facebook twitter Feed RSS
Domenica - 23 febbraio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

La Juve domina e poi trema. Ma batte la Roma ed è campione d'inverno con Demiral e CR7

Infortuni al ginocchio per il turco, autore del primo gol, e Zaniolo, fuori in lacrime. Nella ripresa inutile gol di Perotti su rigore
Domenica 12 gennaio 2020
La Juve è campione d'inverno e da Roma se ne torna a casa con una vittoria pesantissima, che la riposiziona in classifica davanti a tutti. La squadra di Sarri capitalizza al massimo gli errori iniziali dei giallorossi, soffre nel finale, ma alla fine torna a vincere all'Olimpico a sei anni di distanza dalla sua ultima volta (2014, con gol dell'ex Osvaldo). Ieri a marchiare la vittoria bianconera ci hanno pensato Demiral e Cristiano Ronaldo (su rigore), a cui ha replicato Perotti (sempre dal dischetto). Il dolore più grande per la Roma (e per la Nazionale) è però la perdita di Zaniolo fino al termine della stagione. Per lui probabile rottura del legamento crociato del ginocchio destro, in queste ore a Villa Stuart si sta decidendo quando (eventualmente) operarlo.

CINISMO BIANCONERO — Sarri davanti rinuncia al Dygualdo, lancia ancora un volta in mezzo Rabiot e Ramsey e dietro conferma Demiral per De Ligt. Fonseca invece non cambia nulla, resta con la difesa a 4 e se la va a giocare con gli stessi undici del k.o. con il Torino. Il problema per la Roma è che nei primi dieci minuti ne combina di tutti i colori, tra fase difensiva e d'impostazione. E quando sbagli con la Juventus, rischi di pagare sempre. Così dopo 3' i bianconeri sono già avanti con Demiral (male Kolarov in marcatura) sugli sviluppi di una punizione laterale di Dybala, ed al 10' Ronaldo raddoppia su rigore conseguente a un pasticciaccio di Veretout in fase d'uscita dal pressing bianconero. E bene era andata poco prima, con Florenzi a salvare in extremis su Ramsey un pallone che sarebbe stato un bocconcino prelibato ancora per Ronaldo. Insomma, per la Roma non poteva esserci partenza peggiore, per la Juve una dolce discesa verso il titolo di campione d'inverno. Anche perché in mezzo la squadra di Sarri ha tutti palleggiatori sopraffini (Pjanic, Rabiot e Ramsey) e una volta avanti di due reti, cambia il suo piano partita, congelando il match e cercando di far allungare la Roma per colpirla ancora negli spazi. In una partita maschia ma mai cattiva, sono costretti a lasciare il campo prima Demiral e poi Zaniolo. Dei due, il k.o. più preoccupante sembra quello del giovane romanista (con la faccia del c.t. azzurro Mancini in tribuna che è eloquente, in tal senso, in vista dell'Europeo): rottura del legamento crociato del ginocchio destro e stagione finita. Poi la Roma l'occasione per rimettersi in partita ce l'ha anche, ma il tiro di Pellegrini viene salvato sulla riga da Rabiot (il cui braccio è attaccato al corpo), mentre dall'altra parte Ronaldo mette ancora paura a Pau Lopez.

REAZIONE GIALLOROSSA — La ripresa giallorossa inizia con un carico di rabbia ed una serie di mischie che però non portano sostanzialmente a nulla. La Juve, invece, continua a giostrare come se fosse una fisarmonica: a volta si allunga, a tratti si accorcia, per cercare di gestire il possesso palla e trovare i corridoi dove andare. C'è un altro braccia di Rabiot in area su cui i giallorossi protestano, poi Fonseca si gioca la carta Cristante, di ritorno dopo due mesi e mezzo di assenza. Sarri, invece, per alleggerire la pressione alza il baricentro e vuole una Juventus più alta, soprattutto sulle rimesse dal fondo giallorosse. Il problema per la Juve però è che così facendo si spezza in due e proprio su questo atteggiamento prende il 2-1: prima il palo dice no a Dzeko, poi sugli sviluppi della stessa azione Szczesny salva due volte su Under dall'altra parte ma con la complicità del fallo di mano di Alex Sandro, con Perotti che dal dischetto (rigore chiamato dal Var) è glaciale. E allora per la Roma cambia anche la partita, mettendo paura alla Juve in un paio di palle alte (anche perché Pjanic intanto ha iniziato a sbagliare tanto). A sfiorare il gol di testa però è Cristiano Ronaldo, che ha il pallone per chiudere i giochi ma lo spreca al lato. A segnare il 3-1 è allora Higuain (subentrato nel frattempo a Ramsey) in una ripartenza a campo aperto, ma l'argentino è in leggero fuorigioco. Poi l'occasione d'oro per il pari ce l'ha Pellegrini in pieno recupero, ma calcia alto da ottima posizione. Finisce così, con la Juve a godersi il titolo d'inverno e la Roma a leccarsi le ferite per la seconda sconfitta consecutive casalinga. Da capire se fanno male più queste o il lungo stop di Zaniolo.
di Andrea Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Higuain - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 19 feb 2020 
Roma-Gent, i gol non arrivano, ma certe notti le decide Dzeko
Se non segna lui, non segna nessuno. E se non si tira in porta, diventa ancora più...
 Gio. 23 gen 2020 
Roma, figuraccia prima del derby
10 ko su 10 visite in 8 anni, 24 gol incassati e 4 realizzati. I numeri di una serie...
 Mer. 22 gen 2020 
FONSECA: "La differenza è la qualità dei giocatori... Mercato? Aspetto uno-due giocatori"
COPPA ITALIA - JUVENTUS-ROMA 3-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "Sono preoccupato per Diawara”
Juventus-Roma 3-1, Le Pagelle
COPPA ITALIA 2019/2020 - QUARTI DI FINALE
Alla Juve basta un tempo: 3-1 alla Roma e semifinale. CR7 a segno, Buffon fa un autogol
La Signora chiude i conti in 45’ col portoghese, Bentancur e Bonucci: adesso la sfida contro la vincente di Milan-Torino
Juventus-Roma, i convocati di Sarri
I giocatori a disposizione di Mister Sarri per i quarti di finale di Coppa Italia all'Allianz Stadium
Missione impossibile nello stadio proibito
Uno snodo cruciale per la stagione, in uno stadio da cui la Roma non è mai uscita...
 Mar. 21 gen 2020 
SARRI: "La Roma in trasferta rende meglio che in casa, ci aspetta una gara difficile"
COPPA ITALIA - QUARTI DI FINALE, LA CONFERENZA STAMPA DI MAURIZIO SARRI: "Cuadrado oggi senza febbre. Si può riproporre tridente con Douglas. Cristiano sarà verificato domattina"
 Dom. 12 gen 2020 
Roma-Juventus 1-2, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Da Kolarov a Veretout, quanti errori. Bene Diawara
Roma, l'occasione per tornare grande
Alla fine del girone d'andata, l'ostacolo peggiore: la Roma, per chiuderlo al 4°...
 Sab. 11 gen 2020 
Roma-Juventus, i convocati di Sarri
La Juve sta per partire per Roma, dove domani sera affronta i giallorossi. Ecco...
SARRI: "E' una partita difficile. Fonseca sta lavorando bene, è un allenatore di grande livello"
ROMA-JUVENTUS, LA CONFERENZA STAMPA DI MAURIZIO SARRI: "La Roma ha tanti giocatori tecnici e sa strappare il gioco quando riconquista la palla"
Zaniolo il bambino e Dzeko il campione: contro la Juve una sfida particolare
Imputato, si alzi. Edin Dzeko deve reagire, ne ha sentite tante in questi giorni:...
C'è Ronaldo da fermare, Fonseca alza il muro
Sei gol incassati nelle ultime quattro partite tra campionato ed Europa League,...
 Ven. 10 gen 2020 
Cobolli Gigli: "A Roma la Juve deve tirare fuori gli attributi. Conte grande allenatore ma..."
"Conte è un grande allenatore ma alla lunga distrugge il calciatore. I soldi di De Ligt li avrei spesi per prendere Guardiola al posto di Sarri. Allegri? Fatto fuori da Paratici e Nedved."
Juventus: Higuain in gruppo. Domani la conferenza di Sarri
Domenica la Roma sfiderà la Juventus allo Stadio Olimpico, in quella che sarà l'ultima...
Juventus? C'è chi dice no
C'è chi dice no. Anche se la chiamata arriva dalla Juventus, la squadra del cuore...
Carissima nemica: Zaniolo contro la Juve, la squadra che tifava e che ora lo corteggia
Passato, presente e futuro. Per Zaniolo quella di domenica sera non sarà una sfida...
 Gio. 09 gen 2020 
Juve, Higuain lavora a parte: in dubbio per la Roma
I bianconeri si allenano per la trasferta sul campo dei giallorossi: "Leggero affaticamento alla coscia sinistra" per l'attaccante argentino
 Ven. 03 gen 2020 
Dzeko più Kalinic: quando i conti non tornano mai
Nella corsa alla prossima Champions, il gioco delle coppie penalizza Fonseca. Il...
 Lun. 30 dic 2019 
Il mercato prende quota: in arrivo subito due colpi
Per una Roma che cambia proprietario, ce n'è un'altra che porta avanti il lavoro...
 Mer. 04 dic 2019 
Febbre da San Siro ma Dzeko ci sarà
Ansia per Dzeko, ma a Trigoria non è scattato l'allarme rosso. Alla ripresa degli...
 Mar. 03 dic 2019 
Lo scudetto tra le eterne rivali è adesso una sentenza Capitale
Tutte le strade, compresa quella dello scudetto, portano a Roma. Con qualche mese...
Dzeko, il bene è in comune
L'estate calda di Edin, cominciata con il muso lungo e la voglia di andare all'Inter...
 Lun. 02 dic 2019 
Venerdì e sabato va in scena il meglio del nostro campionato
Guardando il prossimo turno di campionato viene il dubbio che quel computer che...
Serie A: doppio Titanic in vista
Avete presente l'orchestra del Titanic che in pieno naufragio, dopo la collisione...
 Mer. 16 ott 2019 
Milan, Bilancio in rosso: record negativo, i numeri sono impietosi
I conti del club rossonero risultano in negativo di 146 milioni. Record negativo firmato dall'amministratore delegato Gazidis
 Lun. 23 set 2019 
La Roma c'è: Edin Dzeko se la riprende
Quaranta giorni per riprendersi la Roma. Alla vigilia di ferragosto Edin Dzeko era...
 Mar. 10 set 2019 
PETRACHI: "Mkhitaryan ha rinunciato a dei soldi per venire a Roma. Dzeko? Il vento sta cambiando"
LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI HENRIKH MKHITARYAN, GIANLUCA PETRACHI: “Orgogliosi di aver portato un giocatore di spessore internazionale. Ho fatto capire a Dzeko che il vento a Roma stava cambiando. Le altre squadre hanno capito che non possono fare le prepotenti"
 Mar. 03 set 2019 
Mancate cessioni Juve: esclusi eccellenti e il bilancio soffre
Due esclusi tra Emre Can, Ramsey Mandzukic e Matuidi. E anche il bilancio soffre le mancate uscite
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>