facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 20 gennaio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

"Roma, Diawara ora al top. Ecco perché i club lo scartavano"

Robert Visan, il talent scout che lo ha portato in Italia, racconta i primi anni di carriera del centrocampista della Roma: "Non aveva niente, per un anno lo abbiamo mantenuto economicamente, due grandi società non lo ritennero adatto per motivi che ora mi fanno ridere"
Sabato 07 dicembre 2019
ROMA - Non ruba l'occhio, ma a centrocampo è sempre presente. E indispensabile. Amadou Diawara è arrivato alla Roma nell'operazione che ha portato Manolas al Napoli: ventuno milioni di euro per un giocatore che nella passata stagione, la prima di Ancelotti in azzurro, aveva totalizzato soltanto tredici presenze in campionato (otto da titolare), quattro in Europa League (tre partendo dalla panchina) e due in Coppa Italia. Complice il cambio di gioco di Ancelotti, ma soprattutto l'infortunio al piede destro che lo ha fermato per ben settantadue giorni. Lo scetticismo per l'operazione portata a termine da Petrachi è sparito con le prestazioni del guineano che ha risposto sempre presente sia in campionato che in Europa League. Numeri alla mano, Diawara è diventato il fulcro del gioco giallorosso.

Brescia e Inter la sue prestazioni migliori: contro i nerazzurri ieri ha avuto il 100% di precisione nei passaggi lunghi, l'86% di precisione in tutti i passaggi, sei palle intercettate e cinque recuperate "Non mi sorprende, Amadou è un africano con i piedi da brasiliano". Parola di Robert Visan, talent scout e agente che nel 2013 lo scoprì in Guinea e lo portò in Italia. Lo sbarco in Italia è stato complicato, Diawara era ancora minorenne e le rigide regole della Federazione sugli extracomunitari lo avevano fermato per un anno: "Quando il San Marino calcio lo prese si allenava, ma inizialmente non poteva giocare - racconta Visan al corrieredellosport.it -. È stato un anno di sacrifici, sia del ragazzo, ma non solo: io e il presidente del club lo abbiamo sostenuto economicamente perché credevamo fortemente in lui. Gli compravamo persino i biscotti per la colazione".

Diawara non poteva giocare partite ufficiali, ma anche soltanto in allenamento si intravedevano tutte le sue potenzialità. "In quel momento complicato per le questioni burocratiche gli abbiamo sempre dato fiducia, anche quando gli osservatori di due grandi club italiani lo andarono a visionare per poi scartarlo perché considerato ‘lento'. Ma non solo, uno dei talent scout disse che Amadou aveva una gamba più corta dell'altra! È una storia che ancora ricordo con i miei amici, e che continua a farci fare grandi risate".

Sorride Visan ripensando a quei momenti di difficoltà, ma allo stesso tempo di realizzazione vista la scoperta di un grande talento africano, con le qualità sudamericane. "Ho cominciato a lavorare per cinque anni in Brasile, perciò quando mi sono spostato in Africa ho intravisto in lui un talento più raffinato, più sudamericano". È stato subito un ‘colpo di fulmine': "Era un ragazzo molto umile, con tanta voglia di lavorare. Impressionava la sua forza agonistica. Un giorno chiamai Pantaleo Corvino - quando ancora non era al Bologna - e gli dissi: ‘C'è un ragazzino nel San Marino che è incredibile...'. Portai Diawara per alcuni giorni nella scuola calcio di Corvino a Lecce (la prima e l'unica volta), e da lì partirono delle leggende che fu proprio lui a scoprirlo, ma non è vero. Corvino ha il merito di aver creduto nel ragazzo, portandolo poi al Bologna".

Nell'anno in Emilia Diawara ha mostrato tutte le sue qualità, conquistando subito l'allora tecnico Delio Rossi e un posto da titolare nella formazione rossoblù: "Nel ritiro estivo a Castelrotto Amadou si giocava il posto da titolare con Crisetig. Io lo seguivo ovunque, compresi gli allenamenti, e per stimolarlo gli dicevo: "Crisetig è troppo forte, sarà dura competere con lui...". Qui ho scoperto anche la forza caratteriale di Diawara, che mi ha risposto immediatamente: "Roby, io sono più forte". La sua personalità era fuori da ogni logica".

Un anno al Bologna, poi il passaggio al Napoli e un rendimento in crescita fino alla tormentata passata stagione: "Sono molto felice del suo percorso - ammette Visan -. Professionalmente mi sento in parte partecipe della sua crescita. Lo ha aiutato anche Delio Rossi che gli ha insegnato tantissimo, soprattutto sulla tecnica". Una storia, quella tra Diawara e Visan, interrotta bruscamente da questioni legali, ma il talent scout che lo ha scoperto spera un giorno di riceve il giusto riconoscimento: "Anche se le nostre strade si sono separate sono contento per lui e gli auguro tutto il bene del mondo. Mi auguro che un giorno possa ringraziarmi, sono ancora in attesa di un suo messaggio o di una telefonata... Penso di meritarmi almeno un grazie". Mai dire mai: ora che ha ritrovato la grandezza in campo, Amadou potrà ricordare anche chi lo ha aiutato a crescere e a diventare il giocatore che tutti stanno ammirando.
di Jacopo Aliprandi
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Inter-Roma - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 16 gen 2020 
Calciomercato Roma, l'agente di Under è a Milano: i rossoneri insistono per il turco
La sua valutazione resta molto alta, sui 40 milioni di euro, ecco perché i meneghini stanno cercando di intavolare uno scambio con Suso possibile contropartita.
 Mar. 10 dic 2019 
Inter-Roma 0-0, Le Decisioni del Giudice Sportivo
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Totti, via all'era da procuratore: contatti avviati con Esposito dell'Inter
Il baby talento nerazzurro è finito nel mirino dell'ex capitano della Roma, che a breve aprirà la sua agenzia
 Dom. 08 dic 2019 
Poker della Roma in casa dell'Inter: 4-1 e terzo posto
Le giallorosse impattano nel primo tempo e dilagano nel secondo, prima doppietta per Andressa con il club
Mirante, la Roma resta in buone mani
Il complimento più bello, anche se con i modi spicci che gli sono cari, glielo ha...
Caccia al gol. Tanto equilibrio, ma pochi tiri: "Roma, devi osare di più"
(...) Mettetevi nei panni di Paulo Fonseca. È nato a Maputo, in Mozambico, città...
 Sab. 07 dic 2019 
Roma, Smalling incanta: è già braccio di ferro con lo United per tenerlo
Il club giallorosso offre 15 milioni, gli inglesi partono da 20. E Solskjaer è sicuro: "In estate torna da noi". Sarà decisiva la volontà del difensore
Roma solida, Zaniolo e Pellegrini brillano sotto gli occhi di Totti
Esce indenne dal confronto con l'Inter, la Roma, portando a casa un pareggio a reti...
La notte dei miracoli di Mirante, il ragioniere non va in pensione
Ora il primo posto dovrà difenderlo seduto davanti alla tv sul divano di casa. Quasi...
Mancini-Smalling, la coppia da Champions
La Roma di Fonseca ha blindato la difesa, facendo rimanere per la prima volta in...
Il muro della Roma ferma la capolista
A testa alta, contro la prima della classe. La Roma esce indenne da San Siro tiene...
Smalling piace, pure allo United. Mancini: "Si, ora mi diverto"
Nella notte di San Siro hanno sovrastato Lukaku e Lautaro. Se l'Inter per la prima...
Edin e la maledetta febbre del venerdì sera
Maledetto calendario. Come non insultarlo pensando che se la partita contro l'Inter...
Roma, pari di maturità
La Roma, anche se incompleta nella notte più complicata, recita da big San Siro...
In tribuna c'è Totti: "debutto" fuori casa
Totti torna in tribuna. Dopo aver seguito la Roma nella partita dell'Olimpico contro...
Inter-Roma 0-0, Le Pagelle dei Quotidiani
15ªGiornata di Serie A
 Ven. 06 dic 2019 
INTER-ROMA, le condizioni di Pau Lopez e Davide Santon
Pau Lopez ha dovuto saltare il match contro l'Inter per un dolore a una vecchia...
Godin super, la LuLa non brilla. Smalling-Mancini, che coppia! E Mirante è bravissimo
Buona prestazione dell'ex Atletico, meno convincente l'attacco. Nella Roma il vice Pau Lopez sorprende in positivo
Roma, è Diawara la piacevole sorpresa di San Siro
MILANO La caramella concessa da De Laurentiis in cambio di Manolas. Ecco cosa...
MANCINI: "Ho fatto qualche errore ma per fortuna c'era Spinazzola dietro che mi ha dato una mano"
INTER-ROMA 0-0, LE INTERVISTE POST PARTITA MANCINI A SKY SPORT Ti sei divertito...
CONTE: "Non abbiamo rischiato contro un'ottima squadra come la Roma. Potevamo essere più cattivi"
INTER-ROMA 0-0, LE INTERVISTE POST PARTITA, ANTONIO CONTE: "Mirante è stato superlativo e il migliore in campo”
FONSECA: "Buona partita, la nostra intenzione era giocarcela. Abbiamo avuto coraggio"
INTER-ROMA 0-0, LE INTERVISTE POST PARTITA, PAULO FONSECA: “La nostra intenzione era giocare a viso aperto e penso che abbiamo avuto momenti della partita con il totale controllo”
Inter-Roma 0-0, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Smalling un gigante, Zaniolo si sbatte fuori ruolo
L'Inter spreca e viene fermata dalla Roma: ora la Juve può tornare in vetta
Lukaku, Brozovic e Vecino non sfruttano le loro chance e i giallorossi, con Dzeko in campo dal 68', strappano un punto prezioso. Domani la squadra di Sarri può riprendersi la vetta della classifica battendo la Lazio all'Olimpico
MIRANTE: "Dobbiamo stare attenti al pressing dell'Inter"
FINE PRIMO TEMPO: INTER-ROMA 0-0 MIRANTE A SKY SPORT Rientrare dopo un lungo periodo...
INTER-ROMA, problema muscolare per Santon: entra Spinazzola al suo posto
Ennesimo infortunato nella Roma. Dopo i forfait di Dzeko e Pau Lopez, questa volta...
INTER-ROMA, Totti presente a San Siro
Francesco Totti torna a San Siro per seguire la Roma. L'ex capitano e dirigente...
MKHITARYAN: "Sarà una partita interessante. La condizione fisica cresce giorno dopo giorno"
INTER-ROMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA MKHITARYAN A ROMA TV Le sensazioni? "Sarà...
Inter-Roma, Le Formazioni UFFICIALI
15ªGiornata di Serie A
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>