facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 8 luglio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Zago: "Riparto in Giappone e sogno la Roma"

"Coronavirus? Qui non hanno chiuso tutto, ma la gente è civilissima. Divido il gruppo in quattro. È giusto riprendere a giocare. Spero di vincere per tornare un giorno in giallorosso"
Martedì 14 aprile 2020
Nello stato di WhatsApp ha messo il Colosseo illuminato dal sole. Antonio Carlos Zago ha vissuto a Roma quattro anni, a cavallo tra due secoli: dal 1998 al 2002. Ha giocato nella squadra dello scudetto, dopo essere stato uno dei perni della difesa di Zeman. Brasiliano di origine italiane, da Roma è come se non se ne fosse mai andato. Torna ogni anno e un giorno vorrà viverci, ora che ha perso un legame fortissimo con il Brasile: nove giorni fa è scomparsa ha perso la madre Odete e anche la sua nuova compagna Alessandra ha origini italiane. Alla madre era molto legato, è morta a 69 anni per un infarto, non ha potuto nemmeno farle l'ultimo saluto. Oggi Antonio Carlos vive in Giappone. E' l'allenatore del Kashima Antlers, la più forte e titolata squadra nipponica, Zago è l'ultimo di una lunga tradizione di allenatori brasiliani, dal Giappone si racconta come non ha mai fatto prima.

Bella la foto del Colosseo...
«L'ho fatta l'ultima volta che sono venuto, a dicembre, tornerò presto, appena sarà possibile. A Roma è rimasto il mio cuore»

Ora sei in Giappone, una nuova esperienza
«Sono stato già qui come giocatore 25 anni fa, conosco bene la cultura giapponese, come vivono. E' un popolo molto organizzato, cerco di adattarmi subito dove lavoro. Ho accettato con entusiasmo di tornare, avevamo fatto la preparazione in ritiro al sud, due allenamenti al giorno. Poi abbiamo continuato a lavorare a Kashima, prima di fermarci. Passo il tempo libero con la famiglia, ogni tanto vado a Tokyo, che dista un'ora da qui».

Il mondo del calcio sta provando a ripartire
«Penso che sia giusto, bisogna trovare un rimedio, all'inizio è giusto giocare a porte chiuse, ma dovrebbero riprendere tutte le discipline sportive».

Appena si tornerà in campo il Kashima sarà la squadra da battere
«E' il club più importante, come la Juventus o il Milan da voi. Gli Yokohama Marinos è l'altra squadra più forte». [...]

La vita va avanti e ora hai una nuova famiglia
«Vivo con Alessandra e due figli piccoli, Domenico e Ottavio, tre anni e un anno e mezzo. Anche Alessandra ha origini italiane. Vorremmo vivere a Roma. Era il sogno di mio nonno: tornare un giorno in Italia. E' morto 40 anni
fa. Quando ho avuto l'opportunità di andare in Italia, mio padre era felicissimo. Mio nonno faceva l'agricoltore, aveva ettari di terreno e coltivava cotone e ca? è, a Presidente Prudente. Mio padre faceva l'autotrasportatore, mia madre casalinga. Anche io sono nato e ho vissuto lì fino a otto anni».

A Roma ti ha voluto Zeman
«Ho ricordi bellissimi, ho passato anni importantissimi della mia carriera. Dopo Zeman ho avuto Capello, da entrambi ho preso qualcosa. Zeman nella fase o? ensiva è stato tra i più grandi, Capello era un fenomeno nel gestire il gruppo e tatticamente era bravo. Poi ho avuto Lucescu, bravo anche lui. Con Zeman ci divertivamo, purtroppo non riuscivamo a vincere, cosa che poi abbiamo fatto con Capello, che ha avuto una squadra più forte». [...]

Ha qualche rimpianto?
«Avrei voluto chiudere la carriera a Roma e magari continuare da allenatore, sarebbe stato un sogno. Se un portoghese che ha una avuto un'esperienza grandissima in Europa allena la Roma un giorno anche un brasiliano può farlo. Con quella Roma avremmo potuto vincere anche l'anno dopo e anche in Europa. A Liverpool ci fu un arbitraggio vergognoso, avremmo potuto arrivare in finale. L'altro rimpianto è non aver giocato un Mondiale. Nel ‘94 ero nel gruppo, ho preso un pugno in faccia durante una partita una settimana prima della convocazione ufficiale e sono rimasto fuori. E anche nel 2002 ho perso il treno». [...]
di Guido D' Ubaldo
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Zeman - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 30 giu 2020 
La Roma americana ha toccato il fondo
Mai la Roma, da quando nel 2011 sono sbarcati gli americani, era stata così lontana...
 Lun. 08 giu 2020 
Roma, 9 anni e un sogno ammainato. Pallotta adesso ha le spalle al muro
Nel giro di 9 anni, le prospettive della Roma sembrano essere cambiate radicalmente....
 Lun. 25 mag 2020 
Vucinic: "Il mancato scudetto del 2010 una ferita che non si rimargina. Cosa accadde con Perrotta.."
Mirko Vucinic, attaccante della Roma dal 2006 al 2011, è stato ospite odierno di...
Roma, il futuro è sempre meno sudamericano: tradizione invertita, ecco gli europei
Forse ha ragione lo scrittore Ammaniti: «Nelle fini le cose si devono sempre, nel...
 Mer. 22 apr 2020 
Totti in diretta Instagram con Salvatore Esposito: "Sto cercando nuovi talenti in giro per il mondo"
Francesco Totti, ex capitano della Roma, è stato protagonista di una diretta Instagram...
 Sab. 18 apr 2020 
Alicicco: "Calcio può ripartire con giuste precauzioni, ma se qualcuno torna positivo che facciamo?"
Ernesto Alicicco, ex medico sociale della Roma (1978-2001), è stato intervistato...
Totti a Vieri: "Stavo per separarmi da Ilary. Tutta colpa di... Donna Paola"
L'ex capitano giallorosso in diretta Instagram con 'Bobo': "Fonseca mi piace, non ha paura". E poi battuta su Zeman
 Mar. 31 mar 2020 
Candela intervista Totti: "Nessuno leverà mai la Roma dal mio cuore. È la mia seconda pelle"
Vincent Candela ha parlato nel corso di una diretta su Instagram. Qual è...
 Ven. 06 mar 2020 
Zeman: "Ritornare alla Roma? Dipende dai programmi e da che si può fare. Spero che la Lazio vinca.."
Il tecnico boemo: “Spero che la Lazio vinca il campionato, anche se la Juve ha la rosa più forte”
 Lun. 17 feb 2020 
Crisi Roma: da Luis Enrique a Fonseca, da Sabatini a Petrachi, quando i mali non sono (solo) tecnici
Tutto comincia con Luis Enrique. Anno 2011. Erano gli albori della Roma americana,...
 Mar. 11 feb 2020 
Roma, la Champions è appesa ai fedelissimi di Fonseca
Quel «tutti sotto esame», testo del ceo Fienga durante il confronto di sabato mattina...
Fonseca ora rischia: media punti come Di Francesco e il suo modulo è naufragato
C'è un posto in Italia dove ogni allenatore (chi prima chi dopo) viene inghiottito....
 Lun. 10 feb 2020 
Crisi giallorossa. La prima mossa di Friedkin: basta film horror
Aspettando il nuovo proprietario per interrompere la replica infinita
 Lun. 03 feb 2020 
Annus horribilis. Nel 2020 già 4 sconfitte in 6 partite: la Roma di Fonseca non fa più male
Il giorno della marmotta, secondo la tradizione americana, decide quanto sarà lungo...
 Mar. 21 gen 2020 
Roma, una vittoria all'ultimo Stadium
Nessun punto in 9 viaggi: lo Stadium è ancora vuoto per la Roma. Che, domani sera...
 Gio. 16 gen 2020 
Roma e la Coppa Italia, alla ricerca del feeling perduto
Qualcosa si è rotto, è chiaro. Il rapporto tra la Roma e la Coppa Italia è sull'orlo...
 Lun. 30 dic 2019 
Roma, sette anni di Pallotta: il racconto della sua presidenza
Dal sogno scudetto, al fucking idiots fino alla lettera: la cronistoria di Pallotta alla guida del club giallorosso
Zero trofei, tre secondi posti e otto tecnici cambiati
Il bilancio della prima Roma americana si chiude con pochi picchi e molte delusioni....
 Gio. 26 dic 2019 
Roma, le facce del decennio: 9 tecnici, 200 giocatori, 5 d.s.
A Trigoria sono passati venti calciatori in più ogni anno dal 2010 ad oggi, con cinque diversi direttori sportivi e decine di dirigenti
 Lun. 23 dic 2019 
Totti pronto a prendere sotto la sua ala il baby Esposito
Se Sebastiano Esposito sarà davvero un nuovo campione del calcio italiano, sarà...
 Dom. 22 dic 2019 
Fonseca si è preso la Roma
Continua a macinare punti senza sosta la Roma di Fonseca, uscita dall'ultimo ciclo...
 Gio. 19 dic 2019 
Castan: "Fonseca molto bravo. Voglio tanto bene ai tifosi giallorrossi"
“Dispiace non aver proseguito la mia carriera alla Roma"
Seconda miglior difesa: Fonseca l'equilibratore, altro che "zemaniano"
Era stato definito immediatamente ‘zemaniano'. I primi mesi della gestione Paulo...
 Ven. 06 dic 2019 
Torosidis e non solo, meteore giallorosse che hanno deciso Inter-Roma
Il terzino greco non è l'unico attore non protagonista ad aver segnato ai nerazzurri
 Mar. 03 dic 2019 
Dagli scudetti sfiorati ai flop stagionali: con la società in vendita si va sull'altalena
[...] Nonostante la trattativa in corso tra il presidente Pallotta e Dan Friedkin,...
 Lun. 02 dic 2019 
Difesa blindata e tutti a far gol. Così Fonseca vola
Otto punti in più dell'anno scorso. Il segreto giallorosso? Meno reti subite e ben 13 marcatori diversi
 Sab. 16 nov 2019 
Florenzi, un po' di gamba e tanta voglia: ora l'azzurro è il suo paradiso a tempo
Strano vederlo lì, tra gli undici. Petto in fuori, pure. A cantar l'inno. La maglia...
 Dom. 10 nov 2019 
Parma terra di conquista per la squadra giallorossa
Terra di conquista. Almeno per le statistiche e gli annali di storia. Negli ultimi...
 Mer. 06 nov 2019 
Florenzi, viaggio in Europa a caccia dell'identità perduta
Ritorno al passato. E per una volta, le sensazioni sono poco piacevoli. Perché quattro...
 Mar. 29 ott 2019 
Roma pazza per Paulo
Ci si aspettava un guizzo tattico da grande allenatore e Fonseca ha risposto presente....
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>