facebook twitter Feed RSS
Domenica - 5 luglio 2020
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
FORUM
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
CONTATTACI
   
LAVORO
   
 

Natale con Juve-Roma, sotto l'albero il duello da scudetto

Giovedì 21 dicembre 2017
Juventus-Roma è lo scontro meno natalizio che si potesse scegliere per riportare il calcio a Natale - un tempo, prima che i calciatori scoprissero "Natale a Miami" era già così -, ma va bene così, e anzi l'oggetto è di forte richiamo passionale. Di solito Juventus-Roma è una partita spartiacque, cambia il corso delle cose, spacca, non lascia quasi niente immutato. Spesso addirittura velenosa. E ora può spaccare e decidere più di quanto non lo abbiano fatto prima Napoli-Juve (0-1), Juve-Inter (0-0), Roma-Inter (1-3), Napoli-Inter (0-0).

Le due fasi, bianconera e giallorossa, al momento sono opposte. La Juventus di Allegri si sta giocando il ruolo di superstar del calcio italiano, sta scommettendo forte su se stessa, è impegnata a ristabilire un'egemonia che sembrava perduta, è sostanzialmente in fase di rilancio. La Roma viceversa, dopo il picco con la qualificazione agli ottavi di Champions League davanti a Chelsea e Atletico Madrid, viene dall'eliminazione in Coppa Italia che non ha fatto altro che certificare un periodo di scarsa brillantezza e di troppi 1-0. Ma la classifica è sempre ottima, e dunque la partita c'è tutta. Anche se i bookmakers danno la vittoria della Roma a Torino a circa tre volte la vittoria stessa della Juve. Questo potrebbe darci l'attuale differenziale tra le due squadre in una partita a Torino, e dunque la condizione di partenza del supermatch. Partita che si porta dietro, ovviamente, l'attualità ma anche e soprattutto un passato fatto di rivalità e acredine. Che però per il momento mettiamo da parte e diamo come sfondo sostanzialmente immutabile da trent'anni a questa parte.

Quello che colpisce di più in questo momento è la gestione e cioè il comportamento dei due allenatori di fronte a due squadre che devono essere continuamente sollecitate e tenute in tensione. Max Allegri è ormai smaliziato dall'esperienza, fortemente pragmatico, duro ma anche disposto al compromesso, un ricercatore della formazione giusta con estrema prudenza, uno che non si lascia ammaliare da slogan e mode. Niente affatto perfetto e spesso eccessivamente prudente, ma insomma con un suo stile riconoscibile. Da Pogba a Dybala, da Bonucci a Higuain, la gestione di campioni e soprattutto delle loro bizze fa parte ormai del suo bagaglio. Al momento pare aver ricondotto Dybala al ruolo di buon soldato bianconero, anche se per lui l'importante è soprattutto averne recuperato il contributo fondamentale in una stagione in cui la Juventus dovrà comunque cercare di portare a casa il massimo. Ad Allegri interessa poco il consenso, non è ammaliato dalle sirene dello spettacolo, la sua preoccupazione maggiore non è l'attacco dove comunque può scegliere e sacrificare qualcuno non lo angoscia più di tanto, quanto allestire la miglior difesa possibile. "Perché gli scudetti li vincono le difese".

Eusebio Di Francesco pur avendo fatto la gavetta del Sassuolo è ancora un po' scolastico, educato, bravo, pieno di buoni sentimenti, e privo di pelo sullo stomaco. Per lui il turn over è sì un buon sistema per tenere tutti i giocatori allenati e sotto tensione, ma anche una forma di democrazia in cui crede molto, una giusta ricompensa a chi comunque tira la carretta e rischia di non avere alcuna soddisfazione. Solo che il turn over è sì democratico, ma anche traditore, per cui puoi finire col rimetterci alla fine anche la Coppa Italia. Allegri dispone di una corazzata, Di Francesco di una nave da crociera. Torino è sempre in allarme rosso, pronta a giocarsi tutto ovunque, Roma è più ammaliante e fascinosa ma ciclicamente diventa anche la soap di "Love Boat" un mondo fatto di guanti bianchi, party e sorrisi. Sia come sia, alla fine però i problemi diventano gli stessi, così come Allegri deve riuscire spesso a tenere insieme Higuain e Mandzukic, così Di Francesco deve farlo con Dzeko e Schick. Mentre tutti parlano degli attaccanti Allegri rimugina giorno dopo giorno sul dopo Buffon-Barzagli-Bonucci-Chiellini, Di Francesco è un discepolo zemaniano ma intanto la Roma sta lì nonostante segni poco e abbia però la miglior difesa del campionato. Insomma tutti apparentemente Guardiola e sotto sotto Trapattoni.
di F. Bocca
Fonte: La Repubblica
COMMENTI
Area Utente
Login

Pogba - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 12 giu 2018 
Alisson-Milinkovic: la Russia diventa un supermarket
I gioielli di Roma e Lazio sono tra i pezzi più pregiati del calciomercato europeo
 Lun. 11 giu 2018 
Calciomercato, vendere per comprare, quante filosofie in Serie A
Cedere e poi piazzare i colpi giusti per rinforzarsi, non c'entra il Financial Fair Play o l'Uefa: conta "solo" il meccanismo di bilancio. In Serie A sono diverse le tecniche adottate negli ultimi anni: vediamo quelle di Juve, Inter, Roma e Napoli
 Lun. 04 giu 2018 
Insigne vale più di Ronaldo: la top 100 secondo il Cies
L'osservatorio calcistico che ha sede in Svizzera ha stilato, in base al suo algoritmo, la classifica dei giocatori più cari. Nella top 10 uno juventino
 Ven. 01 giu 2018 
Francia-Italia 3-1: Bonucci non basta, azzurri ko a Nizza
Francesi avanti subito con Umtiti e Griezmann. Il capitano accorcia, ma nella ripresa arriva il tris di Dembelé
 Mer. 16 mag 2018 
Sistema Raiola, affari e insulti: Figc apre indagine
Si muove anche la giustizia sportiva. Dopo gli insulti alla Figc ("fa schifo") e...
 Mar. 24 apr 2018 
PALLOTTA: "Guarderò la partita in un ristorante italiano di Londra per scaramanzia"
La Roma è pronta ad affrontare il Liverpool stasera nella semifinale di Champions...
 Mar. 17 apr 2018 
Calciomercato Manchester United, la lista nera di Mourinho: "Non li voglio più vedere!"
Manchester United, un'estate di saldi? Ecco chi può partire
 Gio. 08 mar 2018 
Calciomercato Roma, Monchi sfida Sabatini per un colpo a costo zero
La sfida sul campo tra Roma e Inter per uno dei posti che vale la partecipazione...
 Ven. 16 feb 2018 
Sponsor, cessioni, stadio: ecco il piano
Salvo miracoli nel percorso che ricomincerà la settimana prossima nel gelo di Kharkiv,...
 Mar. 05 set 2017 
Ora Gerson può essere l'uomo in più
Un ventenne atteso e strapagato già aspettava dentro Trigoria, dopo un anno di apprendistato...
 Gio. 31 ago 2017 
FRANCIA-OLANDA 4-0 Espulso Kevin Strootman
Sono il gol di Antoine Griezmann e Kylian Mbappé e la doppietta di Thomas Lemar...
 Mar. 11 lug 2017 
Calciomercato, i 100 giocatori più costosi della storia
Il 2016 è stato l'anno delle spese record, ma il 2017 non è da meno: ecco i 100...
 Lun. 26 giu 2017 
Ecco 120 milioni di euro per rifare la Roma
Un Pogba, venduto dalla Juve a 120 milioni, diviso in tre affari. L'avventura di...
 Mer. 21 giu 2017 
Calciomercato Juventus, Marotta saluta Dani Alves: "Contratto rescisso"
L'amministratore delegato dei campioni d'Italia parla di calciomercato: «Douglas Costa? Concreti nelle prossime settimane»
 Mar. 20 giu 2017 
Caso Pogba: "Fifa apre un procedimento contro Juventus e Raiola"
Secondo l'Espn e il Mirror. la massima organizzazione del calcio avrebbe aperto una nuova indagine contro il club bianconero e l'agente del francese
 Sab. 17 giu 2017 
Il nuovo ruolo di presidenti e ds: comprare i procuratori dei giocatori
Qual è oggi il potere sul mercato di un presidente di una società di calcio? E ancora:...
 Mer. 07 giu 2017 
Calciomercato Roma, Quelle clausole che equivalgono a un cartello "vendesi"
C'era un'epoca in cui le clausole risolutive (impropriamente chiamate rescissorie)...
 Mar. 16 mag 2017 
Top 11 europea, con Messi e Ronaldo Mertens e... Bruno Peres
Fa discutere la classifica del CIES, osservatorio sul calcio: Bonucci e Buffon fuori dalla formazione ideale dei primi 5 campionati europei. L'attaccante del Napoli completa un tridente da sogno
 Lun. 15 mag 2017 
I direttori sportivi diventano superstar
Plusvalenze, vincoli di bilancio, fair play finanziario. Sono queste le parole d'ordine...
 Sab. 13 mag 2017 
De Rossi: "Dovrò sempre tanto a tutti. Vincere a Roma da allenatore sarebbe una bella storia"
"Importante smettere prima di non giocare più bene"
 Lun. 27 feb 2017 
Roma, mercato tentatore: Nainggolan e Manolas gioielli da custodire
«Se Pogba vale 80 milioni, Nainggolan ne vale almeno 120». Questo è il pensiero...
Un po' di Juve e un po' di Roma, il remix della squadra da sogno
La Juventus è più forte della Roma. Partiamo da un fatto dimostrato e accertato:...
 Gio. 23 feb 2017 
EUROPA LEAGUE, domani il sorteggio degli ottavi
Si svolgerà domani, alle ore 13, presso la sede Uefa, a Nyon (Svizzera), il sorteggio...
Paredes. Gol belli e passaggi: il pilastro invisibile
Due brillantini che luccicano sui lobi, due occhi che raccontano più cose di quanto...
 Lun. 06 feb 2017 
Conti Italiani indietro nel campionato del brand: Roma al quindicesimo posto
Squadre di calcio che cambiano proprietario. È successo per Roma e Inter. Ora tocca...
 Ven. 27 gen 2017 
Il boom della Cina spinge il pallone. Ma i nuovi ricchi sono i procuratori
Siamo un Paese di calciatori e mediatori, che ha sempre meno quattrini da spendere...
 Dom. 22 gen 2017 
Roma: Manolas e Dzeko non si muovono. Restano per lo scudetto
Roma, tutti uniti per lo scudetto
 Sab. 21 gen 2017 
SPALLETTI: "Faremo vedere al Cagliari che siamo migliorati. Sabatini? Sapevo ci fossero poteri..."
ROMA-CAGLIARI LA CONFERENZA STAMPA DI LUCIANO SPALLETTI: "Tutti disponibili contro il Cagliari. Solo Florenzi farà allenamento a parte. Il pareggio dell'andata ci ha dato degli insegnamenti. Se capita si prende un giocatore del nostro livello. Le parole di Sabatini? Io sapevo ci fossero 5 centri di potere non 4. Se stiamo facendo bene è anche merito suo"
Ce l'ha la Roma il superninja
Metà stagione, Nainggolan ha già segnato 7 gol, seminandoli nelle tre competizioni...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>