facebook twitter Feed RSS
Domenica - 13 giugno 2021
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
 

Roma, con Friedkin scoperta un'altra America

Martedì 13 ottobre 2020
Dan e Ryan Friedkin Gemelli diversi. Entrambi statunitensi, uomini d'affari e appassionati di basket. Ma le affinità tra James Pallotta e Dan Friedkin probabilmente finiscono qui. Venerdì saranno trascorsi due mesi dal closing che ha segnato il passaggio di proprietà e l'inizio di una nuova era per la Roma. E tanto è bastato per una sorta di rivoluzione copernicana. Dalla comunicazione alla presenza in loco, dalle gags ai silenzi, dal look sportivo a quello impeccabile giacca e cravatta, dal codazzo di reporter al seguito all'anonimato più assoluto, dall'affidarsi immediatamente ad un referente tecnico alla volontà invece di verificare e scegliere in prima persona il dirigente di turno. Senza fretta. Jim e Dan sono come lo Yin e lo Yang, il bianco e il nero, il giorno e la notte. Il bostoniano si presentò a Trigoria con un tuffo vestito nella piscina scoperta con una temperatura di poco sopra allo zero. Un gesto che doveva servire per far capire alla squadra che «non bisogna farsi intimorire da niente e da nessuno». Il magnate texano, nel suo primo giorno al Fulvio Bernardini, è passato invece quasi inosservato. La maggior parte degli impiegati si sono accorti dell'arrivo, soltanto quando era pronto per risalire in automobile e raggiungere la location di lusso scelta per i suoi primi giorni "capitolini": La Posta Vecchia a Ladispoli, lontana dal centro della città. Che invece era la meta preferita da Pallotta, frequentatore dell'Hotel De Russie in via del Babuino.

ESSERCI SEMPRE
Quello che salta agli occhi è la presenza costante dei Friedkin. Silente ma assidua. Padre e figlio, una volta sbarcati in città, ogni giorno si sono recati a Trigoria. Sempre in coppia, girando per il centro sportivo e parlando con pochissime persone. A volte bastano gli occhi per vedere, senza doversi far raccontare le cose. Come accadeva invece con Pallotta e che alla lunga s'è trasformato nel suo tallone d'Achille. Jim, infatti, ha sempre delegato. Una volta a Baldini, un'altra a Sabatini, un'altra ancora a Baldissoni, prima di ripiegare su Fienga ma tenendo indissolubili i rapporti con i fidati Gombar e Lippie. Ed essendo uomo dagli innamoramenti facili, una volta prediligeva una versione e un interlocutore rispetto ad un altro. Con i Friedkin, almeno per adesso, sembra tutto l'opposto. Loro osservano, scrutano, s'informano direttamente. Come accaduto ad esempio su Borja Mayoral. Non sapevano chi fosse: un giorno hanno chiamato lo scout Cavallo e gli hanno chiesto una relazione. O nei colloqui portati avanti per individuare il futuro ds: Williamson va in avan scoperta, sonda il terreno ma poi sono loro a parlare con Rangnick, Campos e Emenalo, senza dimenticare l'incrocio all'Olimpico con Paratici. Probabilmente in futuro demanderanno anche loro, come già successo ad esempio con Watts, il referente finanziario al quale Fienga ha chiesto nell'ultima sessione di mercato l'ok per completare le operazioni di Kumbulla, Mayoral e Smalling. Ma l'impressione è che tutto passerà per la loro supervisione, visto che il figlio Ryan si fermerà in città. La volontà di esserci, di presenziare alle prime 3 gare di campionato (due in trasferta), sono particolari che per ora hanno fatto la differenza agli occhi di una tifoseria abituata all'assenza di Pallotta, rotta soltanto dalle esternazioni pittoresche via sms quando le cose precipitavano. Ai Friedkin servirà prima o poi farsi conoscere. Questa è una città che ha bisogno del contatto, di sentirsi unita - parafrasando Venditti - anche se a volte si è lontani. E uno scarno comunicato stampa o un'intervista senza audio pubblicata sul sito, non bastano. Il resto lo faranno i risultati. Come accaduto con Pallotta, Sensi, Viola, Anzalone e chi li ha preceduti.
di Stefano Carina
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 12 giu 2021 
Eriksen crolla in campo in Danimarca-Finlandia: "È sveglio ed è stato stabilizzato"
Il calciatore dell'Inter è svenuto improvvisamente al 43' del primo tempo: i medici intervengono con il massaggio cardiaco
Turchia-Italia, indovina risultato e marcatori: la Uefa lo incorona!
Ha condiviso sui social il pronostico della gara inaugurale di Euro 2020, il tweet è diventato virale e il massimo organo di governo nel calcio applaude
Totti: "Sono orgoglioso di quello che ho fatto con la Roma, un sogno giocare con un'unica maglia"
L'ex capitano della Roma Francesco Totti ha rilasciato una speciale a Robinson,...
FLORENZI, contrattura al polpaccio: salta la Svizzera
Alessandro Florenzi salterà la gara contro la Svizzera, seconda sfida del girone...
Calciomercato Roma, Mourinho tenta di convincere Sergio Ramos. Ma arrivano smentite su fattibilità
Nome grosso quello che circola sulle frequenze dell'emittente radiofonica Tele...
Roma, complimenti a Spinazzola e Cristante. I tifosi: E Florenzi?
Ieri sera il club giallorosso si è fatto sentire sui social, nel post spiccava l'assenza dell'esterno
Stadio, tifosi: ecco il piano di Costanzo
Maurizio Costanzo è pronto a cominciare il suo lavoro nella nuova Roma di Dan e...
Xhaka e Rui Patricio alla Roma: primi colpi di Mourinho
Il centrocampista firmerà un quadriennale a 2,5 milioni a stagione più bonus: si aspetta solo l'annuncio ufficiale. Il portiere ha la fiducia del tecnico che lo conosce benissimo
Belotti e Isak, Roma al bivio
In attesa di ufficializzare la conferma di Edin Dzeko, la Roma prova a non abbandonare...
Calciomercato Roma, Mou dà il via ai casting degli esterni
Tanti. Troppi. Mourinho non è dogmatico e preferisce ragionare sul materia che ha...
Rudi Garcia: "I Friedkin invece di parlare fanno i fatti. Certo che tornerei alla Roma"
"Ho un debole per Pellegrini, giocatore fantastico.
Pellegrini, lo stop in azzurro accelera i tempi per il rinnovo
Arrabbiato e deluso. Perdere un Europeo, dopo averlo rincorso un anno, fa male....
Belotti parla già da romanista
Difficile che abbia parlato a caso. L'idolo? Totti. Gli amici in nazionale? Pellegrini...
 Ven. 11 giu 2021 
EURO 2020, Turchia-Italia 0-3, Le Pagelle
Le pagelle dell'Italia - Spinazzola alla Grosso. Berardi-Immobile-Insigne: che meraviglia!
EURO 2020, Turchia-Italia 0-3
Primo tempo bloccato, poi nella ripresa l'autogol di Demiral e le reti di Immobile e Insigne
Totti all'Olimpico quattro anni dopo. I tifosi: "Quanto ci manchi"
Aveva partecipato all'addio di De Rossi ma da bordocampo, nell'inaugurazione è tornato sul campo che per oltre venticinque anni è stato la sua casa
Calciomercato Roma, parla Xhaka: "Futuro? saprete tutto dopo l'Europeo"
Il centrocampista svizzero: "Non voglio parlare di calciomercato, mi distrarrebbe dall'Europeo". Tiago Pinto intanto vuole chiudere con l'Arsenal
Mou scherza con Ronaldo: "Vai via dall'Italia e lasciami in pace"
Il futuro allenatore della Roma ha scherzato su CR7, che si troverà davanti come avversario in Serie A: “Continuiamo a dire che non ha più 25 anni, ma lui non smette di segnare”
Pruzzo: "Roma, mi piacerebbe Son. Sognare è lecito, con lui si alza il livello"
Tanti temi nella chiacchierata col bomber Roberto Pruzzo. A partire dalla Roma....
Kumbulla: "Stagione emozionante, con la Roma sogno traguardi importanti"
Il centrale albanese: "Ci sono state tante cose positive che porto con me. Quelle negative, invece, mi sono servite molto per imparare"
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>