facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 5 giugno 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Ceferin: "Tre piani per il calcio. Nulla sarà come prima"

Sabato 28 marzo 2020
Aleksander Ceferin, presidente dell'Uefa, ha rilasciato un lunga intervista per parlare delle contromisure che il massimo organo calcistico europeo sta pensando di adottare contro l'emergenza sanitaria mondiale legata al coronavirus. Queste alcune delle sue parole:

Il calcio europeo fermo simboleggia l'assedio della pandemia?
«In questo momento drammatico la cosa più importante è la salute, uscire da questa crisi. Certo, il calcio interrotto simboleggia che l'Europa e il mondo si sono fermati».

L'obiettivo non è il profitto, disse lei il 3 marzo al congresso di Amsterdam: un presagio?
«Già prima della pandemia l'Uefa aveva distribuito l'87% di tutti i ricavi. Dopo la crisi l'unica strada possibile per unire il calcio europeo, cioè quasi il calcio mondiale, è che l'Uefa assuma la leadership. Sacrificare l'Europeo ha mostrato che ogni emergenza è la nostra emergenza e che ogni club è il nostro club. La videoconferenza con Eca, Leghe, Fifpro e poi con le federazioni è stata una fantastica dimostrazione di unità e solidarietà. Questa situazione terribile rivela chi le possiede e chi no: il calcio europeo è unitissimo».

Qual è il piano Uefa?
«Nessuno sa quando la pandemia finirà. Abbiamo il piano A, B o C: siamo in contatto con le leghe, con i club, c'è un gruppo di lavoro. Dobbiamo aspettare, come ogni altro settore».

È nato un governo di crisi con lei e Infantino, il presidente Fifa?
«La videoconferenza era di tutti i soggetti del calcio europeo, la Fifa non era coinvolta. Con Gianni Infantino ho parlato prima e dopo, siamo solidali. La comunicazione è continua. È molto importante dimenticare interessi personali e disaccordi».

Le date della ripresa dell'attività?
«Non è una risposta diplomatica: non sapendo quando finirà la pandemia, non possiamo avere un piano definitivo. Per ora ne abbiamo diversi. Non si può paragonare il sacrificio di Euro 2020, principale introito per 50 federazioni su 55, con quello del Mondiale per club, che ancora non esiste. Ma era la decisione giusta».

Quali sono le opzioni?
«Ricominciare a metà maggio, a giugno o anche alla fine di giugno. Poi, se non ci riusciamo, probabilmente la stagione è persa. C'è anche la proposta di finire questa stagione all'inizio della prossima, che comincerebbe un po' più tardi. Vedremo la migliore soluzione per leghe e club».

I campionati nazionali sono la priorità?
«Se i club iniziano a giocare, anche noi possiamo finire le coppe. Si possono sfruttare le stesse date. Esempio: martedì Milan-Inter e anche, che so, Barcellona-Juventus. Lo stesso giorno: è una situazione speciale e unica».
Giocare d'estate comporterebbe deroghe a contratti e mercato?
«Sui contratti tra giocatori e club non abbiamo giurisdizione. Se la stagione ricominciasse, servirebbe un compromesso: che i contratti scadano più avanti e che il periodo per i trasferimenti slitti».

Ma nella prossima stagione c'è l'Europeo.
«Io penso che partirà l'11 giugno 2021. Se necessario, i club dovranno adeguare il numero di partite, ma è troppo presto per dire qualcosa».

Scudetti e qualificazioni alle coppe in caso di mancata conclusione dei campionati?
«Siamo in contatto con le leghe. Il gruppo operativo lavora notte e giorno».

Si riprenderà a porte chiuse?
«Mi è difficile immaginare tutte le gare a porte chiuse, ma ora non sappiamo se riprenderemo, col pubblico o senza. Se non ci fosse alternativa, sarebbe meglio finire comunque i campionati. Posso dire che non penso alle finali delle coppe europee a porte chiuse».

Le preparazioni atletiche?
«Non possiamo tirare fuori i giocatori dalla quarantena e farli giocare subito, c'è anche il rischio di infortuni».

Andranno sostenute di nuovo le visite di idoneità?
«Non sono un esperto. Se non ti muovi per due o tre settimane, hai un problema, anche se sei un atleta professionista. Il calcio ad alto livello è intenso, duro, si gioca due o tre volte la settimana. Ma la sfida ora è la pandemia».

Si va verso meno tornei e un tetto di 18 squadre ai campionati?
«I problemi nazionali spettano alle singole leghe. A livello internazionale io penso che non siano necessarie nuove competizioni per club: le abbiamo già. Il calendario è già pieno».

La Nations League cambierà?
«No, è un enorme successo. Le nazionali migliori giocano tra loro e così le più piccole. E tutti possono qualificarsi per Europeo o Mondiale. Per le prossime finali dobbiamo solo trovare spazio nel calendario».

Le critiche per Valencia-Atalanta e per l'attesa nel rinviare l'Europeo e fermare le coppe?
«Per l'Europeo dovevamo esaminare più di 100 contratti, parlare con sponsor e broadcaster. Non si fa in un giorno. Quando c'è stata Valencia-Atalanta, si giocava ancora dappertutto in Europa. Era a porte chiuse e sui tifosi radunati davanti allo stadio la giurisdizione era delle autorità spagnole. Ho sentito anche una critica idiota per l'andata a Milano. Il 19 febbraio nessuno sapeva che la Lombardia sarebbe stata il centro dell'epidemia. Chi eravamo per dire non si gioca? Ci sono autorità preposte».

Cosa pensa del taglio degli stipendi?
«I contratti sono tra giocatori e club. Ma di questa crisi tutti soffriremo le conseguenze. Non c'è spazio per gli egoismi: vedremo quanta solidarietà c'è. Molti giocatori sono d'accordo».

I contratti potranno essere prolungati oltre fine giugno?
«Se non si può giocare per un mese, i club perdono i giocatori? Non ne sono sicuro. Naturalmente poi dovrebbe essere prolungato anche il mercato. Non puoi dire: giochi con noi fino a fine agosto, però poi non puoi trasferirti perché è chiuso».

Il Financial Fair Play verrà sospeso?
«La crisi coinvolge anche i club: abbiamo già posticipato alcuni requisiti da fine marzo a fine aprile. Dipende da come si evolverà la situazione. Nulla sarà più lo stesso, dopo questo anno terribile, nel mondo intero. Sul Ffp ci sono più opzioni aperte».
[..]
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 02 giu 2020 
#BLACKLIVESMATTER, anche la Roma si inginocchia
La Roma come il Liverpool e il Chelsea. Prima dell'allenamento di oggi al centro...
La Roma inizia a fare sul serio: partita di un'ora sotto gli occhi di Fonseca. Out Perotti
A tre settimane dalla ripresa del campionato, il tecnico intensifica il lavoro. Osservati speciali Pastore, Diawara e Zappacosta
Roma, Nainggolan non torna. Però i tifosi non smettono di sognarlo
I tifosi su radio e social invocano il ritorno del Ninja, che dal suo canto stravede per la città. Ma è un’idea che non rientra nei piani giallorossi
COVID-19 in Italia, diminuiscono attualmente positivi: -1474 (ieri -708), 55 morti (ieri 60)
Scendono sotto i 40 mila gli attualmente positivi
Coronavirus, a Roma 3 casi, 5 in tutto il Lazio. I guariti sono 50, 2 morti
In tutto il Lazio sono solo 5 i nuovi contagi di Coronavirus in base al bollettino...
PALLOTTA in attesa di altri finanziatori
Pallotta vuole andare avanti. Il presidente americano è deciso a continuare sulla...
COVID-19, allo Spallanzani: 27 contagi totali, 5 pazienti necessitano di supporto respiratorio
L'Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma ha diffuso il bollettino odierno riguardo...
"Barça, in sette positivi al Coronavirus: cinque sono giocatori"
Dalla Spagna riferiscono di cinque giocatori e due tecnici che nelle settimane passate hanno contratto il Covid-19, ora stanno bene
La Roma ostaggio di Pallotta: l'offerta di Friedkin era congrua
L’attuale gestione dovrà far quadrare i conti con le plusvalenze e si avvia a un ridimensionamento. L’aumento di capitale non basta a evitarlo
I club preparano la strategia: soluzioni in caso di stop
Ieri sono state calendarizzate le restanti partite del campionato con l'obiettivo,...
Messo a punto lo sprint finale. Fonseca cambia orari e dieta
Adesso che si conosce con certezza il giorno della ripresa del campionato (la Roma...
Kean può essere il vice-Dzeko, Montiel l'uomo della fascia
L'obiettivo della Roma in vista della prossima sessione di mercato è regalare a...
Rischio saldi sul mercato
Le deroghe introdotte nei giorni scorsi dal Consiglio Federale in tema di calciomercato,...
Roma, il tifo ringhia. Ma Pallotta ora cerca altri eredi
La Roma è come se fosse tornata indietro nel tempo di un anno, quando i tifosi di...
Il ritorno di Pau Lopez. Baluardo per la ripresa
Giocare la prima partita della ripresa il 24 giugno, quando la Roma affronterà in...
Nainggolan cuore giallorosso
Sono passati quasi due an­ni dal suo addio alla Roma, ma Radja Nainggolan ha sempre...
 Lun. 01 giu 2020 
Calendario Serie A nuovo: date e orari di tutte le partite
Il programma completo delle gare del campionato italiano alla ripresa dopo la sospensione per Coronavirus
COVID-19 in Italia, diminuiscono attualmente positivi: -708 (ieri -1616), 60 morti (ieri 75)
Covid-19, i casi in Italia: 1 giugno ore 18 - 178 nuovi casi, dato più basso dal 26 febbraio
Roma, la Champions si decide in trasferta. Ma ora l'Atalanta fa meno paura
Niente più esodo di tifosi giallorossi al seguito della squadra ma contro Milan, Napoli, Juve e Siviglia le partite saranno meno proibitive
Coronavirus, a Roma 5 nuovi casi, 7 nel Lazio
Controlli in stazioni e aeroporti
Roma-Smalling, tutti vogliono il "sì". E la trattativa con lo United avanza...
Il difensore inglese si sente a casa nella Capitale e vuole finire questa strana stagione in giallorosso. Il club è al lavoro per accontentarlo, con l'obiettivo di averlo in rosa anche l'anno prossimo
TRIGORIA 01/06 - Aumentata l'intensità degli allenamenti. Perotti torna in gruppo
In attesa di sapere quale sarà il calendario della squadra, alla ripartenza della...
Calendario Serie A, ecco come si calcolerà l'algoritmo in caso di stop anticipato
Vertici federali al lavoro sul piano C con proiezione su 38 gare della media punti in casa e in trasferta: è il modello inglese. Oggi premierebbe Verona e Torino
Cellino: "Nainggolan tornerà alla Roma"
È stato il primo presidente a opporsi alla ripartenza. Ha cambiato idea soltanto quando ha capito che non c’erano alternative. Da Balotelli al gioiello del Brescia, è sempre al centro: "Mario? Scommessa persa. Lotito mi soffre"
Ecco come Friedkin voleva prendere il club. Protesta all'Eur
Negli ultimi giorni tra Pallotta e Friedkin è calato il gelo. Il presidente della...
Da Fonseca una "gufata" a Inzaghi
Una domenica di relax, con la compagna e una coppia di amici a Torvaianica, nel...
 Dom. 31 mag 2020 
Serie A, scelti gli orari delle partite: calendario con 114 gare di sera
Sono 10 su 124 le partite di Serie A che si giocheranno alle 17.15, tutte nei turni...
COVID-19 in Italia, diminuiscono attualmente positivi: -1616 (ieri -2484), 75 morti (ieri 111)
Confermato trend in calo degli attualmente positivi Continua l'impegno del Dipartimento...
Roma, contagi in salita: 8 nella Capitale, 13 in tutto il Lazio
D'Amato: preoccupati per stazioni e aeroporti
COVID-19, allo Spallanzani: 28 contagi totali, 8 pazienti necessitano di supporto respiratorio
L'Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma ha diffuso il bollettino odierno riguardo...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>