facebook twitter Feed RSS
Domenica - 7 marzo 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Bruno Peres vuole il rinnovo. Dallo Shakhtar allo Spezia: ora ha salvato Fonseca

Il brasiliano nel 2018 con il salvataggio sulla linea contro lo Shakhtar aveva eliminato il portoghesee dalla Champions. Domenica però lo ha salvato da un pari che avrebbe portato all'esonero
Lunedì 25 gennaio 2021
ROMA - Stop di petto, controllo a seguire e pallone perfetto per il gol di Pellegrini al 92'. La Roma si gode la vittoria al cardiopalma arrivata con la rete del suo capitano, ma ringrazia anche Bruno Peres che finalmente ha ritrovato le sue qualità brasiliane e ha contribuito al 4-3 finale contro lo Spezia. Tutta la squadra dopo il gol è corsa ad abbracciare i due protagonisti del gol: Bruno Peres era in assoluta estasi, una felicità ritrovata dopo anni non facili tra prestiti e tante panchine. E anche i tifosi lo hanno esaltato, complimentandosi per lui per il sacrificio e l'umiltà con cui si è messo a disposizione della Roma. Un assist importante quanto il suo salvataggio sulla linea in Shakhtar-Roma del 2018, l'inizio della cavalcata verso la semifinale di Champions. Se in quel match Bruno fece disperare Fonseca (tecnico degli ucraini), questa volta il suo assist ha salvato il potoghese, che con un pareggio sarebbe stato sempre più vicino all'esonero.

Il brasiliano ha stravolto totalmente il suo stile di vita per tornare ad essere un calciatore vero, ha "messo la testa a posto", come ha sottolineato lui stesso quando sbarcò in Italia nel dicembre 2019, e adesso sta facendo di tutto per meritarsi la Roma. Il terzino brasiliano sta infatti tentando in tutti i modi di ritagliarsi il suo spazio per convincere la Roma a puntare ancora su di lui anche in futuro. Il suo contratto infatti scadrà il 30 giugno del 2021 e ad oggi è improbabile il rinnovo e la sua conferma nella squadra giallorossa. Peres però non si dà per vinto, e fin quando sarà a Trigoria proverà a fare del suo meglio anche per attirare l'attenzione di altri club.

Bruno Peres ha giocato ventuno volte in questa prima metà di stagione, di cui undici da titolare. E il suo rendimento è andato in crescendo partita dopo partita: ben tre assist vincenti serviti tra le due competizioni, una rete realizzata contro lo Young Boys, l'assist con lo Spezia nei nove minuti giocati e buone prestazioni nelle due fasi richieste da Fonseca agli esterni. Insomma, questo Bruno Peres è un lontano parente di quello visto tra il 2016 e il 2018 in giallorosso, ma anche del terzino andato in prestito in Brasile e che aveva deluso le aspettative anche del San Paolo.

Tanto che il club sudamericano a metà stagione lo aveva a sua volta mandato via per farlo giocare nella serie B brasiliana, allo Sport Recife, dove aveva totalizzato solo quattordici minuti su tredici partite a disposizione. Poi esattamente un anno fa il ritorno nella Capitale e il discorso fatto da Petrachi al terzino per rimetterlo in riga: "Sono cambiato soprattutto nella testa, se hai la giusta mentalità le cose diventano più facili - ha dichiarato nel corso della stagione -. Insomma, ho messo la testa a posto. Sono contento di essere cambiato mentalmente e che ci sia stata una crescita importante. Il mio obiettivo è rinnovare il contratto, per me è sempre stato un onore giocare in questa squadra. Sarò felicissimo di legarmi a questi colori nei prossimi anni". Bruno Pres vuole restare e ci sta provando in tutti i modi, ma se dovessa separarsi dalla Roma ha già pronto l'uomo per sistemarlo in qualche altro club: il brasiliano si è affidato all'agenzia di Totti per sondare il terreno con altri club. Il Benfica è interessato, lui però vorrebbe restare in Italia nel campionato che conosce ma soprattutto per restare vicino alla sua fidanzata (che ieri ha compiuto gli anni): anche grazie a lei bruno a messo la testa a posto.
di Jacopo Aliprandi
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 06 mar 2021 
Juventus-Lazio 3-1. La Juve di rimonta sulla Lazio: Morata mattatore
Correa porta in vantaggi gli ospiti, Rabiot firma il pari al 39’ pt. Nella ripresa si scatena lo spagnolo autore di due gol, il secondo su rigore. E al 69’ Pirlo lo sostituisce col portoghese
Roma-Genoa, i convocati
26ªGiornata di Serie A
FONSECA: "Mayoral sta facendo bene. Pedro giocherà dal primo minuto"
ROMA-GENOA, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Mayoral è un giovane che sta giocando molto bene. La società deciderà sul suo futuro. La Roma è migliorata in tutto. Domani giocano Pedro e Smalling. Ci sono troppe partite, il problema va risolto"
Kumbulla il giocatore più costoso dell'era Friedkin, con Schick la plusvalenza più alta
Roma, bilancio in rosso al 31 dicembre 2020. Costi, ricavi, stadio, plusvalenze e contenziosi: tutti i dati
I Friedkin vogliono ricomprare Trigoria: ecco la situazione
I nuovi proprietari giallorossi pensano di ricomprare il centro sportivo Fulvio Bernardini, ceduto durante l'era Sensi
Karsdorp è tornato: re degli assist, pronto il rinnovo e spera nella nazionale
Il terzino olandese sta vivendo la sua miglior stagione da quando è alla Roma. Gli infortuni sono alle spalle, e lui adesso sogna la chiamata di de Boer
BALLARDINI: "Ricordiamo bene il 4 a 3 in rimonta contro la Roma, ma adesso pensiamo a domani"
ROMA-GENOA LA CONFERENZA STAMPA DI DAVIDE BALLARDINI: “La Roma ha uno spessore tecnico notevole. E’ una prova bella da affrontare”
PRIMAVERA 1 - Roma-Sassuolo 1-1
Nella 13ª giornata della Prima Fase - Girone Unico "all'italiana" del Campionato...
EUROPA LEAGUE, Roma-Shakhtar Donetsk, il programma della vigilia
Questo il programma della vigilia di Roma-Shakhtar Donetsk, valido per l'andata...
Roma, si svuota Piazza di Spagna: momento complicato per Pau Lopez, Villar, Mayoral, Perez e Pedro
A Trigoria è già tempo di verifiche sui giocatori della prima squadra. Non c'è da...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>