facebook twitter Feed RSS
Sabato - 30 maggio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

PETRACHI: "Ci è rimasta tanta amarezza dopo giovedì. Pastore giocatore ritrovato, non deve fermarsi"

PARMA-ROMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA, GIANLUCA PETRACHI: "Seguivo Fonseca dai tempi del Toro, merito suo la rinascita di Pastore. Dobbiamo crescere ancora"
Domenica 10 novembre 2019
PETRACHI A SKY SPORT

Come sta la squadra dopo il gol all'ultimo minuto preso in Europa League?
"Ci è rimasta tanta amarezza. Avevamo fatto un'ottima gara, soprattutto un grandissimo secondo tempo. Purtroppo abbiamo preso un gol che ha penalizzato la squadra. Il pareggio già ci stava stretto però questo ci deve far riflettere per mettere qualcosa in più, essere sempre attenti fino alla fine. Da questo punto di vista qualcosa dobbiamo ancora fare e dobbiamo crescere."

Settima partita da titolare per Pastore. Ci racconta come è rinato questo ragazzo?
"Credo che molto merito vada a Fonseca, su come l'ha gestito, su come ha lavorato. Ci sono stati tanti allenamenti differenziati, sia allenava a parte tante volte. Il mister l'ha sempre trattato alla grande. Anche la società: quando ci ha detto di voler rimanere gli abbiamo riposto "Ok, giocati le tue chances, cerca di dare quel contributo che tutti si aspettano per un giocatore con le tue qualità, ma anche con il tuo portafoglio. Un giocatore che guadagna tanti soldi deve avere anche quella capacità di saper portare la croce addosso". Credo che Pastore sia un giocatore ritrovato, adesso deve continuare e non si deve fermare."

Ci è piaciuto Fonseca per la sua creatività, per come è riuscito a superare il momento di difficoltà. Che cosa ti ha colpito di Fonseca?
"Seguivo un suo attaccante quando ero nel Torino, Ferreira. Avevo visto tre partite consecutive dello Shakhtar e avevo visto un allenatore che faceva giocare quasi sempre allo stesso modo: squadra aggressiva, corta e con verticalizzazioni continue. Mi ha incuriosito e l'ho seguito. Poi quando si è pensato a lui e quando c'è stato il famoso incontro mi ha catturato perché tutto quello che vedevo sul campo me lo ha fatto vedere nel suo metodo: si è portato il suo iPad, mi ha fatto vedere come faceva a sviluppare il gioco alla squadra, quali fossero i suoi principi, mi è piaciuto subito. Credo che sia piaciuto anche alla società perché poi ha incontrato Pallotta e tutti quanti. Ognuno ha visto un professionista e una persona perbene."
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 29 mag 2020 
Serie A, si riparte ufficialmente con i recuperi della 25a giornata
Il calendario sarà reso noto nei prossimi giorni
COVID-19 in Italia, diminuiscono attualmente positivi: -1811 (ieri -2980), 87 morti (ieri 70)
Prosegue il calo della pressione sulle strutture ospedaliere
Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore. Lazio, 16 nuovi casi e 18 decessi
Sono appene tre i nuovi casi positivi al coronavirus a Roma città (compreso il territorio...
Bustos e Gravenberch nel mirino della Roma: sono giovani e perfetti per Fonseca
L’attaccante del Talleres, 21 anni, e il centrocampista dell’Ajax, 18, sono gli obiettivi di Petrachi per il futuro
Villar: "Non vedo l'ora di tornare a giocare, speravo si potesse già dal 13 giugno"
"Prima del match col Cagliari ero tranquillo. Mi ispiro a Parejo e Frenkie de Jong"
SERIE A, la ripresa dovrebbe partire dai recuperi 25a giornata. Roma-Sampdoria il 23 o 24 giugno
È in corso l'Assemblea di Lega che stabilirà le sorti del campionato italiano, che...
COPPA ITALIA, 13-14 la semifinale, il 17 finale a Roma Stadio Olimpico
13-14 giugno semifinale di Coppa Italia 17 finale a Roma Stadio Olimpico. 20-21...
Spadafora: "Serie A? Pensavo di non farcela, ora incrocio le dita"
Il ministro dello Sport sulla ripresa del campionato: "Un segnale importante per l'Italia che sta ripartendo, lo sport e il calcio diventano protagonisti"
Incubo quarantena. Il protocollo passa l'esame. E ora si spera nella "curva"
Il CTS ribadisce le due settimane, ma se i contagi scendono...
L'offerta di Friedkin, ma Pallotta dice no
Il magnate texano propone 575 milioni, 135 in meno di dicembre, ma il presidente non accetta di uscire con una minusvalenza
Pastore shock: "Alla Roma servono soldi"
Un'intervista in Argentina mette in difficoltà il club che già aveva certificato il pesante rosso di bilancio
 Gio. 28 mag 2020 
La Serie A riparte il 20 giugno. Il campionato riparte anche in Italia.
La Serie A riparte il 20 giugno, la Coppa Italia il 13
Coronavirus, a Roma 11 nuovi casi, 21 in totale nel Lazio
D'Amato: «Nel Lazio per la prima volta guariti più dei positivi»
Ancora tamponi a Trigoria. E poi allenamenti... a due modalità
Fonseca (senza Zaniolo, Perotti e Pau Lopez) cerca di alternare sedute dure e intense ad altre più rilassanti, necessarie per allentare lo stress
KARSDORP:"La Roma? Strano non aver sentito nessuno, forse è un segnale. Farei di tutto per restarci"
Rick Karsdorp, terzino olandese della Roma, questa stagione in prestito al Feyenoord...
Dai gol in TV agli orari, la A aspetta il via libera
Il Governo ha intenzione di concedere il via libera alla ripresa dal 13/14 giugno.
Bologna, tampone negativo: nessuna quarantena
Il componente dello staff non ha il Coronavirus, non sarà necessario alcun ritiro blindato
I calciatori: "Noi giochiamo solo dalle 18"
La presa di posizione dei calciatori contrasta con l'idea di uno slot alle 17
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>