facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 21 giugno 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Petrachi: "Ecco qual è stato il grande errore di Pallotta"

Parla l'ex direttore sportivo della Roma: "Spinazzola l'ho pagato sette milioni, per Pau Lopez è dura rialzarsi dopo un blackout. Ho preso Villar per la sua postura"
Venerdì 09 aprile 2021
ROMA - Petrachi torna sulla sua esperienza alla Roma. L'ex direttore sportivo giallorosso ha rilasciato un'intervista, parlando anche della sua avventura in giallorosso terminata con una causa (vinta) per il suo licenziamento.

Sui giocatori che ha preso nella Capitale.
"Uno di quelli che andranno con tutta probabilità all'Europeo è Leonardo Spinazzola. E' un orgoglio che ci siano tanti ragazzi nel giro azzurro la prossima estate, compreso Gianluca Mancini. Tornando a Leonardo: vero che a bilancio risulta a tanto ma c'è stata plusvalenza con la Juventus. Il differenziale, nell'affare che ha portato da loro Luca Pellegrini, è di 7 milioni. Ecco, per 7 milioni ho portato Spinazzola alla Roma. E poi Jordan Veretout".

Uno che anche dopo la fine della sua avventura a Roma, come abbiamo avuto modo di leggere, l'ha ringraziata.
"Per 17 milioni più 2 di bonus ho portato a Roma il centrocampista attualmente più prolifico della Serie A e un ragazzo speciale".

Dalla Spagna ha preso Villar. Cosa l'ha colpita?
"La sua postura. Si posiziona sempre nel modo corretto per ricevere il pallone, come se glielo avessero insegnato da piccolo. La postura è fondamentale, apri o chiudi il corpo e sei pronto per la giocata. E' una virtù incredibile ma è un fattore sul quale Fonseca lavora tanto. Vuole giro palla veloce ma con lo scarico del centrocampista. Se la postura è sbagliata, scarichi sempre indietro".

Smalling e Mkhitaryan a zero possono essere definiti quasi due capolavori?
"Henrikh come gol e assist anche in questa stagione è tra quelli col miglior rendimento. E Smalling, insieme a Mancini e Ibanez, a mio modesto avviso forma una delle migliori linee difensive del panorama internazionale".

Pau Lopez, invece, come un rimpianto? La gara con l'Ajax, potrebbe essere un nuovo inizio.
"Sfato un 'luogo comune'. Diciamo che non l'ho pagato 30 milioni ma che è la cifra a bilancio. Di mezzo c'è stata la metà di Sanabria: l'ho pagato 18, che comunque sono sempre tanti. Non sono dispiaciuto di aver preso Lopez, è un buon portiere e con caratteristiche giuste, scelto anche per come gioca coi piedi condividendo la scelta con Fonseca e con Savorani. Solo che ha avuto come un black out e quando sei un portiere è dura rialzarti. Immagino come abbia sofferto: fa grandi parate, decisive, come ieri, e a volte perde la serenità nel giocare coi piedi che era la sua miglior virtù".

Roma, Petrachi: "Il grande errore di Pallotta è essersi affidato alle persone sbagliate"
Lei non è riuscito a decidere fino in fondo cosa fare della sua avventura alla Roma.
"Credo che nella vita le separazioni consensuali siano quelle meno dolorose. Ognuno va per la propria strada, quando non c'è più amore finisce tutto. Solo che lì la separazione non è stata consensuale. La giusta causa non c'era e la giustizia l'ha dimostrato. Mi sono buttato a capo fitto in quel progetto, ho dato tutto e ci sono rimasto male. Ora però il tempo è passato, è stato galantuomo: la giustizia ha raccontato come sono andate le cose. E sono pronto, siamo pronti per un nuovo capitolo della nostra carriera".

In Italia?
"Non amo andare all'estero, amo il mio paese, la mia nazione. Sono legato al territorio e sono pronto, in Italia, a sposare un progetto ovunque. Certo, dire questo può precludermi delle strade ma credo che la qualità della vita sia fondamentale. E come si vive in Italia...".

E come si fa il ds in Italia, soprattutto. Anche se adesso pure in Inghilterra scoprono il ruolo tanto che il Manchester United ha scelto il primo direttore sportivo della sua storia.
"Credo che in un club qualcuno debba prendersi sempre l'onere e le responsabilità di decidere e di coordinare una squadra, un gruppo di lavoro. Devi rapportarti col capo, col Presidente, ma devi essere un trait d'union tra tutte le componenti. Un mediatore, un interventista, un decisionista, tutto a seconda del momento".

Lei è social?
"Non mi sento parte del mondo social, no".

A differenza del suo ex Presidente James Pallotta. Negli ultimi tempi c'è stata una svolta
"In parte lo giustifico. Pallotta ha commesso degli errori, affidandosi a persone sbagliate a distanza di tanti chilometri. E' stato poco presente, doveva respirare l'umore della piazza ma vi confesso una cosa: avrebbe voluto restituire tutto coi risultati per poi ripartire. Voleva riprendere da lì, da quello che aveva tralasciato. Ci teneva particolarmente alla Roma ma così, a distanza, è tutto più difficile e spesso si sbagliano valutazioni e decisioni".

E' come per il giocatore. Va bene il video, va bene lo studio, ma è dal vivo che si prendono le decisioni.
"Torniamo lì. E' tutta una questione di emozioni e di decisioni da prendere".
Fonte: TMW
COMMENTI
Area Utente
Login

Calciomercato - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 06 giu 2021 
CALCIOMERCATO Roma, dal Brasile: Mourinho ha chiesto Carlos Vinìcius del Tottenham
José Mourinho avrebbe richiesto alla società della Roma l'attaccante Carlos Vinìcius...
Lotito aspetta Sarri ma intanto si cautela. Anche Pirlo tra le alternative
C'è un limite al silenzio. Lotito aspetta Sarri con cui ha trovato l'accordo, ma...
Szczesny: "Concentrati sull'Europeo. Futuro? Non ho avuto contatti"
Le parole del portiere della Polonia: "Ci saranno tante squadre forti, dobbiamo essere preparati. Juve? Non sono il responsabile per i trasferimenti"
Calciomercato Roma, Donnarumma dice no a Mourinho
L'estremo difensore vuole giocare la Champions League
Doherty sicuro: "L'esonero di Mou? Colpa nostra. Di lui dico che..."
Il terzino del Tottenham ammette le responsabilità della squadra per l'allontanamento dello Special One: "E' sempre l'allenatore a pagare, ma siamo noi giocatori a non aver ottenuto risultati. Con lui ho avuto un ottimo rapporto"
Calciomercato Roma: Dzeko e Florenzi, il futuro è nelle mani di Mou
In settimana l’incontro tra Pinto e il manager dei due. E se l’addio del bosniaco non è scontato, per l’azzurro in prestito al Psg la separazione sembra inevitabile
Calciomercato Roma: il Besiktas ci prova con Dzeko
Spunta Sergio Romero per la porta
Calciomercato Roma, per Belotti servono 30 milioni. E Dzeko...
Mourinho e Tiago Pinto lavorano per la nuova squadra, pressing sul Torino per il centravanti granata e della Nazionale italiana
CALCIOMERCATO Roma. idea dal Brasile: anche Weverton per la porta
Spunta un altro nome accostato alla Roma per il ruolo di portiere. Si tratta di...
CALCIOMERCATO Juventus, Szczesny tra Premier e ritorno a Roma
Molto importante il duello tra Donnarumma e Szczesny. Il portiere della Nazionale...
Mourinho decide su Florenzi e Dzeko
José è già al comando. I contatti tra il tecnico e Tiago Pinto sono quotidiani,...
L'estate di Mou
Un mese esatto al via. La prima Roma di Mourinho prenderà forma a partire dal 6...
Da Pellegrini a Zaniolo, Pinto al lavoro sul rinnovo del blocco degli azzurri
Un velo di azzurro, presente e futuro. Un marchio di fabbrica a cui la Roma tiene...
La Roma si concentra su un tris di portieri, Rui Patricio resta in pole
Il problema numero uno. L'acquisto di un portiere è una delle priorità di Tiago...
Pinto pesca in Premier Lloris, Xhaka e Moura per far felice lo Special
Una Roma formato Premier. Inevitabile pensando agli ultimi 8 anni di Mourinho, tra...
 Sab. 05 giu 2021 
Benatia lascia l'Al Duhail: l'ex Roma e Juventus può tornare in Italia
Il difensore dice addio al club qatariota. L'omaggio social della società
CALCIOMERCATO Roma, dall'Inghilterra: anche Romero è sulla lista dei desideri per la porta
Si torna a parlare di Sergio Romero in ottica Roma con l'arrivo di José Mourinho...
Milot Rashica: chi è l'esterno kosovaro che piace alla Roma
Classe '96, è un giocatore kosovaro con cittadinanza albanese. Gioca principalmente largo a sinistra ma può adattarsi anche sulla fascia opposta. Ecco chi è
CALCIOMERCATO Olympique Marsiglia, è fatta per Gerson: alla Roma andranno 2,5 milioni
l'Olympique Marsiglia e il Flamengo hanno raggiunto l'accordo definitivo per il...
Giallo Sarri, ora Lotito abbassa l'offerta. E il tecnico si prende 48 ore di tempo
Non può più tornare indietro, ormai il passo è compiuto. Lotito ha fatto ieri l'offerta...
CALCIOMERCATO Roma, Lorient su Santon: giocatore non convinto della destinazione
Tra gli esuberi da piazzare in casa Roma c'è sicuramente Davide Santon. Il terzino,...
CALCIOMERCATO Torino, Cairo definisce "provocatoria" l'offerta della Roma per Belotti
Offerta "provocatoria". Il presidente del Torino Urbano Cairo ha definito l'offerta...
Calciomercato Roma, chi in porta? Ecco i tre nomi sul taccuino di Mourinho
Alla scelta del prossimo portiere, club e José stanno studiando da tempo. Fuzato sarà il secondo, Mirante e Farelli hanno già lasciato Trigoria e Pau Lopez e Olsen devono essere piazzati altrove. Ecco allora chi c'è nel mirino...
ZENGA e la bomba di mercato: "Magari Donnarumma va alla Roma" (VIDEO)
L'ex portiere Walter Zenga, in diretta su Instagram, commenta la scelta del...
La Roma punta Daka. Ecco chi è il nuovo Haaland scoperto col software
L'attaccante ha realizzato 68 gol (e 27 assist) in 125 partite. Adesso è pronto per un grande club: Tiago Pinto ci sta pensando
Piace Rashica del Werder, ma la Roma deve evitare le aste
Piace l’esterno del Werder. Il g.m. Pinto però cerca sconti prima della kermesse continentale
Calciomercato Roma, il problema n.1 può risolverlo Lloris
C'è un problema numero alla Roma. Non il primo dei problemi, ma ancora non è stato...
Calciomercato Roma, per arrivare a Xhaka la chiave è Ünder
Il calciatore turco può essere l'uomo giusto per convincere l'Arsenal ad abbassare il prezzo del centrocampista svizzero, tanto voluto da Mourinho
Calciomercato Roma, le mosse per l'attacco: c'è Daka oltre a Belotti
Il centravanti del Torino è in pole. Lo zambiano del Salisburgo sarebbe complementare a Dzeko
 Ven. 04 giu 2021 
Tancredi: "Per giocare a Roma un portiere deve avere personalità e carisma"
L'ex portiere della Roma Franco Tancredi: Che qualità deve avere un portiere per...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>