissuto la questione Spalletti-Totti. In questa stagione è tornato fuori il suo nome per la panchina della Roma. Che effetto ti fa sentire il nome di Spalletti?
"Un effetto positivo, Luciano Spalletti è un ottimo allenatore e una brava persona. Al di là del carattere e dei difetti di ognuno di noi, tutti possono commettere degli errori. Come li commette Luciano Spalletti, li commette Antonio Tempestilli e li commette anche Francesco Totti. Credo che a 360° posso dire che Spalletti è un grande allenatore. Il dispiacere più grande è quello di aver visto degenerare una situazione tra Francesco e Luciano che erano due personaggi che hanno dato tanto alla Roma ed erano talmente legati che poi, per una serie di circostanze, si è andato ad inclinare un po' il rapporto. Purtroppo tante volte ci sono degli screzi per delle stupidaggine e delle piccole cose. Tra persone intelligenti dopo aver vissuto e trascorso tante cose insieme, momenti belli e brutti, si deve mettere tutto da parte e riconciliarsi. Penso che sia la cosa più bella che possa accadere".

È successo qualcosa con Fienga? Credi che il suo operato possa inficiare anche sulla prossima stagione?
"Non mi permetto di entrare in questo discorso. Non potrei saperlo, mi auguro di no. Pensando che purtroppo le cose non sono andate abbastanza bene nel momento che lui ha gestito determinate situazioni. Ora vedo che per quanto riguarda la parte sportiva c'è Tiago Pinto che segue tutto e credo che sia lui il responsabile sotto l'aspetto sportivo. Gli auguro di poter ottenere tutti gli obiettivi che lui si prefigge. Sembra una persona valida e capace, già l'ha dimostrato portando a termine il colpo Mourinho".

Pallotta ci ha messo anche del suo?
"Io credo che il segreto sia individuare le persone giuste e metterle al posto giusto. I presidenti, a differenza dei Friedkin che sono sempre presenti a Roma, non sono sempre presenti ma individuano dei manager, delle persone valide, questo è il segreto. Pallotta è uno che gli piace scherzare e fare le battute anche in queste circostanze. Però credetemi era uno che ci credeva alla Roma. Ha commesso degli errori ovviamente, nessuno sta qui ad incensarlo".

Buffon accostato alla Roma, come lo vedi?
"Io se fossi nella dirigenza romanista non punterei su Buffon. È stato il più forte portiere a livello mondiale, ma c'é sempre un inizio e una fine. Se devo fare una programmazione preferirei puntare su un calciatore che può dare garanzie nell'immediato e nel futuro. Se devo dare un giudizio dall'esterno direi questo. Poi dopo le valutazioni vanno fatte consultandosi con la proprietà, capire il budget. Sono tante le situazioni, è difficile dover dare un giudizio".
COMMENTI
Area Utente
Login

Spalletti - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 11 set 2022 
Abraham & Co. Ora servono i gol
Certi numeri non mentono. Nella Roma che ha improvvisamente perso solidità...
Totti: "Non ho tradito io per primo. Sto insieme a Noemi da dopo Capodanno"
L'ex capitano e dirigente della Roma Francesco Totti ha concesso una lunga intervista...
Zanetti: "Roma da scudetto. Dybala e Mourinho, vi fermo con il gioco"
Il tecnico dell’Empoli viene da quattro pareggi: “I giallorossi sono da scudetto, difendersi è inutile. Destro e Pjaca leader, ci salveremo divertendo”
 Gio. 08 set 2022 
Mourinho, l'uomo del tris punta nuovi record con la Roma
È l’unico ad aver alzato le tre Coppe continentali. Anche la vecchia Uefa per lui: se replica è nella storia
 Sab. 03 set 2022 
Lazio-Napoli 1-2: super Kvaratskhelia e Kim riportano Spalletti in vetta
A Sarri non basta la rete iniziale di Zaccagni. Pali colpiti dal talento georgiano e da Osimhen
 Mer. 31 ago 2022 
Napoli-Lecce 1-1: Elmas non basta, Colombo gela Spalletti
Gli azzurri deludono: non funzionano il turn over e nemmeno le correzioni in corsa. Meret para un rigore a Colombo
 Gio. 18 ago 2022 
Cannavaro: "Con Raspadori (più forte di Dybala) e Ndombele il Napoli può puntare allo scudetto"
Napoli, Juventus, Milan, Inter e Roma: l'ex capitano della Nazionale a tutto campo in un'intervista
 Lun. 15 ago 2022 
La Roma di Cristante che piace a Mou. Oggi le risposte di Spalletti e Allegri
José ha tolto Abraham, Zaniolo, Dybala e vinto grazie al gol di un mediano. Hanno giocato e vinto 7 delle prime 10 del torneo scorso: stasera ci prova la Juve di Di Maria
 Ven. 12 ago 2022 
Campionato al via, certezze e dubbi di tutte le squadre di Serie A
Notte prima degli esami per gli allenatori: le sicurezze di Pioli, le perplessità...
 Mer. 10 ago 2022 
Centrocampo d'élite: Wijnaldum-Matic-Pellegrini, la Roma si fa bella con tre stelle
Si sogna ad occhi aperti. Ma poi chiudendoli quegli occhi si torna anche indietro...
 Ven. 05 ago 2022 
Spalletti: "Mi dispiace per la separazione di Totti. La Roma rafforzata in maniera significativa"
Luciano Spalletti ha parlato della Roma. Passata, soffermandosi sulle vicende private...
 Lun. 18 lug 2022 
Dybala alla Roma, la reazione di Spalletti: il tecnico non vuole più parlare
Il passaggio di Paulo Dybala alla Roma ha notevolmente rammaricato il tecnico del Napoli che credeva in un suo arrivo.
Da "Friedkin Top Gun" a PauloDybala come nome dei bimbi: a Roma è già mania
Nella Capitale sono già spuntate le prime bandiere dell'Argentina, l'euforia dilaga: il popolo giallorosso sogna
 Dom. 17 lug 2022 
Spalletti: "Dybala? Leggo che ci sono diverse squadre e sue richieste sono alte per il momento..."
Al termine dell'amichevole col Perugia, Luciano Spalletti ha parlato coi cronisti...
Dybala, Roma e Napoli uniche pretendenti, presto la decisione
Roma e Napoli hanno presentato due proposte serie a Dybala. La Roma ha proposto circa 4,5 mln più bonus (legati a presenze e gol) più la centralità nel progetto tecnico di Mourinho che "spinge" per averlo. L'argentino all'inizio della settimana farà il punto con i suoi agenti
Calciomercato Roma, spiraglio Dybala
Più di un sogno. Perché dopo tre mesi trascorsi nel silenzio più totale, la Roma...
 Sab. 09 lug 2022 
CALCIOMERCATO Napoli, Giuntoli: "Dybala? Fuori portata, sta trattando con altri club"
Nella conferenza stampa dal ritiro di Dimaro, accanto a Luciano Spalletti c'era...
 Mer. 22 giu 2022 
Frattesi vuole solo Mourinho: il centrocampista ha scelto la Roma
La rivoluzione estiva voluta a centrocampo da Mourinho assume di giorno in giorno...
 Gio. 16 giu 2022 
I sogni che muoiono all'alba
Francesco Totti non vuole parlare di Dybala «perché» spiega «lo so com'è andata,...
 Dom. 08 mag 2022 
Gli stakanovisti: la Roma chiuderà la stagione a 55 partite!
Aspettando la magia della finale in Conference, i giallorossi tornano in campo contro la Fiorentina: è il match point del campionato
 Lun. 25 apr 2022 
Calciomercato, Veretout-Oliveira verso l'addio: la Roma cerca il regista per Mourinho
Due punti su ventiquattro contro le prime quattro. Entrambi contro il Napoli di...
 Mar. 19 apr 2022 
Napoli-Roma, questione di carattere
Di qua i fantasmi del Napoli, che nel momento cruciale diventano anche i fantasmi...
Mou resta il tabù di Spalletti. La Roma rovina la festa del Napoli
Mou decide: la volata per lo scudetto è sempre più un derby Milan-Inter. All'andata...
 Lun. 18 apr 2022 
SPALLETTI: "Noi in panchina siamo sempre seduti, gli altri vengono a fare la squadra di casa"
NAPOLI-ROMA 1-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, LUCIANO SPALLETTI: "C'è un po' di delusione. Alcuni arbitri vengono condizionati..."
MOURINHO: "Voglio avere il diritto di vincere le partite. Mi vergogno per Di Bello e Di Paolo"
NAPOLI-ROMA 1-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, JOSE' MOURINHO: "Sembrava impossibile ottenere un risultato positivo. Non siamo bravi ancora per giocarci lo scudetto, ma voglio avere il diritto di giocarmi le partite. Di Paolo e Di Bello oggi me lo hanno tolto"
Napoli-Roma 1-1, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - El Shaarawy, basta un pallone. Smalling limita Osimhen, bene Zalewski
El Shaarawy beffa il Napoli al 91': esultano Milan e Inter. La Roma resta in corsa per la Champions
Insigne porta avanti gli azzurri su rigore nel primo tempo, pareggio in un caldo finale dell'ex attaccante rossonero
Napoli-Roma, i convocati di Spalletti. Ospina lascia il ritiro per sintomi influenzali
Il Napoli ha diramato la lista dei 24 calciatori convocati da Luciano Spalletti...
 Dom. 17 apr 2022 
La Roma parte Napoli: i tifosi caricano Zaniolo, selfie con Mourinho
I giallorossi questa mattina si sono allenati a Trigoria, alle 17 invece la partenza per la Campania
Napoli-Roma, Spalletti vuol sfatare il tabù Mourinho: non lo ha mai battuto
Il Napoli dovrà riprendere la corsa verso il tricolore, affrontando e battendo la...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>