facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 27 novembre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Da Pedro a Carles Perez, è una Roma alla spagnola

Personalità, gol ed esperienza: i due iberici, insieme a Borja Mayoral e Villar, hanno lasciato il segno nella sfida con il Benevento. Una storia di grandi nomi, da Peirò a Del Sole a Guardiola
Lunedì 19 ottobre 2020
Nella Roma non ce ne erano mai stati così tanti tutti insieme. Con Pedro a guidare il plotone, aspettando che presto possa rialzarsi anche Pau Lopez. In mezzo, però, ci sono poi Borja Mayoral, Villar e Carles Perez. Insomma, cinque volti spagnoli, un'anima nuova per la Roma di Paulo Fonseca. Un cambio di tendenza rispetto al passato, quando brasiliani e argentini erano soliti griffare la storia straniera dei giallorossi (il record assoluto parla di 8 brasiliani nel 2010-11: Adriano, Taddei, Julio Baptista, Cicinho, Doni, Juan, Julio Sergio e Simplicio). Oggi, invece, la Roma ha un'identità spagnola e anche contro il Benevento l'alma iberica ha lasciato il segno: con Pedro capace di fare la differenza per tutta la partita (non solo per il gol e per il rigore procurato) e gli altri bravi ad entrare bene in corsa, stropicciando gli occhi un po' a tutti per giocate e voglia.

DON PEDRO — Già, perché l'uomo in più di questa Roma oggi sembra proprio Pedro. Acquisto forse un po' sottovalutato dalla grancassa mediatica, lo spagnolo finora si è dimostrato di altissimo livello per personalità, carattere, voglia e qualità tecnica. Che fosse forte e decisivo lo si sapeva (basta pensare al suo passato ed al suo palmares per intuirlo), ma che si potesse calare così bene - fin da subito - nello scacchiere giallorosso forse era più complicato prevederlo. Ed invece Pedro ha portato nella Roma brio, imprevedibilità e mentalità vincente. "Il nostro obiettivo è lo scudetto", ha già detto in un paio di circostanze, dopo la partita di Udine e anche ieri sera, subito dopo il 5-2 al Benevento. Se poi Pedro ci creda davvero o meno questo non si sa, di certo però l'attaccante di Tenerife sa bene che per entrare in Champions bisogna guardare oltre. Alzare l'asticella, puntare al massimo per poi raccogliere il giusto. Insomma, se si dovesse pensare solo al 4° posto il rischio sarebbe di chiudere più giù. Ed allora meglio allargare gli orizzonti e pensare in grande. D'altronde Fonseca lo ha voluto anche per questo, per dare alla squadra un upgrade dal punto di vista della mentalità vincente.

GLI ALTRI — Ieri, però, nel finale sono entrati anche Villar, Carles Perez e Borja Mayoral (mentre per Pau Lopez l'occasione propizia dovrebbe arrivare giovedì in Europa League, in casa dello Young Boys). E se è vero che Borja ha avuto pochi minuti per mettersi in luce, è anche vero che gli altri due hanno rubato gli occhi per un paio di giocate da applausi. Villar si è reso protagonista del gol del 4-2, con una ripartenza dal limite della sua area di rigore condita poi da un dolce dribbling in mezzo al campo e dal lancio in verticale per Mkhitaryan (che poi ha servito l'assist per il gol a porta vuota di Dzeko). Carles Perez, invece, un gol lo ha proprio segnato - quello del 5-2 - con uno strepitoso affondo da centrocampo chiuso poi con doppio dribbling e rete alla sinistra di Montipò. Insomma, modo per farsi notare e per far capire che sono molto più di semplici cambi lo hanno avuto entrambi. E lo hanno anche sfruttato bene.

LA STORIA — La Roma di oggi, dunque, parla sempre più spagnolo. E finora, nella sua storia, non era mai successo. Il primo giocatore iberico a vestire la casacca dei giallorossi fu Peirò (1966-70), che a Roma vinse una Coppa Italia e divenne anche capitano. Poi altri otto: Del Sol, Helgueira, Cesar Gomez (il peggiore di tutti), Guardiola (che a Roma fu squalificato 4 mesi per essere risultato positivo al nandrolone), Bojan (arrivato con le stimmate del fenomeno), José Angel, Iago Falque (in campo ieri da ex) e Marcano. Ora ci sono loro cinque, con Pau Lopez che ha aperto il percorso la scorsa estate. Peirò a parte, nessuno ha mai inciso davvero, nessuno ha lasciato il segno. Ora la storia può cambiare anche da questo punto di vista. Tocca a Pedro riuscirci, ma anche agli altri quattro.
di Andrea Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 21 nov 2020 
Mkhitaryan come il vino: più invecchia, più è buono
L'armeno tra Bundesliga, Premier League e Serie A, non era mai partito così bene
Stadio della Roma, terreni pignorati e Friedkin disorientati. Addio a Tor di Valle
La lettera del Comune: "Nei numerosi tavoli mai nessuno ci ha mai parlato di questo problema", E la società cambia progetti
Spinazzola: "Adesso mi sento più libero e con la Roma voglio tornare in Champions"
Il terzino: "Dopo il no dell'Inter a gennaio sono cambiato mentalmente, ora provo a fare più gol. Juve e Inter le più attrezzate, ma occhio alle sorprese"
Stadio Roma: Tor di Valle quasi saltato, svolta Flaminio e opzione Tor Vergata
Tor di Valle è vicinissimo a saltare del tutto. E ci sono due possibilità alternative...
 Ven. 20 nov 2020 
Totti: "Ritorno a Roma? Diamo tempo al tempo". Sabatini si scusa: "La mia più grande cazz..."
Sabatini: "Gli ho detto di smettere più volte ma ho fatto un grande errore, chiedo scusa dopo 5 anni"
Pellegrini negativo al tampone: "Sto bene". Chance Parma, c'è col Cluj
Il centrocampista domani si sottoporrà alle visite mediche di idoneità sportiva
A Roma: "France', ricordi sto campetto? Non c'è più, aiutaci. E ci devi 5mila lire..."
Ai tempi della Lodigiani, ci giocava pure Totti. Oggi non c'è più e la pagina Facebook 'Borgata Gordiani' ha chiesto l'intervento dell'ex numero 10 romanista
DZEKO, positivo anche al terzo tampone
Dzeko non ci sarà con il Parma. Il bosniaco è risultato positivo ai tre tamponi...
CALCIOMERCATO Roma, UFFICIALE: rinnovo di Edoardo Bove
L'AS Roma è lieta di annunciare che Edoardo Bove ha rinnovato il proprio contratto...
Smalling: "Non volevo andare via da Manchester l'anno scorso, ma non avevo possibilità di giocarare"
Il difensore centrale inglese è tornato sul suo trasferimento alla Roma
TRIGORIA 20/11 - Ancora individuale per Smalling
ALLENAMENTO ROMA
Totti guarito dal Covid: "Febbre e polmonite, non è stata una passeggiata"
Il 2 novembre scorso l’annuncio della positività, oggi sui social la notizia di aver superato l’infezione: “Quindici giorni lunghissimi, grazie a tutti”
Cristante jolly di Fonseca. Difensore o in mediana: ora non fa più differenza
Smalling è out, Bryan potrebbe tornare tra i centrali. "Non è il mio ruolo, mi adatto". E sarà anche capitano
Trigoria, la svolta green: nuovi giardinieri e solo mezzi ecologici
Semaforo verde su Trigoria. Dan e Ryan Friedkin, studiando, hanno preso una decisione:...
La rivoluzione di Friedkin
La rivoluzione d'autunno. A tre mesi dal loro ingresso ufficiale nel mondo Roma...
 Gio. 19 nov 2020 
Le priorità di Tiago Pinto: i rinnovi contrattuali, il mercato e l'area scouting
I rinnovi contrattuali e la gestione del mercato invernale, passando per la riorganizzazione del settore giovanile
El Shaarawy aspetta la Roma: "Allenamento al top, appuntamento a gennaio"
ROMA - Stephan El Shaarawy aspetta la Roma, ma intanto continua ad allenarsi...
Il piccolo Ajni se la passa male? Lo aiuta Kumbulla: "Forza campione"
Il difensore della Roma, in quarantena perché positivo, ha voluto inviare un video di incoraggiamento a un bambino albanese di quattro anni da poco arrivato a Milano...
Roma Cares presenta "Amami e basta": mogli calciatori in un calendario contro violenza di genere
Questa mattina Roma Cares e Roma Capitale hanno lanciato "Amami e Basta" una campagna...
CALCIOMERCATO Roma, UFFICIALE: rinnovo di Ruben Providence
L'AS Roma è lieta di annunciare che Ruben Providence ha rinnovato il proprio contratto...
Stadio della Roma, la sindaca Virginia Raggi riparte... con le promesse. Ma non c'è nessun accordo
"Sullo Stadio siamo pronti, in questi giorni abbiamo fatto ulteriori riunioni con...
TRIGORIA 19/11 - Ancora individuale per Smalling. Tutti in gruppo, tranne i positivi al Covid-19
ALLENAMENTO ROMA - Ancora out Smalling. L’inglese è alle prese con i postumi dell’intossicazione alimentare
Lazio multata per due tamponi di giugno slittati da sabato a lunedì
Tutti parlano di Immobile (positivo-negativo-positivo) e attendono l'esito dell'inchiesta...
Stadio Roma - Tor di Valle non convince, ipotesi Flaminio
L'area di Tor di Valle non convince appieno sia per la posizione, e i conseguenti...
Fonseca piano d'attacco
Se Edin darà Forfait c'è Borja Mayoral o in alternativa Mkhitaryan
Parma, Bruno Alves: "La Roma è fortissima, ma noi vogliamo vincere: lo dico chiaro e tondo"
Il difensore del Parma: "Partite facili non ce ne sono"
Tiago Pinto, il prodigio portoghese: ecco il suo ruolo nella Roma e quanto guadagnerà
L’ok del presidente dopo un casting durato tre mesi. Arriva dal Benfica: avrà la supervisione dalla prima squadra alle giovanili
Dirigenti, conti, sponsor, stadio: la rivoluzione Usa cambia tutto
«Entusiasmante». Sembra essere questa la parola chiave del nuovo corso della Roma....
 Mer. 18 nov 2020 
Dzeko ancora positivo: domani nuovo tampone ma il Parma è lontano
Il centravanti bosniaco mantiene ancora una bassa carica virale e non può tornare ad allenarsi a Trigoria
Roma, ecco chi è Tiago Pinto. Punta sui talenti, è un mago delle cessioni
Il futuro general manager della Roma lavora molto con i giovani, puntando soprattutto sui gioielli del settore giovanile. Joao Felic, Ruben Dias ed Ederson le sue cessioni più importanti
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>