facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 3 dicembre 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Fonseca: "Voglio la Roma come un Mustang, cavallo di razza e coraggioso"

Sabato 25 gennaio 2020
Il primo derby, si dice, non si scorda mai. Quello di Fonseca, invece, è bene cestinarlo. Non certo per il risultato (1-1) ma per la prestazione: una Roma impaurita, insicura, che si è fatta schiacciare dalla Lazio dopo essere passata in vantaggio. Alla fine quel pari arrivò come una manna, una benedizione per il futuro, che è stato a tratti anche positivo. La Roma del derby di andata, lo scorso 1 settembre, era soprattutto incompleta: Smalling era appena arrivato ed è rimasto in panchina, Veretout aveva appena recuperato dal problema alla caviglia e sedeva vicino all'inglese, Zappacosta doveva giocare titolare e si è infortunato nel riscaldamento, Diawara è stato impiegato solo nell'ultimo minuto, Mkhitaryan doveva ancora sbarcare a Roma. Poi, Pellegrini faceva il centrale di centrocampo e tra i convocati c'era anche Schick. Quindi, una Roma fa. Anche stavolta mancano gli uomini mercato, ma ancora non si conoscono i nomi, e pure in questa occasione sono tanti gli assenti. Troppi. La situazione è pure peggiorata e la pesante sconfitta allo Stadium di certo non aiuta. Fonseca se lo voleva giocare meglio, questo è certo; in questi mesi più volte ha parlato del primo derby come un momento negativo, giocato con un eccesso di insicurezza. Stavolta ci vuole pazienza o, per dirla alla Fonseca, «coraggio». Il tecnico della Roma trova il paragone giusto, da appassionato di cavalli. «Vorrei che la mia squadra in questo momento somigliasse a un Mustang, un cavallo coraggioso e senza paura», le sue parole a Dribbling (Rai due, oggi in onda alle 14). La Roma ne ha bisogno davvero, perché giocare contro la Lazio con la paura addosso si rischia di subire e basta. La situazione non è delle migliori, la squadra è in difficoltà fisica a psicologica e l'idea/convinzione che potrebbe andare bene anche un pari (come all'andata, ma stavolta il punto farebbe comodo davvero), può rivelarsi dannosa. Paulo paura non ne ha, né soffre le pressioni del momento. Semmai soffre il fatto di non avere a disposizione tutti i giocatori né di avere la certezza sugli acquisti di gennaio. «Se vuoi essere un allenatore vincete devi convivere con le pressioni. Se un tecnico non le vuole, è meglio che se ne stia a casa. La nostra professione è così». Coraggio.

INDUZIONE
Il derby comincia a sentirlo anche lui, di più rispetto al primo. «Mi piace vivere a Roma, molte persone hanno cominciato a chiedermi di battere la Lazio. So benissimo cosa significhi questo tipo di partita per i tifosi. E' speciale. La sfida di andata non mi è piaciuta, non ho gradito il modo con cui l'abbiamo giocata. Stavolta spero di vedere un atteggiamento diverso. Allora sì, starò più tranquillo. La Lazio è forte, arriva da una serie di vittorie. Ma sarà più importante quello che riusciremo a fare noi». Ecco, serve quel cavallo lì: Mustang. Ma il coraggio, si sa, uno non se lo può dare. A volte può essere indotto: l'allenatore contribuisce, poi i calciatori metabolizzano. A volte la spinta ti viene data dall'orgoglio, altre dall'esterno. E, a tal proposito, oggi sarà così: una delegazione dei tifosi è attesa al Bernardini per parlare con i giocatori. Servirà a dare coraggio? Non si sa, lo vedremo domani. Di sicuro la Roma non può ripetere la prestazione di Torino, a tratti mortificante, al di là delle difficoltà d'organico e della netta differenza di qualità con la Juventus. Fonseca sta cercando la soluzione tattica migliore: ballano alcune ipotesi. Una di queste è la difesa a tre o la presenza di Mancini nella linea dei centrocampisti, ruolo nel quale si è comportato in passato in maniera soddisfacente. In quel caso, con Smalling, giocherebbe Cetin o Fazio, con il turco in vantaggio. Rischia il posto anche Florenzi, poco adatto, secondo Fonseca, a fare il terzino. Per l'allenatore il titolare era Zappacosta, poi ha preferito al capitano prima Spinazzola e poi Santon e proprio quest'ultimo potrebbe rubargli il posto. Torna Dzeko. Questa, in teoria, è una buona notizia. Perché Edin non dimentichi di essere un cavallo. Di razza.
di Alessandro Angeloni
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Schick - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 15 apr 2020 
Di Francesco: "De Rossi chiamò Pallotta per evitare il mio esonero. Monchi? Devo ringraziarlo"
Dopo le ultime esperienze in Serie A nella Roma e nella Sampdoria, Eusebio Di Francesco...
Da Schick a Smalling, tutto in sospeso
Sono giorni di grande incertezza nel mondo per i calciatori in prestito. La Roma...
 Mar. 14 apr 2020 
Caos contratti al 30 giugno
Nessuna proroga ai contratti dei calciatori in scadenza. L'indiscrezione arriva...
Difesa a tre, una mossa salva-mercato
Immaginare alcuni calciatori ancora alla Roma nella prossima stagione è difficile....
 Lun. 13 apr 2020 
Roma in vendita, ecco la lista dei giocatori in esubero
Tutti gli esuberi giallorossi con scadenza dal 2021 al 2023
 Sab. 11 apr 2020 
Calciomercato Roma, Smalling lontano. Serve la rivoluzione verde
Due anni e un giorno fa la Roma si imponeva per 3-0 contro il Barcellona nella gara...
 Mar. 07 apr 2020 
È un mercato in salita e con dodici esuberi
In estate la Roma dovrà trovare una sistemazione a 12 esuberi, tra giocatori che...
 Gio. 02 apr 2020 
Pedro e Lovren, la Roma ci riprova
Petrachi già lavora sui possibili sostituti di Smalling e Mkhitaryan: erano già stati trattati in passato
 Lun. 30 mar 2020 
Florenzi e Schick, Nzonzi e Olsen: il ritorno della marea di prestiti
La Roma si prepara a riaccogliere gli esuberi di ritorno dai prestiti. Il primo...
 Sab. 28 mar 2020 
Schick ha conquistato Nagelsmann. Il Lipsia lo vuole riscattare e punta... sull'attesa
Il ds Krösche sul centravanti di proprietà della Roma: “Sta bene con noi, ma c’è tempo fino al 15 giugno”. E l’agente: “I soldi li hanno, è una strategia per trattare”
 Mer. 25 mar 2020 
La Roma scommette sul futuro. Da Zaniolo a Diawara c'è un tesoro
L'emergenza coronavirus ha cambiato molte delle nostre abitudini e continuerà a...
 Mar. 24 mar 2020 
Roma, si complicano prestiti e riscatti. Può tornare Schick
L'emergenza Coronavirus scatenerà un effetto domino non solo sul calcio italiano,...
 Dom. 22 mar 2020 
Schick: "L'Italia era il mio sogno, ora punto la Premier. Il Lipsia la scelta giusta"
L'attaccante ex Roma: "Allo Sparta Praga volevano che smettessi di giocare"
 Dom. 15 mar 2020 
Roma, Champions per evitare cessioni
Il passaggio da Pallotta a Friedkin in stand by, ma i bilanci vanno fatti: senza l’accesso alla maggiore competizione europea, anche alcuni big saranno ceduti
 Gio. 05 mar 2020 
Ancora Monchi: un anno fa l'addio alla Roma, oggi la rivincita col Siviglia
La Roma si allena, anche se non sa quando potrà giocare. DI certo non domenica contro...
 Mer. 04 mar 2020 
L'oro di Friedkin
Tenere i big, abbassare i costi e trovare con l'Uefa un punto di incontro sul fair...
 Lun. 02 mar 2020 
Kalinic, doppietta e un assist: e ora l'attacco non è più Dzeko
Qualcuno andava dicendo, ieri: «Dzeko ora rischia il posto». La battuta...
 Sab. 29 feb 2020 
Friedkin-Pallotta: ora manca solo l'ufficialità
Conto alla rovescia per la seconda Roma americana. Ieri mattina sono stati ultimati...
 Ven. 28 feb 2020 
La Roma ritrova Monchi: gli acquisti e le cessioni dell'ex ds giallorosso
Zaniolo il suo colpo migliore, Pastore e Karsdorp tra i flop: il dirigente ha portato nelle casse a Trigoria 69 milioni di utili con le cessioni
 Dom. 16 feb 2020 
Schick: "Meglio Lipsia di Roma? Lo dicono i numeri. Qui facciamo un gioco spettacolare"
È uno degli uomini del momento in un Lipsia in piena corsa per il titolo tedesco....
 Sab. 15 feb 2020 
Bundesliga, Schick porta il Lipsia in vetta. Vince l'Hertha, Piatek resta a secco
L'ex attaccante della Roma confeziona l'assist del primo vantaggio e poi raddoppia di testa nel 3-0 sul Werder Brema. Il Pistolero sciupa molto e vede annullarsi un gol nel successo per 2-1 sul Paderborn. Sorridono Leverkusen e Wolfsburg
 Mar. 11 feb 2020 
 Lun. 10 feb 2020 
Svalutation: la crisi della Roma vale almeno 100 milioni
Svalutata, o forse semplicemente sopravvalutata. Di sicuro facilmente migliorabile....
 Mar. 04 feb 2020 
Processo ai talenti della Roma Fonseca boccia la linea verde
Investire sui giovani, spesso, è il miglior modo per arrivare a un successo duraturo....
 Lun. 03 feb 2020 
Da Pjanic a Salah e Alisson: l'indebolimento è costante
Alla Roma manca qualità. È questo il messaggio lanciata da Dzeko, e in precedenza...
 Sab. 01 feb 2020 
Schick rinato al Lipsia: "Qui i tifosi non fischiano se giochi male"
L'attaccante: "In Germania gli stadi sono sempre pieni. Non ci sono differenze tra il calcio italiano e quello tedesco"
 Mar. 21 gen 2020 
Roma, una vittoria all'ultimo Stadium
Nessun punto in 9 viaggi: lo Stadium è ancora vuoto per la Roma. Che, domani sera...
 Mer. 15 gen 2020 
Roma, Kalinic e Under: duo spuntato all'attacco del Parma
Il doppio ko contro Torino e Juventus ha riportato la Roma con i piedi ben saldi...
 Mer. 08 gen 2020 
CALCIOMERCATO Roma, il Lipsia aspetterà la deadline del 15 giugno per il riscatto di Schick
L'avventura di Patrik Schick al Lipsia è di fatto iniziata a novembre e da allora...
 Lun. 30 dic 2019 
Roma, sette anni di Pallotta: il racconto della sua presidenza
Dal sogno scudetto, al fucking idiots fino alla lettera: la cronistoria di Pallotta alla guida del club giallorosso
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>