facebook twitter Feed RSS
Domenica - 15 dicembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Zaniolo, il bivio azzurro. Dopo il perdono del ct un esame di maturità

Lunedì 18 novembre 2019
Il flirt sta diventando una storia seria. Ora serve una prova d'amore. La liaison tra Nicolò Zaniolo e la Nazionale è al punto di svolta: stasera, a Palermo, il ct Mancini chiederà al ventenne che convocò prima ancora del debutto in A di dimostrare di essere cresciuto. Di aver raggiunto la solidità psicofisica per far parte del gruppo azzurro all'Europeo. «Dovremo andare in conclave e fare delle scelte, sarà dura lasciare qualcuno a casa», ammette il ct. Che contro l'Armenia chiederà a Zaniolo un esame di maturità. Per non lasciar nulla di intentato è pronto a metterlo nelle condizioni ideali: attaccante esterno nel tridente, il ruolo con cui negli ultimi dodici mesi ha stupito a Roma e in cul lo utilizza l'allenatore giallorosso Paulo Fonseca. Mancini invece lo vede centrocampista, lo ha detto pubblicamente e lì lo ha provato anche ieri nella partitella a squadre miste che ha chiuso l'allenamento allo stadio Renzo Barbera. Eppure sta seriamente pensando di fare un passo indietro, per mettere in condizione Nicolò di esprimersi al meglio e soprattutto smussarne i limiti tattici: l'attitudine a difendere, a muoversi come una mezzala non è più la stessa. In cambio ha guadagnato una discreta propensione a trovare la porta: già 5 gol stagionali, non male per un centrocampista.
In Zaniolo, Mancini rivede se stesso, in qualche forma: dopo averlo lasciato fuori per punirlo del ritardo all'Europeo U21, gli parlò esprimendogli la sua fiducia e ha ripreso a convocarlo, al contrario del compagno di giochi Kean. Certo, il campo l'ha visto poco: Mancini aveva pensato di lanciarlo dall'inizio contro la Bosnia, poi ci ha ripensato per non sbilanciare troppo la squadra ma raccomandandogli di tenersi pronto: era intenzionato a sfruttare le sue doti offensive nel caso in cui le cose non avessero funzionato. È andata diversamente e Nicolò è rimasto in panchina, uscendo dispiaciuto dallo stadio Bilino Polje, col voltocoperto da uno scaldacollo. Nessuna polemica però, solo la voglia di avere una possibilità. Quella che dovrebbe avere stasera. Mancini non l'ha detto apertamente, ma tra le maglie di un discorso generico si coglie un certo riferimento al ragazzo che ha stupito Roma: «Mi aspetto una grande prova da chi non ha giocato in Bosnia e deve ancora dimostrare di meritare di essere qui». Discorso che potrebbe valere per tanti azzurri, da Biraghi a Romagnoli a Chiesa. Su di loro però il ct si è sbilanciato,
annunciandoli in campo: su Nicolò ha lasciato pendere il dubbio. La linea del ct è chiara: «Alcuni giovani hanno avuto una chance e l'hanno colta al volo. È quello che devono fare i ragazzi che sono qui». Zaniolo è pronto.
di M. Pinci
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Sab. 14 dic 2019 
Roma-Spal, i convocati
16ªGiornata di Serie A
FONSECA: "Contro la SPAL non sbaglieremo atteggiamento, i giocatori hanno capito"
ROMA-SPAL, LA CONFERENZA STAMPA DI PAULO FONSECA: "Cengiz Ünder deve migliorare in molte cose. Non rischieremo Kluivert"
Diawara, un avanzo di sarrismo. Ora è l'uomo ovunque di Fonseca
Giovedì sera, quando ha preso il cartellino giallo contro il Wolfsberger, tutti...
L'obiettivo è Castagne. Petrachi su Pinamonti
"Non aspettatevi grandi colpi a gennaio". Il refrain che la Roma diffonde è in senso...
Ira Fonseca, ecco chi resterà fuori dalla Roma
Tre giocatori non fanno più parte del progetto di Zorro, altri dovranno guadagnarsi la sua fiducia
Dall'Europa solo 18 milioni. Ne mancano 48
La Roma si è qualificata per i sedicesimi di Europa League, una competizione che...
Fonseca striglia la Roma
Il pareggio contro il Wolfsberger ha lasciato l'amaro in bocca a Fonseca. Il tecnico...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>