facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 27 gennaio 2023
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME
   
NEWS
   
SQUADRA
   
CAMPIONATO
   
CHAMPIONS LEAGUE
   
EUROPA LEAGUE
   
CONFERENCE LEAGUE
   
COPPA ITALIA
   
 
SHOP
   
FORUM
   
AMICHEVOLI
   
CALCIOMERCATO
   
FORMAZIONI
   
PALMARÉS
   
SUPERCOPPA ITALIANA
   
LAVORO
   
   

I 154 giorni che hanno svuotato la Roma: gioco, rosa, mercato, ecco cosa non va

A settembre, contro il Sassuolo, la corsa di Mourinho sotto la Sud e giallorossi in vetta alla classifica. Cinque mesi dopo il 2-2 strappato in extremis, settimo posto e un progetto che non decolla
Lunedì 14 febbraio 2022
In 154 giorni si fa in tempo a vincere guerre e a vedere sfiorire amori che parevano immortali, figuriamoci se possiamo stupirci notando l'appassire delle speranze della Roma.

Una cosa è certa: il 12 settembre scorso - nella serata in cui José Mourinho contro il Sassuolo tagliava il traguardo delle mille panchine in carriera - la stagione sembrava piena solo di leopardiane "magnifiche sorti e progressive". Tre vittorie di fila in campionato, cinque stagionali considerando quelle di Conference, primo posto in classifica in Serie A, girone europeo che sarebbe cominciato il giovedì successivo con un 5-1 al Cska Sofia. Insomma, in quel giorno di fine estate la corsa di Mourinho sotto la Curva Sud per festeggiare la rete del 2-1 di El Shaarawy in pieno recupero, sembrava la prima di mille altre. Invece, 154 giorni più tardi, due cose sono rimaste uguali: l'avversario (il Sassuolo) e il gol sui titoli di coda (stavolta di Cristante).



I MUTAMENTI — Per il resto è cambiato tutto. Si va dal risultato - un malinconico 2-2 contro un rimaneggiato Sassuolo - alla graduatoria, che vede la Roma appena al settimo posto, con ben 7 punti in meno rispetto alla scorsa stagione, quando già la panchina di Paulo Fonseca cominciava a scottare, fino alla eliminazione dalla Coppa Italia. Ma se lo Special One è blindato più dall'amore incondizionato dei tifosi che dai risultati che sta portando alla famiglia Friedkin - capaci di investire finora ben 534 milioni per la Roma - molte speranze sono sfiorite. I nuovi acquisti: Abraham, pur pagato tantissimo (40 milioni più bonus e ingaggio top coi premi) sta segnando con continuità (18 gol finora); Rui Patricio alterna ottime cose (la maggior parte) a errori marchiani come quello di Reggio Emilia, facendo tonare il dubbio se valeva la pena di spendere 11,5 milioni per un portiere di 33 anni; la buona prova contro i neroverdi non assicura che i 13 milioni per Vina siano stati un affare e infine, al momento, i 20 milioni (coi bonus) di Shomurodov appaiono sprecati, visto che ormai l'uzbeko è diventato ultimo nelle gerarchie dell'attacco, dietro anche al modesto Felix. Non basta: se gli arrivi di gennaio sembravano aver dato nuova linfa alla squadra, adesso paiono entrambi in calo. Oliveira mostra problemi di tenuta, mentre Maitland-Niles appare un rincalzo e poco più. Il riscatto, insomma, è tutto da conquistare.

ARBITRI E ROSA — Le distonie, poi, non terminano qui. A livello politico, il club giallorosso è vicino alle posizioni federali, mentre Mourinho in questi mesi ha picconato il Palazzo per accusare gli arbitri a senso unico (anche le avversarie della Roma lamentano torti nelle sfide coi giallorossi). Vero, degli errori ci sono stati, ma una cosa è certa: da settembre a oggi il gioco della squadra non è mai lievitato, costringendo l'allenatore portoghese a virare su una difesa a tre che non ha mai amato proporre, ma con cui i giocatori si trovano meglio. In società i mancati progressi sono stati notati, però molto viene giustificato dalla mancanza di un regista che Mou aveva chiesto per due sessioni di mercato e non gli è ancora arrivato. Di sicuro le feroci critiche dello Special One alla scarsità tecnica e di personalità della rosa stanno svalutando molti dei calciatori, creando dei problemi al g.m. Pinto alle prese con la necessità di fare cassa in estate. Ma questo è Mourinho. Prendere o lasciare, e la Roma ha preso (con gioia). E se all'andata, dopo il Sassuolo, in campionato arrivò il primo stop contro il Verona, adesso la prossima partita interna proprio contro i gialloblù dovrà segnare il riscatto. Altrimenti la rincorsa agli alibi si concluderà solo a maggio, ma le speranze si esauriranno assai prima.
di Massimo Cecchini
Fonte: Gazzetta dello Sport
COMMENTI
Area Utente
Login

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 26 gen 2023 
ZANIOLO, Bournemouth e Roma devono convincerlo ad accettare la cessione, lui valuta di rimanere
Bournemouth e Roma devono ora convincere Zaniolo ad accettare la cessione (30 milioni...
Spezia, vicina la chiusura per Shomurodov: le cifre e i dettagli
Lo Spezia è vicino a chiudere il colpo Eldor Shomurodov dalla Roma: i dettagli
Il Milan non rilancia per Zaniolo: fuori dalla corsa a queste condizioni
Il Milan non rilancia per Nicolò Zaniolo: le ultime
Indagine sulla vendita del Milan: si ipotizza il reato di appropriazione indebita
Acquisizioni da parte della Guardia di Finanza. L'inchiesta è nata da un esposto di un ex socio di minoranza del club, la società lussemburghese Blue Skye. Al momento non ci sono indagati
Festa per Mourinho: la torta e la frase che ha fatto ridere tutti
Lo Special One viene festeggiato con una sorpresa nello spogliatoio da tutti i calciatori, lo staff e Tiago Pinto e poi chiude con una battuta
Giornata della memoria, Roma e Lazio scendono in campo con un fumetto speciale
Un nuovo modo per ricordare e per aiutare i più giovani a comprendere l’importanza della ricorrenza
Calciomercato Roma, offerta del Bournemouth per Zaniolo: le cifre
Nicolò Zaniolo è senza dubbio il nome più caldo di questa sessione di calciomercato....
Roma super, il 2023 è abbagliante: prima in classifica davanti al Napoli
Se, come succede in molti paesi sudamericani, ci fosse un campionato di apertura...
Il bambino Mourinho che tra piano, numeri e pesce voleva solo il calcio
Dall'infanzia a Trigoria: una vita intera passata in campo
Mourinho, da Candela a Zanetti: tutti i messaggi d'auguri per i 60 anni di "Special Sixty"
Da Malagò a Moratti, da Julio Cesar a Zanetti, Candela e Pizarro: ex giocatori, avversari ed estimatori dedicano un pensiero al tecnico della Roma per il suo compleanno
 Mer. 25 gen 2023 
Calciomercato Roma, primo contatto ufficiale con il Milan per Zaniolo
Milan, primo contatto con la Roma per Zaniolo: gap ancora ampio. I rossoneri chiedono 24 ore
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>