facebook twitter Feed RSS
Sabato - 30 maggio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

El Shaarawy: "Ritorno a Roma? Mi sentivo in famiglia, ma non parlo di mercato"

Giovedì 26 marzo 2020
Stephan El Shaarawy ha rilasciato un'intervista a Sky Sport 24 raccontando di come sta vivendo la situazione in Cina e quali sono i suoi obiettivi per il futuro.

Com'è la situazione a Shanghai?
"Sta migliorando notevolmente. È una città che ha ripreso a vivere, come tutto il paese. C'è stato un forte senso di responsabilità da parte di tutti e ne stiamo uscendo. Le persone hanno ricominciato ad uscire ed è un grande segnale. Durante il lockdown 80.000 persone sono rimaste a casa, era una situazione grave".

Una domanda da parte di un tifoso: quali sono i tuoi propositi per il futuro? Tornerai in Serie A?
"Ho cercato, insieme al club, di trovare una soluzione. Arrivati a gennaio, hanno cominciato a posticipare il campionato e le coppe, non si sapeva fino a quando saremmo stati fermi, non potevo permettermi di stare fermo 3-4 mesi con la nazionale a marzo e poi l'europeo. Ora è tutto posticipato, in quel momento avevo chiesto un aiuto al club, per cercare di non stare fermo. La priorità è stata sempre quella della nazionale, sono stato convocato a ottobre e novembre e non volevo perdere quell'occasione".

Ora il campionato cinese ricomincerà prima di quello italiano. Hai intenzione di tornare?
"Vedremo in futuro. In questo momento gioco nello Shanghai e devo pensare al bene della squadra. Non posso parlare ora di mercato".

Hai lanciato una donazione per l'Ospedale San Paolo di Savona dove lavorava anche tua madre.
"Ho cercato di fare qualcosa di concreto per le tre aree principali: l'emergenza sanitaria, la ricerca e la prevenzione. Ho cominciato con l'emergenza, facendo un match della donazione. I ragazzi savonesi hanno lanciato questa iniziativa, l'obiettivo era quello di rafforzare la terapia intensiva, ho raddoppiato la cifra di 50.000 euro per avere più posti letto. Per quanto riguarda la ricerca, l'abbiamo fatta a favore dello Spallanzani, ringrazio Radja e Lorenzo (Pellegrini, ndr), comprando macchinari utili per la ricerca, hanno pareggiato la donazione per arrivare a una somma per comprare le apparecchiature. Con i compagni dello Shanghai abbiamo comprato e donato milioni di mascherine, kit d'emergenza, occhiali e tute. Un grande gesto da parte loro".

Chi è il giocatore più forte con cui hai giocato?
"Ce ne sono stati diversi. Ibrahimovic, Francesco Totti e Mbappè. Anche Kakà, che è il mio idolo".

Il ricordo più bello che hai di Padova?
"Padova è stata una delle esperienze più belle della mia vita. Il ricordo più bello è la doppietta a Varese, in semifinale playoff. Pareggiammo per 3-3, andammo in finale col Novara".

Ti piacerebbe tornare alla Roma?
"Non sono nella posizione di poter rispondere. Chiaro che a Roma ho lasciato tantissimo, ho costruito non solo un percorso calcistico, ma molto di più. Mi sono sentito come a casa, come in una famiglia. Mi manca l'Italia perché è casa mia, ma non fatemi domande di questo tipo".

Allegri, Di Francesco o Spalletti?
"La cosa più importante è stata il modo in cui mi hanno gestito. La cosa migliore da fare è la gestione, sia fisica che soprattutto mentale. Allegri con me è stato impeccabile, nel senso che ero agli inizi, ha saputo dosarmi nel minutaggio il primo anno, per darmi più fiducia nel secondo. Questo ha fatto la differenza. Stessa cosa è valsa per Spalletti e Di Francesco, mi hanno dato grande fiducia nei momenti giusti. La cosa principale è la fiducia, il rapporto che si crea è di fondamentale importanza. Ho avuto un buon rapporto con tutti e tre e questo ha fatto la differenza, poi ci devo mettere nel mio".

Cosa ti manca più dell'Italia?
"Tutto, è casa mia. Mi mancano i miei genitori, che non vedo da un po'. Quando vieni catapultato in un mondo totalmente diverso dal tuo, ti mancano tante cose. Ho avuto la fortuna di ritornare spesso in Italia anche grazie alla nazionale, non ho mai perso contatto con il mio paese, con le persone che ci vivono, con i miei amici e la mia famiglia".

Rimpiangi di essere andato via dal Milan?
"Ero arrivato in un momento della mia carriera in cui secondo me c'era bisogno di cambiare. L'ho sempre detto, sono milanista nel cuore, tutti lo sanno, il Milan resta la mia squadra. Ci sono state circostanze per cui era giusto andare via, ma il Milan resta la squadra che ho tifato fin da bambino e basta".

Cosa ti piace della Cina?
"Shanghai è una città molto internazionale, molto occidentale. All'interno della stessa città vivi tantissime realtà, ci sono più di 26 milioni di persone. Ho avuto modo di conoscere tantissimi italiani, è chiaro che la cultura e il modo di vivere sono completamente diversi dai nostri. A livello lavorativo hanno un forte senso di rigore e disciplina, nel lavoro sono molto seri".

A Padova avevi 18-19 anni...
"Avevo 18 anni, ero appena maggiorenne. Tra l'altro ho iniziato con qualche difficoltà, la squadra non andava benissimo. Poi ci fu il cambio d'allenatore, giocavamo col 4-3-1-2 e con Dal Canto fui spostato a sinistra nel 4-3-3, con una risalita incredibile fino ai playoff".

Il gol più bello della tua carriera?
"Ce ne sono tanti. Con il Milan quello contro lo Zenit quando vincemmo per 3-2 e con la Roma il primo gol di tacco contro il Frosinone, il gol contro il Chelsea e quello con la Fiorentina".

Sei ancora amico con Balotelli?
"Siamo ancora amici. Ogni tanto lo sento".
COMMENTI
Area Utente
Login

Calciomercato - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Ven. 29 mag 2020 
Bustos e Gravenberch nel mirino della Roma: sono giovani e perfetti per Fonseca
L’attaccante del Talleres, 21 anni, e il centrocampista dell’Ajax, 18, sono gli obiettivi di Petrachi per il futuro
 Gio. 28 mag 2020 
KARSDORP:"La Roma? Strano non aver sentito nessuno, forse è un segnale. Farei di tutto per restarci"
Rick Karsdorp, terzino olandese della Roma, questa stagione in prestito al Feyenoord...
L'alternativa per il futuro si chiama Montiel
L'argentino piace ai giallorossi. In Sudamerica sicuri dell'offerta
Schick, gol e sirene dalla Premier
Il ceco a segno col Lipsia, ora piace ad Arsenal e Tottenham
 Mer. 27 mag 2020 
Tentazioni francesi, il Psg su Pellegrini e Calafiori
Il club parigino tenta il vice capitano giallorosso e la stella della Primavera
AG. VERETOUT: "Jordan sta bene a Roma e vuole restare, false le notizie su sua cessione al Napoli"
Secondo voci insistenti, il Napoli sta continuando il proprio corteggiamento verso...
Calciomercato Roma, contatti col Talleres per Bustos: affare da 12 milioni
Il club giallorosso interessato al ventunenne attaccante argentino
 Lun. 25 mag 2020 
Roma, il futuro è sempre meno sudamericano: tradizione invertita, ecco gli europei
Forse ha ragione lo scrittore Ammaniti: «Nelle fini le cose si devono sempre, nel...
Petrachi, il mercato e poi l'addio
Il virus ha ritardato un divorzio sempre probabile: troppi i contrasti interni
La Roma punta quota 120 per fare la rivoluzione
Tra cash e plusvalenze sono i milioni di euro attesi. Addio a Under, Kluivert e Schick. Vertonghen e Bonaventura ok
 Dom. 24 mag 2020 
La Roma azzera i sudamericani Pastore e Jesus: "Ma noi restiamo"
Fonseca li ha bocciati, inoltre gravano sul bilancio e sul monte ingaggi
Per Smalling e Mkhitaryan la conferma è più vicina
Lo United fa lo sconto: 18 milioni per il difensore. Si lavora al rinnovo del prestito dell'armeno
 Sab. 23 mag 2020 
Ecco il piano salva-Zaniolo
Petrachi prova a tenere il baby e Pellegrini: Schick, Under e Kluivert verso la Premier
Roma, il mercato e l'"eterno" ritorno di Baldini
Pallotta chiede ancora aiuto al suo consulente: traghettare il club verso una nuova proprietà
Svolta Dzeko-Mkhitaryan per sognare la Champions
In campionato finora i gol sono arrivati sopratutto dalla coppia Dzeko-Mkhitaryan, che ne ha totalizzati 18
 Ven. 22 mag 2020 
Il ritorno di Baldini, sarà consulente di mercato della Roma
Con la pista Friedkin che ancora non si è concretizzata, Pallotta ha chiesto all’amico Franco Baldini di tornare ad essere operativo
 Gio. 21 mag 2020 
Roma, un Pastore e un'idea in più
I giallorossi per il finale di campionato recuperano anche Diawara e Zappacosta. E Fonseca studia la difesa a tre
Roma, c'è Bonaventura. Petrachi verso l'addio
Il centrocampista pronto a firmare un triennale da 1,5 milioni più bonus
 Mer. 20 mag 2020 
Mercato. Potrebbe essere Kluivert la chiave nella trattativa con l'Arsenal per Mkhitaryan
L'olandese potrebbe costituire la pedina di scambio decisiva per sbloccare l'operazione
Schick, i soldi dal Lipsia aiutano la Roma. L'attaccante è il primo bonus
A giugno in arrivo 25 milioni dalla sua cessione
 Mar. 19 mag 2020 
Totti e il no a Ilary: "Anche lei mi spingeva al Real Madrid"
La rivelazione: "In Spagna avrei avuto tutto, tranne la fascia da capitano, ma la Roma era da sempre il mio sogno"
La Roma aspetta Zaniolo. Pronta la fase 2 col pallone
Nicolò forza i tempi per dare una mano ai compagni alla ripresa
Da Pedro a Vertonghen, la Premier nel mirino
Lo spagnolo piace a Fonseca, in difesa corte al belga e a Lovren. Kean può giocare pure da vice Dzeko
Fonseca chiede quattro innesti. 15 sul mercato
Il tecnico ha chiesto un difensore centrale, un terzino e un attaccante oltre alla conferma di Mkhitaryan
 Lun. 18 mag 2020 
Roma, i tifosi: "Zaniolo e Pellegrini incedibili! Ma Petrachi che fa a Trigoria?"
Indebitamento di 278 milioni, i tifosi hanno paura di veder partire i migliori talenti della squadra: "Ma sarebbe un autogol incredibile, soprattutto in questo momento di crisi"
Karsdorp: "Ho ancora 2 anni con la Roma, vorrei riprovare in estate"
Queste le parole del terzino della Roma, Rick Karsdorp, quest'anno in prestito al...
Mkhitaryan: "Sarebbe bello restare a Roma. Non mi restano molti anni di carriera e voglio vincere"
Mkhitaryan, attaccante della Roma è stato intervistato dall'Ambasciata italiana...
Roma, Napoli e Juve su Orsolini. Il Bologna dribbla: "Noi non svendiamo"
L'ala ha estimatori in Serie A, Liga e Premier, ma i rossoblù non hanno intenzione di cederlo
Roma, via vai sulle fasce. Santon e Kolarov i soli certi di restare
Da capire il futuro di Zappacosta, Spinazzola in bilico. Piacciono Acuna e Biraghi
 Dom. 17 mag 2020 
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>