facebook twitter Feed RSS
Sabato - 8 agosto 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Un emiro in curva Sud

Sabato 13 aprile 2019
La a Roma nel mirino del Qatar. La Sampdoria oggetto di interesse da di tre fondi internazionali. II Palermo alla ricerca di un nuovo assetto dopo la gestione Zamparini. Il Milan di proprietà di un colosso della finanza mondiale come Elliott, che però per sua natura non è un acquirente finale ma un investitore di medio termine. Mentre in borsa il titolo Juventus si avvicina ai massimi storici (+3,6% a 1,6 euro la chiusura di venerdì 12 aprile), alcune tra le piazze più prestigiose del calcio italiano potrebbero presto cambiare proprietario o quantomeno essere coinvolte in valutazioni in chiave mea. Le cronache degli ultimi giorni hanno confermato le anticipazioni di MF-Milano Finanza del 4 aprile circa l'interessamento di fondi del Qatar per la Roma, società controllata dall'imprenditore statunitense James Pallotta tramite il veicolo As Roma Spv. Un interessamento dettato dalla volontà dell'Emirato (già proprietario del Paris Saint-Germain tramite la Qsi) di estendere la propria influenza sul calcio mondiale in vista dei Mondiali del 2022 organizzati in casa (in questo senso vantare il brand Roma dopo quello di Parigi sarebbe un fiore all'occhiello notevole) ma anche per le opportunità di business legate al nuovo stadio giallorosso. Non a caso questo giornale è riuscito ad appurare che un importante studio legale operante a livello internazionale sta valutando già il dossier. Ciò detto, ben difficilmente Pallotta cederà alle eventuali avances qatarine sin tanto che non considererà spenta la speranza di costruire il nuovo stadio. Resta il fatto che, come ha rivelato L'Equipe il principale quotidiano sportivo francese, che il Paese del Golfo sta studiando il dossier proprio tramite la Qsi. Ma per evitare le norme Uefa che vietano la doppia proprietà, utilizzerebbe altri fondi del Paese nel caso l'operazione andasse avanti. In questo quadro è plausibile che ci voglia qualche tempo per vedere se questo interessamento si tradurrà in qualcosa di concreto. Di certo, più la vicenda stadio andrà per le lunghe, maggiore sarà la pressione su Pallotta. E tanto più lo sarà se la Roma non dovesse centrare la qualificazione alla Champions League, la massima competizione europea che da sola garantisce alle squadre partecipanti almeno 50 milioni di introiti vari.

Più probabile che si chiuda prima la vicenda riguardante la Sampdoria del patron Massimo Ferrero. Nei giorni scorsi, il fondo americano York ha confermato l'interesse per il club blucerchiato tramite il direttore operativo per il Sud Europa Federico Oliva. L'offerta, che prevederebbe l'inserimento in società del totem donano Gianluca Vialli, si aggirerebbe intorno agli 80 milioni, che con i debiti dovrebbe salire a circa 100 milioni. La proposta sarebbe già stata valutata da Mediobanca, l'advisor scelto da Ferrero, e da quanto trapela ci sarebbe stata grande attenzione per quanto riguarda la struttura dell'offerta. Non è quindi escluso che ci possano essere delle sorprese. Infatti, secondo quanto scritto da Il Secolo XIX, Mediobanca sarebbe anche in attesa di due altre offerte. La prima del fondo inglese Aquilor Utp e la seconda di un comparto dell'Arabia Saudita. Dovessero essere queste le cifre, per Ferrero l'investimento nella Samp si rivelerebbe un affare. L'imprenditore acquistò il club nel 2014 con un'operazione atipica. Nel senso che, come emerse successivamente, il passaggio di proprietà fu pagato dal venditore invece che dall'acquirente, visto che la famiglia Garrone non solo ripulì la Sampdoria dai debiti prima di cederla, azzerando i 22,7 milioni di esposizioni con le banche, ma, attraverso la San Quirico, concesse a Ferrero anche una dote di circa 65 milioni in eredità. Ferrero, dal canto suo, è stato molto bravo nella gestione visto che, soprattutto grazie alle plusvalenze sui trasferimenti, chiuderà il bilancio 2018 in nero, mettendo così in fila il terzo rendiconto consecutivo in utile. Proprio per questo negli ambienti a cavallo tra il calcio e la finanza c'è chi dice che con questi denari Ferrero potrebbe prima risolvere delle pendenze legato al business dei cinema (Ferrero è proprietario di svariate sale, tra cui il celebre Teatro Adriano di Roma). Per poi ritentare da zero una nuova avventura in un altro club italiano, magari mettendo nel mirino quel Palermo che in settimana, per bocca del direttore Rino Foschi, ha smentito un abboccamento con York.

Un discorso diverso riguarda il Milan. Il club rossonero è ora di proprietà di un colosso della finaroa mondiale come Elliott. Che per sua natura non è però un investitore finale ma lavora per guadagnare con la cessione degli asset acquistati. In teoria, un'offerta congrua sarebbe comunque valutata, anche se da quanto trapela da ambienti legato al club, l'impegno di Elliott nella società ha un orizzonte di medio-lungo periodo e pertanto è difficilmente ipotizzabile un suo disinvestimento a breve. A meno che non si tratti di offerte monstre. Secondo quanto ha raccontato a MF-Milano Finanza una fonte molto vicina al club rossonero, il fondo Cvc, che per anni ha gestito il circus della Formula 1 a livello globale, avrebbe già bussato alle porte di via Aldo Rossi ma si sarebbe sentito rispondere che il prezzo per l'acquisto sarebbe stato di un miliardo. Così come il management guidato dall'ex numero uno dell'Eni Paolo Scaroni e da Ivan Gazidis avrebbe avuto anche abboccamenti con fondi sauditi finiti in un nulla di fatto.
di L. Mondellini
Fonte: Milano Finanza
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 07 ago 2020 
Pallotta attacca Commisso: "Voleva la Roma, ma non l'ho mai voluto come socio"
Il presidente giallorosso risponde al patron della Fiorentina che oggi ha ammesso di aver cercato di prendere il club giallorosso nel 2011: "Quanti errori, non parla nemmeno l'italiano"
Roma, crolla il titolo in Borsa: -19%
L'As Roma crolla in Borsa sui timori che l'opa che il gruppo Friedkin dovrà lanciare...
Dzeko e quello sfogo che agita la Roma: nel mirino c'è Fonseca
Le parole del bosniaco dopo la sconfitta con il Siviglia e l'uscita dall'Europa League hanno lasciato il segno. Sotto accusa il tecnico portoghese
Calciomercato Roma, fiducia per Pastore: si opera all'anca, poi si vedrà
Era vicini alla rescissione, ma ora il giocatore ha deciso di provare un’ultima chance: l’intervento ci sarà la prossima settimana, stop previsto di due mesi al massimo
Calciomercato Roma, preso il giovane Javier Vicario: arriva dal Numancia
La Roma guarda al futuro e pensa alla Primavera. Il club giallorosso ha chiuso per...
Calciomercato Roma, in arrivo lo sloveno Feratovic dall'NK Bravo
Dopo gli arrivi dei baby Oliveras e Ngingi, la Roma è pronta a definire l'acquisto...
CALCIOMERCATO, ag. Veretout: "Jordan a Napoli solo per ritirare un'auto. Resta al 100% alla Roma"
L'agente di Jordan Veretout, Mario Giuffredi, ha chiuso all'ipotesi Napoli nel corso...
Calciomercato Napoli, Veretout e Giuntoli a cena nello stesso ristorante
Nella giornata di ieri Jordan Veretout, centrocampista della Roma, era a Napoli...
CALCIOMERCATO Roma, suggestione Rangnick per la panchina
La nuova Roma di Dan Friedkin muove i primi passi. E lavora per trovare un uomo...
TRIGORIA, appuntamento al 24 agosto
La stagione 2019/2020 della Roma è ufficialmente terminata con l'eliminazione dagli...
Calciomercato Roma, le nuove strategie da Dzeko a Smalling e Zaniolo
Blindati i gioielli e il capitano. Rinforzi: in difesa Vertonghen, a centrocampo Castrovilli, in attacco un giovane da affiancare a Edin
Roma: Ryan Friedkin probabile presidente, Baldini out e si pensa a uscire dalla Borsa
Si delinea la nuova società: Fienga dovrebbe restare come Ceo, Baldissoni consulente esterno per lo stadio. Per il d.s. sogno Paratici, ma si valutano Burdisso e Pradè. Il nuovo proprietario immetterà nelle casse 63 milioni (meno del previsto) perché ha aumentato la quota a favore di Pallotta. E in un comunicato si legge che "l'Opa obbligatoria potrebbe essere funzionale al delisting del club"
Nuovo stadio, Raggi pressa Conte: "Sblocchi il Ponte dei Congressi"
Contatti diretti al momento non ce ne sono stati, ma l'unione d'intenti è già scritta:...
Ryan operativo nella Capitale per la proprietà
Il nome sulla bocca di tutti è quello di Dan Friedkin - di fatto il nuovo proprietario...
Rossella Sensi: "Ora potrò conoscere il presidente, con Pallotta non ce l'ho fatta"
L'ex presidente giallorossa: “Sono contenta dell’arrivo di Friedkin, ho letto le sue dichiarazioni e mi sembra una persona seria"
Comunicato congiunto Roma-Friedkin, fornite ulteriori informazioni in merito alla cessione del club
La As Roma e il Friedkin Group rendono pubbliche con precisione le cifre dell'affare
Siviglia-Roma 2-0, Le Pagelle dei Quotidiani
EUROPA LEAGUE: SIVIGLIA-ROMA 2-0 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI...
 Gio. 06 ago 2020 
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>