facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 18 novembre 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Sampdoria-Roma 0-0, Le Pagelle

Le pagelle della Roma - Pastore ritorna in auge. Malissimo Kluivert
Domenica 20 ottobre 2019
Pau Lopez 6 - Spettatore non pagante per quasi tutta la partita, attento sull'unico tiro in porta ricevuto.

Spinazzola 6 - Jankto non lo impensierisce ed è bravo in fase difensiva.

Mancini 6.5 - Nel finale si oppone a Jankto, evitando il peggio. Gioca con personalità anche davanti a un mostro sacro come Quagliarella. Ottima la cerniera difensiva col compagno di reparto.

Smalling 6.5 - Col passare delle partite si ha la sensazione che la Roma abbia trovato il suo pilastro difensivo. Ci mette mestiere, legge le situazioni anticipantole e dà sicurezza al reparto.

Kolarov 5.5 - Centesima partita con la maglia della Roma, non però una delle migliori. Prova a spingere ma i cross non sono precisi. E le punizioni questa volta non fanno male.

Cristante sv- Si fa male subito e si aggiunge a un'infermeria già intasata. (Dall'8' Pastore 6.5 - Incredibile a dirsi, ma è uno dei migliori in campo. Il piede raffinato non si discute mai, e oggi verticalizza che è un piacere. Gli manca solo il supporto dei compagni di squadra. Sfiora anche il gol con una conclusione dalla distanza).

Veretout 6.5 - Dirige il traffico di centrocampo, concedendosi alcune notevoli aperture. Prende anche coraggio col passare dei minuti avanzando di baricentro.

Florenzi 5.5 - Davanti ha poco spazio a disposizione e sembra fuori ruolo. Non incide.

Zaniolo 6 - A corrente alternata. I sampdoriani lo temono, basti pensare al giallo rimediato dopo cinque minuti da Vieira per fermarlo. Anche Bertolacci è costretto alle maniere pesanti. Quando si accende la lampadina è inarrestabile, come nel finale di gara quando salta mezza difesa in dribbling.

Kluivert 4 - Impalpabile per tutta la partita, riesce nell'impresa di complicare una situazione già intricata per Fonseca con l'espulsione all'86'. Salterà il Milan. Come se non bastasse il numero impressionante di infortuni.

Kalinic 5.5 - Pomeriggio sfortunato: un problema al ginocchio lo mette ko poco prima dell'intervallo, prima viene poco cercato e i rari tentativi di innescarlo non arrivano a destinazione. E il croato risulta ben poco incisivo. (Dal 45'+2 Dzeko 5.5 - L'attenuante c'è: non è in condizione. E si vede. Partita nella quale non riesce mai a essere pericoloso).

di Gaetano Mocciaro

*** *** ***



Pau Lopez 7: pomeriggio da spettatore fi a quando viene chiamato in causa, deviando in angolo un potente tiro di Depaoli. Si ripete nuovamente sul sinistro di Bonazzoli, evitando la sconfitta alla squadra.

Spinazzola 6: partita senza infamia e senza lode per lui. Gioca terzino destro con pochi compiti offensivi (è Kolarov a giocare alto), difende nella norma.

Mancini 6,5: inizia leggendo male due situazioni aeree a centro area, cresce col passare dei minuti, giocando una partita di carattere. Si propone anche in fase offensiva, alla ricerca del gol che non trova in un paio di circostanze. Finisce per essere uno dei migliori

Smalling 7: partita perfetta per il gigante inglese. Vince tutti i duelli aerei e salva la porta difesa da Lopez levando il pallone buono a Quagliarella, con una zampata prima, poi si immola, in recupero, con una grande chiusura su Jankto.

Kolarov 5,5: primo tempo caratterizzato dalla sua (strano per come ci ha abituati) imprecisione nei cross. Con Kalinic è un giocatore, con l'ingresso di Dzeko un altro.

Cristante SV: la sua partita dura appena qualche minuto, poi labiale è eloquente: "Mi ha tirato" (l'adduttore ndr) ed è costretto a lasciare il campo. Dal 6' Pastore 6,5: gioca centrocampista centrale per emergenza in una partita dove fortunatamente ha poca pressione da parte degli avversari e soffre poco. Palla al piede si vede essere l'unico ad avere quella qualità che manca ai suoi compagni. Serve 3-4 verticalizzazioni che si potevano sfruttare meglio e ha l'occasioni migliore per vincere la partita con un tiro da fuori deviato in angolo.

Veretout 6,5: senza Cristante si ritrova a dover dare quantità e qualità al centrocampo della Roma. Gioca una partita diligente, allargando bene il campo, facendo girare il pallone per tentare di accerchiare l'autobus sampdoriano.

Florenzi 5,5: gioca alto a sinistra dà la sensazione di dover prendere le misure, lui abituato ad avere tutta la fascia a disposizione. Fornisce un paio di buoni assist, ma è impreciso nelle giocate, come quando prova il tiro della domenica dalla trequarti che finisce in curva. Dal 75' Perotti 6: ha nelle corde l'1vs1 e lo prova. Pochi minuti a disposizione, ma il suo rientro in campo è una delle poche buone nuove del pomeriggio.

Zaniolo 5: la potenza è nulla senza il controllo. A calcio si gioca col pallone e con la testa anche. Anche oggi sbaglia la scelta delle giocate, due su tutte: nel primo tempo quando può mandare facilmente in porta Kalinic, nel secondo quando spreca una ghiotta azione (che si è costruito con la sua solita progressione sulla fascia) cercando Kluivert con un lob in profondità, invece di serviere Dzeko, meglio posizionato.

Kluivert 5: non si vede quasi mai se non quando riceve le sanzioni disciplinari da Maresca. Il secondo giallo, in un momento dove serviva ogni forza e uomo a disposizione per cercare i 3 punti è un'ingenuità importante.

Kalinic 5,5: poco supportato dai compagni, si limita a qualche appoggio per far salire la squadra. Ha una grande occasione potenziale per portare in vantaggio la squadra, ma Zaniolo sbaglia a dosare la forsa del passaggio e Audero arriva prima che possa controllare il pallone. Dal 45' Dzeko 6,5: cavaliere mascherato in una gara horror, in tema con Halloween alle porte, fa vedere la differenza tra lui e il croato. Limitato sui cross, dove si risparmia per proteggere la doppia frattura allo zigomo, crea gioco e tenta il gol con un discreto tiro a giro.

Nuno Campos 5,5: la pagella porta il suo nome solo per la squalifica di Fonseca. Ranieri gioca la gara che tutti si aspettavano:compatti dietro e poi in caso provare a piazzare il colpo. L'alibi degli infortuni ci può stare, ma quando Dzeko e Pastore risultano essere tra i migliori, partendo dalla panchina, evidentemente qualche valutazione inziale è stata sbagliata. In più, la squadra ha smarrito la via del gol e contro la Sampdoria, anche dei tiri in porta.

di Luca d'Alessandro


*** *** ***


Le pagelle della Sampdoria - Murillo tirato a lucido, attacco inconsistente

Audero 6 - Quasi ingiudicabile. Dalle sue parti non arriva nessun tiro in porta e sotto questo aspetto ha anche lui i suoi meriti, anticipando in alcuni casi l'azione con ottime uscite.

Breszynski 6 - Più intraprendente rispetto alla prima, inguardabile, parte di stagione. Prova anche a mettere paura a Pau Lopez con una conclusione da fuori e accompagna bene l'azione palla al piede.

Murillo 6.5 - L'avvento di Ranieri su di lui ha avuto senz'altro importanti benefici. Il colombiano fino a oggi pomeriggio era il peggior giocatore per media voto di tutta la Serie A. Contro la Roma è sicuro, deciso, bravo nell'anticipo. La Samp può sperare di avere un vero nuovo acquisto.

Colley 6 - Molto meno sicuro del compagno di reparto, soprattutto nella prima parte di gara. Non mancano le sbavature, non è preciso nell'appoggio ma per sua fortuna nessuno ne approfitta. Cresce col passare del tempo acquisendo sicurezza e affidabilità.

Murru 6 - Provoca il cartellino rosso di Kluivert nel finale. Prima fa una partita onesta dove concede poco, aiutato dalla scarsa vena degli avversari.

Rigoni 5 - Prova a innescare qualche ripartenza blucerchiata, ma il piede non è sempre preciso e a volte perde l'attimo, non riuscendo né a concludere in porta, né a innescare i due attaccanti. (Dal 60' Depaoli 6 -Cambia poco l'inerzia di una partita che è già incanalata verso il pareggio).

Vieira 5.5 - Ingenuo nel rimediare un cartellino giallo dopo pochi minuti, sbaglia ogni tanto in fase d'appoggio.

Bertolacci 6 - Schierato a sorpresa dall'inizio, non vedeva il campo da undici mesi. "In pochi sanno quello che ho passato" ha dichiarato. E non a caso ha voglia di spaccare il mondo: tanto impegno, grinta, un giallo rimediato. Esce con i crampi. (Dal 72' Ekdal sv)

Jankto 5 - Qualche incursione ma poco preciso in fase d'appoggio. Poco pericoloso.

Gabbiadini 5 - Ranieri gli dà subito la chance dal primo minuto, l'ex Southampton è poco servito e poco fa per farsi servire. Ha una mezza occasione nel primo tempo, sprecata con un debole colpo di testa. (Dal 65' Bonazzoli 6 Il migliore del reparto, smuove il finale di una partita avviata verso lo 0-0 ed è l'unico che riesce a centrare la porta).

Quagliarella 5.5 - Lo scontro a fine primo tempo lo costringe a giocare col turbante i restanti 45'. Partita in cui ha pochi spunti ed è poco cercato.

di Gaetano Mocciaro
Fonte: TMW
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 17 nov 2019 
FONSECA: "Oggi giorno molto speciale. Ho avuto il privilegio e l'onore di incontrare Papa Francesco"
Il nostro mister Paulo Fonseca incontra in Vaticano Papa Francesco. Nella giornata...
CALCIOMERCATO Roma, dalla Spagna: Kalinic verso il ritorno all'Atletico a gennaio
La Roma starebbe pensando di chiudere anticipatamente il prestito di Kalinic, rimandando...
Verdone: "De Rossi al Boca non è romantico, l'addio di Totti sì. Ibrahimovic lo vogliono ancora..."
Carlo Verdone, attore e regista romano, tifoso della Roma, parla a Sportweek di...
CALCIOMERCATO, idea Bruno Peres per la Salernitana. Il brasiliano arriverebbe in prestito
La Salernitana sogna in grande. La società campana vuole raggiungere la Serie A...
Italia, il segreto? Giocatore giusto al posto giusto. Mancini ora lavora su Zaniolo
(...) L'Italia di Mancini non ha ancora fatto storia, ma è fondata su un principio...
Mancini e Spinazzola da gestire
Alla ripresa degli allenamenti fissata per domani pomeriggio Fonseca sarà chiamato...
Con Kean rispunta Mariano Diaz
Entra nel vivo il mercato giallorosso: l'obiettivo principale di Petrachi è il vice di Dzeko
Alla fiera dei prestiti. Smalling, Sanchez e Kulusevski: è già l'ora delle grandi manovre
I giallorossi vogliono riscattare l'inglese, mentre i nerazzurri stanno valutando il futuro del cileno. Per il talento del Parma (in prestito dall'Atalanta) asta tra Inter e Juve
Under e Kolarov i primi a rientrare. Fuzato e Kluivert saranno gli ultimi
In attesa del ritorno di tutti i calciatori impegnati con le rispettive Nazionali...
Le mosse del club, Petrachi al lavoro: Kean in prestito e riscatto Smalling
Kean in prestito più il riscatto di Smalling. Saranno giorni di intenso lavoro per...
Fantasia al potere. Dzeko può sorridere, ecco i rifornimenti
Se è vero che Dzeko ha tirato solo tre volte nelle ultime sei partite e segnato...
Florenzi-Zaniolo, a ruoli invertiti tra Nazionale e Roma
Il mondo alla rovescia ha i volti di Florenzi e Zaniolo. Uno non gioca nella Roma,...
Roma Femminile, giallorosse in Toscana per il quinto acuto
Sfida cruciale per la Roma Femminile. Oggi alle 14.30 le giallorosse scendono sul...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>