facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 2 agosto 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

VILLAR: "Mi aspettavo di giocare di più all'inizio, la svolta Roma-Parma 3-0. Devo migliorare"

"Devo migliorare tecnicamente. Mancini parla tantissimo in campo"
Giovedì 01 aprile 2021
Il centrocampista giallorosso Gonzalo Villar ha rilasciato un'intervista durante il format "Table Talk", dove racconta la sua esperienza alla Roma mentre gioca a ping pong. Queste le sue parole:

Messi o Ronaldo?
"È una domanda difficile. Per me Messi è il calciatore più forte della storia per quello che ho potuto vedere. Aggiungerei poi Pelé, Maradona ma sono troppo giovane e non li ho mai visti giocare. Per me il più forte della storia è Messi. Ma in una partita secca, che sia semifinale o finale di Champions League, scelgo sempre Ronaldo. Alla fine scelgo lui".

Come va la tua avventura alla Roma?
"Nei primi mesi che ero qui, mi aspettavo andasse un po' meglio. Mi aspettavo di giocare un po' di più, poi è scoppiata la pandemia e si è fermato tutto. Al rientro mi sentivo molto carico, ho giocato poco per le prime dieci partite, poi c'è stata la partita decisiva. La ricordo ancora oggi, era il 22 novembre e giocavamo in casa contro il Parma. Era la mia prima partita da titolare in Serie A e penso che in quel match, scusa se sono poco modesto, ho giocato molto bene e abbiamo vinto 3-0. Da quel momento è stato un crescendo, se devo tirare le somme dico che è stato un anno incredibile. Venivo dalla Segunda Division, ora qui alla Roma ci sono persone che tengono moltissimo a me e mi dimostrano il loro affetto".

Sei molto amato dai bambini...
"Ne parlo spesso con i miei amici. È normale che ti chiedano un autografo, ma vedere ragazzi che comprano la tua maglietta e spendono soldi per questo è una cosa emozionante. Recentemente ho postato su Instagram un video a riguardo, di questo bambino che scartava emozionato il regalo e dentro c'era la mia maglia. Non te lo aspetti".

Cosa mi dici dei tifosi della Roma in generale?
"Ma qui non esistono, nessuno ti ferma per fare una foto (ride, ndr). Non mi rifiuto mai di fare una foto con loro, ci sono passato anche io dopotutto. Alcune volte non si fermavano e questo un po' mi dispiaceva, quindi io lo faccio volentieri per i tifosi".

L'Italia è diversa rispetto alla Spagna?
"Quando sono arrivato in albergo, mia madre si è lamentata perché un giornalista l'aveva spintonata per avvicinarsi e farmi una foto. Ho chiamato mio fratello maggiore per dirgli che qui starebbe bene anche lui. Ora mi sono abituato, ma all'inizio vedevo tante telecamere che mi seguivano e giornalisti che mi fermavano per farmi una foto. La società mi aveva chiesto di non parlare perché la prima intervista dovevo rilasciarla alla Roma. È stato incredibile, sono sincero perché non me l'aspettavo".

Quanto è stato difficile scegliere di venire alla Roma?
"Non è stato facile, avevo anche altre offerte da squadre di Liga, ma la Roma è stato il club che mi ha voluto più di tutti. Mi ha convinto a venire perché mi voleva fortemente, mi ha anche chiamato Fonseca per spiegarmi perché mi volesse. D'altronde, se non piaccio all'allenatore, non gioco ed è stato importante parlarci. Abbiamo parlato un quarto d'ora, lui è stato sincero con me. Mi aveva già visto durante le vacanze di Natale e ha detto che sarei stato utile, avevo tutte le carte in regola per stare alla Roma, per essere un giocatore importante della Roma, avevo determinate caratteristiche che mancavano alla squadra in quel momento".

Ti senti migliorato?
"A livello individuale sì, anche se preferirei non considerare la gara contro il Milan. Non ho giocato bene, è stata una giornata di quelle che non ne hai proprio, giornata storta che capita".

Che sensazione si prova giocare tutte queste partite?
"Non hai tempo per rilassarti, magari giochi bene la domenica e poi hai tempo per riposarti quasi una settimana. In genere tre partite si fanno in tre settimane, ora le giochiamo in 7 giorni, praticamente domenica-giovedì-domenica. In una settimana le cose possono cambiare velocemente".

Con tutte queste partite hai cambiato metodo di recupero?
"Fisicamente sono una bestia ora (ride, ndr). Fisicamente sono migliorato, devo migliorare la parte tecnica, sono ancora un po' limitato tecnicamente".

Parli spesso con Borja Mayoral e Pedro, che cosa vi dite?
"Io e Borja abbiamo instaurato un ottimo rapporto sin da subito. Parliamo di molte cose, della partita, delle condizioni del campo, di ragazze, di macchine, parliamo un po' di tutto".

Quando inizierai a segnare?
"Ecco, parlavamo delle cose in cui devo migliorare... Per me non è tanto difficile segnare, è complicato crearmi le occasioni per andare a segno. Quest'anno gioco spesso accanto a Veretout, è lui il calciatore che s'inserisce in area e va anche in gol. Io tengo più la posizione per una questione di equilibrio. Se giochi a due, uno sale e uno resta basso".

Mancini è il compagno che parla di più in campo?
"Per me parla un po' troppo (ride, ndr). Si arrabbia spesso, è un grande giocatore ma parla veramente tanto in ogni momento della partita. Urla sempre, anche se ha davanti Mkhitaryan, Pedro o Dzeko.
COMMENTI
Area Utente
Login

Serie A - News

 
 <<    <      3   4   5   6   7    
 
 Gio. 22 apr 2021 
Roma-Atalanta, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
32ªGiornata di Serie A
 Mer. 21 apr 2021 
Roma-Atalanta, i convocati di Gasperini
32ªGiornata di Serie A
Roma-Atalanta, i convocati
32ªGiornata di Serie A
FONSECA: "Contro la Superlega, orgoglioso della Roma. Abbiamo perso giocatori importanti..."
ROMA-ATALANTA, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Abbiamo perso giocatori importanti, fino a marzo eravamo tra le prime quattro"
Pellegrini e Mancini i pretoriani di Fonseca
Fonseca chiede aiuto ai fedelissimi. Servono i pretoriani per contrastare l'Atalanta....
Superlega, Andrea Agnelli: "Il progetto va avanti. Sì al dialogo con Uefa e Fifa"
"Fra i nostri club c'è un patto di sangue, il progetto della Superleague ha il 100...
 Mar. 20 apr 2021 
PEDRO, lesione di primo grado del flessore destro
Cattive notizie da Trigoria, dove gli esami strumentali a cui si è sottoposto Pedro...
Superlega, COMUNICATO AS Roma: "Club fortemente contrario a questo modello chiuso"
COMUNICATO DEL CLUB - Ci rivolgiamo ai nostri incredibili tifosi e sostenitori dopo il recente annuncio di una "super league" divisiva.
Superlega, Dan e Ryan Friedkin critici con il progetto
Qualche tifoso si è subito divertito a postare sui social la nuova classifica della...
 Lun. 19 apr 2021 
Designazioni arbitrali 32ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 13ª Giornata di ritorno
Superlega, furia Ceferin: "Sospenderemo tutti, Champions senza 12 club. Agnelli un bugiardo"
Il presidente della Uefa si scaglia contro il nuovo torneo: “È un progetto orribile e avido". Sul numero uno della Juve: "La delusione più grande, mente di continuo"
"Villar si è montato", "Pedro passeggia"! Roma, bufera social sui giocatori
Dopo la pesante sconfitta col Toro, stamattina tifosi scatenati tra radio e social: “Hanno staccato la spina”. Si salva Fonseca. E Pallotta attacca la Superlega
Roma e Superlega, a Trigoria silenzio. Oggi consiglio di Lega
Per il momento dai giallorossi arriva un secco "no comment" sulla vicenda, aspettando di capire come evolverà nelle prossime ore l'iniziativa che sta sconvolgendo il calcio europeo e mondiale
Roma, Fonseca chiude in anticipo il campionato: c'è solo l'Europa League
Il Torino è granata e non c'entra niente con i Red Devils, prossimi avversari in...
Nasce la Superlega. Uefa, federazioni e Fifa unite per scongiurare la fine del calcio che conosciamo
Il "nostro" calcio rischia di finire all'improvviso, sotto i colpi di una dozzina...
Torino-Roma 3-1, Le Pagelle dei Quotidiani
31ªGiornata di Serie A
 Dom. 18 apr 2021 
Torino-Roma, Le Formazioni UFFICIALI
31ªGiornata di Serie A
Garcia difende Fonseca: "In Serie A gli allenatori stranieri sono sempre un passo indietro"
Rudi Garcia è tornato a parlare della Serie A. Il tecnico francese la conosce bene...
I granata vittime preferite: 73 successi giallorossi
Sulla strada della Roma c'è il Torino, che affronterà i giallorossi in casa sua...
Veretout: "Ero stato contattato da diversi club, ma alla fine ho scelto la Roma
"Indossare la maglia della nazionale è un sogno”
 
 <<    <      3   4   5   6   7