facebook twitter Feed RSS
Domenica - 24 gennaio 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Roma, ecco chi è Tiago Pinto. Punta sui talenti, è un mago delle cessioni

Il futuro general manager della Roma lavora molto con i giovani, puntando soprattutto sui gioielli del settore giovanile. Joao Felic, Ruben Dias ed Ederson le sue cessioni più importanti
Mercoledì 18 novembre 2020
ROMA - La Roma finalmente ha trovato il suo direttore sportivo tuttofare. Tiago Pinto a partire dal primo gennaio 2021 sarà il nuovo general manager del club giallorosso, con il compito di gestire l'intera area sportiva della Roma, dalle giovanili fino alla prima squadra. Il portoghese si occuperà dei rinnovi, degli acquisti e delle cessioni, rispondendo solo ed esclusivamente a Dan e Ryan Friedkin.

Roma, Tiago Pinto maestro dei giovani e mago delle cessioni
Tiago Pinto ha soltanto 36 anni e risponde al profilo cercato da Friedkin e dalla Retexo, la società alla quale il presidente ha chiesto la consulenza per cercare il nome giusto per il club. E soprattutto per riuscire a valorizzare i giovani calciatori del settore giovanile giallorosso. "Costruiremo campioni", aveva dichiarato Dan Friedkin ad agosto. Con Tiago Pinto sarà più semplice. I suoi maggiori successi dal 2017, da quando si è insediato come direttore generale del Benfica, sono soprattutto la valorizzazione dei giovani del Benfica B (la seconda squadra del club) e dei ragazzi cresciuti nel club portoghese. Nel 2019 è riuscito a vincere il campionato portoghese con un mix di giovani ed esperti in rosa. E quella squadra ha fruttato centinaia di milioni sul mercato.

Roma, gli acquisti e le cessioni di Tiago Pinto
Ruben Dias è stato infatti ceduto al Manchester City per 72 milioni di euro, Joao Felix invece è passato all'Atletico Madrid che ha dovuto pagare la clausola rescissoria da 120 milioni di euro. Gedson Fernandes è invece andato in prestito al Tottenham con riscatto fissato a venti milioni. Tre calciatori ceduti, 212 milioni di euro ricavati. Tutte plusvalenze visto che i giocatori provenivano dalle giovanili del Benfica.

Nei tre anni alla guida del club, Tiago Pinto è riuscito a valorizzare tanti giovani talenti: naturalmente i tre citati sopra e poi rivenduti, ma anche Ederson (al Manchester City per 40 milioni), Semedo (al Barcellona per 35 mln), Lindelöf (allo United per 35 mln) e Mitroglu (al Marsiglia per 15 mln). Questo solo alla sua prima stagione in carica. Più Luka Jovic preso nel 2016 e ceduto nel 2017 al Francoforte per 22 milioni.

Nella stagione successiva, quella che ha portato alla vittoria del campionato, sono arrivati molti giocatori promettenti come Gabriel dal Leganes, Vlachodimos dal Panathinaikos, Chiquinho dal Moreirense, Adel Taarabt dal Genoa, ma soprattutto gli innesti dei giocatori arrivati dal Benfica B: Gedson Fernandes, Joao Felix, Ferro, Florentino (ora al Monaco) e Jota. Insomma, acquisti mirati e senza spendere cifre folli, ma cessioni che invece hanno sistemato i conti per anni. Tiago Pinto è anche una vecchia conoscenza di Cristante, ceduto nel 2018 all'Atalanta per 9,5 milioni dopo qualche stagione in prestito in Italia.

Nel 2019/20 il direttore generale, coadiuvato dall'ex Milan Rui Costa, ha messo ha segno il colpo Weigl dal Borussia Dortmund per venti milioni di euro, poi l'arrivo di Vinicius dal Napoli (20 mln, ceduto poi al Tottenham) e Raul de Tomas dal Real Madrid (che ha avuto poca fortuna in Portogallo). Le spese più importanti sono arrivate in questa stagione, con gli arrivi di Nunez (24 mln), Everton (20 mln), Pedrinho (18 mln), Waldschmidt (15 mln), Otamendi (15 mln) e Vertonghen, seguito anche dalla Roma. È stato molto vicino anche dal prendere Edinson Cavani, poi lasciato al Manchester United per le richieste troppo importanti tra stipendio e commissioni. Nei suoi anni al Benfica ha vinto un campionato e una supercoppa (2019) e due secondi posti (2018 e 2020), oltre alla qualificazione in Champions League in tutte le stagioni.

"Sono lieto e onorato di entrare a far parte della Roma in un momento così entusiasmante per lo sviluppo del Club - ha dichiarato Tiago Pinto al momento dell'ufficialità del suo ruolo nel club giallorosso -. Lasciare il Benfica è stata una decisione molto difficile, visto quello che abbiamo raggiunto insieme negli ultimi otto anni, ma entrare a far parte di una Roma in fase di rilancio grazie al dinamismo della nuova proprietà è un'opportunità professionale che non potevo rifiutare. Sarò eternamente grato al Benfica per la fiducia e il sostegno e anche a Dan e Ryan Friedkin per avermi dato questa opportunità alla Roma per continuare a crescere nello sport che amo".
di Jacopo Aliprandi
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 18 gen 2021 
C'erano Salah, Pjanic e Dzeko quando lo Spezia umiliò Garcia
Stadio Olimpico, lo Spezia gela la Roma e la sbatte fuori dagli ottavi di Coppa...
Smalling, Dzeko e modulo: la Roma cerca le risposte
Il doppio impegno contro lo Spezia, domani in Coppa Italia e sabato in campionato,...
Nelle mani di Ryan e Tiago: scouting e caccia all'occasione, così costruiscono la nuova Roma
Sessantasei anni in due, quasi la stessa età di Beppe Marotta (63) o dell'ex dirigente...
 Dom. 17 gen 2021 
COPPA ITALIA, Fonseca non parlerà in conferenza stampa alla vigilia del match contro lo Spezia
Paulo Fonseca non interverrà in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa...
Roma, crisi da derby: i 5 motivi per cui Fonseca soffre le big
I limiti caratteriali della squadra e le scelte del tecnico, al quale manca un piano B, allarmano il club. Ora una svolta o a fine anno si cambia
Derby, Lazio show: Inzaghi ha vinto "rubando" l'idea a Fonseca
Baricentro più basso, Leiva con Acerbi e “uscita a 4”. Roma colpita nello spazio
Fonseca, il campo d'accusa: Roma troppo rassegnata alla sconfitta
Sostituzioni tardive o spregiudicate e attacco poco lucido: i problemi su cui il tecnico sa di dover lavorare
Calciomercato Roma, nuovi contatti con Otavio
La Roma non molla la presa per Otavio, centrocampista classe '95 in scadenza di...
Calciomercato Roma, per Montiel l'unica offerta è dei giallorossi: distanza di 5 milioni
La Roma è l'unico club che ha formulato una vera e propria offerta per Montiel....
Il complesso della Roma
L'aggressività che non c'è. Per vincere il derby Fonseca aveva dato una chiara indicazione...
Repliche cancellate, nuove maglie e Coppa per dimenticare
Dimenticare in fretta il derby. L'occasione, sul campo, ci sarà martedì sera: all'Olimpico...
Fonseca, il futuro legato al quarto posto
Paulo Fonseca ha ripetuto spesso che, in questa sua seconda stagione sulla panchina...
No al Papu. Elsha si tratta. Olsen può portare Bernard
Il tam tam onirico merita di essere rispettato ma anche ridimensionato: non c'è...
Pau ha salvato la Roma dall'onta. Senza di lui sarebbe stata goleada
Nelle tempesta si è salvato solo il criticatissimo Pau. Lopez è stato l'unico ad...
Roma, ora serve coraggio
Non sarà facile scrollarsi di dosso la sconfitta nel derby. I precedenti parlano...
Tensione a Trigoria: Friedkin infuriati, Fonseca nel ciclone
La batosta nel derby non è andata giù ai tifosi della Roma e ha fatto infuriare...
 Sab. 16 gen 2021 
VILLAR: "Non vi abbiamo potuto dedicare la vittoria, torneremo più forti"
All'indomani della sconfitta contro la Lazio nel derby perso per 3-0, Gonzalo Villar...
Roma, la sconfitta nel derby brucia: Friedkin deluso, Fonseca chiede rinforzi
Sguardi bassi e musi lunghi oggi a Trigoria in occasione della ripresa degli allenamenti....
Luis Alberto e le scuse a Villar: "Storia condivisa per sbaglio"
Lo spagnolo della Lazio, nell’euforia post derby, ha repostato una foto su Instagram che conteneva offese al giocatore della Roma
Derby, Graziani duro: "Roma in campo per un'amichevole. Dzeko? Statico"
L'ex attaccante giallorosso: "La Roma ha perso il derby in campo, non in panchina"
TRIGORIA, oggi la ripresa. Fonseca: discorso alla squadra e turnover con lo Spezia
Questa mattina alle 11 la squadra si è ritrovata per lo scarico post partita, ma il portoghese ha anche parlato ai suoi dopo il tracollo nel derby
Roma, tifosi spietati con Fonseca: "Derby preparato male, gestito peggio
Anche giocatori e società attaccati dopo il 3-0 incassato dalla Lazio. Pruzzo attacca: “Dopo una sconfitta come questa io metterei in dubbio la sua conferma. Mi sono sentito massacrato, due gol regalati"
CALCIOMERCATO Roma, Hellas Verona e Fenerbahce su Diawara
L'Hellas Verona e il Fenerbahce hanno chiesto alla Roma il cartellino di Amadou...
Lazio-Roma, la moviola: Orsato ha polso ma c'è il dubbio sul secondo gol
Nel primo tempo, in occasione del raddoppio di Luis Alberto, Orsato valuta che Caicedo (in fuorigioco geografico) non disturbi Pau Lopez e Mazzoleni è assai tenero nel contestare. Scopri i dettagli
Roma, fatta con la New Balance: annuncio imminente, ecco le novità
Trattativa chiusa, l'azienda ha mostrato i prototipi delle maglie al club giallorosso
Bernard-El Shaarawy: la Roma decide
L’agente del brasiliano a giorni parlerà con l’Everton che chiede 10 milioni. Il fratello manager del Faraone tratta con lo Shanghai
Il ballo amaro dei debuttanti
Il primo derby non si scorda mai. I Friedkin l'hanno vissuto senza pubblico, senza...
La nostalgia infinita di De Rossi
La nostalgia di De Rossi e l'attesa di Petrachi. Ieri è stata una giornata strana...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>