facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 10 luglio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

CONTI: "Non si allenano più i cross. In campo come sardine, oggi le tattiche nascono al computer"

Venerdì 18 ottobre 2019
In materia di cross Bruno Conti è stato professore emerito sui campi degli anni Settanta e Ottanta. Dal suo piede partivano arcobaleni.

Che impressione le fa ora, Conti, sapere che il cross è diventato merce rara?
«Strano, quasi incredibile pensando a com'era il nostro calcio, quello che credevamo fosse "il calcio". Oggi è come se si fosse ristretto il campo».

È un cambio di prospettiva: dall'orizzontalità alla verticalità.
«La preponderanza dell'aspetto fisico sulla tecnica ha spostato i meccanismi del gioco, oggi si tende alla progressione centrale, allo scambio corto, una volta la fascia era invece il luogo in cui si faceva la differenza».

Questione di moda, come dice Prandelli?
«Può essere. E non c'è più il centravanti, soppiantato dal falso nueve, l'attaccante di manovra. I cross non si fanno più perché non ci sarebbe nessuno a raccoglierli».

Evoluzione o involuzione?
«Né una né l'altra, o entrambe. Ora il cross non si allena nemmeno più».

Ai vostri tempi?
«A fine allenamento, soprattutto con Liedholm, ci allenavamo tecnicamente sul gesto del cross. Eravamo io e Rocca, andare sul fondo e metterla precisa a centro area. Ciinsegnavano che se un cross è fatto bene un difensore è sempre tagliato fuori. Ai miei tempi, nelle altre squadre, c'erano Causio, Sala, Oscar Damiani, e poi Bettega, Pruzzo, Graziani, pronti a trasformare il cross in oro».

Un'istantanea: Italia-Polonia '82, la semifinale, contropiede: lei vola sulla fascia e mette al centro per Rossi. Testa, gol.
«Mettere l'attaccante davanti alla porta con un cross è emozionante come fare gol. E non dimentichiamola fatica. L'ala aveva un compito duro, correre in su e in giù per 90 minuti su un corridoio di cento metri. L'ampiezza, il cambio di gioco, il dribbling, l'ala stessa erano le variazioni che servivano a creare scompiglio. Tecnica, più che tattica. Intuito. Oggi si studia al computer, si cercano risposte nelle statistiche e si gioca in trenta metri, addensati come sardine.I fenomeni verranno sempre fuori, ovvio, ma ci vogliono altre qualità. Fisiche, prima di tutto».

Si dice un gran bene di suo nipote Brunetto, figlio di Daniele, 17 anni, in Primavera al Cagliari.
«Trequartista. Ma non mettiamogli pressione, ne hanno già avuta molta i miei figli. E Brunetto ne deve mangiare ancora di pagnotte»
di C. Cito
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 09 lug 2020 
Coronavirus, è positivo ma viaggia in treno: fermato a Termini
Aveva la febbre e tossiva: l’uomo di 53 anni, originario del Bangladesh, è stato trasferito al Policlinico Umberto I
La Roma non molla Smalling: sale l'offerta allo United, l'accordo è più vicino
Ieri gli intermediari del club inglese erano a Trigoria: sul piatto 3 milioni per il prestito anche per la prossima stagione e 15 (uno in più rispetto a un mese fa) per il riscatto obbligatorio nel 2021
Roma-Parma 2-1, Le Decisioni del Giudice Sportivo
Il Giudice Sportivo ha diramato le decisioni disciplinari in merito agli incontri...
Nela, addio alla Roma. Le figlie: "Fatto fuori da chi non capisce l'amore per la maglia"
Le figlie Virginia e Ludovica si sfogano dopo che la Roma non ha rinnovato il contratto da dirigente: “Nessun imprenditore o banchiere capirà mai il valore e l’appartenenza della maglia”
VILLAR: "Non posso sbagliare questo... a lavorare"
"Non posso sbagliare questo... a lavorare". Questa la storia postata da Gonzalo...
Stadio, corsa contro il tempo della Raggi
La foto con la prima pietra dello Stadio della Roma potrebbe farla il nuovo sindaco...
Roma-Parma 2-1, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-PARMA 2-1 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
IBANEZ: "Ci stiamo allenando meglio di prima, proviamo a migliorare ancora"
ROMA-PARMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA IBANEZ A DAZN Serata difficile, ma te...
FONSECA: "Avremmo dovuto segnare di più e soffrire meno. La reazione è stata buona"
ROMA-PARMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, PAULO FONSECA: "Cercherò di confermare il più possibile la squadra titolare. Cristante ha fatto bene da difensore centrale. Abbiamo dimostrato l'ambizione di vincere"
 Mer. 08 lug 2020 
VERETOUT: "Quando giochiamo così tutti insieme possiamo fare grandi cose"
ROMA-PARMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA VERETOUT A ROMA TV Servivano tre punti...
Roma-Parma 2-1, Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Pellegrini cresce, Dzeko non incide. Mkhitaryan gol e assist
Mkhitaryan e Veretout rialzano la Roma. Ma il Parma protesta...
Emiliani in vantaggio con il rigore di Kucka, ma i due centrocampisti ribaltano il match. Proteste gialloblù per un altro intervento nell'area avversaria
PAU LOPEZ: "Dobbiamo provare a non prendere gol perché altrimenti è difficile vincere le partite"
ROMA-PARMA, LE INTERVISTE PRE-PARTITA PAU LOPEZ A DAZN Il momento della Roma?...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>