facebook twitter Feed RSS
Domenica - 16 giugno 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

De Rossi-Roma: una storia chiusa

Mercoledì 15 maggio 2019
Dà appuntamento alla sua gente. E, come sempre, allo stadio. Non il 26 maggio, però, cioè nel giorno in cui si sfilerà definitivamente la maglia della Roma. La data è insopportabile per chi è giallorosso come lui (6 anni il ko con la Lazio nella finale di Coppa Italia). «Mi vedrete tra voi, magari intrufolato anche in un settore ospiti, con una birra e un panino. A tifare per i miei amici». Questo è da sempre Daniele. Da bambino e da calciatore ha fatto il tifoso. Ma lunedì si è lo stesso ritrovato improvvisamente fuori del cancello di Trigoria. Costretto o accompagnato, conta poco. Di sicuro, non per sua volontà. Percorso obbligato. «Lo varcai per la prima volta a undici anni, la mia macchina ormai ci arriva da sola». Il ceo Guido Fienga, in nome e per conto della proprietà Usa e non certo del vecchio o nuovo allenatore, l'ha depennato dalla rosa per la prossima stagione: «Ho incontrato con Daniele per comunicargli la decisione della società di non rinnovare il contratto come calciatore. Gli ho espresso la volontà di averlo nell'organico del club. Mi avrebbe fatto comodo avere un vice come lui nel prendere le decisioni in un contesto nel quale l'azienda si è resa conto di dover cambiare e correggere le scelte fatte nel recente passato per consentirci di ripartire. E' dirigente da un bel pezzo, lui non vuole dirlo. Preferisce ancora giocare e lo rispettiamo».

RISVEGLIO TRAUMATICO - Il capitano ha detto no. Fiero nel respingere la proposta. «Mi sono sentito calciatore tutto l'anno nonostante i problemi fisici. Mi farei un torto se smettessi ora». Triste, però, per il trattamento ricevuto: «Un po' come Del Piero. Mi immaginavo zoppo con i cerotti che chiedevo di finire e loro di continuare, non è andata così, ma devo accettarlo sennò mi faccio male da solo. E vado avanti». Pure la Roma. E di fretta, anche nell'annuncio. Gelido, via Twitter e di prima mattina. Come per sbrigarsi. Stesa la piazza, come il numero 8 sdraiato, simbolo dell'infinito potenziale, sotto il cognome De Rossi sulla maglia giallorossa con cui i compagni entrano nella sala Champions. Finita è, invece, l'avventura di Daniele con la Roma. Totti resta in piedi vicino alla porta: c'è chi gli consiglia, sui social, di imboccarla per scappare con l'amico. Il vicepresidente Baldissoni se ne sta defilato su una sedia. C'è distanza con la società pure nelle inquadrature. A Fienga spetta l'introduzione. In primo piano De Rossi. In borghese, già senza la maglia della vita. Sportivo con il pullover girocollo grigio sotto la giacca bluette. Niente cravatta, rischierebbe di soffocare. «Se guardo i compagni scoppio». Il sorriso accarezza la commozione.

APPELLO ALLA PIAZZA - Nessun ripensamento, oggi come ieri: «Non tornerei mai indietro e non cambierei una virgola sulla decisione di restare sempre fedele alla Roma. Se avessi la bacchetta magica metterei qualche coppa in più nella mia bacheca ma la bacchetta non ce l'ha nessuno. Ho imparato dai tifosi ad amare la Roma. A loro chiedo di essere vicini ai giocatori. Sono persone per bene. Il romanismo è importante ed è in mani salde con Lorenzo e Alessandro, ma non gli deve essere chiesto di scimmiottare me e Francesco: sarebbe la cosa più sbagliata del mondo. Con la loro personalità devono portare avanti l'attaccamento alla maglia. C'è Cristante che viene da Bergamo, non è romanista, ma io ne voglio altri 100 così: dà l'anima in allenamento e in campo. La Roma ha bisogno di professionisti, poi se sono romanisti abbiamo fatto bingo». De Rossi si dedica ai tifosi: «Hanno dimostrato con gli episodi di tenere realmente a me. Io ho fatto la stessa scelta, non li ho cambiati per qualche ipotetica coppa che poi quando vai via non sai mai se vincerai. Ho avuto l'opportunità di andare dove si ipotizzava di vincere più che qui, ci siamo scelti a vicenda ed oggi sarebbe un dramma se uno dei due avesse preferito fare altro, vincere di più piuttosto che rimanere a vita con questi colori. Il nostro grande amore che continuerà sotto forme diverse». L'applauso esclusivo e indicativo di Dzeko, pure lui con la valigia. L'abbraccio individuale di Daniele ai compagni, avvisati lunedì via sms. Lungo con l'erede Florenzi. «Il 27 maggio ho alle 15 un aereo. Vado in vacanza. Mi è mancata: a dicembre sono rimasto qui a lavorare sul ginocchio». Il flash back porta nel futuro. «Poi sceglierò la nuova squadra».
di U. Trani
Fonte: Il Messaggero
COMMENTI
Area Utente
Login

Florenzi - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 15 giu 2019 
Di strade che raccontano storie e dentro Totti mai lontano da Roma, al "pulcino" che ha ricevuto...
Al “pulcino” che ha ricevuto simbolicamente l’ultima fascia da capitano di Francesco Totti due anni fa
 Gio. 13 giu 2019 
Roma, un ritiro per pochi intimi: ecco chi andrà a Pinzolo
Molti giocatori delle nazionali maggiore e dell'Under 21 non saranno presenti al...
 Mer. 12 giu 2019 
Ismaily vuole seguire Fonseca: segue la Roma sui social e mette 'like' alle foto
Il terzino brasiliano vuole raggiungere Fonseca in giallorosso
Ora li valuti Fonseca. Florenzi e Under piacciono, Schick fa ancora sperare
[...] Nella Roma attuale ce ne sono parecchi di giocatori da valutare e su alcuni...
Il rock, la moda e Katerina: Fonseca, un uomo dalle passioni forti
L'opportunità del momento in casa Roma si chiama Paulo Fonseca. L'arrivo in giallorosso...
 Mar. 11 giu 2019 
Italia-Bosnia Erzegovina 2-1
A Torino Bosnia in vantaggio con Dzeko, la rimonta nella ripresa. Prima un capolavoro del napoletano, poi un preciso rasoterra del centrocampista. Italia prima nel girone a punteggio pieno
Dzeko & Co.: il piatto piange
Una corsa contro il tempo, la Roma ci è abituata, Petrachi un po' meno. La prima...
Dzeko, la passione, i gol poi il solito tradimento: è l'ultimo atto romanista
Quando l'Italia ha affrontato per la prima, e unica, volta la Bosnia-Erzegovina,...
 Lun. 10 giu 2019 
Roma, Milano finanzia
Almeno sino al 30 giugno, sarà l'asse Roma-Milano a catalizzare l'attenzione del...
 Dom. 09 giu 2019 
La rivoluzione di Petrachi
Risolta la questione allenatore ora la Roma deve sistemare la vicenda legata a Petrachi....
Calciomercato Roma, si riparte dal regista
Aspettando l'ufficialità per Fonseca, la Roma che verrà si costruisce a Londra....
 Sab. 08 giu 2019 
Qualificazioni Euro 2020, Grecia-Italia, Le Formazioni Ufficiali
Solito 4-3-3 per Mancini. Novità solo per quanto riguarda il tridente offensivo,...
Conte chiama Florenzi. Petrachi vuole convincere Icardi ad accettare il progetto-Fonseca
Il mercato della nuova Inter si muove seguendo linee precise, dettate da Conte e...
"Ma Dzeko va via?", ecco cosa Fonseca ha chiesto alla Roma
Vuole cinque colpi sul mercato. Ha la garanzia che i baby di talento resteranno: un portiere, una prima punta e un regista le sue urgenze
Florenzi capitano, Pellegrini jolly, Kluivert in rialzo
Ci sono quelli che sono praticamente (quasi) certi di restare. Tra questi i due...
 Ven. 07 giu 2019 
La nuova Roma di Fonseca: chi parte, chi resta e i dubbi da sciogliere
Il tecnico portoghese pronto a sedere sulla panchina giallorossa. Molti andranno...
La Roma si tinge di azzurro: i sei nazionali sono un record
Nessun altro club in Italia fornisce così tanti giocatori al c.t. Roberto Mancini, se non la Juventus (6 anche lei)
Dominio degli spazi e possesso: ecco Paulo, l'ispirato da Queiroz
C'era una volta Carlos Queiroz, che ha fatto da padre calcistico a José Mourinho...
 Mer. 05 giu 2019 
La leva degli Under che piace a Mancini
Continuare il setaccio dei giovani del calcio italiano: è la parola d'ordine a Coverciano,...
 Lun. 03 giu 2019 
Lorenzo Pellegrini giura fedeltà alla sua Roma: pronto a togliere la clausola
Lorenzo Pellegrini vuole restare alla Roma. Se poi questo davvero succederà nessuno...
 Dom. 02 giu 2019 
Florenzi: la fascia scotta, ma è chiamato ad essere leader
È arrivato in Nazionale dopo aver trascorso qualche giorno di vacanza in famiglia...
 Ven. 31 mag 2019 
Flop, polemiche, costi. Roma, la rivoluzione partirà dai senatori
(...) Se Pellegrini e El Shaarawy aspettano di parlare con la società per chiarire...
 Mer. 29 mag 2019 
Arsenal e Tottenham su Under: se parte, ecco Thauvin
[...] Cengiz Ünder piace molto sia all'Arsenal che al Tottenham, che nelle scorse...
 Lun. 27 mag 2019 
Il futuro della Roma dalla A alla Z
Abbiamo analizzato i problemi che sta attraversando la dirigenza e provato ad evidenziare i punti sui quali far leva per ripartire e rialzare l'umore di un pubblico depresso e stravolto dall'ennesima annata senza vittorie da mettere in archivio il prima possibile
Italia, i convocati di Mancini per Grecia e Bosnia: sorpresa Mirante
Mancini chiama 33 calciatori per le sfide con le due dirette concorrenti alla vetta del girone J: ci sono anche Florenzi, Pellegrini, Cristante, El Shaarawy e Zaniolo.
DDR, la serenità dell'uomo giusto
Piove, non smette mica. Dici: le lacrime si confondono nella pioggia. Beh, sai che...
Roma-Parma 2-1, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-PARMA 2-1 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
 Dom. 26 mag 2019 
RANIERI: "Commozione? Sono belle cose per chi è tifoso della squadra. Sono stato veramente contento"
ROMA-PARMA 2-1, LE INTERVISTE POST-PARTITA, CLAUDIO RANIERI: "Emozioni bellissime stasera, auguro il meglio al prossimo allenatore della Roma"
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>