facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 19 agosto 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

"È una sconfitta di tutti"

Mercoledì 19 giugno 2019
«Non è vero che abbiamo voluto allontanare Totti». Parla da tifoso, Mauro Baldissoni, anche se deve smentire il Grande Accusatore. Lo chiama sempre o quasi Francesco perché «idolo della mia infanzia», quando cerca di fare chiarezza nell'intervista del day after a Sky. Senza mai affondare il colpo e con la voce meno sicura del solito, smonta ogni critica rivolta dall'ex dirigente, lunedì nel Salone d'Onore del Coni, alla proprietà Usa. Manca la domanda su Baldini, cioè la pietra dello scandalo. Ma fa parte del copione. Tanto al consigliere occulto, in ogni intervento, è Pallotta a concedere visibilità. In abbondanza. A ricomporre i cocci, insomma, non è Fienga, nonostante sia il ceo ad avere il quadro esatto dello strappo. E lo conferma proprio il vicepresidente esecutivo: «Io non lavoro nell'area tecnica e quindi non ho molti punti di confronto». Lo ripeterà più volte, rendendo di fatto parziale e non completa la ricostruzione. «Così non so se, come ci ha detto lui, alcune sue indicazioni sono state meno considerate». Sono bastate per rifiutare la carica di dt.

TUTELA CAPITALE - Baldissoni non nasconde «l'amarezza e il dispiacere» per l'addio di Totti, da ieri in vacanza. «È una sconfitta di tutti quando non si riesce a trattenere quello che è un grandissimo patrimonio per la Roma». Ma la storia della squadra deromanizzata non gli va giù: «Sarebbe totalmente sciocco e autolesionista». E' «la sua percezione». Che contesta: «Con i fatti. Francesco ha avuto due contratti da giocatore e uno da dirigente, con la proposta di diventare direttore tecnico. De Rossi due da calciatore, poi l'offerta di cominciare un percorso in società. Abbiamo riportato a casa Florenzi e Pellegrini». In più ricorda l'Hall Fame e il coinvolgimento degli ex Desideri, Nela, Rizzitelli e Righetti. E che nel cambio di status da giocatore a dirigente «abbiamo avuto pazienza, sperando che potesse crescere in quello che è un lavoro di squadra. Nessuno può decidere da solo». Il vicepresidente, tra l'altro, gli riconosce il merito di aver convinto Ranieri e trattato Conte.

DIFESA A OLTRANZA - «I principali tornei europei li hanno vinti il Liverpool e il Chelsea: andate a verificare quante volte Henry o Abramovic siano stati presenti nella sede della società». Non conta la presenza di Pallotta nella Capitale ma la sua ambizione: «Ha completato un risanamento e ha investito portando risultati piuttosto buoni: 5 qualificazioni consecutive in Champions, due ottavi di finale e una semifinale. Quest'anno abbiamo ammesso di aver sbagliato. Siamo, però, tra le 10 società che hanno speso di più in calciatori». Ribadisce che non c'è alcuna trattativa per la cessione del club. E nemmeno l'intenzione: «Il presidente è sempre stato chiaro: la Roma non è in vendita. Giusto che i mercati lo sappiano. Noi non potevamo fare a meno di notare il ripetuto riferimento di Francesco a un potenziale ritorno con una nuova proprietà. Abbiamo voluto ricordare che qualsiasi iniziativa deve essere condotta nei modi corretti- La nostra è una società quotata che deve rispettare le rigidissime e importantissime regole finanziarie». Il possibile reato è turbativa d'asta (art. 353 del codice penale». Nella nota della Roma di lunedì sera il riferimento è preciso: «Ci auguriamo che questa non sia un'anticipazione inopportuna di un tentativo di acquisizione: scenario che potrebbe essere molto delicato in considerazione del fatto che l'AS Roma è una società quotata in borsa». Pallotta, su Twitter, ha però smentito di poter adire le vie legali: «Falso». Probabilmente dimenticando quando inserito nel comunicato del giorno prima. Oppure, semplicemente, certificando di non aver partecipato alla stesura. Baldissoni chiude sullo stadio «amplificatore di ricavi, necessari per incrementare la capacità competitiva. Senza, sarà impossibile sfidare la Juve. Se alla lunga il presidente vedrà che non gli viene consentito di poter passare attraverso quello che è un investimento enorme, potrebbe pensare che forse non vale la pena farlo».
di U. Trani
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 14 ago 2019 
Veretout ora accelera, Fonseca ne ha bisogno in regia
Era forse il giocatore più atteso tra i nuovi. Un po' perché è stato inseguito a...
Pastore, Nzonzi, Olsen... tutti i flop dell'era Monchi
(...). Per Petrachi è una sorta di mercato nel mercato: da una parte lavora per...
Timo Werner e Milik, Petrachi pensa al piano B
Non solo Mauro Icardi (...) o Gonzalo Higuain (...): il d.s. giallorosso Gianluca...
Maurito decide lunedì 19
Icardi - La Serie. Non riesco più a tenere il conto delle puntate del tormentone...
È stallo per Dzeko. Se restasse a Roma?
L’effetto domino tra i centravanti tarda a partire, i giallorossi valutano l’idea di trattenerlo
Lovren escluso dal Liverpool, ora gioca per la Roma
Un altro segnale. Forse più forte dell'esclusione sabato scorso nel debutto in Premier....
Icardi-Dzeko, scambio di nome Wanda aspettando Neymar
Tutti sintonizzati sulla telenovela Neymar: Icardi, Higuain, Dzeko, Dybala ma anche...
DE ROSSI in gol nella prima gara con il Boca Juniors (VIDEO)
Nonostante l'eliminazione dalla Coppa Argentina, quella di ieri è stata una serata...
 Mar. 13 ago 2019 
Calciomercato Roma, Batshuayi l'ultima idea per l'attacco
Michy Batshuayi entra nella lista della spesa della Roma. I giallorossi pensano...
Calciomercato Roma, forte interesse del Galatasaray per Nzonzi
Non c'è solo il ritorno in Francia tra le ipotesi per il futuro per Steven Nzonzi....
Calciomercato Roma, dall'incontro per Rugani a Lovren (che aspetta)
Incontro a Roma, non a Trigoria, tra Paratici e Petrachi, alla presenza dell'agente...
CITY salvo, niente blocco del mercato: dalla Fifa arriva solo una multa
La Fifa ha multato il Manchester City di 370.000 franchi svizzeri circa 340.000...
KLOPP: "Domani Lovren non giocherà. Non so se lascerà il Liverpool"
Jurgen Klopp, manager del Liverpool, non chiude alla cessione di Dejan Lovren: "Non...
Pjanic: "Totti ha voluto tirarsi fuori da una situazione che non gli stava bene, ma ci sta male"
"Quello che la Roma ha fatto con De Rossi è un mistero"
Calciomercato Roma, Nzonzi spinge per uscire: Galatasaray o Ligue1
La Roma ha aperto al prestito oneroso per Steven Nzonzi, centrocampista arrivato...
CALCIOMERCATO Roma, dalla Francia: Monaco su Gonalons
Il Monaco sarebbe sulle tracce di Maxime Gonalons. Il club monegasco è alla ricerca...
Amichevole, Arezzo-Roma: info Biglietti
La prevendita di Arezzo-Roma. Si giocherà sabato 17 agosto 2019 alle ore 19:30, presso lo Stadio “Città di Arezzo”, l’amichevole tra la Società Sportiva Arezzo e la AS Roma.
Colpo di spugna Inter: prima Spalletti, poi Perisic. Ora tocca a Icardi
Un colpo di spugna così non si era mai visto. L'Inter stacca la spina con il suo...
Zaniolo, la cura Fonseca funziona. Oggi l'incontro per il rinnovo al 2024
Previsto in giornata il summit tra il d.s. Petrachi e il suo agente Vigorelli. Si va concretizzando il prolungamento del contratto coi giallorossi
LIVERPOOL, i convocati per la Supercoppa: out Lovren, il motivo
Jurgen Klopp ha diramato pochi istanti fa la lista dei convocati per la Supercoppa...
Un precario di nome Dzeko. Ecco la strategia della Roma
Petrachi (che pensa anche a Milik) potrebbe trattenerlo fino a dopo il derby di settembre
Juve e Roma, può essere il giorno di Rugani: oggi l'incontro tra i club
I bianconeri vogliono 30 milioni per il centrale, mentre i giallorossi puntano al prestito con eventuale diritto di riscatto condizionato
La scalata. Dall'Atalanta alla Roma scommessa sui giocatori simbolo per sfidare le grandi
Sempre più ampia ma non sempre più competitiva, la classe media del campionato è...
Dzeko spinge per l'Inter, la Roma lo vuole trattenere: è la settimana decisiva
L’attaccante pressa per andare da Conte, i giallorossi non vogliono abbassare la richiesta di 20 milioni di euro più 2 di bonus. Anche a costo di perderlo a zero l’estate prossima
Calciomercato Roma, Icardi a tutti i costi
L'approdo di Icardi alla Roma, che ad inizio giugno era soltanto un'idea nata nella...
E' jolly Spinazzola. Da sinistra a destra per stupire la Roma
Ha segnato l'ultimo rigore contro il Real Madrid e già questa, per Leonardo Spinazzola,...
Pau Lopez comanda la difesa e fa il leader. I tifosi lo coccolano
L'eredità, a seconda dei punti di vista, poteva essere molto pesante o molto leggera....
Zaniolo trequartista diverte e si diverte. La sua estate decolla
È il ruolo che più piace a Zaniolo, quello in cui si diverte di più, quello che...
Inzaghi si perde i pezzi, il derby già mette ansia
Parte la corsa contro il tempo, Inzaghi deve recuperare quasi mezza squadra per...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>