facebook twitter Feed RSS
Sabato - 8 agosto 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

"Roma, Diawara ora al top. Ecco perché i club lo scartavano"

Robert Visan, il talent scout che lo ha portato in Italia, racconta i primi anni di carriera del centrocampista della Roma: "Non aveva niente, per un anno lo abbiamo mantenuto economicamente, due grandi società non lo ritennero adatto per motivi che ora mi fanno ridere"
Sabato 07 dicembre 2019
ROMA - Non ruba l'occhio, ma a centrocampo è sempre presente. E indispensabile. Amadou Diawara è arrivato alla Roma nell'operazione che ha portato Manolas al Napoli: ventuno milioni di euro per un giocatore che nella passata stagione, la prima di Ancelotti in azzurro, aveva totalizzato soltanto tredici presenze in campionato (otto da titolare), quattro in Europa League (tre partendo dalla panchina) e due in Coppa Italia. Complice il cambio di gioco di Ancelotti, ma soprattutto l'infortunio al piede destro che lo ha fermato per ben settantadue giorni. Lo scetticismo per l'operazione portata a termine da Petrachi è sparito con le prestazioni del guineano che ha risposto sempre presente sia in campionato che in Europa League. Numeri alla mano, Diawara è diventato il fulcro del gioco giallorosso.

Brescia e Inter la sue prestazioni migliori: contro i nerazzurri ieri ha avuto il 100% di precisione nei passaggi lunghi, l'86% di precisione in tutti i passaggi, sei palle intercettate e cinque recuperate "Non mi sorprende, Amadou è un africano con i piedi da brasiliano". Parola di Robert Visan, talent scout e agente che nel 2013 lo scoprì in Guinea e lo portò in Italia. Lo sbarco in Italia è stato complicato, Diawara era ancora minorenne e le rigide regole della Federazione sugli extracomunitari lo avevano fermato per un anno: "Quando il San Marino calcio lo prese si allenava, ma inizialmente non poteva giocare - racconta Visan al corrieredellosport.it -. È stato un anno di sacrifici, sia del ragazzo, ma non solo: io e il presidente del club lo abbiamo sostenuto economicamente perché credevamo fortemente in lui. Gli compravamo persino i biscotti per la colazione".

Diawara non poteva giocare partite ufficiali, ma anche soltanto in allenamento si intravedevano tutte le sue potenzialità. "In quel momento complicato per le questioni burocratiche gli abbiamo sempre dato fiducia, anche quando gli osservatori di due grandi club italiani lo andarono a visionare per poi scartarlo perché considerato ‘lento'. Ma non solo, uno dei talent scout disse che Amadou aveva una gamba più corta dell'altra! È una storia che ancora ricordo con i miei amici, e che continua a farci fare grandi risate".

Sorride Visan ripensando a quei momenti di difficoltà, ma allo stesso tempo di realizzazione vista la scoperta di un grande talento africano, con le qualità sudamericane. "Ho cominciato a lavorare per cinque anni in Brasile, perciò quando mi sono spostato in Africa ho intravisto in lui un talento più raffinato, più sudamericano". È stato subito un ‘colpo di fulmine': "Era un ragazzo molto umile, con tanta voglia di lavorare. Impressionava la sua forza agonistica. Un giorno chiamai Pantaleo Corvino - quando ancora non era al Bologna - e gli dissi: ‘C'è un ragazzino nel San Marino che è incredibile...'. Portai Diawara per alcuni giorni nella scuola calcio di Corvino a Lecce (la prima e l'unica volta), e da lì partirono delle leggende che fu proprio lui a scoprirlo, ma non è vero. Corvino ha il merito di aver creduto nel ragazzo, portandolo poi al Bologna".

Nell'anno in Emilia Diawara ha mostrato tutte le sue qualità, conquistando subito l'allora tecnico Delio Rossi e un posto da titolare nella formazione rossoblù: "Nel ritiro estivo a Castelrotto Amadou si giocava il posto da titolare con Crisetig. Io lo seguivo ovunque, compresi gli allenamenti, e per stimolarlo gli dicevo: "Crisetig è troppo forte, sarà dura competere con lui...". Qui ho scoperto anche la forza caratteriale di Diawara, che mi ha risposto immediatamente: "Roby, io sono più forte". La sua personalità era fuori da ogni logica".

Un anno al Bologna, poi il passaggio al Napoli e un rendimento in crescita fino alla tormentata passata stagione: "Sono molto felice del suo percorso - ammette Visan -. Professionalmente mi sento in parte partecipe della sua crescita. Lo ha aiutato anche Delio Rossi che gli ha insegnato tantissimo, soprattutto sulla tecnica". Una storia, quella tra Diawara e Visan, interrotta bruscamente da questioni legali, ma il talent scout che lo ha scoperto spera un giorno di riceve il giusto riconoscimento: "Anche se le nostre strade si sono separate sono contento per lui e gli auguro tutto il bene del mondo. Mi auguro che un giorno possa ringraziarmi, sono ancora in attesa di un suo messaggio o di una telefonata... Penso di meritarmi almeno un grazie". Mai dire mai: ora che ha ritrovato la grandezza in campo, Amadou potrà ricordare anche chi lo ha aiutato a crescere e a diventare il giocatore che tutti stanno ammirando.
di Jacopo Aliprandi
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Inter - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 07 ago 2020 
Dzeko e quello sfogo che agita la Roma: nel mirino c'è Fonseca
Le parole del bosniaco dopo la sconfitta con il Siviglia e l'uscita dall'Europa League hanno lasciato il segno. Sotto accusa il tecnico portoghese
Calciomercato Roma, fiducia per Pastore: si opera all'anca, poi si vedrà
Era vicini alla rescissione, ma ora il giocatore ha deciso di provare un’ultima chance: l’intervento ci sarà la prossima settimana, stop previsto di due mesi al massimo
Calciomercato Roma, preso il giovane Javier Vicario: arriva dal Numancia
La Roma guarda al futuro e pensa alla Primavera. Il club giallorosso ha chiuso per...
CALCIOMERCATO, ag. Veretout: "Jordan a Napoli solo per ritirare un'auto. Resta al 100% alla Roma"
L'agente di Jordan Veretout, Mario Giuffredi, ha chiuso all'ipotesi Napoli nel corso...
Calciomercato Napoli, Veretout e Giuntoli a cena nello stesso ristorante
Nella giornata di ieri Jordan Veretout, centrocampista della Roma, era a Napoli...
Roma: Ryan Friedkin probabile presidente, Baldini out e si pensa a uscire dalla Borsa
Si delinea la nuova società: Fienga dovrebbe restare come Ceo, Baldissoni consulente esterno per lo stadio. Per il d.s. sogno Paratici, ma si valutano Burdisso e Pradè. Il nuovo proprietario immetterà nelle casse 63 milioni (meno del previsto) perché ha aumentato la quota a favore di Pallotta. E in un comunicato si legge che "l'Opa obbligatoria potrebbe essere funzionale al delisting del club"
Ryan operativo nella Capitale per la proprietà
Il nome sulla bocca di tutti è quello di Dan Friedkin - di fatto il nuovo proprietario...
Comunicato congiunto Roma-Friedkin, fornite ulteriori informazioni in merito alla cessione del club
La As Roma e il Friedkin Group rendono pubbliche con precisione le cifre dell'affare
 Gio. 06 ago 2020 
FONSECA: "Sono deluso come i miei calciatori, il principale responsabile sono io"
EUROPA LEAGUE, SIVIGLIA-ROMA 2-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "La verità è che il Siviglia è superiore alla Roma. Rifarei le stesse scelte"
MKHITARYAN: "Abbiamo provato a fare il possibile, ma non ci siamo riusciti"
EUROPA LEAGUE, SIVIGLIA-ROMA 2-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA MKHITARYAN A ROMA TV...
PELLEGRINI: "Meglio non parlare troppo in questo momento, c'è tanta amarezza. Cambio proprietà..."
EUROPA LEAGUE, SIVIGLIA-ROMA 2-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA PELLEGRINI A SKY Cosa...
DZEKO: "Sono deluso, non siamo mai stati in partita. Dobbiamo farci tutti qualche domanda"
EUROPA LEAGUE, SIVIGLIA-ROMA 2-0, LE INTERVISTE POST-PARTITA DZEKO A SKY SPORT Dzeko,...
Siviglia-Roma 2-0, Le pagelle
EUROPA LEAGUE - Le pagelle della Roma - Pau Lopez disastroso. Fonseca non indovina una scelta
La Roma dà il primo dispiacere a Friedkin: il Siviglia la butta fuori dall'Europa League
Gli spagnoli, trascinati da Koundè (traversa e un gol annullato), mettono al sicuro la vittoria già nel primo tempo e vanno ai quarti. Debole la reazione dei giallorossi
FIENGA: "Spero che la Roma con Friedkin possa continuare a crescere come ha fatto con Pallotta"
EUROPA LEAGUE 2019-2020, SIVIGLIA-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA, GUIDO FIENGA: "Ragazzi motivati, vogliamo vincere l'Europa League"
DZEKO: "Il Siviglia è una squadra importante, ma siamo pronti a dare tutto per passare il turno"
EUROPA LEAGUE 2019-2020, SIVIGLIA-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA DZEKO A SKY SPORT...
Stadio Roma: ecco il testo definitivo della convenzione urbanistica
La consegna è avvenuta manualmente 11 giorni fa, il 21 luglio. Una copia era già...
Roma, arrivano i Friedkin: ecco cosa bisogna sapere sui nuovi proprietari
Dan, il padre, ha un patrimonio da oltre 4 miliardi di dollari costruito grazie a automobili, hotel, intrattenimento e cinema. Ora vuole emergere anche nel calcio. Ryan, il figlio 30enne, è pronto a trasferirsi nella capitale da L.A.: sarà lui a gestire da vicino il club, come Steven Zhang per l'Inter
Roma, dagli aerei al cinema: ecco chi è Dan Friedkin
Un impero ramificato e interessi multiformi: il texano è un imprenditore che sa guardare lontano
Roma, otto anni di Pallotta tra l'utopia stadio e zero titoli
Dal suo arrivo nel 2012 la società ha aumentato il proprio valore ma ha fatto lievitare anche debiti e costi di gestione. L'apice è stata la semifinale di Champions League conquistata nel 2018
COMUNICATO AS ROMA - Firmato l'accordo vincolante con Friedkin
Pallotta: "Dan e Ryan saranno dei grandi proprietari". Dan Friedkin: "Non vediamo l'ora di immergerci nella famiglia dell’AS Roma"
 Mer. 05 ago 2020 
Concesse 24 ore ad Al-Baker per superare offerta di Friedkin, investitori Kuwait si tirano fuori
Il presidente vuole prendere tempo per aspettare garanzie dal Kuwait, ma i soci premono e così stringe col texano, stanco dei rinvii. Chiusura più vicina
Friedkin e Al-Baker: le mosse e gli intrecci per l'acquisto della Roma
La vicenda societaria è arrivata a un punto di svolta. Ecco le offerte sul tavolo di Pallotta
L'americano e l'arabo: il derby per la Roma in saldo
La prima mossa ufficiale l'ha fatta la scorsa notte Dan Friedkin: il magnate texano...
L'ultimo catenaccio di Pallotta
Una giornata più che frenetica per il futuro della proprietà della Roma, che andrà...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>