facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 5 dicembre 2022
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

Roma, ora basta inchini alle big

Giovedì 29 settembre 2022
A Milano per debellare il virus. Sì, l'Inter è la nuova chance per la Roma che, in campionato e in assoluto in Italia, non riesce ancora a essere grande contro le grandi. Nemmeno lo sbarco di Mourinho a Trigoria è servito, per ora, a invertire il trend. Quando la squadra giallorossa affronta una big, per un motivo o per un altro, si comporta da provinciale e si inchina. Casualità, qualche errore arbitrale o del Var, un'ingenuità o una disattenzione di troppo, addirittura un rigore calciato male: José ha già preso atto dell'intero campionario. Compreso un match recitato da «giocatori di serie C», quello proprio contro i nerazzurri di Inzaghi per l'eliminazione nell'edizione passata della Coppa Italia, con lo sfogo eclatante di Mou raccontato da questo giornale.

E da quello sfogo, non solo tatticamente, la Roma è per certi versi cambiata. Sulla sbandata di San Siro è stata costruita l'impresa in Conference League. Perché i giallorossi sono stati capaci in Europa di fare quello che in Italia ancora non riesce. Nelle gare decisive contro il Bodø Glimt e soprattutto contro il Leicester e il Feyenoord, cioè contro le avversarie più quotate che incrociarono nel torneo, hanno mostrato personalità, concentrazione, equilibrio e solidità. Rispettando, dunque, i principi fondamentali del metodo di José.

La Roma, migliorata nella qualità e nell'esperienza dopo la sessione estiva del mercato, deve solo riconnettersi. E ritrovare il comportamento che l'ha spinta fino al trionfo di Tirana. Ha l'allenatore e gli interpreti giusti per farcela. La squadra è esperta, non solo anagraficamente. Ma in serie A ancora non entra in partita come vorrebbe Mou. Che chiede più intensità e maggiore partecipazione. Quest'anno in campionato non ha vinto nessun dei due scontri diretti: pari all'Allianz Stadium con la Juve e sconfitta all'Olimpico con l'Atalanta. La sfida contro i nerazzurri di Gasperini è emblematica. In match di alto livello sono gli episodi a fare la differenza. I giallorossi, a contare i tiri e ancora di più le occasioni da rete, hanno dominato, restando però a digiuno. L'unica conclusione dell'Atalanta è stata fatale. Ma la prestazione, promossa dallo stesso Josè, ha chiarito che la Roma sa spaventare pure le migliori del torneo. Non c'entra, dunque, il braccino. Serve uno sforzo in più, innanzitutto lucidità e coraggio, senza aspettare che sia sempre la stella di Dybala a indicare la rotta. Che in Italia deve essere diversa da quella dell'anno scorso: solo un successo nel derby di ritorno e i pareggi con il Napoli; poi solo ko contro chi la precedeva in classifica.
di Ugo Trani
Fonte: Corriere dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Dom. 04 dic 2022 
De Rossi, frecciata alla Lazio: "Conosco il derby, a Roma è mancato per 11 anni..."
L'ex giallorosso, ora tecnico della Spal, 'punge' i biancocelesti parlando in conferenza prima della sfida contro il Modena
Progetti, idee, talento e Mourinho: chiamatelo Trigoria Lab
Ogni tanto qualcuno si diletta a monitorare i campionati professionistici in Italia...
Freuler: "Sì, la Roma c'è stata ma fin quando non si firma niente è concreto"
Decisivo e incontentabile. Remo Freuler ha mandato a casa la Serbia e tenuto al...
L'idea di Mourinho: Dybala alla Totti
Paulo Dybala potrebbe scoprire una seconda giovinezza proprio come il suo amico...
Fiducia Abraham: la Roma ci conta, ma è nel mirino della Premier
I sogni di Tammy Abraham, nonostante l'involuzione di cui è stato malinconico protagonista...
Tra sponsor e partnership: ecco l'altra rivoluzione dei Friedkin
Un'espansione destinata a non fermarsi. Perché nonostante i paletti imposti dalla...
Calciomercato Roma, idee Vicario e Carnesecchi per la porta del futuro
Un possibile cambio di guardiano potrebbe profilarsi nel futuro. Per una ragione...
Dybala: "Combatto per la mia Roma. Con Mourinho abbiamo un rapporto bellissimo"
"Mask? Come quella dei gladiatori”
 Sab. 03 dic 2022 
I giallorossi in relax prima della partenza per il Portogallo: ecco le mete scelte
I giocatori della Roma si godono i 12 giorni di riposo prima della partenza per...
Calciomercato Roma, Kluivert e Reynolds sono il tesoretto di scorta
Non solo Shomurodov, Bove e Karsdorp potrebbero regalare liquidità a Pinto per il mercato di gennaio. Ci sono infatti Kluivert e Reynolds che si stanno rivalutando al Valencia e al Westerloo.
Ultras Lazio contro Damiano dei Maneskin: "Tifi Roma in perizoma e tacco alto"
La Lazio aveva già risposto a un tweet del cantante romano e romanista
Le reti, i minuti e le presenze: a Belotti servono 3 traguardi per rimanere
Il sorriso e la voglia di riscatto non li ha mai persi. Sono queste le certezze...
I tifosi pronti al diciottesimo sold out di fila
Mancano ancora 32 (lunghi) giorni alla ripresa del campionato, ma i tifosi della...
Zero gol e un assist per i cinque esterni: Mourinho chiede colpi
In strategie e tattiche che prevedono sempre di più gli aggiramenti sulle ali per...
Il mese della verità per Smalling
Ansia no, ma un'attenta osservazione della situazione. Il rinnovo di Chris Smalling...
Mourinho porta Wijnaldum nel ritiro in Portogallo
Gini Wijnaldum sta proseguendo la sua riabilitazione per l'infortunio che lo sta...
Tesoretto Roma, la lista dei giocatori in uscita per far felice Mourinho
Da Karsdorp a Shomurodov, diversi calciatori potranno dire addio nel mercato invernale. Il gm deve vendere per comprare
Bove al Lecce: c'è l'intesa
Il Lecce in pressing sulla Roma per Edoardo Bove (20). José Mourinho aprirà ad una...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>