facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 25 giugno 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

FONSECA: "Dzeko giocherà, ma il capitano sarà Cristante"

EUROPA LEAGUE, BRAGA-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Ho messo in guardia i giocatori della qualità del Braga, il match è difficile. Loro possono giocarsela con tutti"
Mercoledì 17 febbraio 2021
Attesa domani dallo Sporting Braga nella gara valida per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, l'allenatore giallorosso Paulo Fonseca è intervenuto ai microfoni dell'emittente televisiva:

FONSECA A SKY SPORT

Com'è tornare qui? Che squadra è il Braga?
"È sempre speciale ritornare in questa casa dove sono stato molto felice, ho molti amici. Ovviamente ora sono avversario e quanto inizia la partita voglio vincere, ma è veramente speciale tornare qui. Il Braga è fortissimo, sta facendo un grandissimo campionato e ha vinto contro le squadre più forti. Ha fatto una buona prima fase di Europa League, ha un buon allenatore e un'identità. Domani sarà difficile".

Qual è l'obiettivo della Roma in Europa League?
"Come ho sempre detto, pensiamo di partita in partita. Ora abbiamo il Braga, è importante pensare solo a queste due partite".

Dzeko tornerà titolare? È tutto risolto? Chi sarà il titolare?
"Dzeko tornerà a giocare e il capitano sarà Bryan Cristante".

*** *** ***


FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Come arriva la Roma al match?
"Ho messo in guardia i calciatori della qualità del Braga. Il match sarà difficile, molti giocatori magari non conoscono il calcio portoghese ed era necessario metterli in guardia. Ora tutti sanno che il match è difficile e bisognerà fare il meglio per vincere".

Il confronto tra le due rose?
"Tutti ritengono che ci sia una differenza di qualità, ma il Braga può giocarsela con tutte. Dobbiamo concentrarci sulla loro qualità collettiva, sono organizzati e forti e lo stanno dimostrando. In campionato hanno ottenuto ottimi risultati".

La formazione di domani?
"Tra qualche ora lo scoprirete".

Che partita si aspetta?
"Credo che sarà una partita aspetta. Spero che il clima lo permetta, che non ci sarà pioggia, così che le due squadre possono offrire spettacolo. Sono due squadre che giocano in maniera offensiva, pressano alto e non aspettano l'avversario. Per questi motivi mi aspetto una partita aperta".



*** *** ***


FONSECA A O JOGO

Come sarà tornare a casa?
"Non posso negare che sia speciale. Qui ho lavorato con così tante persone che le porto ancora nel cuore e, naturalmente, tornare a vedere queste persone sarà un momento speciale. Ovviamente saremo avversari durante i 90 minuti, ma sarà una grande felicità tornare a vedere le persone con cui ho lavorato"

Sul Braga.
"Ho visto praticamente tutte le loro partite, in modo particolare contro Sporting Lisbona e Porto. Hanno un grande allenatore e giocano un calcio offensivo che mi piace molto. Non ho dubbi e ho già avvertito tutti, sarà una sfida molto difficile"

La partenza di Paulinho a gennaio ha indebolito il Braga?
"Sporar non ha le stesse caratteristiche di Paulinho, che era un giocatore già perfettamente identificato con la squadra. Ma anche lui è un ottimo giocatore. Poi sono andati a prendere Borja, anche lui ottimo giocatore. Hanno perso Iuri Medeiros per infortunio, che era un giocatore importante per il Braga. Ma penso che non siano stati indeboliti dalla partenza di Paulinho. Penso che si siano persino rafforzati"

Sarà una sfida andata e ritorno, quale sarebbe un buon risultato per voi?
"Ovviamente la vittoria, anche se siamo consapevoli che sarà molto difficile"

Come arriva la Roma a questo incontro?
"Stiamo bene, siamo motivati e attraversiamo un buon momento. Abbiamo qualche problema in difesa, dove non avremo né Smalling né Kumbulla. Dal centrocampo in su, siamo invece a pieno organico e sarà a disposizione anche El Shaarawy, nonostante non sia al 100%. Non cambieremo il nostro modo di giocare contro nessuna squadra. Vogliamo essere sempre gli stessi. Dal punto di vista strategico possiamo preparare alcuni movimenti per creare spazio, che può essere importante contro una squadra come il Braga"

Sono risolti i problemi con Dzeko?
"Sì, completamente"

Avete l'obiettivo di arrivare più avanti in Europa League rispetto allo scorso anno?
"Non abbiamo obiettivi definiti. Dopo un certo punto, l'Europa League diventa una mini Champions League con tante squadre forti ed è difficile capire cosa accadrà. Dobbiamo pensare a un passo alla volta. Non è possibile dire, ora, di poter vincere il trofeo con tante squadre forti in campo. Ovviamente, vogliamo andare più avanti possibile. Lo scorso anno siamo stati eliminati dai vincitori della competizione. Quest'anno, con un anno in più di lavoro, cercheremo di fare meglio"

Sul campionato della Roma.
"Siamo terzi e molti ci davano inizialmente al sesto-settimo posto. Stiamo giocando bene, siamo motivati e l'obiettivo è di tornare in Champions, pur essendo consapevoli che in Serie A ci sono 6-7 squadre molto forti. La Serie A è tra i 5 migliori campionati in Europa, con il numero più alto di squadre in lotta per la Champions. Difficile prevedere cosa accadrà ma la nostra ambizione è di tornare in Champions"

A volte la Roma ha dei cali di concentrazione.
"Creiamo molto ma subiamo più gol di quanto ci saremmo aspettati. Gli expected goals contro sono bassi, ma la realtà è che gli avversari riescono poi a segnarci. Alcuni cali di concentrazione sono stati ben sfruttati dai nostri avversari. Non penso, però, che non siamo forti in difesa. Concediamo poco agli avversari"

Come mai faticate contro le grandi?
"Non possiamo negarlo. Ovviamente è importante ottenere i tre punti e vale lo stesso se arrivano contro la Juventus o contro l'Udinese. Penso che il problema nei big match sia stato il risultato, non la prestazione che è stata buona. Un esempio è il match contro la Juventus: li abbiamo costretto a fare una partita difensiva. Hanno fatto 3 tiri e 2 gol. Abbiamo giocato male nel derby e nel secondo tempo contro l'Atalanta ma, nella maggior parte dei casi, siamo stati molto competitivi"

Conta anche l'esperienza?
"Sì, abbiamo una squadra molto giovane, soprattutto in difesa. L'esperienza in questo tipo di gare conta molto in Italia"

Quali sono le squadre più forti in Italia?
"In termini di investimento, Inter e Juventus sono più preparate a lottare
per il titolo. Non ci piace fare proiezioni sul futuro, pensiamo partita per partita e vogliamo lottare per i primi posti e per la Champions. Ma questo è un campionato estremamente impegnativo e difficile. Penso che da un punto di vista tattico sia uno dei più difficili, ci sono sei o sette squadre molto forti."

Quest'anno il campionato sembra più equilibrato, la Juve è meno forte?
"Non so se è la Juventus che è meno forte o le altre squadre che sono più forti. Ma la Juventus è un grande squadra e lotterà sicuramente per il titolo, su questo non ho dubbi."

Milan e Inter stanno facendo una grande stagione...
"Sì, ci sono due squadre che hanno fatto investimenti completamente diversi da tutti gli altri club, che sono Inter e Juventus. Sono le favorite. Poi c'è un gruppo di quattro o cinque squadre che possono avvicinarsi e che lotteranno per la Champions League. Ma anche il Milan sta facendo un campionato straordinario e sembra essere pronto a partecipare fino alla fine a questa lotta."

Questo è il suo secondo anno a Roma, un'esperienza che l'ha cambiata?
"Ovviamente, oggi sono un allenatore diverso. Ho una conoscenza molto maggiore di cosa sia il calcio Italiano, delle squadre italiane. Devo dire che è stata una grande sfida, ogni partita è una storia diversa. In Italia si lavora molto dal punto di vista tattico, gli allenatori italiani si preparano molto bene le partite a seconda degli avversari. Oggi sono un allenatore più adattato, meglio preparato, con una maggiore conoscenza. Ho anche cambiato il sistema che usavo normalmente. Ora gioco con una linea difensiva a 3. Dopo il passaggio in Italia sono preparato per qualsiasi contesto tattico, perché qui c'è davvero tanta ricchezza"

Un'esperienza più difficile rispetto alla prima all'estero con lo Shakhtar?
"Sono sfide diverse. Lo Shakhtar è stato il mio primo club all'estero, un grande club, dove ero felice e vincevo. Ma sono campionati molto diversi. Il campionato italiano è molto diverso da quello ucraino. In Ucraina abbiamo due o tre squadre che possono lottare per il titolo. In Italia l'ultimo classificato può battere il primo. La competitività è totalmente diversa. Ma sono due grandi esperienze. Ero molto felice allo Shakhtar, ho vinto, ho fatto bene anche in Europa"

Com'è giocare senza tifosi?
"È stato molto difficile. La verità è che quando sono arrivato qui avevamo gli stadi pieni. I tifosi ora non sono allo stadio e quel sostegno all'Olimpico è qualcosa di fantastico e che ci manca. Soprattutto quando abbiamo giocato a Roma, abbiamo smesso di avere quell'atmosfera e quella forza formidabile. È completamente differente"

I tifosi l'hanno supportata anche quando i risultati non arrivavano?
"Tutti attraversiamo delle fasi. Essere allenatore della Roma è difficile, certo, e quando non vinci entrambi le persone non sono soddisfatte, come noi d'altronde. Ma la verità è che ho sentito sempre un grande affetto dai tifosi della Roma."
COMMENTI
Area Utente
Login

Juve - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Mar. 20 apr 2021 
"Superlega, City fuori e altre tre inglesi verso la rinuncia. L'ad dello United si dimette a fine 20
Dall'Inghilterra rimbalza la notizia di un ripensamento di quattro club di Premier League, pressati dalle proteste dei tifosi. Il Barcellona attende il parere dei soci
I tifosi di Roma e Lazio contro la Superlega, striscioni all'Olimpico: "Boicottiamola"
«Boicotta la Superlega»: recita così uno degli striscioni che, questa mattina, è...
Superlega, COMUNICATO AS Roma: "Club fortemente contrario a questo modello chiuso"
COMUNICATO DEL CLUB - Ci rivolgiamo ai nostri incredibili tifosi e sostenitori dopo il recente annuncio di una "super league" divisiva.
Infantino: "La Fifa è contro la Superlega. Pieno supporto alla Uefa"
Il presidente della Fifa prende posizione e condanna duramente la creazione della nuova competizione
Roma, il piano di Fonseca: una grande impresa per dirsi addio
Il tecnico portoghese vorrebbe lasciare la società giallorossa vincendo in Europa League: le strategie per riuscirci
Quattro punti nelle ultime 5 gare: in A è tracollo
Quattro punti in 5 partite. Nell'ultimo mese di campionato, peggio della Roma hanno...
Superlega, Dan e Ryan Friedkin critici con il progetto
Qualche tifoso si è subito divertito a postare sui social la nuova classifica della...
Superlega, Florentino Perez: "Club come Roma e Napoli hanno il diritto di partecipare"
Florentino Perez, presidente della Superlega europea e del Real Madrid, è intervenuto...
Gravina a Juve, Inter e Milan: "Fuori chi aderisce". Cairo all'attacco: "Agnelli un Giuda"
Cairo all’attacco: “Agnelli un Giuda, Marotta si dimetta”
Pallotta contro Florentino Perez: "Ti sei fermato un minuto ad ascoltare che ne pensano i tifosi?"
Fanno discutere le parole di Florentino Perez rilasciate a un emittente spagnola...
 Lun. 19 apr 2021 
SuperLega, venerdì la mozione UEFA per eliminare dalle competizioni europee United e Arsenal
Sviluppi clamorosi in chiave Europa League che riguarderebbero anche la Roma. Come...
Boniek: "Superlega un danno enorme per il calcio: è la terza guerra mondiale"
Il presidente della Federazione polacca: "Agnelli ha fatto un volltafaccia"
"Real, Chelsea e City entro venerdì fuori dalla Champions!"
Lo ha dichiarato Jesper Moller, membro dell'esecutivo Uefa: "Poi dovremo vedere come finirà il torneo"
Designazioni arbitrali 32ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 13ª Giornata di ritorno
Superlega, furia Ceferin: "Sospenderemo tutti, Champions senza 12 club. Agnelli un bugiardo"
Il presidente della Uefa si scaglia contro il nuovo torneo: “È un progetto orribile e avido". Sul numero uno della Juve: "La delusione più grande, mente di continuo"
Roma e Superlega, a Trigoria silenzio. Oggi consiglio di Lega
Per il momento dai giallorossi arriva un secco "no comment" sulla vicenda, aspettando di capire come evolverà nelle prossime ore l'iniziativa che sta sconvolgendo il calcio europeo e mondiale
Superlega, Roma fuori dalle 12 fondatrici. Ma per numero di tifosi potrebbe essere inclusa
Il terremoto che dalla serata di ieri sta scuotendo il calcio riguarda l'uscita...
PALLOTTA: "Super League? Penso sia un male per il calcio"
James "Jim" Pallotta, ex proprietario dell'AS Roma, ha scritto il seguente commento...
Nasce la Superlega. Uefa, federazioni e Fifa unite per scongiurare la fine del calcio che conosciamo
Il "nostro" calcio rischia di finire all'improvviso, sotto i colpi di una dozzina...
 Dom. 18 apr 2021 
Superlega, l'Uefa prepara una causa da 50 miliardi. E fuori chi partecipa
D’accordo con leghe e federazioni di tutta Europa, Nyon sta allestendo una battaglia legale contro i club che vorranno separarsi dal sistema per crearne uno alternativo e cancellare il calcio come lo conosciamo. Intanto Dazn nega di essere dietro al progetto
 Sab. 17 apr 2021 
Cavani guida un attacco super. Pogba è il pupillo di Solskjaer
Non è il Manchester United che ribaltò in meno di due minuti la finale di Coppa...
 Ven. 16 apr 2021 
Stadi riaperti in zona gialla: dal 1 maggio accesso a 1000 tifosi
Riparte lo sport all'aperto, per gli amatori e per i tifosi. Nello schema di decreto...
RANKING UEFA: la Roma aggancia il Tottenham e si stabilisce in 14esima posizione
La Roma aggancia il Tottenham nella classifica ranking UEFA e si stabilisce in 14esima...
 Gio. 15 apr 2021 
Designazioni arbitrali 31ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 12ª Giornata di ritorno
Serie A, bufera sulla Lega Calcio: 7 club chiedono le dimissioni di Dal Pino
Questa mattina 7 club di Serie A - fra cui Inter, Juve, Napoli e Lazio - hanno presentato...
 Mar. 13 apr 2021 
Calciomercato Azo, mezza Europa lo vuole: Roma in corsa
Il talento classe 2005 potrebbe arrivare a maggio a Trigoria: è israeliano e presto avrà il passaporto portoghese. È seguito anche dall'Atletico Madrid
 Lun. 12 apr 2021 
I 20 club che valgono di più al mondo: comanda il Barcellona
Ben quattro società italiane presenti nella graduatoria stilata dalla rivista Forbes
 Ven. 09 apr 2021 
Petrachi: "Ecco qual è stato il grande errore di Pallotta"
Parla l'ex direttore sportivo della Roma: "Spinazzola l'ho pagato sette milioni, per Pau Lopez è dura rialzarsi dopo un blackout. Ho preso Villar per la sua postura"
La Roma vola nel ranking Uefa: scavalcato il Porto, adesso è 15esima
I giallorossi hanno vinto le ultime cinque partite della fase finale di Europa League
 Gio. 08 apr 2021 
AJAX-ROMA, problema al flessore sinistro per Spinazzola. Al suo posto Calafiori
Altra tegola di natura muscolare in casa Roma: al 23' del match contro l'Ajax, dopo...
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>